Chiamiamo i terroristi col loro nome: cretini

Saranno anche bravi a usare strumenti e altro, ma in quanto a percezione della realtà sono veramente scemi

I terroristi vanno definiti per ciò che sono: stupidi. Cretini. Nel senso che non capiscono le cose. Saranno anche bravi a usare strumenti e altro, ma in quanto a percezione della realtà sono veramente scemi. Non uso l'espressione colorita da bar, ma la sostanza è quella. Al di là delle differenze etiche (non frequentiamo assassini), sarebbe una noia mortale fare un viaggio con uno di loro, perché hanno una visione della realtà alterata. Non come dei ragazzini, peggio.

Da ragazzi, quando uscivamo dal cinema dopo aver visto un bel western, correvamo con un braccio teso avanti a tenere le briglie e con l'altra mano ci davamo pacche sul sedere immaginando di darle al nostro cavallo. Era un gioco e lo sapevamo. Questi ci credono veramente. Uno che si fa saltare in aria perché pensa che va in paradiso dove lo aspettano 70 vergini, come lo definisci? Uccidere degli innocenti in discoteca pensando di abbattere il nostro sistema sociale è da cretini. Se poi vuoi anche andare in paradiso sei completamente fulminato.

I terroristi non vanno criticati, ma denigrati. Li ferisci non se li condanni, ma se li tratti da scemi, da stupidi, allora gli fai male, perché indebolisci la presa che pensano di avere su quelli della cerchia ristretta e su quell'audience più larga che è il target che vorrebbero conquistare. Ma non sono solo i terroristi islamici gli scemi. Anche i nostri degli anni Settanta lo erano, eccome. Persone che uccidevano un dirigente o un politico, pensando che così si sarebbero sollevate le masse popolari, come le definisci, se non fulminate, disadattate, cretine? Da ragazzo ero comunista. I miei amici per gioco mi dicevano che se fossero arrivati i comunisti avrebbero confiscato le nostre proprietà. Ma per me era uno scherzo. Mica ci credevo veramente che una vittoria elettorale del Pci avrebbe inciso tanto profondamente sullo stato delle cose. Non ero stupido, io. Non così tanto, almeno.

Quelli di destra poi erano ancora più fusi. A sentire come ancora oggi parlano delle loro gesta di quegli anni, ti rendi conto che giocavano ai soldatini, illudendosi di fare una guerra che non c'era, che avevano dichiarato solo loro. Va bene, c'era un certo ostracismo istituzionale verso la destra, ma era pure comprensibile e comunque, ostracismo o no, prendevano manciate di voti. Ad ogni modo, senza salire le scale del palazzo, quelli per strada erano veramente sbilanciati mentalmente.

Definendoli criminali li eleviamo, perché si sentono eroi. Ma l'eroe si sacrifica per un fine perseguibile. Anche se fallisce, resta eroe, a patto che il fine fosse raggiungibile. E qui entra in campo l'intelligenza. Quando persegui un fine che non è realizzabile oggettivamente (basta che chiedi in giro e chiunque te lo spiega), e solo tu e pochi altri più fusi di te non lo capiscono, non sei un eroe, sei uno scemo. Sei da Tso (trattamento sanitario obbligatorio).

Resta il fatto che questi ammazzano. Come ci può aiutare a morire di meno l'aver compreso che sono deficienti? Intervenendo sul film western da cui traggono ispirazione. Ci sono legami mandante-esecutore, ma sono una piccola parte di ciò che ci colpisce. Tante vite vengono stroncate non per un legame diretto ma per una narrazione, che sparge la sua influenza ispirando una moltitudine di giovani, più o meno disponibili ad abbracciare una causa che gli consenta di combattere, per dare senso a un'esistenza fatta di cose bellissime che però si guardano ma non si toccano. Nessuno mi toglie dalla testa che questi le vergini le vorrebbero qui e adesso, come le vedono in televisione e per strada. È la differenza che passa tra coltivare una piantina e spargere semi di grano. Queste persone, lo ribadisco, sono deboli e stupide. Dunque, col linguaggio adatto ai cretini devono veder smontata quotidianamente quella narrazione ferale. Non diventeranno mai forti e intelligenti, ma finché hanno un dubbio magari non premono il grilletto.

