Il governo delle tasse

Due anni sprecati: economia al palo e costi dello Stato ancora elevati. Ecco perché Matteo Renzi ha fallito

Ha ragione il direttore di questo giornale: sono stati sprecati due anni. La rottamazione, voluta e promossa da Matteo Renzi, è solo servita allo stesso Renzi per diventare presidente del Consiglio, presiedere un governo che ripropone la stessa politica dei governi che lo avevano preceduto: spese e tasse e nessun beneficio per i cittadini. Da capo del governo ha parlato tanto e non ha detto e, tanto meno, fatto niente.

Ora, da Palazzo Chigi, trapela la notizia degna della Prima Repubblica - che il governo aumenterà le tasse di successione. Che è esattamente l'opposto di ciò che ci si aspettava quando il ragazzotto fiorentino è andato al governo, promettendo, con la rottamazione dei governi e della classe politica precedenti, la modernizzazione del sistema politico e l'avvento al potere di una nuova, e più preparata, classe dirigente. Gli italiani sono ancora in attesa delle novità promesse, mentre si preparano a pagare maggiori tasse di successione. Nulla di nuovo sotto il sole rispetto al passato. Se i governi che lo hanno preceduto sono stati un disastro questo governo non è da meno. Renzi si è rivelato quello che è apparso fin dal primo giorno della sua comparsa sulla scena politica nazionale. Un chiacchierone pieno di sé, vanaglorioso, politicamente incapace, ma tanto furbetto e cinico da

promettere mari e monti e, poi, non fare niente. Sono stati effettivamente sprecati due anni e non c'è stato alcun cambiamento nel sistema politico e alcun miglioramento nel modo di governare. Nel frattempo, i dati internazionali sulla modernizzazione e la crescita dicono che l'Italia non progredisce. Il solo a non preoccuparsene pare il capo del governo, che continua ad andare in giro facendo la ruota come un pavone e sostenendo, contro ogni evidenza, che tutto va bene. Soddisfatto del proprio stato, il solo che abbia registrato un miglioramento rispetto a quello di sindaco di Firenze. Nonostante ci sia stato un inquietante precedente gli italiani, nel '22, avevano scelto Mussolini, convinti di aver fatto una buona scelta contro la crisi di allora e se lo sono tenuto oltre vent'anni con l'intermezzo di una guerra catastrofica - ora c'è il rischio che, malgrado i suoi fallimenti, si tengano Renzi per chissà quanto tempo, mentre il ragazzotto fa loro pagare la propria incapacità.

Sarà difficile porre riparo ai guai che, nel frattempo, farà e/o a cui non rimedierà. Il peso dell'Italia nel mondo e in Europa è diminuito e ne sta pagando le spese. Per rilanciare il Paese e la sua economia occorreva fare due cose. Ridurre i costi dello Stato burocratizzato e inefficiente e le tasse. Pareva che Renzi fosse la persona adatta e molti italiani gli hanno creduto e ancora gli credono. Nel frattempo, l'economia è ferma, il Paese, oppresso come prima da una burocrazia invasiva e costosa che ne frena la crescita. Il premier non fa nulla per andare incontro alla domanda di efficienza e di riduzione della fiscalità del Paese e il Parlamento ha perso tempo a discutere e approvare una sorta di parodia del matrimonio fra maschio e femmina ad uso degli omosessuali, che non osando chiamarlo matrimonio, chiama Unioni civili. Se era il loro voto cui Renzi aspirava, bisogna ammettere che ha fatto solo ciò che gli conveniva fare...

piero.ostellino@ilgiornale.it

Commenti

Aegnor

Dom, 21/02/2016 - 12:38

Quando c'è da magna' nessuno può competere con i PiDioti.

bisesa dutt

Dom, 21/02/2016 - 19:38

"al sano corrotto" rinomato ristorante PADANO, località Milano palazzo della Regione, di fianco alla farmacia

seccatissimo

Dom, 21/02/2016 - 19:38

Certo che sto maledetto governo ha fallito ! Ma come mai allora è ancora saldo in sella e non lo si butta giù ?

unosolo

Dom, 21/02/2016 - 20:00

al comizio di oggi gli ha raccontato di un mondo immaginario a noi pensionati sconosciuto , figuriamoci ai lavoratori del PIL vero quello che rende ricche le Nazioni ma non riesce nella nostra , sprechi da parte del governo e ritardi nei pagamenti fanno fallire le aziende ma gonfia il bilancio falsandolo , governo incapace e bugiardo , sa di mentire e prosegue sapendo che si è contornato di molta zavorra per galleggiare ma la paga con i soldi del popolo non suoi.

Silvio B Parodi

Dom, 21/02/2016 - 20:00

la spesa pubblica e' aumentata anche il lassismo e l'assenteismo se non diminuisce la spesa e se non puniscono I lazzaroni tagliandoli fuori dal contesto l'Italia non partira' mai ma e dura per Renzi perche' e dalla pubblica amministrazione che vengono I suoi voti.

