Il pulsante europeo dell'autodistruzione

L’escalation di tensione ha la colonna sonora di un conto alla rovescia verso l’implosione di un’idea di Continente

Se esistesse una stanza dei bottoni, nascosta da qualche parte fra Strasburgo e Bruxelles, bisognerebbe cercare chi ha schiacciato il tasto dell’autodistruzione dell’Europa. Perché l’escalation di tensione a cui stiamo assistendo ha la lenta e angosciante colonna sonora di un conto alla rovescia verso l’implosione di un’idea di Continente. Quella basata sulla cooperazione, la pace, il libero scambio e quel sogno generazionale della libera circolazione chiamato Schengen. E se non si vedono all’orizzonte mani sagge che possano bloccare lo sfascio, forse si intravede qualche responsabile.

Il vertice sull’immigrazione in programma oggi - inutile illudersi - sarà solo un’accelerazione di questa prospettiva. E non può essere altrimenti. Perché sul banco non ci sono più i parametri economici, asfissianti ma tutto sommato condivisi, seppur con un diverso grado di flessibilità. Oggi sul banco c’è il fondamento stesso della solidarietà europea: la scelta fra una soluzione comunitaria dei problemi o il ritorno all’ognun per sé. La degenerazione del linguaggio diplomatico, l’inacidirsi dei conflitti fra cancellerie e addirittura fra presunti statisti degenerati al rango di bambini dell’asilo, non è un bel segnale. «Irresponsabili», «ipocriti», «nemico»: è un vocabolario da gazzarra degno del peggior Novecento.

Ma è indicativo. C’è una volontà di potenza sotterranea che fa capolino anche fra i Paesi più europeisti e che non può essere imputata esclusivamente ai populisti nazionalisti. Il manicheismo di angeli e demoni, illuminati e barbari, è stantio e sciocco. La «lebbra», per dirla alla Macron, non arriva da Marte. Come ogni eresia, affonda le sue radici negli errori della chiesa. E oggi che sull’Europa si combatte una guerra che è in tutto e per tutto di religione, vale la pena chiedersi chi siano i simoniaci e i venditori di indulgenze che hanno scatenato i nuovi protestanti. La chiusura ermetica del blocco di Visegrad è un indiziato. L’egoismo francese - urlato, rivendicato, beffardamente e arrogantemente imposto - un altro. Neppure la rigida Germania dell’austerità aveva mai negato la realtà nella sua visione Berlinocentrica dell’Unione Europea.

L’attacco frontale di Macron all’Italia («Non esiste alcuna crisi migratoria, se non accolgono chi sbarca vanno puniti») porta lo scontro a un livello superiore. È la delegittimazione degli sforzi di un Paese lasciato da solo a svuotare il mare per raccogliere i disperati che nessuno vuole. È l’immorale senso di superiorità con cui per secoli gli Imperi hanno vilipeso le loro colonie. Il problema è che il tempo delle colonie francesi - chiedere agli algerini torturati, o all’Indocina - per fortuna è finito. E comunque l’Italia, nonostante Vivendi, Louis Vuitton e le varie scorribande finanziarie, ha felicemente superato da un paio di secoli la Repubblica Cisalpina.

L’Europa non è matrigna, non è il male assoluto, anzi è stata per mezzo secolo una garanzia di progresso ed equilibrio anche ideologico. Ma al contrario del diavolo che cerca di convincere il mondo della sua non esistenza, è come se l’Europa stesse cercando di convincere anche i suoi più convinti sostenitori che il suo ruolo è concluso, disciolto nella nebulosa di interessi meschini ed elettorali di presidentini e caudilli. E poco cambia se uno si fa eleggere sulle note dell’Inno alla gioia e l’altro piazza il filo spinato sui confini. Nel miope tramonto del Vecchio Continente Macron e Orban pari sono: due facce aggressive e due colpevoli impronte digitali lasciate sul bottone dell’autodistruzione dell’Europa.

Commenti

gigetto50

Dom, 24/06/2018 - 13:18

…...Europa….Europa....che parolona….primo elemento catalizzatore é una sola lingua, letta, parlata e scritta…..non mi sembra questo il caso...almeno perora….o no?

