L'ultima capriola: da Pinocchio ad artista di regime

Dopo la replica sulla Rai del suo spettacolo sulla Costituzione, il comico al corso renziano: "A Roma scelgo Giachetti"

Roberto Benigni, durante la prova generale dello spettacolo

Ah, quant'è bella la vita, se sei Roberto Benigni, Pinocchio, il Mostro, in linea di massima un comico un programma di Stato (della Rai, dove ogni volta il vecchio comunista è pagato centinaia di migliaia di euro). Vi ricorderete: dopo la Divina Commedia, aveva preso la fissa con la Costituzione italiana, la più bella del mondo (e idem per l'Inno di Mameli, che oggi troverebbe una cagata perfino Goffredo Mameli).

Così nel 2013, siccome la Costituzione a volerla cambiare era Silvio (quale orrore!), riuscì a propinare agli spettatori della televisione pubblica la controrivoluzionaria lettura della Carta costituzionale. Ne vennero fuori due palle così ma si sa, Benigni è Benigni, riesce a far passare tutto, e recitata come se fosse il Vangelo (poi si è dedicato anche al Vangelo, come se fosse la Costituzione, avendo anche nel frattempo già decantato la bellezza dei dieci comandamenti, i più belli del mondo, perché è tutto bello per Benigni, prima o poi arriverà a genuflettersi anche al Codice di Procedura Penale e al Manuale Cencelli).

Una posizione fermissima, irremovibile, perché stiamo parlando della Costituzione italiana, «una delle cose più straordinarie del mondo», Calamandrei, i padri costituenti, un testo sublime, imperfettibile, ineguagliabile, da recitare a memoria: l'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro, e via dicendo, e via sbadigliando (lo sanno milioni di italiani quanto sia fondata sul lavoro, sarebbe stato più lungimirante fondarla sulla disoccupazione, e a differenza degli Stati Uniti qui non abbiamo nemmeno un quinto emendamento a cui appellarci).

In ogni caso, declamata da Benigni, sembrava davvero commovente, una roba da libro Cuore, e dunque al referendum Benigni avrebbe votato un No a caratteri cubitali, scherziamo? Questa Costituzione non s'ha da toccare. Opinione ribadita fino a ieri, prima di incontrare e genuflettersi a Matteo Renzi, non uno a caso ma il capo dell'esecutivo, e poi dicono di Bruno Vespa. Così, con un giro di valzer alla Pinocchio, il giorno della festa della Repubblica, il vecchio Benigni rilascia un'intervista a Repubblica e dichiara: «Ho dato una risposta frettolosa, dicendo che se c'è da difendere la Costituzione, col cuore mi viene da scegliere il No. Ma con la mente scelgo il Sì. E anche se capisco profondamente e rispetto le ragioni di coloro che scelgono il No, voterò Sì». Ah, il cuore che ti dice una cosa, la mente un'altra, quale nobile dilemma! Povero Roberto, non ci aveva pensato bene, era stato frettoloso, succede.

E già che c'è, sospeso com'è tra il cuore e la mente, a Roma voterà per Roberto Giachetti, un altro a caso, il candidato del Pd: «Penso che Roma sia magnifica, e che si possa raddrizzare. Dovendo scegliere una persona perbene, dopo gli scandali, penso che Giachetti sarebbe un buon sindaco. Quanto a votare, ci vado sempre. Ognuno di noi ha più potere di quel che pensa, e io non lo butto via».

A essere maligni si potrebbe pensare altro che patto del Nazareno, chissà che patto tra Benigni e Renzi, il patto del paraculo, il patto di Pinocchio. Comunque sia, una meravigliosa rivoluzione anche questa, perché, dopo la replica di ieri sera del suo spettacolo La più bella del mondo, di sicuro presto lo vedrete di nuovo in Rai, strapagato con i soldi vostri adesso inclusi nella bolletta della luce, magari per elogiare la nuova Costituzione renziana, ancora più straordinaria di quanto fosse prima, un miracolo. Soprattutto è straordinario che il cuore non debba più stare sinistra e il portafoglio a destra. Oggi il portafoglio e il cuore stanno dalla stessa parte, per questo la vita è bella.