Questo non viene mai fatto. Non l'ho visto negli anni Settanta e non lo vedo adesso. I brigatisti erano criminalizzati, ma mai umiliati per il fatto di credere a un'idea stupida. Mai da sinistra ho sentito dire: questi sono dei cretini che credono davvero alla rivoluzione. Affermarlo avrebbe significato umiliare non solo i terroristi, ma pure tutti quelli che ci credevano e ovviamente non sparavano né approvavano chi sparava. E questo era non praticabile. Anche a destra, mai nessuno diceva: ragazzi, non c'è nessuna guerra, l'ultima è finita trent'anni fa e l'onore perso un giorno di settembre non era il vostro e in ogni caso amen, basta così, chi la vede diversamente sta guardando un film, un western, per l'esattezza. Ma sia a destra che a sinistra c'erano interessi, e a nessuno si può chiedere di andare contro i propri interessi dopo tutto, mica tutti sono eroi. Anche oggi, si chiede ai musulmani di condannare i terroristi (e già lo fanno a mezza bocca), ma non di sgonfiare le balle che li ispirano: il paradiso, le vergini e tutto il resto.

La domanda piuttosto è: perché non lo facciamo noi? Perché i moderati degli anni Settanta non lo fecero?

Forse perché se umili un povero scemo che ammazza credendo di andare in paradiso, rischi di mettere in discussione il paradiso stesso, e questo non può essere. Oltre due secoli dopo l'illuminismo, questi fanatici musulmani (storicamente e culturalmente ante-illuminismo) stanno dando una bella mano a rinverdire la fede religiosa.

Commenti

manfredog

Lun, 29/05/2017 - 13:17

..perché, invece, i loro alleati e benefattori come li volete chiamare..!?..forse quel 'complimento' non riesce a definirli completamente.. mg.

GVO

Mar, 30/05/2017 - 00:26

Finalmente qualcuno che centra il problema..., non capisco perchè non si fa o peggio non si vuol fare una campagna a spron battuto su ogni mezzo d'informazione dove si spiega che il terrorista non è un eroe come da alcuni creduto, ma un imbecille perchè crede a delle bufale, ritengo che se da domani si attuasse una politica del genere tanti imbecilli che oggi vedono nel terrorista un esempio da seguire si sentirebbero cretini a farlo......!!

hornblower

Mar, 30/05/2017 - 00:28

Caro Del Viscovo, forse non l'ha ancora capito, ma loro sono sicuri di avere già vinto e ce lo dicono anche: "noi vinciamo perché voi, la morte, la temete, mentre noi, la morte, l'amiamo" - "voi avete la bomba atomica, noi abbiamo Dio, secondo voi chi vince?".

hornblower

Mar, 30/05/2017 - 00:31

Caro del Viscovo, il più grosso ostacolo al progresso non è l'ignoranza, ma la presunzione di conoscenza.

cangurino

Mar, 30/05/2017 - 03:40

"Da ragazzo ero comunista....Non ero stupido, io." Libero di pensarlo.

Ritratto di filatelico

filatelico

Mar, 30/05/2017 - 04:47

PAZZI CRIMINALI questo è il loro nome !!!

AndyFay

Mar, 30/05/2017 - 05:04

Per vincere con dei cretini devi essere intelligente. Noi invece siamo dei cretini, li importiamo in massa, gli concediamo di praticare il loro culto, li chiamamo in tv, gli diamo spazi ovunque e siamo convinti che loro sono il nostro futuro. E loro pensano di noi che siamo dei cretini, che ci domineranno e che ci imporranno la loro religione. Per loro non c'e' speranza, non cambieranno la loro cultura e noi da buoni cretini stiamo distruggendo la nostra.

raffodes

Mar, 30/05/2017 - 05:52

Non solamente cxxxxxi! Pure sfigati!

