Pisa, l'Università rispolvera Karl Marx. Convegno internazionale con trenta studiosi

Trenta studiosi provenienti da 14 Paesi ed esponenti politici e sindacali, tra i quali Alvaro García Linera (vicepresidente della Bolivia) e Maurizio Landini (Cgil), si ritrovano all'Università di Pisa per una tre giorni in cui si celebra Karl Marx

Ripensare l'alternativa (politica) partendo da Marx. Non è la trama di un film stile Jurassik Park ma il fine di una conferenza internazionale organizzata dall'Università di Pisa. Come si legge su L'Arno.it trenta studiosi provenienti da tutto il mondo si ritroveranno all'ombra della Torre per discutere, in modo "innovativo e critico", dei temi classici cari al filosofo tedesco: capitalismo, democrazia, lavoro e ovviamente comunismo. Al contempo, però, ed è questa la novità - per così dire - si tenterà di fare un'analisi attenta su questi temi, non sempre accostati a Marx: nazionalismo, migrazione, ecologia, religione e genere.

Oltre a quelli dei docenti previsti gli interventi di alcune personalità politiche e sindacali: Alvaro García Linera (vicepresidente della Bolivia), Maurizio Landini (segretario generale della Cgil), Luciana Castellina (giornalista de il Manifesto), Enrico Rossi (presidente Regione Toscana).

"Le realtà dello sfruttamento e delle diseguaglianze sono ancora tragiche e minacciose - spiega il professor Alfonso Maurizio Iacono, dell'Università di Pisa -. Ma l’alternativa va oggi ripensata criticamente alla luce delle esperienze passate e a partire dei problemi che incombono, da quelli ambientali a quelli razziali, da quelli di genere a quelli economici".

"Da oltre un decennio - ha aggiunto il professor Marcello Musto, della York University di Toronto - numerosi articoli in prestigiosi quotidiani e riviste hanno descritto Marx come un pensatore preveggente e la cui attualità continua a ricevere costante conferma. Pressoché ovunque, sono riapparsi corsi universitari e conferenze internazionali a lui dedicati. I suoi testi, ristampati o pubblicati in nuove edizioni, sono rispuntati sugli scaffali delle librerie e la ricerca sulla sua opera, abbandonata per un lungo ventennio, è ripresa in modo considerevole".

Ma tutti i mali che sono derivati dal comunismo? La risposta la conosciamo già, per come ce l'hanno sempre raccontata: non è stata colpa di Marx ma di chi, in suo nome, ha fatto le rivoluzioni senza però tenere bene conto degli insegnamenti del filosofo tedesco. Ma è davvero andata così?

Commenti
Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mer, 08/05/2019 - 14:02

che pena...

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 08/05/2019 - 14:21

si si marx è attuale come l'ascia di selce e preveggente come il mago otelma!

agosvac

Mer, 08/05/2019 - 14:40

Marx era già obsoleto ai primi del novecento quando sono cominciate le rivendicazioni degli operai ed i loro aumenti di stipendio. Solo Lenin ha potuto imporlo in Russia senza neanche pensare al male che stava facendo.

Ritratto di navajo

navajo

Mer, 08/05/2019 - 15:29

Dopo rimettetelo in naftalina.

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 08/05/2019 - 17:19

Marx quale? Groucho o Zippo?

sparviero51

Mer, 08/05/2019 - 17:25

SULL ' INTELLIGENZA DEI PISANI CHIEDERE AI LIVORNESI . DEL RESTO IL PIFFERAIO MAGICO ATTIRA CLANDESTINI E' PISANO ( TALE letta ) !!!