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Dom, 24/06/2018 - 13:21

Avviare il prima possibile colloqui con Russia e blocco di Visegrad per costituire un'unione doganale sul modello dell'unione europea,qualora quest'ultima imploda;poi penseremo a come realizzare un'unione militare:se oggi non fossimo ingabbiati in sovrastrutture come UE e NATO,con Francia e Germania saremmo in guerra.

Ritratto di matteo844

matteo844

Dom, 24/06/2018 - 13:24

L'Europa e' esistita fino a quando il mite e assente governo di sinistra caricava sul groppone degli italiani i migranti a spese dei contribuenti. Poi a quanto sembra il giocattolo si e' rotto cosi come si sono rotte le pa... degli italiani e prendere lezioni da due nazioni come Spagna e Francia che hanno due economie una piu rasoterra dell'altra,non ci stiamo. Negli anni 90 l'Italia era la 5° potenza mondiale,l'euro ci ha rovinati.

Ritratto di Albertik

Albertik

Dom, 24/06/2018 - 13:26

A quel cialtrone francese che definisce l’Italia vomitevole, ti rispondo in dialetto Veneto: vomitevole dighelo a to mare e se no te ghe l’he dighelo a to pare !!!! E ricordati che la Lega ce l’ha duro e non e’ di pate’ d’oca ...

Ritratto di filospinato

filospinato

Dom, 24/06/2018 - 13:29

tre... due... uno... z€uro.

nopolcorrect

Dom, 24/06/2018 - 13:29

L'unico modo di salvare l'UE è quello di organizzare un blocco navale congiunto dei Paesi della UE per chiudere il confine marittimo proprio come ha fatto Orban per il confine terrestre. L'idea è che qui devono venire solo coloro a cui noi Europei permettiamo di venire, non quelli che pretendono di decidere loro se venire. Altrimenti staremo freschi, in qualche decennio ci troveremo mezza Africa in Europa, quello che sogna el papampero che vuole anche mezza America Latina negli Stati Uniti.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 24/06/2018 - 13:31

Viste le basi su cui è stata costruita l`EUROPA, e visto come il capitalismo bancario abbia manipolato quei PAGLIACCI CHE CI HANNO E CHE CI GOVERNANO, C`È SOLAMENTE UNA SOLUZIONE, """IL FALLIMENTO""" E LA GALERA PER I PARLAMENTARI PIÙ COCCIUTI ALLA MACON!!!

daniel66

Dom, 24/06/2018 - 13:37

Se a suo tempo la DX avesse fatto fronte comune oggi le cose sarebbero diverse. Ma sul più bello, dopo aver rotto gli zebedei con storie di golmpe e complotti, una parte di esse ha cambiato idea e si è autoproclamata sentinella dell'EUROPA. Cos'altro aggiungere?

Nick2

Dom, 24/06/2018 - 13:37

Zucchetti, a mio avviso è giunto il momento di dire la verità. In Europa (non solo UE) negli ultimi 4 anni sono arrivati 1.600.000 migranti, che, se confrontati con gli abitanti (700 milioni) sono un numero ridicolo. In Italia, causa la sua posizione, ne sono arrivati molti, ma se vediamo le richieste di asilo, scopriamo che, l’anno scorso la Germania ha dato protezione a 325000 persone, la Francia a 41000, l’Italia a 35 mila, l’Austria 32 mila (!!). Il populismo ha distorto i numeri, ha fomentato odio e paure, ma non riuscirà a distruggere l’UE. L’Italia invece è a rischio. Il governo di due buffoni con un programma che prevede maggiori spese per oltre 100 miliardi annui, interamente a debito e con la volontà di isolarsi sul tema migranti, stimola i mercati assetati di sangue, pronti a sbranarci. Già domani inizierà l’antipasto…

seccatissimo

Dom, 24/06/2018 - 13:46

x Marco Zucchetti - Dom, 24/06/2018 - 13:07 Mettere sullo stesso piano l'infantile Macron con il patriota e difensore degli interessi VITALI dell'Ungheria, Orban, vuol dire non avere capito niente del perché l'UE è in forte crisi esistenziale e rischia di implodere a causa della stupidità e della inettitudine del governo di Bruxelles !

