Tecnologia e innovazione: bambini protagonisti al Maker Faire Rome

La tre giorni mondiale dell’hi tech, organizzata da Innova Camera, ha visto la partecipazione di centodiecimila persone, di cui 25mila gli alunni delle scuole del Lazio e dintorni che hanno partecipato all’Educational Day

Grande partecipazione dei bambini ai laboratori incentrati sull’elettronica e l’arte digitale
Grande partecipazione dei bambini ai laboratori incentrati sull’elettronica e l’arte digitale

Gli occhi dei bambini spalancati su tecnologia, innovazione e futuro. Si sono concluse con un grande successo le attività dell’area kids per la quarta edizione della Maker Faire Rome, la tre giorni mondiale dell’hi tech, che si è svolta alla Fiera di Roma, organizzata da Innova Camera, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma per l’Innovazione (già Asset Camera) la cui la mission è mettere la capitale al centro del dibattito sull’innovazione, attraverso la diffusione della cultura digitale e lo sviluppo dell’imprenditorialità individuale e collettiva, propria del DNA del «movimento maker». L’edizione di quest’anno è stata un vero successo, con con centomila metri quadrati dedicati all’evento, 700 progetti esposti e centodiecimila presenze. I piccoli, in particolare, sono stati non solo osservatori, ma veri e propri protagonisti. Sono stati infatti 25.000 gli alunni delle scuole del Lazio e dintorni che hanno partecipato all’Educational Day e più di 12.500 sono stati coinvolti nei laboratori e nei learning tour realizzati da Codemotion Kids all’interno del padiglione dedicato agli young makers.Infatti, i 4 Learning Tour nei primi 2 giorni hanno registrato il tutto esaurito già dal mattino, portando l’organizzazione a prevedere più posti per i piccoli partecipanti. «Sono entusiasta che sempre più bambini e ragazzi si stiano facendo incuriosire dalla tecnologia e dalle innovazioni - ha detto Massimo Avvisati, responsabile didattico dell’area - e questo non più e non solo dal lato di chi le usa ma soprattutto dalla parte di chi le crea. I ragazzi hanno bisogno di comprendere, prima ancora che imparare, per essere in grado di affrontare al meglio un futuro che sarà sempre più invaso dalla tecnologia». Con un’area di ben 8000 mq, la quarta edizione di Maker Faire Rome ha dedicato ampio spazio alle attività dedicate ai più piccoli. L’aspetto educational si dimostra chiave all’interno di un evento anticipatore dei tempi in fatto di tecnologia: partendo dalla convinzione che è sempre più importante che i ragazzi diventino creatori attivi attraverso il mezzo della tecnologia, l’Area Kids si ingrandisce lasciando più spazio alla fantasia dei piccoli maker. All’interno del padiglione 9 le attività si sono incentrate sulla programmazione, sulla robotica, sull’elettronica, sul tinkering (il riciclo creativo didattico) e sulla creatività digitale durante la 3 giorni dedicata all’innovazione. A partire dai Creative Learning Tour: 4 percorsi divisi per fasce d’età, 4 viaggi attraverso il making, l’elettronica e l’arte digitale dedicati esclusivamente ai ragazzi. Sette poi le aule dedicate ai workshop: laboratori tecnologici ed educativi su prenotazione nell’area dedicata alla formazione dei futuri maker. Ancora, 8 isole didattiche hanno visto i piccoli partecipanti protagonisti di una sfida fra maker e impegnati nella costruzione di un braccio bionico. A completare il quadro, uno spazio FabLab per bambini, affascinanti performance scientifiche e spazi espositivi gremiti di attività innovative. Un’Area Kids studiata per accogliere al meglio i giovani innovatori, ma che non ha escluso i loro genitori, che hanno potuto assistere in alcuni casi alle esperienze didattiche dei ragazzi e divertirsi insieme a loro. L’intero spazio è stato curato nel dettaglio con competenza e passione da Codemotion Kids (www.codemotionkids.com). Con 3 anni di esperienza all’attivo, 9 sedi in tutta Italia e più di 20.000 ragazzi formati tra grandi eventi e percorsi didattici, Codemotion Kids vanta il titolo di prima e più grande Scuola di Tecnologia per bambini e ragazzi in Italia. Ospiti illustri dell’Area Kids, tra gli altri, Roma Makers, l’associazione scientifica DiScienza, il museo romano per bambini Explora.