Terremoto, è polemica sui soccorsi: "Sono arrivati in ritardo"

Il sindaco di Accumuli (Rieti): "Ho chiamato i soccorsi alle 4, ma ancora non abbiamo visto nessuno". Ma quello di Amatrice assicura: "La macchina si è attivata immediatamente"

La scossa più grande è stata alle 3,36 della notte. Dieci secondi in cui il Centro Italia tutto, da Rimini a Napoli, ha tremato per un sisma di magnitudo 6,0. Ad Accumuli (Rieti), Amatrice (Rieti) e Pescara del Tronto (Ascoli Piceno) crollava tutto.

"Ancora nessuno è venuto a soccorrerci", scrivevano però sui social poco dopo il sisma alcuni degli abitanti e dei turisti in vacanza nelle zone colpite. "Ho chiamato i soccorsi alle 4, ma ancora non abbiamo visto nessuno, è scandaloso", ha denunciato intorno alle 6 del mattino a RaiNews24 il sindaco di Accumuli, Stefano Petrucci.

Il comitato operativo della Protezione civile è stato in effetti convocato intorno alle 4,30. Un'ora dopo la terribile scossa. Passa ancora un'ora e finalmente Palazzo Chigi comunica che "sono in arrivo mezzi speciali" nelle zone colpite. Alle 7,30 finalmente l'annuncio di Fabrizio Curcio, capo della protezione civile: "È stato firmato un decreto che consente al comitato operativo della protezione civile di operare fin da subito", ha spiegato, "Il sistema di protezione civile è pienamente efficiente, vi sono difficoltà a raggiungere alcune località ed è stato già attivato il Genio militare. Le prestazioni sanitarie sono assicurate".

"I soccorsi sono arrivati, la macchina si è attivata immediatamente", spiega il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, "L'obiettivo è salvare più vite umane possibili che sono sotto le macerie". Ma le - immancabili - polemiche sono già state scatenate.

E una nota del ministero della Difes aggiunge che sulla aree colpite sono dislocati almeno 350 militari, arrivati "dapprima con i Carabinieri presenti nelle stazioni locali, successivamente con i soldati dei Reparti prossimi alle zone colpite dal sisma, prima tra tutte la Scuola Interforze NBC di Rieti e il 235esimo reggimento addestramento volontari di Ascoli Piceno".

Commenti

gcf48

Mer, 24/08/2016 - 10:26

ma io dico: l'Italia è un paese a forte rischio sismico. Ci dovrebbe essere una forza di intervento rapida h 24 senza tutti i cavilli. Alle 7.30 è stato firmato un decreto !!!!!!!

Gianluca_Pozzoli

Mer, 24/08/2016 - 10:44

erano impegnati a coccolare i profughi

arkkan

Mer, 24/08/2016 - 10:45

Cioè, fatemi capire: per poter intervenire in situazione di estrema ed improvvisa emergenza la protezione civile ha bisogno di un decreto per consentirle di operare? Cioè non vi è nessun "capo" che può decidere di intervenire immediatamente (in qualche minuto)? Che protezione di emergenza è? Poi, i fancazzisti scriba di FB potevano ben cominciare a lavorare in attesa dei soccorsi, non è difficile (visto e fatto personalmente, terremoto del Friuli 1976), basta buona volontà.

Gius1

Mer, 24/08/2016 - 10:46

Non sono mica immigranti

Ritratto di MLF

MLF

Mer, 24/08/2016 - 10:58

Saranno stati impegnati a "soccorrere" clandestini. Adesso vediamo come gestiranno questo disastro, perche' di disastro si parla qui..

cecco61

Mer, 24/08/2016 - 10:58

Se la dichiarazione di Curcio è vera, l'Italia è ormai un paese definitivamente morto. Serve un decreto governativo, regolarmente firmato, per salvare della povera gente, italiana, che sta morendo. Tutto e subito vale solo per i clandestini. Una preghiera per le vittime.

marcello512

Mer, 24/08/2016 - 11:18

Ti pareva .....................???????? le polemiche non mancano mai.........

Ritratto di orcocan

orcocan

Mer, 24/08/2016 - 11:21

Polemiche solo per fare polemica come d'uso in Italia. Non è che dopo un terremoto o qualsiasi altra catastrofe naturale i soccorsi possano arrivare dopo 5 minuti.

rossono

Mer, 24/08/2016 - 11:23

Dai Sinistrati e colpa di Berlusconi

carlottacharlie

Mer, 24/08/2016 - 12:11

I soliti cretinetti polemici, pero' trovano la forza ed il tempo di stare sui social a dire cretinate mentre il loro paese crolla.

soldellavvenire

Mer, 24/08/2016 - 12:15

articolo imprescindibile, eh? ai tempi del vostro caro duce il disfattismo era punito: rivogliamo mussolini