Commenti

Charly51

Ven, 03/06/2016 - 15:47

Buffone di corte , perennemente a libro paga della Rai.Non poteva che allinearsi al regime imposto dal gioppino toscano . Icona perfetta per gli intellettuali radical-chic .

tonipier

Ven, 03/06/2016 - 15:57

"GLI ITALIANI PAGANO UN PAGLIACCIO PER FARE PROPAGANDA COMUNISTA"

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 03/06/2016 - 16:31

ma si, bravo, attaccati al canotto di renzi. e se poi domain renzi non conta piu' nulla, attaccati ad un altro ed ancora ad un altro. gli inetti come te esistono solo perche' si coprono bene il sederino.

UNITALIANOINUSA

Ven, 03/06/2016 - 16:52

Benigni e' il classico esempio dell'italiano che si aggrappa al "potere" senza vrgogna. E il classico toscano chiacchierone e bugiardo. italianoinusa

asalvadore@gmail.com

Ven, 03/06/2016 - 17:59

Il programma della RAI sulla costituzione é stato un insulto al senso della misura. Scegliere Beningni che non é che un volgarissimo pagliaccio, vedi la definizione di umorismo di Cipolla, e riempire un salone di deficenti é un esempio classico di avanspettacolo da periferia che da la misura del livello mentale dei dirigenti della RAI.Certo non é una eccellenza italiana ma tutto il contrario.

manente

Ven, 03/06/2016 - 18:03

Benigni, fai proprio schifo.

antiom

Ven, 03/06/2016 - 18:11

Questo stupido saltimbanco, allo stesso, furbastro toscano: è giunto ad essere ricco perchè ha scelto l'ideologia giusta! Se fosse stato, di qualsiasi altra, nessuno l'avrebbe considerato. Per me rimane solo uno squallido opportunista che nulla inventa e nulla crea, giacchè prende a prestito, in modo scherzoso e grottesco, la nobile cultura, deturpandola.

Gasparesesto

Ven, 03/06/2016 - 18:27

Forse sarebbe opportuna una riflessione . . se Benigni oltre a saper leggere e interpretare con singolare capacità ciò cui sfoglia ed esprime, ha anche una cultura " storica " ( sottolineata ) di certi eventi ! Ho seri dubbi sulla Sua cultura ! Poiché non fa nessun riferimento che nella attuare la C. Costituzionale fu necessario una compagine di uomini capaci e culturalmente avanti per il Loro tempo . .ciò che non riferisce é che oggi basta un Ignorantone per metamorfizzare la Carta a Pro - Domo Proprio !

ziobeppe1951

Ven, 03/06/2016 - 18:42

Stalin come buffone di corte aveva Karl Pauker, bimbominkia...il pinocchio

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 03/06/2016 - 18:46

----ritornate un pò con la mente ai referendum che riguardavano le televisioni del 1995 e come si schierarono tutti i personaggi noti--presentatori attori ecc che all'epoca lavoravano nelle reti mediaset--non fu per caso la loro una decisione di convenienza?--direi di più ---sembrò quasi che fossero stati precettati dall'azienda per schierarsi per il no e lo fecero anche con degli spot all'uopo a favore di mediaset---ve li ricordate i vari gerry scotti Mike Bongiorno, Raimondo Vianello, Sandra Mondaini, Rosario Fiorello, Lorella Cuccarini , Michele Placido e compagnia cantante con chi si schierarono? lo fecero per convinzione secondo voi? scandalizzarsi oggi per la decisione di benigni non è solo fuori tempo massimo ma anche ipocrita----hasta siempre

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Ven, 03/06/2016 - 19:30

@ elkid MA KE MINKIA DICI. QUELLI DIFENDEVANO INTERE TESTATE TELEVISIVE E QINDI LA LIBERTA' DI COMUNICAZIONE CONTRO LEGGI STALINISTE E LIBERTICIDE. QUESTO E' SOLO UNA MERETRICE DI 4 ORDINE CHE DIFENDE LA SUA PAGNOTTA. HASTA SIEMPRE VUOL DIRE FINO A SEMPRE QUINDI NON SIGNFICA UN CxxxO

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Ven, 03/06/2016 - 19:31

NE PINOCCHIO NE ARTISTA MA SOLO MERETRICE

sparviero51

Ven, 03/06/2016 - 20:24

LE "DELETERIE RETI " DI BERLUSCONI LA RAI LE HA COPIATE IN PEGGIO FACENDOCI PAGARE ANCHE IL CANONE. El kid SI SENTE ORFANO DELL'U.R.S.S. !!!

sparviero51

Ven, 03/06/2016 - 20:25

GRAN PARACULO OPPORTUNISTA E BECERO !!!