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 24/06/2018 - 13:58

Be il bottone è anni che lo schiacciano franza e krucchi. E non ha mai funzionato, però ora macron l'ha schiacciato bene. Sarabbe il momento più entusiasmante della mia vita vedere crollare il baraccone nazicomunista europeo, dove fino a ieri noi eravamo i paria.

Cosean

Dom, 24/06/2018 - 13:59

"bisognerebbe cercare chi ha schiacciato il tasto dell’autodistruzione dell’Europa." Mah, chi sarà mai?

Luigi Farinelli

Dom, 24/06/2018 - 14:05

Macron e Orban sullo stesso piano morale? Macron è il rappresentante dell'èlite autoeletta che vuole plasmare la società anche con l'ingegneria sociale per creare un mondo artificiale e anti-natura in mano a pochi, e per esclusivi sporchi interessi mercantilisti. Orban è il rappresentante di chi non vuole perdere il legame con le sue radici culturali e religiose. Non c'è paragone fra i due. E' Macron il burattino che agisce per conto del sistema. Una prostituta d'alto bordo che non esita a rinnegare storia, tradizioni e peculiarità nazionali per offrirsi a chi la paga di più: l'infernale masnada luciferina che con i popoli ed i loro bisogni non c'entra per nulla!

Gianni11

Dom, 24/06/2018 - 14:08

L'UE da l'inizio e' stato un progetto per la distruzione delle nazioni e popoli europei. Chi ha creduto alle favole e' stato ingannato. Il vero scopo da sempre e' stato la distruzione delle nostre nazioni e dei nostri popoli. Adesso NOI stiamo salvandoci distruggendo l'UE. E' guerra, e se vince l'UE noi muoriamo. Viva l'ITALIA!

Ritratto di mausuria

mausuria

Dom, 24/06/2018 - 14:12

L' UE e nata per i popoli e non per i propri tornaconti e ora di reagire e ne i macron e altri scrivani della mittel europa si possono permetter di fare l'UE come un loro orticello adesso urge un nuovo modo di vivere l'europa

carlottacharlie

Dom, 24/06/2018 - 14:13

Europa è solo una conformazione geografica, nessuno di noi ha da spartire qualcosa con gli altri europei. E' nata da menti non molto sveglie che immaginavano il volemose bene mentre fregavano il popolo. Solo il vecchio MEC poteva valere, il mercato senza intaccare le varie peculiarità e sovranità.Credevano di poter fare come gli Stati Uniti che sono nati dal nulla, mentre noi abbiamo millenarie storie diverse. Meglio cada adesso questa congrega di farabutti.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Dom, 24/06/2018 - 14:14

E' un assurdità volere un "europa" (rigorosamente minuscola) senza aver fatto votare gli italiani. Nessuno ha mai chiesto agli italiani se volessero cedere sovranità nazionale, ma solo gli italiani potevano e possono autorizzare un orrore simile. Perché dovrei entrare in un unione che non ha nemmeno una seria e condivisibile Legge Costituzionale? L' europa così com'è è un imposizione e le imposizioni non possono durare, solo naufragare.

Ritratto di karmine56

karmine56

Dom, 24/06/2018 - 14:15

Bell'articolo.

VittorioMar

Dom, 24/06/2018 - 14:18

...oggi vediamo chi ce l'ha più grosso !!...il BOTTONE !!

