La fame di Valentino, cannibale della moto

E uno si chiede come fa. E anche perché lo fa. Il fatto di non avere una risposta segna tutta la differenza che c'è tra un uomo normale e lo sportivo italiano più forte. Forse di sempre.

Valentino Rossi vince a 37 anni come se ne avesse 15 in meno. Ed è qui che scatta la domanda: come fa? E perché? Dopo nove mondiali vinti, il decimo perso all'ultima gara. Dopo essere stato considerato il pilota di moto più importante della storia. Ecco, dopo tutto questo, parte dalla terza fila e comincia una gara come meglio non si può fare. Supera Lorenzo, supera Marquez e con loro anche le scorie del mondiale dell'anno scorso in cui quei due erano alleati contro Vale.

L'ultima gara vinta prima di questa di Barcellona era stata ancora in Spagna, a Jerez de la Frontera. Come un simbolo, o un segno.

Rossi vince con fame, con voglia, con grinta, combattendo sempre con il tempo e con gli avversari. Vince appunto come se non fosse il campione che è, ma uno che deve ancora dimostrare di esserlo. È quello che l'ha portato l'anno scorso a sfiorare il mondiale numero 10 ed è quello che lo porta adesso a scontrarsi con avversari appunto 15 anni più giovani di lui. Il che apre a un'altra domanda: può esserci questo sport senza uno così? Perché nessuno oggi può immaginare la MotoGp senza Valentino. E senza gare come quella di ieri.

Commenti
Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 06/06/2016 - 09:31

Rossi è ancora più forte dello scorso anno . Ieri è partito come un cane rognoso , malissimo , eppure , anche grazie al passo tranquillo di Lorenzo davanti li ha passati tutti. Pedrosa e Vinales in una unica curva ! La superiorità della MotoGp sulla F1 stà nel fatto che è il pilota a fare la differenza non il mezzo meccanico, vedi Vinales-Espargaro o Marquez-Pedrosa. Rossi gareggia ancora non per i soldi , credo che abbbia qualche centinaio di milioni di Euro accumulati e poi è un noto "rospo", un taccagno insomma. Se gareggia è per il challenge , per la sfida. Non avere una famiglia lo fà rimanere ancora lo stesso ragazzo che a Tavullia faceva le curve su due ruote con l'Ape car. Poi scusate ma quanto ci gode a smentire i mille giornalisti che lo definirono "bollito " ? E quanto ci gode Lin Jarvis quando lo vede sul podio della vittoria ?

Angelo664

Lun, 06/06/2016 - 10:25

Un grande come pochi altri. Come pochi altri inoltre non si è mai rotto tranne una volta la gamba. E non è poco l'essere interi per questo sport. Niente dolori e mente lucida. Ieri per la follia Iannone Lorenzo ha rischiato e molto. Rossi riesce anche a tenersi lontano dai guai di questo tipo. Ma con Marquez alla ruota non è facile. Fare una scivolata è un attimo. Io spero solo che non si faccia mai male ed arrivi integro a godersi i milioni e non faccia come Schumacher, poveretto.

vince50_19

Lun, 06/06/2016 - 10:44

Vale è sul serio forte, lo dimostra sempre più e se il team lo asseconderà nel "costruirgli una moto ulteriormente su misura", non ce ne sarà per nessuno! Tra l'altro ieri ha dato a Marquez, a termine gara, un raro esempio di chi, ostacolato nel precedente mondiale, porge la mano in segno di amicizia. Non è cosa da poco, conta molto la differenza di età (un .. ragazzo del '79), la maturità che distingue Vale dai due cavron spagnoli. Difficile trovare un centauro che, come lui, a 37anni suonati ha classe da vendere: gli auguro di vincere ancora tante gare e superare il grandissimo Ago, idolo della mia giovinezza. Se lo merita di sicuro!

cgf

Lun, 06/06/2016 - 15:36

ho goduto un tot, li ha battuti entrambi a casa loro! unico rammarico del W.E. è Salom, RIP.

Fjr

Lun, 06/06/2016 - 18:30

Ha vinto due volte la prima in pista la seconda con la stretta di mano a Marquez,nessuno nemmeno Marquez se l'aspettava e invece anche lì ' l'ha stupito, un bel gesto sportivo cosa che non vediamo ad esempio in altri sport ,salvo qualche raro caso , la moto è la moto e Vale lascerà un gran vuoto nella MotoGP quando deciderà di ritirarsi , speriamo nel frattempo che gli italiani in gara riescano a evolvere sempre di più il futuro senza vivaio e' tinto di giallo e rosso

REVANGEL666

Lun, 06/06/2016 - 18:45

CERTO CHE VA FORTE COME LANC ASMTRONG,BEN JONSOSON SI DOPA ECCOME SE GLI FACESSERO CONTROLLI ANTIDOPING GLI TOLGONO 4 MONDIALI,MA DOVE VOLETE CHE VADA 1 DI 37 ANNI SENZA DOPING?

precisino54

Lun, 06/06/2016 - 19:37

X REVANGEL666 18:45; la tua “sportività” ti porta ad affermare, o meglio instillare il germe del dubbio, ma mostri la tua assoluta imbe.illità ed ignoranza in materia: se non si è al massimo fisico e mentale non si vince in quel modo. Per vincere in moto non serve solo la forza, indubbiamente necessaria per “domare” i cavalli, ma la testa, e l’estrema sensibilità necessaria per vincere come ha fatto ieri è incompatibile anche con un minima droga a meno di non aver individuato qualcosa che affini al massimo i tuoi sensi. La sua droga è forse il gusto di mettersi in gioco ed il piacere di fare qualcosa che ha nel sangue, ma direi pure nel Dna.

tRHC

Lun, 06/06/2016 - 21:08

bello vincere quando cade l'avversario eh?

precisino54

Mar, 07/06/2016 - 00:41

X tRHC certamente non hai visto la gara, forse perché non segui il motociclismo e non capisci la differenza tra le varie moto. Ti fa parlare solo il tuo sconfinato odio per quanto italiano che vince o forse solo nei confronti del più grande di tutto i tempi. Ago certamente un campione indiscusso vinse i suoi titoli gareggiando senza veri avversari a lungo, Saarinen e Pasolini si schiantarono nel terribile incidente a Monza, in ogni caso allora le moto di livello erano un paio; potendo gareggiare su più classi dominò la scena per una decina di anni, Vale vince da oltre venti e questo basterebbe a darti la misura. Ciò detto Lorenzo è caduto mentre navigava nelle retrovie a secondi di distanza, dopo essere partito in testa era stato ripreso e sarebbe stato superato da altri piloti. In ogni caso lo stesso MM, lo stesso dei fatti dello scorso anno, ha dato pieno merito alla gara di Vale e forse anche questo ha portato alla stretta di mano.

tRHC

Dom, 12/06/2016 - 18:42

precisino54:io non ho mai odiato nessuno,tu usi i paroloni a sproposito ma seguendo il tuo discorso non mi meraviglia,sei un fanatico e hai le dita sulla tastiera piu' veloci del tuo cervellino... a me non piace uno che vince e fa lo sbruffone,non e' vero campione.. non mi piace il campione a tutti i costi .... ci arrivi?