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Ven, 03/06/2016 - 22:54

Benigni difensore della Costituzione più bella del mondo, già mi faceva schifo, perchè la sua era una paraculata di falsità (che la Rai gli pagava fior di quattrini) da difendere a ogni costo perchè a modificarla era Berlusconi. Adesso che a modificarla la vuole Renzi è la più bella Costituzione del mondo, ma si può modificare. Ma questa gente quando si guarda allo specchio non si sputa addosso, come avrebbe detto Totò? Ma non si fa schifo? Ma come può essere così palesamemte voltagabbana? Che uomini di principi. Per questo, per gente come questi l'Italia è quella che è. Thomas More preferì morire per difendere i suoi principi. Per questo l'Inghilterra è stata così grande. Questi invece avrà un nuovo contratto in Rai strapagato. Che schifo!! Ma come diceva oggi un giornalista: povero Benigni preferisco ricordarti da vivo. Una prece

un_infiltrato

Ven, 03/06/2016 - 22:54

Un giullare di corte, la cui caratteristica peculiare non può che essere il trasformismo. Un furbacchione che saltabecca dalla più bella del mondo all'opera omnia del Sommo. Mi piace sempre meno.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 04/06/2016 - 00:47

Si fa pagare profumatamente con i soldi truffati ai cittadini col canone. Dopo aver sbavato meschinamente in un recente passato ai piedi di Berlinguer ora è passato a Renzi. S'intrufola nella Divina Commedia, nella Costituzione, nei Dieci Comandamenti con la becera enfasi del povero guitto. Che pena assistere all'arroganza dei comunisti che sperperano il denaro pubblico per farsi pubblicità con le lagne banali di un meschino leccapiedi.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 04/06/2016 - 01:00

elkid Ven, 03/06/2016 - 18:46....quanto tempo sprecato!! Sento rumore di unghie sui vetri....Ma la pagano per scrivere certe.......cose meravigliose???? E.A.

joecivitanova

Sab, 04/06/2016 - 01:41

L'unica cosa che può saper fare bene un discreto attore nella vita è saper recitare benino un copione, o tutt'al più un personaggio; il discreto attore Benigni è tutta la vita che recita il copione del giullare della corte di turno per poter lavorare e guadagnare soldi per se, da accumulare da buon 'comunista'. Tutto qui; come fò a spiegarlo a qualcuno che si sta stracciando le vesti..o magari starà facendo..l'attore..!? G.

vittoriomazzucato

Sab, 04/06/2016 - 06:57

Sono Luca. E se gli OSCAR assegnati fossero il frutto di attivismo politico dei governi di sinistra di D'Alema-Dini-Amato? Allora "La vita è bella" è l'ennesimo premio all'Italiana e Sofia...... GRAZIE

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 04/06/2016 - 09:46

Mi fa ridere solo a guardarlo e mi fa ribrezzo a sentirlo parlare.Mentre la rai lo ricopre di euro.

Ritratto di MACzonaMB

MACzonaMB

Sab, 04/06/2016 - 10:57

Non ha mai fatto breccia nel mio repertorio, ne mai la farà: lo considero alla stregua di uno schiaccia-furuncoli seriale che lotta per la sopravvivenza.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 04/06/2016 - 11:43

Uno schifoso cialtrone affiliato alla sinistra dei "lavoratori" per rubare agli onesti con destrezza il frutto del proprio lavoro ... Un rivoltante maiale che solo puó navigare e ingrassare nel mare marcio della menzogna.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Sab, 04/06/2016 - 12:25

@Massimiliano Parentedi a quando un articolo come questo, pieno di cattiverie, sull'altro giullare premio Nobel che però, diversamente da Benigni, dice NO al referendum sulle modifiche alla Costituzione?

elpaso21

Sab, 04/06/2016 - 12:53

La Costituzione è stata scritta dai comunisti e quindi va modificata non importa chi lo dica, è una questione di principio, la Riforma di Renzi favorisce la governabilità e questo è quel che conta. Non si deve ragionare mai in termini di opportunismo.