MOSTARDELLIS

Dom, 24/06/2018 - 14:19

Mi dispiace Zucchetti, ma non si può paragonare Macron a Orban e fare d'ogni erba un fascio. IL colpevole, o comunque uno dei colpevoli, è senza'altro Macron, con la sua arroganza, la sua incompetenza, i suoi problemi interni. Orban cer ca di difendere il suo paese, ciò che per anni non hanno fatto questi beceri sinistri italiani rispondenti al nome di Renzi, Gentiloni, Martona e tanti altri. A Macron poi possiamo aggiungere tranquillamente Merkel e Bergoglio, il quale con il suo pontificato sciagurato sta portando alla rovina, oltre che dell'Italia, anche di tutto il mondo cristiano.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 24/06/2018 - 14:23

torniamo alla Comunità Economica Europea. funzionava abbastanza bene e non creava problemi. liberiamoci dall'euro, riacquistiamo il controllo sulla Banca d'Italia (recuperando le NOSTRE riserve auree) e mandiamo al diavolo questo mostro massonico chiamato UE

maria angela gobbi

Dom, 24/06/2018 - 14:29

se l Europa è UNA,i cosìdetti migranti sono di tutti- Difetto tutto nostro:non dividere SUBITO chi ha diritto di entrare,da chi NO,e non respingere immediatamente i secondi-Caricarli su navi nostre e riportarli da dove son partiti-Costi? sempre meglio che mantenerli- Poi ai rimasti dare diritto dia ndare OVUNQUE in Europoa

Drprocton

Dom, 24/06/2018 - 14:30

Finché il percorso della tratta di esseri umani ha funzionato molto bene tutti solidali a parole con l'Italia. Tanto c'erano i sinistri che garantivano la continuità al business e a trasformare l'Italia in un enorme campo profughi. Ora che, a detta di qualche onorabile sapiente, ci sono questi due buffoni al governo sono letteralmente SALTATI i piani a tutta europa. Tanto è che era tutto preconfezionato per discutere due giorni, bla bla bla bla, ma erano tutti sereni che per 10 anni i clandestini sarebbero rimasti tutti da noi. Tiè. Rosicate perché tutti speravano che il governo dei due buffoni non sarebbe partito. Tiè

elpaso21

Dom, 24/06/2018 - 14:32

Ma il blocco navale no?

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 24/06/2018 - 14:38

Sono d'accordo. Quindi bisogna prepararsi a lasciare la nave prima che essa affondi. E affonderà, presto, soprattutto per colpa di coloro che hanno pensato solo ai propri interessi, con in testa la Ghermania post Hitleriana e la Francia dei deficienti, tutti buoni solo per i fatti loro. Non aspetto altro. Amen

flashpaul

Dom, 24/06/2018 - 14:42

C´è un errore di fondo in questo articolo. L´Europa è un continente che ha un suo fondamento storico, culturale e morale indelebile; l´Unione Europea è un´altra cosa che si riduce soltanto ad un´alleanza Franco-Germanica che fino ad oggi hanno condotto una guerra finanziaria, con successo, verso tutti gli altri stati. Il Giornale scelga da che parte stare una buona volta per tutte.

andy15

Dom, 24/06/2018 - 14:43

Forse anche Zucchetti, con il suo approccio cerchiobottista, non ha capito bene cosa stia succedendo. E' proprio il "si', ma" (del resto molto democristiano) che ci stava conducendo alla rovina. Mai una posizione chiara, coerente, sempre invece baratti vergognosi (io mi prendo tutti i migranti, tu mi dai piu' liberta' di bilancio), incuci, e tutto espresso con quel linguaggio insignificante e mieloso della diplomazia tradizionale. "La degenerazione del linguaggio diplomatico"come la chiama Zucchetti, altro non e' che il tentativo di ridare corpo alla lingua ormai esangue dei rapporti internazionali, ai fini di una maggior trasparenza e onde evitare fraintendimenti.

DemetraAtenaAngerona

Dom, 24/06/2018 - 14:53

Per non accogliere una barchetta si rischia di auto affondare un'intera flotta fatta di più di una portaerei, corazzate, incrociatori, cacciatorpediniere, sottomarini, ecc...che tristezza e che stupidità e quanto autolesionismo c'è nel egoismo, egocentrismo dei sovranisti in primis e in secondo negli altri incapaci di un scatto di intelligente giusta generosità. Europa Dea dell'Europa.

DemetraAtenaAngerona

Dom, 24/06/2018 - 14:57

@Nick2 bravo, concordo!

