Da quando i pacifisti governano il mondo ogni giorno esplode una nuova guerra

Obama si batte il petto a Hiroshima, la Mogherini è "felice per la pace". Intanto in Siria è una ecatombe

Ogni tanto lo ammette anche il Papa, perfino Kerry talvolta si piega all'idea, e accade persino di vedere Obama preoccupato: viviamo ormai in un mondo in guerra. In linea di massima però il messaggio va contromano rispetto a questa schiacciante realtà. La realtà dovrebbe essere maestra di vita: invece nel mondo di oggi non accade. Il pacifismo oltre che l'ideologia inventata dal mondo comunista nel 1952 dichiaratamente come arma per vincere lo scontro con l'imperialismo è diventato un costume politico invincibile, non c'è chi non si dica pacifista, e con esso si moltiplicano le guerre. Basta pensare al discorso della Mogherini che il 21 settembre, giorno europeo della pace, che si è detta molto soddisfatta dello stato del mondo perché il primo valore dell'Ue è una pace mantenuta per 70 anni; o a Obama che a Hiroshima ha scelto di battersi il petto dichiarando l'America colpevole della proliferazione nucleare e promettendo di emendarsi, o a Putin che bombarda Aleppo, certo, per il bene della pace...

La pace è un valore così di moda che Kim Jong-un in Corea del Nord non esita a dichiarare che la sua atomica le dà un contributo, e Assad mentre ammazza centinaia di migliaia di persone se ne proclama custode. La parabola più evidente agli occhi del mondo è la Siria, dove non c'è chi non stia combattendo per la pace, e che di fatto è una «terra desolata» dove si svolge uno scontro mortale che implica fondamentalisti, ribelli, milizie organizzate, forze al potere dittatoriali, mentre la Russia, gli Stati Uniti, la Turchia, l'Iran, gli Hezbollah, l'Arabia Saudita sganciano bombe e proiettili o armano forze amiche. Persino Israele talvolta deve intervenire per dire «stop». Ma sono innumerevoli le dichiarazioni di buona volontà, le asserzioni che là si va per preservare la pace. Mentre Putin e gli Usa rompono sugli accordi nucleari, Putin ha intenzioni chiare, e molto meno Obama: Putin vuole tenere Assad al potere e per questo usa l'Iran e gli Hezbollah mentre bombarda i sunniti di Aleppo, incurante dell'imperialismo sciita. Inoltre, combattono anche i rifugiati afghani che vogliono essere accolti in Iran, mentre gli Hezbollah vogliono missili per distruggere Israele. Ma Obama vuole combattere l'Isis, ed è alleato in Irak con le milizie sciite per batterlo, però in Siria queste milizie combattono a fianco di Assad, e Obama vuole deporlo. Così sarebbe al fianco dei ribelli che le milizie sciite combattono. Che casino. Ma allarghiamo lo sguardo. Ci aiuta su Washington Freebacon Matthew Continetti elencando molte zone di un panorama fumigante, lasciando da parte l'Africa. Si estende di un bel po' oltre il Medio Oriente: guerre calde e fredde incatenano l'Eurasia dal Baltico al Donbass, attraverso il crescente sciita, il confine indo-pakistano, di là dei mari di Cina. Putin infiamma la guerriglia in Ucraina, e bombarda Aleppo; i turchi combattono l'Isis e molto di più i Curdi, l'America è in Siria e in Irak, l'Iran sta sul confine di Israele che promette di distruggere e intralcia le navi americane nello stretto di Hormuz. L'India e il Pakistan si scontrano sul Kashmir, la Cina costruisce la sua forza nel Pacifico, e la Nord Corea... fa esplodere bombe atomiche. Le scelte dei leader occidentali sembrano spesso legate a vantaggi di breve durata, come quello dell'incerto accordo nucleare con l'Iran fra i primi violatori dei diritti umani e sponsor del terrorismo. Ma è la pace, bellezza. Così lo sguardo è breve: non che fosse un acquirente ideale, ma Obama ha bloccato la vendita al Bahrein di 19 fighter jets F16 della Lockheed Martin, una transazione ingente, di oltre 4 miliardi di dollari incitandolo a migliorare i diritti umani. Difficile pensare che sia davvero per quello. Il Bahrein, sostenuto dall'Arabia Saudita, ha colpito duramente gli sciiti ribelli, e di nuovo qui Obama ha preso le parti nel disegnare un Medio Oriente in cui l'Iran può vedere terra di conquista. Così si rimarca un conflitto etnico in cui gli alleati sunniti vengono umiliati. Intanto il mondo si batte con difficoltà contro la crisi economica, Europa e Giappone sono nei guai e gli Usa sono in affanno, la Russia è stagnante. Aria, aria. Dice Continetti che c'è da aver paura. È così: gli imperi soffrono un terremoto bellico nel cellophane del pacifismo.

