Il sesso, la storia e la donna âgée

La nostra epoca è caratterizzata da un cambiamento rivoluzionario nel rapporto fra uomo e donna. In poco più di 50 anni sono scomparse quasi tutte le leggi e i costumi che relegavano la donna in una posizione subordinata, di solito a casa ad accudire ai figli mentre l'uomo faceva carriera. I fattori che hanno scatenato questo mutamento sono stati tre, due di tipo medico ed uno bio-sociale.

Il primo è la pillola Pincus che ha consentito alle donne di decidere se non avere un figlio e quando averlo. Quasi tutte hanno deciso di rinviare la gravidanza e di iniziare altre attività mettendosi alla pari con gli uomini. Il secondo è stata la scoperta del Dna che consente l'attribuzione certa di paternità. Nella vecchia società patriarcale era impossibile farlo, di qui la ricerca della donna vergine e tutti i controlli sulla sessualità femminile. Il terzo fattore è la pressione della sovrappopolazione e la caduta della natalità nei Paesi più sviluppati.

Questi tre fattori hanno dissolto la società patriarcale ed hanno reso meno importante lo stesso atto sessuale. Prima era questo che determinava il momento della nascita dei figli, oggi no e non ha più le conseguenze economiche e dinastiche di allora. Il rapporto sessuale sta passando dalla sfera della procreazione e dell'economia alla sfera del piacere erotico personale come i baci e le carezze, cioè alla sfera dell'amore o del divertimento. Un'importante conseguenza della perdita di importanza della fecondità femminile è la svalutazione della bellezza femminile giovane. Un tempo veniva considerata bella la donna fertile, quindi la donna giovane. Poi la bellezza diminuiva col passare dell'età. Il modello di bellezza femminile nel Medioevo e nel Rinascimento era rappresentato dalla madre adolescente col bambino. Oggi il modello è la donna affermata dello spettacolo e della politica, che spesso ha superato i quarant'anni, alta, modellata dalla palestra e un po' androgina. E, parallelamente, un numero sempre maggiore di uomini giovani vengono attratti da questo tipo di donne esperte ed esse da uomini molto più giovani e immaturi di loro.

Commenti

Una-mattina-mi-...

Dom, 11/12/2016 - 15:31

Sono decisamente vecchio stampo...

NotaBene

Dom, 11/12/2016 - 23:19

Ha dimenticato un fattore fondamentale: il Capitalismo, il vero propulsore dell'uscita delle donne fuori da casa. E per quanto riguarda la bellezza delle donne agées, sempre il capitalismo ha permesso uno sviluppo della medicina tale da allungare di molti anni il periodo di splendore giovanile. Ma meglio non dirlo ai sinistrorsi e tanto meno alle femministe (sotto-specie di sinistra).