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 24/06/2018 - 14:58

SONO ANNI CHE SCRIVO CHE L'EUROPA UNITA NON ESISTE ..... E ADESSO QUANTO SUCCEDE E' LA PROVA DELLA PISTOLA FUMANTE !!!!!

marcomasiero

Dom, 24/06/2018 - 15:01

era ora ... un bel BOOOMMMM !!! e fine EU fine euro

beale

Dom, 24/06/2018 - 15:02

speriamo!

Leonardo56

Dom, 24/06/2018 - 15:11

@nick2 - scusami ma debbo capire. Tu sostieni che sono circa 433000 coloro che hanno ricevuto protezione (cioè rifugiati regolari), e gli altri 1167000 che dovrebbero corrispondere ai clandestini? Tutti in Italia o trattenuti da Erdogan con i fondi che la Merkel (ma che sono anche nostri) gli ha dato? La Francia potrà parlare solo dopo che avrà riaperto i porti e tolto il blocco con noi. La Spagna, oltre riaprire i porti (non a spot ma stabilmente) tolga le famigerate reti con lame a mo' di dissuatori poste nelle enclave marocchine, laddove ha usato le maniere forti con pallottole di gomma e lacrimogeni, causando anche dei morti (nel 2005) sotto il socialista Zapatero. Ora sono diventati tutti santi?

steacanessa

Dom, 24/06/2018 - 15:12

L’espressione geografica chiamata europa è stata, è e sarà una grande truffa. Nulla accomuna gli abitanti di Pantelleria agli abitanti della Svezia. Nulla accomuna addirittura gli abitanti delle contrade di Siena tranne il dialetto, con variazioni anch’esso. Sistema fiscale diverso, lingue diverse, abitudini alimentari diverse, tratti somatici diversi, ma che cavolo volete unire? Al massimo si può collaborare, ma vediamo quanto sia difficile. In sostanza, ognuno a casa sua salvo libera scelta diversa.

Magosirian

Dom, 24/06/2018 - 15:16

premetto che il mio commento non verrà pubblicato ma se lo pubblicherete vorrà dire che questo giornale è libero e democratico. L'Europa è all'agonia, con l'ossigeno, con terapia intensiva e accanimento farmacologico. Usando questa terapia si potrà allungare l'agonia ma non la morte. Viva l'Italia regno soprano.

Blueray

Dom, 24/06/2018 - 15:22

Quando si creano organismi nuovi frutto dell'ingegneria genetica bisogna porre molta attenzione perchè la strada non è affatto scontata. Quando fu creata la CECA e poi la CEE gli interessi esclusivamente economici e di facile evidenza ripagarono gli aderenti, inducendo a implementare il progetto. L'utopia spinse ad osare: più su come il gabbiano Livingston. C'erano opportunità grandi, di rilievo e grande appeal, purtroppo poi s'è capito, non per tutti. Ad oggi la società coinvolta in peggioramenti epocali (migrazioni) non accetta più il progetto europeo. Non sono l'arrogante Macron o Salvini od Orban il problema, ma è lo scontro sociale, etnico, religioso, culturale che non permette, a ragione, che il progetto europeo prosegua in questo modo. I popoli stanno dicendo BASTA!

INGVDI

Dom, 24/06/2018 - 15:23

Il popolo europeo catto-marxista senza Dio, ha già decretato la propria scomparsa. La decadenza soprattutto morale e l'invasione islamica stanno accelerando il processo. Amen

carlottacharlie

Dom, 24/06/2018 - 15:30

Leggo che l'elemento catalizzatore per un'europa unita dovrebbe essere la lingua, qui casca l'asino perchè se dovessimo guardare le lingue l'unica dovrebbe essere l'italiano che è una lingua chiara, mentre le altre sono tutte oscure. Chiara vuol dire che lo scritto corrisponde alla pronuncia, mentre oscure sono quelle che si scrivono in un modo e si pronunciano diversamente. Credo che se qualcuno dovesse porre il quesito lingua, l'europa cadrebbe in un fiato. Evviva il nostro italiano, peccato sia massacrato dal 95% degli italiani.