Commenti

killkoms

Dom, 09/10/2016 - 14:18

vis pacem para bellum!

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 09/10/2016 - 14:20

Questo titolo mi ricorda molto una battuta che faccio da anni, proprio a proposito del Papa, dei pacifisti e delle Marce della pace, come quella di Assisi: "Più il Papa auspica la pace e più scoppiano guerre e conflitti. Mi sa che porta sfiga. Provi ad auspicare una guerra; magari scoppia la pace.".

agosvac

Dom, 09/10/2016 - 14:28

La signora Fiamma avrebbe anche ragione, peccato che dimentica che anche Israele ci mette del suo per "fomentare" la pace usando la guerra!!! Tra l'altro non si capisce come mai Israele un giorno è con gli Usa un'altro giorno schiaccia l'occhio a Putin. Questioni di convenienza ed autodifesa???????

Ritratto di malatesta

malatesta

Dom, 09/10/2016 - 14:31

E' per questo che la candidatura della Clinton non convince...come non ha convinto quella di Obama...

esse50

Dom, 09/10/2016 - 14:34

Sig.ra Fiamma , perché non cita anche lo Yemen dove l' Arabia Saudita ,alleata con gli USA fa stragi e nessuno ne parla,a parte il Giornale, ma in TV ci fanno vedere solo cosa succede in Siria?

Ritratto di .ginaDafrascati.

.ginaDafrascati.

Dom, 09/10/2016 - 14:36

povera mogherina, non è colpa sua, è renzieana dalla nascita

Ritratto di malatesta

malatesta

Dom, 09/10/2016 - 14:38

PREMI NOBEL per la pace, questo e' il paradosso...

lavieenrose

Dom, 09/10/2016 - 14:39

Traduco: se vuoi la pace prepara la guerra. Non direi proprio così, direi attrezzati al meglio per difenderti, non mandare all'UE la Mogherini, non eleggere tipi come Obama e Clinton, aiuta i popoli in difficoltà a casa loro e impedisci l'invasione dei finti migranti che è già una guerra e crea RAZZISMO. Nel piccolo la stampa eviti di usare in continuazione frasi violente o "choc" l'intervista di Totti che pensa di fare l'allenatore e tanto altro ancora. i CITTADINI FACCIANO LA LORO PARTE E ABBIANO A CUORE LA PROPRIA LIBERTA' E DIGNITà E LA DIFENDANO.

Ritratto di 8Rgt

8Rgt

Dom, 09/10/2016 - 14:48

"Così si rimarca un conflitto etnico in cui gli ALLEATI SUNNITI vengono umiliati" --- Peccato che i principali gruppi terroristici siano tutti SUNNITI: ISIS, Al Qaida, Boko Haram, Al Shabaab, talebani, ecc. ecc.

alox

Dom, 09/10/2016 - 14:53

Pacifisti o meno vanno e vengono ma il problema e' uno solo e resta: Putin!

alox

Dom, 09/10/2016 - 14:54

Putin e' il problema: lo sanno bene i Russi che se parli ti taglia la gola!

Happy1937

Dom, 09/10/2016 - 14:57

Il falso premio nobel per la pace si batte il petto per Hiroshima, ma non considera che Truman, diversamente da lui un grande Presidente, prese una decisione molto dolorosa per mettere fine alla guerra e risparmiare molte più vite di quelle sacrificate a Hiroshima.

fisis

Dom, 09/10/2016 - 15:04

L'essere umano è la specie più feroce - e forse la più stupida - apparsa finora sulla terra. Se entro pochi decenni la specie umana non sarà riuscita a colonizzare lo spazio, diffondendosi sulla luna e altri pianeti, si autodistruggerà mediante l'impiego di mezzi di distruzione di massa sempre più potenti e alla portata di qualunque stato, e scomparirà dalla faccia della terra.

Ritratto di 8Rgt

8Rgt

Dom, 09/10/2016 - 15:05

"Obama vuole combattere l'Isis, ed è alleato in Iraq (non Irak) con le milizie sciite per batterlo, però in Siria queste milizie combattono a fianco di Assad, e Obama vuole deporlo. Che casino" --- La strategia USA per il mantenimento dell'egemonia geopolitica è semplicissima: 1) rovesciare i regimi non allineati con la guerra, finanziando e sostenendo militarmente gli oppositori interni. Se il gioco riesce, piazzare un governo fantoccio e basi militari (come del resto abbiamo in Italia, Berlusconi che era troppo autonomo in politica estera venne silurato). 2) indebolire comunque gli avversari, Russia E UE, sabotandone gli interessi geostrategici (basi russe in Siria) ed economici (sanzioni) e destabilizzandone i confini (Ucraina e invasione di migranti).