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mer, 24/08/2016 - 12:15

Per quelli che fanno polemiche, sterili, inutili, da sciacallaggio c'é un rimedio pratico e a costo zero. Infilargli una pala in mano e un piccone mell'altre e mandarli in loco. E' una cura portentosa.

diesonne

Mer, 24/08/2016 - 12:31

diesonne sempre polemica all'italiana-in soccorsi non potevano essere sul posto prima del sisma.polemiche faziose

Ritratto di pipporm

pipporm

Mer, 24/08/2016 - 12:39

Poteva chiamarli prima che accadesse il terremoto. Quante stupidaggini sentite in queste ore. "Signora a lei chi l'ha salvata?" risposta "Da sola". Se uno non è sotto le macerie, chi vuoi ti ha salvato?!?

gcf48

Mer, 24/08/2016 - 13:00

ma l'Italia è un paese a forte rischio sismico. Ci dovrebbe essere una forza di intervento rapida h 24 senza tutti i cavilli. Alle 7.30 è stato firmato un decreto !!!!!!!

Fjr

Mer, 24/08/2016 - 13:04

Ma quali decreti, in situazioni di tale gravità,come per l'Aquila e molte altre essenziale è la tempestività, ma quando c'è da scegliere se soccorrere prima i clandestini o prima gli italiani allora servono i decreti per districare la matassa

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 24/08/2016 - 13:05

Quando succede qualcosa (sia un terremoto, una strada allagata, o un bagnante che ha un malessere in una spiaggetta isolata della Sardegna) la prima reazione è sempre quella: i soccorsi sono arrivati in ritardo. Hanno ragione. Vista l’imprevedibilità degli eventi, per assicurare la presenza immediata dei soccorsi, bisognerebbe dislocare su tutto il territorio nazionale, al massimo ogni due chilometri (città, campagne, monti, spiagge e Dolomiti) due ambulanze (meglio averne una di scorta, nel caso la prima non parta subito), due unità dei pompieri (per lo stesso motivo delle ambulanze), due unità operative (idem) della Protezione civile; tende, cucine da campo, pronto intervento sanitario, uno staff di psicologi, giullari e saltimbanchi per l'intrattenimento, buffet, caramelle per i bambini, fiori alle signore e un prete che porti il messaggio di vicinanza e di preghiera del Papa. Mi raccomando, ogni due chilometri; altrimenti i soccorsi arrivano in ritardo.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 24/08/2016 - 13:33

Dimenticavo che, nonostante la grande disponibilità di uomini e mezzi, potrebbero verificarsi dei ritardi nel soccorso perché alcune unità risultano già impegnate. Molte tende sono utilizzate per alloggiare i migranti a Milano, Como, Ventimiglia, ed allestire centri di accoglienza sul territorio. Il personale medico è impegnato nelle operazioni di prima assistenza sanitaria ai migranti che sbarcano dalle navi-taxi in servizio h. 24 sulla rotta Libia-Italia, unitamente alle cucine da campo che assicurano all’arrivo un pasto caldo. I pompieri sono impegnatissimi a spegnere devastanti incendi, opera dei piromani, che bruciano mezza Italia, Capitale compresa. L’unica cosa certa che arriva sempre tempestivamente è il messaggio di cordoglio del Presidente Mattarella e quello di Papa Bergoglio che assicura la propria vicinanza allea popolazione colpita e la preghiera per le vittime.

Aam31

Mer, 24/08/2016 - 13:50

Constato che il "comitato del NO" è stato prontamente insediato.

gcf48

Mer, 24/08/2016 - 14:12

orcocan mi spiega la storia del decreto firmato alle 07.30?

Pinozzo

Mer, 24/08/2016 - 14:15

Solite polemiche gratuite per chi vuol sfruttare politicamente una tragedia. sciacalli.

giuseppe1951

Mer, 24/08/2016 - 14:21

Ma ci rendiamo conto di cosa accade in questo paese, per poter utilizzare i soccorsi c'è voluto un decreto firmato con urgenza, che è avvenuto alle 7,30, e dalle 3,26 fino alle 7,30 c'è stato dunque omissione di soccorso, ma allora le polemiche, come dice qualche ixxxxxxxe, ci servono!

divenire

Mer, 24/08/2016 - 14:33

Inutili polemiche che a nulla servono. Se alcuni giornalisti restassero in vacanza non se ne sentirebbe la mancanza.

laghee100

Mer, 24/08/2016 - 14:38

anche il sig. Pertini nel 1980 in occasione del terremoto del Belice si lamento' per i soccorsi non arrivati subito, dimenticandosi pero' che l'area terremotata era uguale a quella del Belgio !