ClioBer

Dom, 24/06/2018 - 15:38

C’entrano come cavoli a merenda "gli interessi meschini ed elettorali di presidentini e caudilli". Una madre che non sa difendere le proprie creature, che mette a repentaglio la loro vita e il loro futuro, merita solo il disprezzo di chi ha messo al mondo. Non sono di certo una veggente (anzi detesto queste forme tribali per raggirare il prossimo), ma che l’immigrazione, unita a una fondamentale viltà dell'occidente, avrebbe finito per far deflagrare la UE, l’ho da sempre considerato ineludibile e scontato.

EFISIOPIRAS

Dom, 24/06/2018 - 15:57

“Fatta l'Italia, bisogna fare gli italiani” disse Massimo D'Azeglio alla fine delle Guerre d'indipendenza...E si attuò la più elementare delle soluzioni : PREPARARE MAESTRE E MAESTRI PER INSEGNARE A TUTTI I CITTADINI UNA LINGUA UNICA , L'ITALIANO! Sotto questo aspetto l'Europa non si farà MAI!! L' hanno capito prima degli altri gli Inglesi e ne sono usciti.Meglio una Federazione di Stati che questo minestrone dove i fagioli più grossi le sparano più forte!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 24/06/2018 - 16:04

L'europa? Un aborto. O,se preferite, un teratoma. Concepito da una congrega di farabutti (alcuni dei quali nostrani) che si sono deliberatamente esibiti in un esperimento il cui esito era sin dall'inizio scontato. Ma, si sa, c'est l'argent qui fait la guerre. E qualcuno d'argent ne ha preso finchè ha voluto per tradire il proprio popolo...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 24/06/2018 - 16:10

#DemetraAtenaAngerona - 14:53 Stai parlando di una barchetta con un mld. circa di persone. Ma la tara ideologica ti impedisce di vederlo.

palandrana

Dom, 24/06/2018 - 16:10

Per ?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 24/06/2018 - 16:27

La libera circolazione era solo per noi europei, chi faceva parte dell'Europa, non di tutto il mondo se non si hanno i diritti e le carte in regola.

Drprocton

Dom, 24/06/2018 - 17:17

Ne sono entrate talmente tante barchette in Italia dal 2014 che adesso anche una, dico una, non ci entra. E che volete fa'? Adesso tocca a voi sinistri dimostrare quanto siete veramente magnanimi e umanitari che potete organizzarvi con le ong e farvi portare a turno in Africa a fare il vero volontariato. State attenti ai muslimcge tanto difendete qui perché la vi decapitano

DemetraAtenaAngerona

Dom, 24/06/2018 - 17:51

@memphis 16.10...e'la sua tara ideologica che le fa pensare che 1mld di persone siano in partenza per venire in Europa, si informi su i numeri in gioco, l' Africa sta anche crescendo economicamente, la mia tara mi fa dire invece che come per noi emigranti italiani fu necessario un benesserino per non farli partire serve uguale, quindi un Piano Marshall Africa Tajani a Bruxelles dixit aiuteterebbe, poi le ricordo che un allarmante articolo su questo giornale pubblicato parlava, causa cambiamenti climatici, della possibilità di Londra allagata, quindi ne consegue anche Venezia ecc e quindi anche il resto del mondo Africa compresa, ma l'Africa è grande e quasi disabitata e potrebbe in caso di disastro naturale essere noi a doverla raggiungere come migranti...una Terra un Umanità.

DemetraAtenaAngerona

Dom, 24/06/2018 - 18:40

@memphis 16.10...e'la sua tara ideologica che le fa pensare che 1mld di persone siano in partenza per venire in Europa, si informi su i numeri in gioco, l' Africa sta anche crescendo economicamente, la mia tara mi fa dire invece che come per noi emigranti italiani fu necessario un benesserino per non farci partire più in maniera disastrosa e anche clandestinamente serve uguale per gli altri, quindi un Piano Marshall Africa Tajani a Bruxelles dixit aiuteterebbe, poi le ricordo che un allarmante articolo su questo giornale pubblicato parlava, causa cambiamenti climatici, della possibilità di Londra allagata tra 30 anni, quindi ne consegue anche Venezia ecc e quindi anche il resto del mondo Africa compresa, ma l'Africa è grande e quasi disabitata e potrebbe in caso di disastro naturale essere noi a doverla raggiungere come migranti...una Terra un Umanità.