Efesto

Mar, 30/05/2017 - 06:34

Sorpreso ed entusiasta di questa prospettiva. Il terrorista non è terrorista, non è Pietro Micca, è solo un ixxxxxxxe che si illude di raggiungere, magari da morto, il sesso, il piacere, la ricchezza che qui non sa come raggiungere sentendosi incapace di lottare per tutto ciò. Allora sei cxxxxxo e disadattato: due cose insieme che compongono un livello di iperixxxxxxxità pericolosa e da ricovero. I radicalizzati dovrebbero tutti essere sottoposti a cure psichiatriche, altro che sorveglianza. Purtroppo c'è anche l'islam che gioca a loro favore. tra i musulmani non c'è cultura ne filosofia. Solo l'ignoranza porta a credere a paradisi di sesso e mangiate. Ma gli imam non rinunciano al loro potere di predicatori. Andrebbero anche loro sottoposto ad un TSO altro che essere ricevuti dal papa.

Publio Sestio Baculo

Mar, 30/05/2017 - 06:53

"Uno che si fa saltare in aria perché pensa che va in paradiso dove lo aspettano 70 vergini, come lo definisci?" Lo definisco allo stesso modo di uno che è disposto ad uccidere (crociate,inquisizione ecc.) e farsi uccidere (al rogo, sbranato vivo, torturato ecc.) perchè pensa che la sua anima "andrà", ricordo un tempo in cui i giornalisti sapeveno coniugare i verbi, in paradiso dove potrà contemplare il volto del suo Dio per il resto dell'eternità. Personalmente condivido il punto di vista di Mark Twain che disse:"Da morto preferirei finire in paradiso per via del clima ed all'inferno per la compagnia". Se pensa per questo di catalogare Twain e me come atei ricordi che Giovanni Papini diceva in maniera incontrovertibile che:"Dio è ateo" e la chiesa cattolica, in un attimo di confusione, ha deciso che noi siamo fatti ad immagine e somiglianza del Dio dei cristiani. Cordialità da un Darwiniano di ferro.

Tergestinus.

Mar, 30/05/2017 - 07:06

Probabilmente se l'autore di questo articolo avesse scritto nell'agosto 1789 avrebbe sostenuto che quei quattro gatti che un mesetto prima avevano assaltato la Bastiglia erano dei cxxxxxi che si erano posti un obiettivo irrealizzabile. Sappiamo com'è andata a finire. Del resto mesi fa questo Del Viscovo scriveva articoli in cui inneggiava alla "buona scuola" di Renzi. Detto tutto.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mar, 30/05/2017 - 07:10

Dissento. Tutti gli islamici appartengono ad un contesto culturale in cui fin dalla nascita (letteralmente) viene inculcato l'odio verso l'occidente, le donne e gli infedeli ai quali viene contrapposta la "grandezza" dell'islam, del corano e di maometto. Questa "filosofia" diventa il loro unico perimetro culturale pervasivo di ogni aspetto della vita. Almeno 25 (5 x 5) volte al giorno (e notte) fin da piccoli ringraziano il loro dio per non averli fatti miscredenti. Nelle scuole (non solo le cosiddette madrasse, che, si badi bene, in arabo significa semplicemente scuole), si studia quasi esclusivamente il corano a memoria. Non sono cxxxxxi, ma in perfetta linea con l'islam e la vita di maometto, unica cosa che conoscono senza capirla; capire non è previsto, solo sottomissione ed ubbidienza.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 30/05/2017 - 07:16

@del Viscovo: se speri di fermare i terroristi islamici soltanto denigrandoli hai qualche problema anche tu, come loro, di percezione della realtà. I terroristi islamici devono essere eliminati preventivamente , pochi alla volta e in sordina, visto che sono tutti schedati. Se così si fosse fatto e si facesse non staremmo certamente a piangere donne, vecchi e bambini maciullati, dilaniati, dispersi...anzi non staremmo neanche a parlare di terrorismo....semplicemente il terrorismo non esisterebbe.

Mannik

Mar, 30/05/2017 - 07:35

Questo è il miglior articolo di sempre di questa testata. L'autore dovrebbe fare il direttore, non un altro...