Charles buk

Dom, 21/02/2016 - 20:02

E si, voleva fare mon ne è stato capace. Prima se ne rende conto meglio per tutti. L'errore é stato quello di circondarsi da ragazzotti e ragazzotte incapaci. Più mummie di altre cariatidi. Purtroppo a guardarsi intorno lo scenario è desolante. Salvini deve ancora crescere, va bene per le medie città ma non lo vedo capace di governare il paese. Purtroppo la lega di oggi è quella di bonanno ed altri esagitati simili. E non è stata in grado di farci scordare trote, boso, calderoli e altri mattacchioni.

Aprigliocchi

Dom, 21/02/2016 - 20:06

La storia di ripete. A forza di mettere delle gabelle il popolo si rivolta. Chi vuole le gabelle per arricchire la propria panza ? I banchieri. Fino a quando li dobbiamo sopportare ? C'é un altro potere occulto oltre al loro ? Non c'é un altro eroe come Falcone che li combatte ? Ognuno di noi nel suo piccolo deve opporsi al loro egoismo nel quotidiano. Cancelliamo tutti i debiti pubblici dei paesi del mondo... creiamo una banca centrale che stampa carta moneta e la distribuisce equamente. Il sistema attuale fa schifo e obbliga gli uomini a essere schiavi di delinquenti in giacca e cravatta che meriterebbero di essere sbattuti in prigione senza alcuna esitazione. Tutte le ricchezze create senza etica e senza morale debbono essere confiscate. Chi é per continuare con questo sistema é contro la vita e l'uomo. Dobbiamo tutti idealmente combattere questo sistema .

rossono

Dom, 21/02/2016 - 20:19

La storia non sbaglia dove passano i sinistrati fanno solo tabula rasa. Purtroppo in Italia si sono coltivati un 30% di popolo parassiti statali coop rosse etc..

magnum357

Dom, 21/02/2016 - 20:23

gnam gnam gnam gnam gnam gnam gnam gnam gnam gnam gnam gnam gnam gnam .............................................

Ritratto di ALBACHIARA333

ALBACHIARA333

Dom, 21/02/2016 - 20:27

DOBBIAMO FAR VALERE IL NOSTRO DIRITTO E ANDARE A VOTARE, DOBBIAMO CAMBIARE PAGINA SENNÒ E' LA FINE

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 21/02/2016 - 20:42

E questo stupido arrogante bugiardo ha la spudoratezza di sostenere d'aver abbassato le tasse. Si vergogni sparisca e se ne vada finché è in tempo. Dopo lui e la sua banda saranno rincorsi, insieme a quella parte di magistratura così detta progressista.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Dom, 21/02/2016 - 20:45

Dottor Ostellino, lei ha scritto a lungo sul Corriere della Sera, che ha appoggiato apertamente -addirittura con fondi del Direttore in prima pagina- qualsiasi governo "progressista", ovvero dominato dai reduci del Partito Comunista Italiano. Davvero pensava che l'ennesimo governo "progressista" potesse abbassare le tasse, ridurre la spesa, riformare la pubblica amministrazione -che al 90 % rappresenta il suo elettorato- e tanti altri buoni propositi? Non credo che lei sia così ingenuo, sapeva tutto, e benissimo, dall'inizio.

bobo55

Dom, 21/02/2016 - 20:45

Da una parte hanno ragione a PERCEPIRE quel lauto compenso mensile, mettetevi nei loro panni che devono stare seduti in silenzio per ore, ad ASCOLTARE le fregnacce di RENZI, che ti tartassa le orecchie e dice le stesse cose...gesticolando come una marionetta...per ore...ore...e non finisce mai...SIGNIORI MIEI "..BLA..BLA..BLA..'azzz che due MARONI...'RTACCI SUA

Keplero17

Dom, 21/02/2016 - 21:00

In questo momento il maggior pericolo per gli italiani non è Putin, è la politica di Matteo Renzi. L'apertura indiscriminata ai migranti con i costi da sopportare, ben 9 miliardi di euro, scaricati direttamente sulla testa degli italiani dovrà essere in qualche modo coperta. Il debito pubblico è salito, le grandi fabbriche trasferiscono all'estero e licenziano, il jobs act ha dato l'illusione di un posto sicuro, ma i consumi non ripartono, e il pil non avanza e lui continua a dire che l'Italia riparte. Certo i miganti saranno contenti, i lavoratori delle cooperative che li assistono e gli albergatori hanno un posto garantito, ma tutti gli altri italiani??????

