Genova, nuovo indagato. È un dirigente del Mit

C'è un nuovo indagato per il crollo del Ponte Morandi di Genova. Si tratta di un dirigente del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

C'è un nuovo indagato per il crollo del Ponte Morandi di Genova. Si tratta di un dirigente del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. L'iscrizione nel registro degli indagati del dirigente del Mit è arrivata dopo l'interrogatorio del funzionario della Divisione 1 del ministero, Brunoi Santoro. Il funzionario era stato sentito sabato scorso dal pubblico ministero Terrile. Lo stesso Santoro è tra gli indagati per il crollo del viadotto. Adesso sul registro degli indagati è entrato però un dirigente del ministero.

Nelle settimane scorse sono comparsi davanti ai pm i quattro componenti del comitato tecnico del Provveditorato, Salvatore Buonaccorso, Giuseppe Sisca, Mario Servetto, Brencich e l'attuale direttore del Primo tronco, Stefano Marigliani, e il suo predecessore, Riccardo Rigacci, che si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Il numero degli indagati ra persone del ministero delle Infrastrutture, Autostrade, Spea e Provveditorato, oltre a due società, Aspi e Spea sale a 21. Infine sul fronte della ricostruzione, il ministro degli Interni, Matteo Salvini ha fatto sapere che a breve ci sarà la nomina del commissario. In pole position nella lista dei nomi c'è Caludio Gemme.

Commenti

diesonne

Mar, 02/10/2018 - 08:07

diesonne QUANDO LA BOTTIGLIA DEL LATTE E' CADUTA TUTTI SONO ESPERTI