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 30/05/2017 - 07:38

Caro Direttore, il punto è che anche a farli passare per stupidi cambierebbe poco perché alcuni atti terroristici hanno cambiato il mondo e la storia. Ne cito due, il rapimento e l'uccisione di Aldo Moro che impedi il compromesso storico DC-PC e l'attentato alle torri gemelle che riscattò l'orgoglio islamico. Sul fatto che poi la rivoluzione negli anni '70 fosse lontana non ne sarei cosi convinto. L'errore che fecero i brigatisti fù quello di colpire gli uomini migliori dello stato , dal loro punto di visra scelta comprensibile, dovevano dimostrare che la repubblica italiana non funzionava , ma se avessero invece colpito quelli che se lo meritavano, i corrotti , i marci , avrebbero riscosso un ampio consenso popolare. Se ad esempio lo scandalo "mani pulite" fosse venuto fuori grazie alle BR senza risparmiare il PCI che cosa sarebbe successo ?

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 30/05/2017 - 08:06

A questa gente, è stato lavato il cervello e sono state loro imposte idee sovversive. QUESTE SONO LE VERE VITTIME!!! """I COLPEVOLI, I PROMOTORI DI QUESTI ATTI, SONO CONOSCIUTISSIMI DALLE ALTE CARICHE DELLA POLITICA E DELLE POLIZIE INTERNAZIONALI, MA ESSENDO QUESTI ULTIMI MULTIMILIARDARI, SONO LIBERI DI FARE E DISFARE, CORROMPENDO TUTTI COLORO CHE PUNTANO IL DITO, COMPERANDO I LORO VOLERI """!!! Gli EMIRATI, SOROS, sono intoccabili, PERCHÈ??? Forse, perchè hanno più quattrini del sottoscritto??? """IL DANARO, LE RICCHEZZE E GLI AGI, FANNO DELL`UMANITÀ, POTENZA, CORRUZIONE E NON SOLO, ME L`AVIDITA SI ESSERE SUPERIORI, AI LORO SIMILI, FÀ DELL`UOMO, UN ESSERE DISUMANO, UNA BESTIA DELLA PEGGIORE RAZZA E QUESTE BESTIE, LE TROVIAMO TRA MOLTI DELLE ALTE CARICHE DELLA POLITICA DELLA GIUSTIZIA E TRA LA POLIZIA"""!!! QUESTI SONO I VERI COLPEVOLI!!!

Ritratto di massacrato

massacrato

Mar, 30/05/2017 - 08:09

cxxxxxi o no, quelli ti ammazzano. E dietro c'è tutto un meccanismo pericoloso che sarebbe da "cxxxxxi" sottovalutare. Ed è proprio quel meccanismo che va sradicato. Trovo quest'articolo un po' semplicistico, nonostante il nobile intento di togliere l'aureola a certte credenze... Ma non credo che "costoro" leggano il giornale.

napolitame

Mar, 30/05/2017 - 08:40

che l'illuminismo sia stato un bene assoluto e' tutto da dimostrare. Non vedo un grande affare nell'aver sostituito gli evangelisti con la Cirinna'.

Luxe

Mar, 30/05/2017 - 09:24

Sempre detto, questi, oltre che cretini per i motivi sopra descritti, sono anche dei falliti nella vita, devono trovare in un ideale la ragione di vita perché non sono stati in grado di raggiungere nessun obbiettivo, dovendosi accontentare di un mulo di moglie invidiosi dei successi altrui. Sono il classico bimbo problematico non seguito che crede di essere figo nel fare cavolate quando tutte la classe in realtà lo denigra per manifesta stupidità. Purtroppo questi sfigati cercano di dimostrare (inutilmente) la loro importanza facendo dei morti. Più grossa è la manifestazione di attenzione, più è grosso il loro disagio

Ritratto di VladoGiulio

VladoGiulio

Mar, 30/05/2017 - 11:13

hornblower LE NON FA ALTRO CHE CONFERMARE CHE QUESTA GENTAGLIA NON E' ALTRO CHE UNA MASSA DI CAPRONI IGNORANTI PERCHE' SE AVESSERO APERTO ALMENO UNA VOLTA NELLA LORO INUTILE VITA UN LIBRO DI STORIA SCOPRIREBBERO SOTTO LA VOCE HIROSHIMA E NAGASAKI COSA SIGNIFICHI VERAMENTE BOMBA ATOMICA E QUANTO LA PAZIENZA CHE L'OCCIDENTE DIMOSTRA DI AVERE NEI LORO CONFRONTI SIA PIU' GRANDE DELLA MISERICORDIA DEL DIO CHE DICHIARANO DI SERVIRE E AMARE.