freevoice3

Dom, 21/02/2016 - 21:09

Piero Ostellino. Mai letto un articolo che raggruppa tante verità inconfutabili. Bravissimo. Il ciarlatano continua imperterrito a declamare l'esatto contrario di quello che ha fatto con il suo governo. Mi auguro che i mentecatti PD quando andranno a votare se lo ricordino di non votarlo. Gli amici degli amici devono imparare a trovarsi un lavoro da soli e sputare dove hanno sempre mangiato, dando ai propri figli cibo avariato.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 22/02/2016 - 00:20

Tutto vero, Ostellino, ma chi fu a insistere per il reincarico al vecchio comunista napoletano, che altri non era che l'artefice dei governi tecnici e il padre putativo e principale sponsor del cialtrone fiorentino? E chi fu il primo a trovare un accordo proprio con lui, per cercare in qualche modo di arrivare a riforme condivise? A questo punto, chi ci può difendere da questo pessimo governante, se quelli che dovrebbero essere i suoi oppositori, e che abbiamo votato per questo, non trovano di meglio da fare che cercare accordi, o addirittura passare dalla sua parte ed entrare nel governo?

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Lun, 22/02/2016 - 08:30

E' solo chiacchiere e neanche distintivo. Il vero cagaballe. Ricordo che la differenza tra un cagaballe e un contaballe riguarda il tipo di "faccia" con cui le spara.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 22/02/2016 - 09:26

L'articolo è di una chiarezza eccezionale e, oltre al quadro della situazione oggettiva in cui versa il paese, dipinge il personaggio Renzi con il profilo reale: un personaggio di modesta caratura per background politico, che ha furbescamente e cinicamente scalato le posizioni di potere (aggiungo: coll'aiuto di fuoriusciti e traditori di altre formazioni politiche e, purtroppo, con l'idiota appoggio che gli ha dato il Berlusconi).Non so se tale personaggio crede veramente di essere uno statista o se ciò sia un preoccupante travaso narcisistico.

timba

Lun, 22/02/2016 - 12:51

Ratiosemper. Hai ragione. Personaggio modesto. Ma io sono sicuro che con la sola farina del suo sacco (furbescamente e cinicamente) non sarebbe arrivato più in là di amministratore di condominio. A mio parere tanta mediocrità ha raggiunto il vertice grazie all'appoggio di amici e sponsor. Ed infatti poco a poco stanno emergendo tutte le connessioni massoniche, gli sponsor importanti (almeno inizialmente): da Marchionne a Dellavalle, a mezza Confindustria, passando per le banche, e così via. Ed infatti appena raggiunto l'obbiettivo ha dovuto iniziare a contraccambiare i vari favori. Ora però anche i supporter più sfegatati si rendono conto di aver messo alla guida un cieco... e quindi iniziano tutti a sfilarsi... unico problema: nel frattempo l'Italia, se già andava male, è arrivata veramente al capolinea!!

Ritratto di trebisonda

trebisonda

Lun, 22/02/2016 - 15:43

x timba che l'Italia sia al capolinea lo vediamo tutti o almeno la parte normale degli italiani non i pidioti,e allora che si fa,ci vogliono fatti non parole!

INGVDI

Lun, 22/02/2016 - 16:06

Tutto vero quanto afferma Ostellino ma tardivo. La propaganda renziana ha fatto sì che la gente non abbia la percezione dei disastri del cattocomunista fiorentino. Ci vuole una rivoluzione culturale ci liberi dal pensiero unico e da questo sinistro governo.

timba

Lun, 22/02/2016 - 17:17

trebisonda. che fatti possiamo fare? In Italia arrestano ed uccidono le persone per bene (vedi Mattielli) e lasciano liberi di delinquere i criminali. E questo è un punto. Se pensi poi che circa il 45-50% degli ectoplasmi votanti ritiene che il poliglotta sia il messia, stia facendo bene, e non sia solo un arrogante arrivista raccomandato. Se pensi che chiunque abbia osato contraddirlo (vedi commissario alla spending Review) o sottosegretari ha fatto piazza pulita dalla sera alla mattina... se pensi che la maggior parte degli oppositori se li compra con poltrone e prebende... La vedo dura riuscire a fare qualcosa... Ma hai ragione, non possiamo arrenderci così.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 23/02/2016 - 08:28

Caro Dottor Ostellino, secondo me c'è un provvedimento che questo o qualsiasi altro governo futuro dovrebbero prendere perchè sarebbe il segnale che il paese attende, un catalizzatore potente capace di cambiare la deriva del paese ed è anche molto semplice: Ogni euro di nuova tassazione deve comportare almeno 5 euro di sprechi in meno al netto dei servizi erogati. Si innescherebbe un meccanismo virtuoso dove per forza lo stato sarà costretto a intraprendere una vera revisione della spesa al fine di diventare finalmente efficiente. Oggi paghiamo una follia per dei servizi mediocri , cominciamo a pagare di meno e poi penseremo a migliorare la qualità dei servizi a cominciare dalla scuola pubblica , una delle più costose al mondo.