Terremoto, crolla una parete del Gran Sasso

Una frana ha coinvolto il Corno Piccolo dopo il terremoto in Centro Italia. Il rifugio Franchetti: "Tutto bene, ma oggi non venite"

Il sisma che ha colpito la zona tra Lazio, Umbria e Marche è stato talmente forte da far crollare anche una parete del Gran Sasso.

Lo rivela un post della pagina Facebook del Rifugio Franchetti, a a 2433 m d'altezza sul massiccio: "Ore 3.30: anche noi qui al rifugio siamo stati svegliati da una forte scossa di terremoto, nella nebbia si è sentito un forte rumore di crollo dalla parete est del Corno Piccolo: al momento non si vede di quale entità, ma l’impressione è che sia venuto giù un bel pezzetto di montagna… L’incubo è tornato".

Solo tanta paura e "un risveglio brusco" per le persone presenti nel rifugio al momento della scossa: "Qui al Franchetti va tutto bene, vorrei che rientrasse l'allarme che ha suscitato il mio post di questa notte, quindi vi prego di stare tranquilli", si legge in un secondo post, "Purtroppo il dramma c'è, ma è di Amatrice e degli altri paesi davvero colpiti che dobbiamo preoccuparci. Proprio ora siamo tornati da una ispezione sul sentiero: non si è visto granché perchè tuttora c'è nebbia molto fitta, ma la frana caduta dal Corno Piccolo non è enorme e non ha praticamente interessato il sentiero. In ogni caso vi chiediamo di non salire al Franchetti oggi, almeno finché non si aprirà la nebbia e potremo verificare cosa è successo e se vi sia ancora pericolo. Oggi rimanete a casa, grazie".