Algenor

Dom, 24/06/2018 - 19:53

@Nick2, in Italia che di abitanti ne ha 60 milioni di cui solo 55 milioni sono italiani, ne sono sbarcati oltre 500.000 in 4 anni! È il continente Europa, Russia inclusa ad averne 700 milioni ma i paesi dell'Europa Occidentale oggetto dell'invasione ne hanno molti di meno. 1.600.000 immigrati africani e mediorientali, prevalentemente maschi, sono un numero enorme la cui invasione ha avuto conseguenze sociali drammatiche in termini di degrado e criminalità, sopratutto in Italia ed in Germania (dove cresce Afd). Voi sinistri siete completamente sconnessi dalla realtà che vi circonda.

Algenor

Dom, 24/06/2018 - 20:02

#DemetraAtenaAngerona, ogni "barchetta" ha una retrovia di oltre un miliardo di potenziali invasori che al ritmo di 5 figli per donna diventeranno oltre due miliardi nel 2050 e QUATTRO miliardi nel 2100, secondo le proiezioni demografiche dell'ONU. Se l'Europa non costruisce un muro invalicabile all'invasione, difendendolo con le unghie e con i denti, gli europei in crisi da denatalità verranno spazzati via demograficamente.

DemetraAtenaAngerona

Dom, 24/06/2018 - 20:27

@Drprocton si informi prima glie ne riporto solo 2 per le altre la ricerca la faccia lei...Braccio operativo di Africa Mission è la ONG Cooperazione e Sviluppo, ufficialmente riconosciuta come idonea alla realizzazione di progetti di cooperazione internazionale. In oltre 40 anni di attività, il Movimento ha portato aiuti in Ghana e Nigeria, Mozambico, Etiopia, Eritrea, Angola, Sudan, Tanzania, Rwanda, Guinea Bissau, Ciad, Zaire, Somalia, Niger e Madagascar, concentrando il suo impegno soprattutto in Uganda.EMERGENCY gestisce strutture sanitarie in Afghanistan[8], Iraq, Repubblica Centroafricana, Sierra Leone[9], Sudan e Italia.[10] Sono invece stati portati a termine i programmi in Ruanda, in Eritrea, a Jenin in Palestina, a Medea in Algeria, in Kosovo, in Angola, in Libia, in Nicaragua, in Sri Lanka e in Cambogia....

DemetraAtenaAngerona

Dom, 24/06/2018 - 20:45

@Drprocton glie ne cito solo due per le altre la ricerca la faccia lei. Braccio operativo di Africa Mission è la ONG Cooperazione e Sviluppo, ufficialmente riconosciuta come idonea alla realizzazione di progetti di cooperazione internazionale. In oltre 40 anni di attività, il Movimento ha portato aiuti in Ghana e Nigeria, Mozambico, Etiopia, Eritrea, Angola, Sudan, Tanzania, Rwanda, Guinea Bissau, Ciad, Zaire, Somalia, Niger e Madagascar, concentrando il suo impegno soprattutto in Uganda.EMERGENCY gestisce strutture sanitarie in Afghanistan[8], Iraq, Repubblica Centroafricana, Sierra Leone[9], Sudan e Italia.[10] Sono invece stati portati a termine i programmi in Ruanda, in Eritrea, a Jenin in Palestina, a Medea in Algeria, in Kosovo, in Angola, in Libia, in Nicaragua, in Sri Lanka e in Cambogia[1

DemetraAtenaAngerona

Lun, 25/06/2018 - 14:14

@algenor 20.02 le farò rispondete parzialmente da Fiamma Nirestein con questo articolo pubblicato sul il Giornale...http://www.ilgiornale.it/news/esteri/lintegralismo-nasconde-voglia-occidente-crollano-nozze-e-884927.html#/ballottaggi/tempo-reale/1. è la cultura e un certo benessere, l'emancipazione femminile che salverà il pianeta dal sovraffollamento...per il nostro stesso bene dobbiamo fare il Piano Marshall Africa a Bruxelles Tajani dixit.