Gianni11

Mer, 08/05/2019 - 17:29

Certo che i sinistroidi sono proprio degli ottusi. Certo che era preveggente, nel senso che dava come previsione quello che i comunisti tramavano e speravano di riuscire a fare. E ci sono riusciti sovvertendo la societa' prima in Russia e poi in tutta Europa, in gran parte con l'aiuto dei loro alleati USA che li hanno salvati. La Russia oggi si e' liberata dai comunisti. L'Europa ancora no.

sparviero51

Mer, 08/05/2019 - 17:30

QUESTA E' APOLOGIA DI UNA IDEOLOGIA CHE HA PRODOTTO IN UN SECOLO PIÙ MORTI DELL'ULTIMO MILLENNIO E PER QUESTO ANDREBBE BANDITA AL PARI DEL NAZISMO . QUESTA MANICA DI MENTECATTI CHE NE CELEBRANO LE GESTA ANDREBBERO SPEDITI IN ESLIO COATTO IN NORD COREA !!!

Giorgio Rubiu

Mer, 08/05/2019 - 17:41

tomari 17:19 - Un mio amico, purtroppo deceduto anni fa, diceva che dei "fratelli Marx" il più ridicolo era decisamente Karl! Naturalmente si trattava di una battuta. Karl Marx non era ne contemporaneo ne parente dei fratelli Marx più noti che erano (solo per rinfrescarle la memoria) Groucho (con baffi e perenne sigaro), Chico (con cappelluccio a pan di zucchero e suonatore di pianoforte), Harpo (con parrucchino biondo, soprabito "trench" e suonatore di arpa. A questi vanno aggiunti altri due fratelli scomparsi presto dalle scene cinematografiche: Zeppo (non Zippo, che è un accendino) e Gummo che credo sia apparso in un solo dei film fatti dai Fratelli Marx. Un cordiale saluto da uno che ha apprezzato l'accostamento.

steacanessa

Mer, 08/05/2019 - 18:28

Che branco di imbroglioni!

Asterix il Gallo

Mer, 08/05/2019 - 20:28

Pisani quelli che nessuno vuole sull’uscio? Ora capisco perché

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mer, 08/05/2019 - 20:56

Esser comunista dopo i dieci anni di età è colpa grave, equiparabile alle peggiori deviazioni, oltre che segno inequivocabile di scatola cranica dal vuoto pneumatico. E poi c'è anche landini, lui si che se ne intende: friggeva le frittelle alle feste dell'umidità.

manfredog

Mer, 08/05/2019 - 21:11

...si è proprio vero che era un preveggente, ed infatti tra qualche millennio potrebbe governare sul pianeta Marte (non per niente pianeta rosso...) con i Marxiani!!! mg.

diesonne

Mer, 08/05/2019 - 21:45

diesonne LA TORAH E IL VANGELO SONO PRIMA DI MARX BASTREBBE APPLICARLI NELELLE SUE ATTUALI SITUAZIONI E IL MONDO MIGLIORIREBBE CERTAMENTE DI MOLTO:SONO LE IDEOLOGIE CHE ROVINANO LE PEROSNE CREANDO UNA LOTTA DI CLASSE:IL CAPITALE DI MARX Eì NULLA IN PARAGONE DEL VANGELO:RIFLETTESSERO GLI STUDIOSI A PISA

Klotz1960

Mer, 08/05/2019 - 22:28

Come no... ho chiesto per anni ed anni una interpretazione marxista leninista della guerra civile in Jugoslavia e della guerra russo - ucraina. Rapporti di produzione, relazioni di classe, etc ec. Nessun marxista mi ha mai risposto, e tutti si sono arrabbiati.

steacanessa

Mer, 08/05/2019 - 22:44

Secondo il contamusse marx i comuni mortali sarebbero stati destinati alla miseria più nera entro pochi anni. I comuni mortali non sono mai stati bene, nonostante le attuali difficoltà, come adesso. Ovunque nel mondo non comunista. La cina è il più terribile esempio di capitalismo comunista mai apparso nel globo. Cuba è un lupanare. La corea del nord un carcere. Certo secondo i soloni la colpa è dei compagni che sbagliano non dell’ideologia contro natura che essi lodano.

claudioarmc

Gio, 09/05/2019 - 03:30

Ecco che arrivano gli zombi