hectorre

Sab, 04/06/2016 - 13:55

CIOMPI....questo squallido giullare di corte ha incassato fior di quattrini dalla rai per presentare la piu bella costituzione del mondo, ovviamente andare contro il ducetto farlocco gli avrebbe fatto perdere l'ennesimo contratto milionario....quindi ha detto no, poi da buon leccac..o ha detto che voterà si, anche se il cuore è per il no.....dignità questa sconosciuta....mentre l'altro buffone di corte,premio nobel, ha criticato il governo berlusconi quando parlava di cambiare la costituzione ed ha mantenuto un briciolo di coerenza se ora a proporlo è renzi

Ritratto di michageo

michageo

Sab, 04/06/2016 - 16:37

...peccato, buttategli qualche eurocent , che tanto non andrà più lontano.( a parte che più si sale , più è lunga e dolorosa alla fine la caduta....fra non molto la gente riderà per comassione, o per essere politically correct , per misericordia

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Sab, 04/06/2016 - 17:11

Chiamarlo mercenario della politica con tutti i suoi profitti....Questo è Benigni....un bravo attore, volta gabbana, legatosi al carro dei Pinocchi Toscani.....chiacchiere e fregature....

zucca100

Sab, 04/06/2016 - 18:15

robocop, sei penoso

Ritratto di Ulrico

Ulrico

Sab, 04/06/2016 - 19:07

Anche i pagliacci di talento, un po' usurati, cercano di riprendersi la scena, approdando alla corte del fanfarone.

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Sab, 04/06/2016 - 19:16

Benigni non è nuovo ad improvvisare campagne elettorali a sinistra, lo fanno tutti nell'ambiente dello spettacolo dove se non sei politicamente corretto non esisti, ma si tratta di mezze figure. Sappiamo che il talento è l'ultimo dei requisiti per sfondare, Benigni però ce l'ha nei ruoli comici e nelle letture.Peccato che si declassi facendo propaganda al regime, evidentemente deve restituire dei favori.

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Sab, 04/06/2016 - 20:36

L'artista deve rispetto al pubblico, a meno che non sia un leccacu.i da quattro soldi. Benigni,lei è in odore di genio, ma ha stufato con la propaganda politica, lo spettacolo è di tutti, anche di chi adora Berlusconi e Salvini. Se la seguisse solo la sinistra il suo successo sarebbe dimezzato, ci pensi quando si prostra a Renzi. Spiace che ne abbia sposato l'ipocrisia: comprende profondamente..massimo rispetto per chi vota no..Palle! Se così fosse il suo si lo avrebbe espresso nella riservatezza dell'urna. Questione di stile, come dice la canzone..

zucca100

Sab, 04/06/2016 - 21:21

vi consiglio la lettura del gramellini di oggi sulla Stampa. dategli un occhio, magari vi fischieranno le orecchie...

joecivitanova

Dom, 05/06/2016 - 01:24

Ho letto il Gramellini sulla Stampa di oggi, come consigliato da qualcuno: un discreto 'articoluccio' (anche se Gramellini probabilmente è un buon giornalista) che cerca di rigirare una frittata fatta di uova oramai scadute, che però potrà convincere solamente tutt'al più un centinaio di zucche vuote..!! G.

REX5000

Dom, 05/06/2016 - 14:25

Io voto no !!!! anche se fà schifo al( grande ) attore. Chiedo scusa a i veri attori.

indiana joe

Dom, 05/06/2016 - 18:27

Fateci caso. Questa Italia da decenni non ha prodotto alcuna mente nella medicina, nelle scienze, nella letteratura. Ebbene, per non farci torto, forse per evitare mugugni, l'Accademia di Stoccolma ha conferito il premio a.......due giullari (perchè questo ci meritavamo), Benigni e Fo....bhò, bhà, bhè....

bartuno

Dom, 05/06/2016 - 18:41

Sopravvalutato sempre,un po'simpatico ma neppure troppo,sa che ormai per tirare a campare gli resta solo la rai,che lo ricopre d'oro e di monete anche con spettacoli (molto sbiaditi)che guardano in pochi. E la rai e'pinocchio!! Quindi perche' andare contro pinocchio? La coerenza puo' andare a quel paese per €200.000,00 a serata!!