gcf48

Mer, 24/08/2016 - 14:45

giano non faccia lo spiritoso. Si tratta di avere un forza speciale h24 dotata di tutti i mezzi per intervenire rapidamente. Mi pare che i soccorsi si sono mobilitati in tempo, ma scoordinati. Cosa significa il decreto delle 07.30? E poi non dimentichiamo la prevenzione, anzi la NON prevenzione.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 24/08/2016 - 14:48

(2) Dimenticavo che, nonostante la grande disponibilità di uomini e mezzi, potrebbero verificarsi dei ritardi nel soccorso perché alcune unità risultano già impegnate. Molte tende sono utilizzate per alloggiare i migranti a Milano, Como, Ventimiglia, ed allestire centri di accoglienza sul territorio. Il personale medico è impegnato nelle operazioni di prima assistenza sanitaria ai migranti che sbarcano dalle navi-taxi in servizio h. 24 sulla rotta Libia-Italia, unitamente alle cucine da campo che assicurano all’arrivo un pasto caldo. I pompieri sono impegnatissimi a spegnere devastanti incendi, opera dei piromani, che bruciano mezza Italia, Capitale compresa. L’unica cosa certa che arriva sempre tempestivamente è il messaggio di cordoglio del Presidente Mattarella e quello di Papa Bergoglio che assicura la propria vicinanza allea popolazione colpita e la preghiera per le vittime.

Ritratto di maucom

maucom

Mer, 24/08/2016 - 14:57

Io ho vissuto il terremoto in Friuli di 40 anni fa, ho trascorso 6 mesi in tenda, ho vistoi la gente rimboccarsi le man iche e cominciare a liberare le strade dalle macerie, abbiamo tirtato fuori i nostri morti dalle macerie. Dalle nostre case costruite in pietre e malta .... I nostri sindaci invece di prostestare si sono messi a rimuovere sassi ... Ora ci vuole un decreto per attivare la protezione civile ... forse bisognava svegliare Renzi .... ma infondo le vittime sono italiani per cui chi se ne frega! La priorita` oggi esiste solo per i migranti. Perche` non ne vanno a prendere qualche migliaio e li portano a rimuovere macerie! Infondo li paghiamo vero?

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 24/08/2016 - 15:33

In queste tragedie c'è sempre una certezza: non mancheranno mai le parole del premier di turno, le preghiere del papa e le polemiche sui soccorsi tardivi. TUTTO IL RESTO,ossia il veramente necessario SI.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 24/08/2016 - 15:37

Sento gente che fanno polemiche parlando del Duce, sicuro gli stessi che le fecero col terremoto dell' Aquila, in questo momento così grave per la Nazione! Un pò di rispetto per i morti. Sciacalli e vigliacchi. Dovreste prendere due pale, scavare senza sosta e senza richiedere congedi sindacali. Fannulloni.

cecco61

Mer, 24/08/2016 - 16:30

@ CapitainHaddock, io la pala la posso anche prendere solo che sono a diverse migliaia di chilometri di distanza. Come ho scritto il problema sta nella necessità di avere un decreto firmato per poter intervenire, senza nessuna polemica su tempestività o altro. Posso augurarmi che a Lei non capiti di trovarsi in una situazione simile dove, per la mancanza di un provvedimento amministrativo ad hoc, rifiutino di aiutare Lei o un suo familiare. Piango per le vittime e i loro familiari, nonché per me stesso e per tutti gli italiani, la cui salvezza in caso di bisogno dipende dal burocrate di turno, più o meno affaccendato, e sperando che non sia in ferie. Se per Lei questo è un paese moderno e civile.....

stamicchia

Mer, 24/08/2016 - 16:34

"....vi sono difficoltà a raggiungere alcune località ed è stato già attivato il Genio militare":. Per chi aspetta i soccorsi il tempo non passa mai ma non è che il terremoto può sceglie di risparmiare le vie di comunicazione.

PAOLINA2

Mer, 24/08/2016 - 16:38

@mbferno: condivido.

conviene

Mer, 24/08/2016 - 17:14

dopo un'ora dal sisma la protezione civile di Gromo Bg. che è la coordinatrice nazionale per questi eventi era già partita con il primo contingente di uomini e mezzi e da Nembro BG. i cani addestrati. Abbiate rispetto delle persone che rischiano la vita e si danno da fare gratuitamente se non ne avete per i morti e dite la verità una volta nella vita

Angiolo5924

Mer, 24/08/2016 - 18:16

Il decreto sarà anche stato firmato alle 7:30, non lo so, ma i telegiornali del primissimo mattino (ante 7:30) già dicevano che le squadre dei soccorsi erano all'opera e altre ne stavano affluendo. E poi, se le strade cedono, i fianchi delle colline collassano, e cadono degli alberi sulla strada, un minimo di tempo ci vorrà. Oppure arriva la cavalleria aviotrasportata di Apocalypse Now al suono di Die Walkuere?