Massimo Bocci

Dom, 09/10/2016 - 15:05

Pacifisti??? Del.......... ma sopratutto SERVI,corrotti, miserabili,rinnegati,al servizio del padrone di turno oggi i Meticci,finanziatori criminali dell'Euro,Arabia,USA,ONU,e miserabili associati coop,Onlus,monoteisti,Nazzi,comunisti, tutte categorie che con la democrazia,l'umanità libera e autodeterminata, l'Occidente libero e liberale, la autodeterminazione civile dei popoli democratici (un voto nel proprio paese dato da una persona autoctona,consapevole) stride con la tecnocrazia criminale dei regimi totalitari, imposti con golpe e guerre di mercenari,tutte qualità indiscusse del padronato Meticcio finanziario che preferisce, scegliersi o meglio imporci i loro servi,tipo:abbronzato,Clinton,UE,FMI,ONU,BCE,ecc. Che hanno tutte il solito pregio costituzionale posso essere tutte gestite da tecnocrazie di corrotti,infami traditori e loro servi!!! che hanno un unico e inderogabile scopo distruggere la democrazia e la civiltà Occidentale,

fisis

Dom, 09/10/2016 - 15:06

L'essere umano è la specie più feroce - e forse la più stupida - apparsa finora sulla terra. Se entro pochi decenni la specie umana non sarà riuscita a colonizzare lo spazio, diffondendosi sulla luna e altri pianeti, essa, mediante l'impiego di mezzi di distruzione di massa sempre più potenti e alla portata di qualunque stato, si autodistruggerà e scomparirà dalla faccia della terra e dell’universo.

arkangel72

Dom, 09/10/2016 - 15:13

Sto aspettando l'ultima pacifista della brigata: Hillary Clinton!!!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 09/10/2016 - 15:23

Sembrano quelli che avevano fatto gli accordi con Hitler per evitare la guerra. Anzi, no, questi sono peggio. Ci porteranno all'ecatombe.

Klotz1960

Dom, 09/10/2016 - 15:25

Ma noi abbiamo la Mogherini - "Nessuno sara' respinto" (New York, AG Onu, 2014).

puntopresa10

Dom, 09/10/2016 - 15:29

È la legge dell'attrazione bellezza.Vi è mai capitato che una persona vi dice:oggi ho preso una multa e voi dite,io no e dopo due giorni vi arriva una raccomandata "è una multa".Signori dovete pensare positivo,perché se vi concentrate sulla negatività avrete solamente negatività.

puntopresa10

Dom, 09/10/2016 - 15:30

Io della Mogherini ho solo pensieri positivi.Pensieri alla Trump.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 09/10/2016 - 15:30

I pacifisti chiedono la pace, ma con una sola direzione. Volessero fare un favore all'umanità, cominciassero con l'Isis a chiederlo, in Libia, Siria e Afghanistan. Farebbero un grosso passo in avanti, debellerebbero il 90 % delle guerre in corso, però lo dicano all'Isis, là a casa loro. Qua non serve a niente, almeno per ora. In futuro chissà, con tutta questa invasione!

Klotz1960

Dom, 09/10/2016 - 15:31

Tranquilli che con la Clinton la guerra nucleare e' sicura. Ci tiene molto a passare alla storia. I candidati per il primo attacco nucleare sono Corea del Nord, Iran e Russia. Se siamo fortunati sara' la Corea del Nord. Nessuna simpatia per il comunismo, ma certo i poveretti fanno pena. Nella guerra degli anni 50, gli Americani bombardarono anche le dighe ed ammazzarono oltre 2 milioni di poveri civili. Ovviamente tutto legale, figuriamoci. Quando le bombe vengono sganciate dal cielo, non e' terrorismo e nemmeno un crimine contro l'umanita'. Figuriamoci.

gb49it

Dom, 09/10/2016 - 15:35

A stare a sentire lei sembra che i veri paladini della pace in M.O. siano solo gli Israeliani. Ma poi.. dove sarebbero i governanti del mondo pacifisti? Basta un Nobel per la pace tarocco dato ad Obama per renderlo un pacifista? Certamente no! Per favore fate scrivere di più Carnieletto sul Medio Oriente.. o Micalessin.. ma non questa per favore!!