Maurizio Fiorelli

Dom, 05/06/2016 - 19:14

Non pensavo che questo signore avesse ancora tanto pubblico che lo ascolti!

yulbrynner

Dom, 05/06/2016 - 22:06

fa quello che fanno tanti altri ,attaccato solo perché di isinistra essere davvero obiettivi e' difficile, fa più comodo la verita' di parte!|

Ritratto di Lupodellealpi

Lupodellealpi

Lun, 06/06/2016 - 08:38

squallido paraculo di regime come Alberto Moravia. Chi era costui ? Nessuno più se ne ricorda. Servo del potere !!!!

Tarantasio.1111

Lun, 06/06/2016 - 10:00

EPPURE...UN PAGLIACCIO che alle pecore PIDIDIANE piace e che aiuta a portare voti in casa...diversamente non lo pagherebbero così profumatamente.

yulbrynner

Lun, 06/06/2016 - 11:13

ripeto fa quello che fanno tutti gl ialtri x interesse c'e ch isi lega alla sinistra e chi al silvio ridicoli i soliti commenti giustizialisti e di parte qui sopra vedono la pagliuzza neg,li occhi altrui e non vedono le pagliuzze nei loro, con gente del genre un paese non puo crescere con la giustizia e l"onesta" di parte

giovauriem

Lun, 06/06/2016 - 11:34

il giullare di corte (non di piazza , che è cosa seria)non sta mai contro corrente , predice il futuro o annusa il vento ? come la maggior parte dei toscani è solo un bla bla bla infinito .

Ritratto di Loredana.S

Loredana.S

Lun, 06/06/2016 - 13:43

Bell'articolo, intelligente e divertente. E, purtroppo, Parentedi ha ragione su tutto. Ci toccherà continuare a pagarlo, il buffone di corte.

jackmarmitta

Lun, 06/06/2016 - 16:24

i soldi fanno miracoli , i paraculi fanno venire il vomito

yulbrynner

Lun, 06/06/2016 - 16:59

jackmarmitta di paracuili l'italia e' piena e sono i raccomandati, tanta gente comune e' parassita o paracula

mezzalunapiena

Lun, 06/06/2016 - 19:06

se prima era un comico apprezzato e strapagato ora è un comico da circo senza offesa per i circensi ma sempre strapagato con i nostri soldi.

il corsaro nero

Mar, 07/06/2016 - 10:10

yulbrynner ore 11.13: ma il suo post l'ha scritto dopo il quinto Martini? Perchè non si capisce nulla!

il corsaro nero

Mar, 07/06/2016 - 10:11

ipse dixit: "col cuore mi viene da scegliere il No. Ma con la mente scelgo il Sì". Perchè il pagliacico avrebbe una mente?

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Mar, 07/06/2016 - 11:35

Pinocchio 1 + Pinocchio 2 = ........

Korintos

Sab, 24/09/2016 - 09:16

Buffone di corte.

plasconti

Sab, 24/09/2016 - 12:35

E' normale...... da moltissimi anni spadroneggiano dappertutto; non dimenticate...... sono INTOCCABILI..... protetti e accuditi da Giornali, televisioni, artisti, guitti, giudici e forze dell'ordine, tanto che mi puzza un po' di .......mafia......ideologica; ma contenti gli italiani cui propinano continue balle..... contenti tutti.

federgian

Dom, 25/09/2016 - 09:24

Mettiamocelo bene in testa, è quello che ci meritiamo. Elkid è la regola, è lo specchio fedele di uno stuolo di stupidi topi elettori che vanno dietro a un pifferaio che suona il sol dell'avvenire. e finché noi continuiamo a votarli, quelli il Potere se lo tengono e se lo gestiscono nel modo più efficace e più intelligente. Sono riusciti a impadronirsi della cultura, della magistratura, del potere accademico, di quasi tutti i media; se vuoi far carriera, anche nella Funzione Pubblica, devi essere schierato. Ma li abbiamo votati noi, e adesso ce li teniamo, e se in un salotto proviamo a dire che Berlusconi è un perseguitato da magistrati comunisti, vieni inesorabilmente emarginato, estromesso. Non hai capito.

ilbarzo

Sab, 19/11/2016 - 18:13

Buffone,non sei nessuno.Sei solo un pagliaccetto manipolato dal tuo padrone e signore Fonziarello.Siete proprio una bella accoppiata,perdente però......