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 24/08/2016 - 18:25

Chissà se la magistratura (minuscola) indagherà qualche geologo...per non avere previsto il sisma!

angelovf

Mer, 24/08/2016 - 19:09

Se la protezione civile sapeva del terremoto andava la sera prima con tutti i mezzi. Queste sxxxxxxxe vengono sempre dette dopo ogni catastro, la gente è ignorante pensa che preparerà un soccorso come quello di un terremoto non è come fare una pizza, sarebbe meglio che certi ignoranti stiano zitti, anche per il rispetto delle vittime. Se certe persone avessero fatto parto di un corpo come i vigili del fuoco, saprebbe benissimo che non si indugia quando suona la campanella per un disastro. Essere ignorante è brutto, però non si può sapere tutto, allora è meglio tacere si fa fa un ottima figura.

Ritratto di orcocan

orcocan

Mer, 24/08/2016 - 19:15

@gcf48, ti confondi con qualcun altro. Non so nulla di decreti e non credo esistano. Io mi riferivo nient'altro alle solite polemiche sui ritardi.

cecco61

Mer, 24/08/2016 - 19:57

@ conviene: ci sei o ti fai? Qui nessuno manca di rispetto né ai morti né ai volontari che si prodigano per aiutare i più sfortunati. Anzi, proprio a loro difesa si fa presente come, se fossimo un Paese civile, non ci dovrebbe essere la necessità di un "decreto" ma, visto le tasse che paghiamo, una forza di pronto intervento per le calamità. Tanto di cappello alle sedi di Gromo e Nembro ma, me lo conceda, sono un po' distanti da Amatrice e per di più in una zona a basso rischio sismico. La necessità del "decreto" è stata riferita da Curcio, capo della protezione civile, non da noi commentatori.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 24/08/2016 - 20:48

Il terremoto incombe, ma non si sa mai quando arriverà, magari nel prossimo secolo. Polemiche speciose, mentre i soccorritori spesso rischiano di persona. Facile criticar

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 24/08/2016 - 20:51

Riprovo. Facile criticare standosene in poltrona, mentre i soccorritori rischiano la loro vita.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 24/08/2016 - 21:16

@CECCO61: IL TERREMOTO NON ASPETTA IL DECRETO PER FARE QUELLO CHE GLI PARE SONO I POLITICI CHE NON HANNO LE IDEE CHIARE SULLE MODALITÀ DI INTERVENTO, TEMPI DI ESECUZIONE E PERSONE CHE SI ASSUMONO IL COMPITO DI INTERVENIRE TEMPESTIVAMENTE ALLA BISOGNA ... UCCIDE PIÙ LA BUROCRAZIA E L'OTTUSA "FORMA MENTIS" DI CERTA IMPOSTAZIONE POLITICA IDEOLOGICIZZATA CHE IL DESTINO INFAME. SE LE REGIONI ITALIANE AVESSERO L'AUTONOMIA AMMINISTRATIVA FORSE IL POPOLO NON SI TROVEREBBE AVVINGHIATO NEI TENTACOLI SIMIL PIOVRA DI TUTTO L'AMBARADAN POLITICO AMMINISTRATIVO CHE PARALIZZA LA BUONA E ONESTA VOLONTÀ DEL CITTADINO. OSSEQUI.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 24/08/2016 - 23:04

(2) @mbfermo: appunto, proprio così. In verità manca ancora qualcosa. Manca l'inviata speciale che chiede alla donna distrutta dal dolore seduta sulle macerie della propria casa: "Ha avuto paura?". E poi mi manca ancora la "foto simbolo", quella magari con il bambino impolverato salvato per miracolo grazie al fiuto di un cane “eroe”. Ma sono certo che entro la giornata avremo anche quella. E’ in queste tragiche circostanze che la nostra classe giornalistica dà il meglio di sé.

Mr Blonde

Gio, 25/08/2016 - 00:47

Vogliamo far polemica a tutti i costi facciamola, ma avete idea di che paesi parliamo? Crolla un ponte o frana una strada e , soprattutto di notte, dove vai? Dalle 5 erano partite almeno decine e decine di autoambulanze o pompieri

brunog

Gio, 25/08/2016 - 02:49

Sembra che le uniche cose che funzionano in Italia sono le critiche e le polemiche. Di fronte ad una catastofe del genere un po' di ritegno non guasta.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 25/08/2016 - 07:41

Capisco che devono essere sempre all'erta, ma è capitato alle 3 e mezza di notte. Prima che chiami tutti ed organizzi, un po' di tempo ci vuole, non è l'ammalato che sta male di notte chiami la croce rossa ed arriva subito. Mio padre alle 2 di notte con croce rossa ad un chilometro, sono arrivati dopo 2 ore quando ormai non c'è stato più niente da fare.

veromario

Gio, 25/08/2016 - 10:37

e un ritornello vecchio quanto il mondo.