Tuthankamon

Dom, 09/10/2016 - 15:55

I "pacifisti" progressisti sono tali solo a parole. In realtà l'atteggiamento di maniera nasconde un'aggressività rancorosa tipica dei ... sessantottini. Basta ricordare quando erano teleguidati contro la guerra del Vietnam, solo per fare un esempio.

manfredog

Dom, 09/10/2016 - 15:56

Pacifisti = Paci-fusti !! mg.

hornblower

Dom, 09/10/2016 - 15:59

Nirestein, va bene che lei vede tutto nell'ottica d'Israele, ma che lei adesso, per timore dell'Iran sunnita, mi faccia diventare i sunniti vittime del Presidente alauita di uno Stato a maggioranza sunnita, dove hanno sempre convissuto pacificamente popolazioni di fedi religiose diverse, è sinceramente una grossa forzatura.

ziobeppe1951

Dom, 09/10/2016 - 16:21

Più che premio Nobel per la pace, al colorato dovevano dargli il Nobel per la guerra

lawless

Dom, 09/10/2016 - 16:33

i pacifisti sono senza arte ne parte, campano da padreterni perché c'è chi si è fatto ammazzare per loro e da caproni questa cosa non la vogliono accettare. Tutto è migliorabile ma con i fiori si risolve poco o niente sono belli a vedersi ma appassiscono presto.

btg.barbarigo

Dom, 09/10/2016 - 16:51

Puntopresa10 delle 15,30.Ma...ma lei sta scherzando. Vero?

roberto zanella

Dom, 09/10/2016 - 16:53

Si scopre che il comunismo per la guerra fredda fu un vero e falso problema perchè caduto questo gli USA hanno mantenuto totale comportamento con una Russia desovietizzata . Quindi si può dire che è l'animo nero , del capitalismo del male , degli USA (vedi Soros che per il bene del mondo andrebbe eliminato)che vogliono imporre il loro tipo di mondo . C'èà una linea continua che va da Obama e finisce con l'Islamismo radicale e un domani sarà la Clinton a proseguire fino a far scoppiare la guerra fra USA e Russia/Cina . Se vincesse Trump sarebbe altra cosa e infatti è la coalizione del male che vuole farlo perdere .

Luigi Farinelli

Dom, 09/10/2016 - 16:56

Che il "pacifismo" contribuisca ad indebolire la pace non c'è dubbio, essendo un derivato del relativismo (oppio dell'Occidente)e, come esso, contradditorio. Il relativismo dice di non credere ad una verità assoluta e rende tutto opinabile, MA POI AFFERMA SE STESSO COME VERITA' ADDIRITTURA OBBLIGATORIA (dittatura del relativismo). Così, paradossalmente, anche il pacifismo volendo la pace "ad ogni costo" favorisce la guerra perché: 1) Non è più in grado di garantire certi diritti violati (difesa contro attacchi esterni, anche per difendere madri e sorelle); 2) perché non dovrebbe neppure respingere chi fa la guerra, quindi favorendola (la pecora imbelle è alla mercè del lupo che aspetta l'occasione).

idleproc

Dom, 09/10/2016 - 17:08

Bravina ma non troppo a fare lo startup sul condiviso "pacifisti criminali" e a piazzare la "linea" anti-Assad e anti-sovranità dei Siriani dei neocon globalisti. Urgerebbe da parte sua una riflessione sull'argomento, consgliata da uno che Israele nella sua indipendenza, leggittimità ed esistenza, da sempre lo sostiene.

Zizzigo

Dom, 09/10/2016 - 17:15

La pace, "imposta" a modo loro dai "pacifisti", non è altro che il preludio ad una ribellione, che non può che avere sfoghi catastrofici.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 09/10/2016 - 17:33

Per fortuna la scuola l'ho finita da un pezzo; in "Storia" e Geografia" me la cavavo, ma non mi ci vorrei trovare nei panni di quei poveretti che tra qualche anno la dovranno imparare e insegnare. Riusciranno a capirci qualcosa?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Dom, 09/10/2016 - 17:59

Che tradotto in italiano significa s " Se vuoi la pace prepara la guerra " Vivo in provenza in un piccolo e piacevole paesino. G Fino a pochi anni fa non ci si sognava di chiudere a chiave la porta di casa , oggi invece neanche la porta chiusa a tre mandate ci difende. Ho cosi' scelto una condotta che ha dato degli ottimi risultati, ve la spiego in breve. Munitevi di un revolver tipo starter , un'arma non armache fa un baccano del diavolo , sembra infatti una cal. 38. Ogni tanto sparate qualche cartucce , magari di sera. Funziona perché chi vorrebbe farti visita preferisce andare da altra parte non sapendo che spari a salve. l'ho sperimentato ed ora nessuno più si ferma a curiosare davanti al mio cancello. Semplice no! Naturalmente se insistono allora cambia tutto, prima le balle in caucioù poi il piombo eh! Quando ce vo' ce vo!!! Salutoni tanti a tutti

Lugar

Dom, 09/10/2016 - 18:01

Il medico pietoso fa la piaga verminosa. Un vecchio detto che calza perfettamente.

Iacobellig

Lun, 10/10/2016 - 07:17

È LA GLOBALIZZAZIONE VOLUTA DALLA GRANDE ECONOMIA E SISTENUTA DALLA SINISTRA CHE STA FACENDO PRECIPITARE IL MONDO.