Fiorello: "Occhio a chi organizza spettacoli per fare beneficenza ai terremotati"

Il video appello dello showman italiano

"Occhio a chi organizza gli spettacoli coi i vip per fare beneficenza a favore dei terremotati". Fiorello non usa mezzi termini nel suo video appello girato dal Laos su Facebook Live. Dopo aver espresso il suo cordoglio alle vittime del sisma ("Il dolore per la perdita di un figlio credo sia una cosa davvero inimmaginabile), lo showman avverte: "Sono stato invitato ad almeno quattro manifestazioni per raccogliere fondi. Attenti a questi eventi che facciamo noi dello spettacolo. Il gioco deve valere la candela. Perché se organizzi uno spettacolo, poi per farlo devi spendere dei soldi per mettere in piedi il palco, l'organizzazione, i biglietti, la promozione, e alla fine non devolvi tutto, ma ''tutto'' meno le spese, allora non lo fare. I soldi vanno dati tutti in beneficienza, altrimenti non vale la pena, perché poi le spese sono tante. Occhio a chi organizza questi spettacoli. Mi fiderei di più se venisse organizzato da una onlus o una associazione affidabile".

E poi continua: "La storia insegna che uno raccoglie i soldi, poi quando vai a vedere dove sono finiti i soldi, non li trovi. Vorrei vedere nomi e cognomi, per chiedere alle persone che ricevono questi soldi ''che stai facendo? Quanto hai speso? Quando partono i lavori?''. Non c'è niente da fare: ora partiranno un sacco di spettacoli per le vittime del terremoto, ma bisogna stare veramente attenti. Io lo so, troppa gente dietro, troppi organizzatori mi fanno paura. Quando poi vedi questi cantanti che vanno a cantare: ''Eh però sai, metà vanno in beneficienza, metà abbiamo dovuto montare questo, chiamare quello, ci vuole il video, l'affitto e il noleggio... Per quanto mi riguarda io preferisco fare "ognuno a modo suo". Io preferisco fare la mia beneficienza privata, sono fatti miei, nessuno sa niente. Ma questa cosa di dire "Tutti amici, andiamo e cantiamo insieme'', se dobbiamo dirla tutta, non c'è bisogno di cantare: dai i soldi direttamente e il gioco è fatto...''.

Commenti

blackindustry

Dom, 28/08/2016 - 14:27

Esattamente.

joecivitanova

Dom, 28/08/2016 - 15:42

..bravo Fiorello, hai avuto la faccia di dirlo, almeno tu, pubblicamente; adesso, forse, mi aspetto molte smentite 'solenni', vedrai, o, più probabilmente, faranno 'scivolare' la cosa nel dimenticatoio. Questa non è beneficenza, ti sei 'dimenticato' di dire, è una vera sporca opportunità per chi, nel mondo dello spettacolo, non riesce a battere un soldo ed un 'valore' se non in questo modo..!! g.

Fjr

Dom, 28/08/2016 - 18:17

Questa è l'amara verita' ,vale per i personaggi dello spettacolo e per gli italiani che vorrebbero ancora aiutare ma fanno fatica a credere che ci siano ancora persone oneste ,quelle si riconoscono a colpo d'occhio

puntopresa10

Dom, 28/08/2016 - 18:22

Le statistiche dicono (ma dai media non verrà mai) che il 40% del materiale alimentare e quant'altro dato in donazione nei casi di calamità naturale,sparisce,non mi meraviglierei che molta gente che non c'entra niente con i terremotati ne approfitti per andare a pranzo e a cena e per approvvigionarsi di un po' di tutto,per esperienza alluvione 2010.

Ritratto di venividi

venividi

Dom, 28/08/2016 - 19:08

Bravo, Fiorello. Andava detto.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 28/08/2016 - 23:49

giusto, come chi organizza una partita per raccogliere fondi.E capirai lo sforzo! Sei un giocatore, sei n cantante, cè bisogno di fare gli straordinari? proprio perchè non vuoi cacciare 'na lira di tasca tua?