Tessere elettorali con il cognome del marito: scoppia la polemica

L’indicazione è prevista da una legge del 1999 ma solo quest’anno il ministero dell’Interno ha fatto applicare questa possibilità sulle tessere elettorali

Questa tornata di elezioni europee ed amministrative saranno ricordate anche per la polemica, tutta italiana, che sta ruotando intorno alle tessere elettorali e ai cognomi riportati su di esse.

Come riporta Repubblica, in queste ore molte elettrici, in segno di protesta, stanno pubblicando sui social il proprio documento rinnovato per queste elezioni, che riporta oltre al proprio anche il cognome del marito.

Tra queste vi è l’ex presidente del Municipio Val Polcevera, Iole Murruni, che seppur felicemente sposata ha voluto affidare a Facebook la propria indignazione. "Ecco la nuova tessera elettorale. Sono sposata da 35 anni e per la 1^ volta vedo il mio cognome e nome "in" quello del marito. Sono le nuove disposizioni del Ministero dell'Interno. Piccole cose forse che però fanno capire che si sta tornando indietro", è stato il suo commento.

La possibilità di inserire il cognome del marito accanto a quello della consorte sulla scheda e sui registri elettorali esiste da 20 anni. Ma solo negli ultimi mesi il ministero dell’Interno ha fatto applicare questa possibilità, facendo stampare il nome del coniuge sulle tessere delle elettrici.

L’articolo 13 della legge 30 aprile 1999 n.120 sulle "Disposizioni in materia di elezione degli organi degli enti locali nonché disposizioni sugli adempimenti in materia elettorale" disciplina le modalità di istituzione della tessera elettorale.

Il dpr 299 del 2000 regola le modalità di rinnovo della tessera elettorale. L'articolo 2, infatti, recita che "per le donne coniugate il cognome può essere seguito da quello del marito".

Commenti

baronemanfredri...

Dom, 26/05/2019 - 19:15

MEGLIO RIPORTARE IL COGNOME DEL MARITO CON LA SCRITTA IN CHE METTERE UNA PAROLA CHE SIGNIFICA IN CRETINITA. MA PENSATE A ARGOMENTI SERI E PERICOLOSI COME INVASIONE CLANDESTINITA' PREGIUDICATI STRANIERI STUPRATORI STRANIERI LADRI STRANIERI E CLANDESTINI. MEGLIO VOTARE CONTRO QUESTI CHE ESSERE CON LA DICITURA DEI CLANDESTINI E STRANIERI CHE SFOTTONO L'ITALIA COME SI SUL DIRE IN CU....TI CAPITO?

Ritratto di MiSunChi

MiSunChi

Dom, 26/05/2019 - 19:38

Evidentemente la signora avrebbe preferito che ci fosse stato scritto "Genitore 2".

frapito

Dom, 26/05/2019 - 19:46

Mi riesce difficile capire perché dopo 35 anni si vergogna di avere il cognome del marito. Forse è un latitante? Ha paura di essere identificata come moglie? Non vuole che la gente pensi che sia sposata? Non gli piace il cognome del marito? Che altro? Tornare indietro, ma da dove è partita? Boh! Misteri ancestrali!

carlottacharlie

Dom, 26/05/2019 - 19:47

Ma per favore! Dove hanno la testa quelli del ministero dell'interno? Pensano che le donne debbano essere messe sotto tutela? Una può essere sposata ma questo non significa inglobare lei ed il marito che sono due persone diverse incontratesi per caso. Mi sono sposata 55anni fa e mai ho usato il cognome di mio marito, mica mi aveva comprata. Sono queste piccolezze che a me danno fastidio danno fastidio alla mia personalità.

lappola

Dom, 26/05/2019 - 19:51

Sulla scheda di mia moglie, emessa nel 2001, c'è anche il mio cognome. Dove sta il problema? Forse le donne non vogliono far sapere che sono sposate? per quale motivo? Agli invasori clandestini non glie ne frega niente se le donne sono sposate, anzi, meglio.

cgf

Dom, 26/05/2019 - 19:54

Allora, nel 1999, a capo del Governo c'era un certo Massimo D'Alema, dice nulla?

Ritratto di elio2

elio2

Dom, 26/05/2019 - 20:12

Forse per la sua ideologia era meglio essere identificata con genitore uno o genitore due?

antonmessina

Dom, 26/05/2019 - 20:15

ma è dal 2001 che esiste

MOSTARDELLIS

Dom, 26/05/2019 - 21:10

E qual è il problema? Si vergogna del nome del marito?

Tergestinus.

Dom, 26/05/2019 - 22:21

In Germania e in altri paesi dell'Europa settentrionale, quei paesi che da trecento anni ci vengono immancabilmente indicati come "civili, evoluti e avanzati", le donne sposandosi perdono del tutto il loro cognome per assumere soltanto quello del marito.

killkoms

Dom, 26/05/2019 - 22:23

la mia ce l'ha da alcuni anni!nei paesi di cultura anglosassone,come Gb e Usa,più "avanti" di noi in usi e costumi,la donna sposata usa il cognome del marito!

Giorgio5819

Dom, 26/05/2019 - 22:29

Signora !..beata lei che non ha di meglio da pensare !!

ruggerobarretti

Dom, 26/05/2019 - 22:31

Kazzata colossale, sulla tessera di mia moglie, rilasciata nel 2001 dall' allora sindaco piddino, oltre al suo nome vi è trascritto " coniugata con...il sottoscritto ".

Ritratto di gian td5

gian td5

Dom, 26/05/2019 - 22:54

Una certa Angela Dorothea Kasner non si vergogna a farsi chiamare Merkel, nonostante questo sia il nome del primo marito, eppure è a capo del maggior paese d'Europa.

Ritratto di allergica_alle_zecche

allergica_alle_...

Dom, 26/05/2019 - 23:02

quindi?? le mie amiche inglesi che dopo il matrimonio hanno PERSO il loro cognome anche sui documenti vivono in uno stato di stampo antico e medievale? il loro passaporto riporta solo il cognome del marito e non mi pare sia un problema... Anzi, a loro suona strano quello che facciamo qui. Sono solo dettagli, ma i sinistri ormai si appigliano a queste str*onzate. Che schiaffone che prnederanno, poveracci!! pensano al cognome...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 27/05/2019 - 08:06

Chi non è sposata scriveranno Pinco Pallina fu Caio,se il genitore è mancato. In altri Stati leggo che tolgono il loro Cognome e mettono quello del marito.M sembra sbagliato, mettete che il marito abbia una sorella con lo stesso nome di sua moglie e magari nata nello stesso giorno ed anno. Quando chiederanno il suo documento, di chi si parlerà? Della moglie o della sorella? Caso raro vero. Ma anche solo il nome.