Treno deragliato, il macchinista: "Ho frenato, ma era tardi"

Il macchinista del treno deragliato: "Ho sentito che il treno vibrare tanto e ho frenato, ma era troppo tardi"

"Ho frenato quando era ormai troppo tardi". A parlare è il macchinista che questa mattina - poco prima delle 7 - era alla guida del treno che è deragliato tra Pioltello e Segrate, alle porte di Milano, mentre viaggiava, carico di pendolari, tra Cremona e la stazione Porta Garibaldi, nel centro del capoluogo lombardo.

"Sembrava che il convoglio fosse più trattenuto del normale", ha detto a vigili del fuoco e investigatori il dipendente di Trenord, "Quando ho sentito che il treno vibrava tanto, ho azionato subito il freno ma era già troppo tardi, era già fuori dai binari". L'uomo è stato medicato, ma non ha riportato gravi contusioni: i primi due vagoni del treno regionale sono infatti rimasti perfettamente sui binari, è stata sola la parte centrale del convoglio a deragliare

Sarà il suo racconto a fornire ai pm che indagano per disastro ferroviario colposo dettagli in più sulle cause dell'incidente. Al momento i sospetti si concentrano sulla rotaia e in particolare su un pezzo di binario lungo 23 centimetri che ha ceduto, ma non è ancora certo che questo abbia causato l'incidente o se la rottura sia stata conseguente.

Nessuna responsabilità viene invece al momento individuata a carico del macchinista che è ricoverato in ospedale.

Commenti
Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 25/01/2018 - 16:59

Che colpa può avere? Già bello che non sia deragliato l'intero convoglio. A quell'ora c'è ancora buio quindi potersi eventualmente accorgere, ammesso e non concesso si possa, di qualche anomalia sui binari è praticamente impossibile. La verità è che le linee sono vecchie, i treni sono vecchi e che in Italia investire nel trasporto sembra non essere la priorità, mentre i soldi per le cooperative e i loro affari si trovano, eccome.

Doc47

Gio, 25/01/2018 - 17:00

Ennesima strage dovuta alla politica sono morte persone, madri che andavano a lavorare. Pare essersi trattato di un cedimento strutturale ma cosa significa ? Significa che l'amministrazione delle ferrovie non faceva manutenzione perché o non avevano fondi a sufficienza o perché qualcuno li ha rubati o perché lp stato usa i fondi a disposizioni per altre cose. La strage ferroviaria del 2016 in Puglia, le valanghe, le alluvioni non sono stati sufficienti a far capire a questa inetta ed inefficiente classe politica che l'Italia va curata come i suoi fiumi, le ferrovie, le strade, la gente, i lavoratori, i poveri. 6 MILIARDI OGNI ANNO PER L'ACCOGLIENZA (sono almeno il doppio considerando le spese mediche ed altre voci e ruberie) basterebbero solo per fare qualcosa e non permettere che MUOIANO DEI LAVORATORI. VERGOGNA !

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 25/01/2018 - 17:13

Stando a quanto si legge il macchinista se ne è accorto dopo.....2 KM!!!!!!! Forse dormiva ancora data l'ora?

faman

Gio, 25/01/2018 - 18:09

le spese per l'accoglienza c'entrano poco, sono i tagli indiscriminati alla spesa, che vengono da lontano, ogni governo ci ha messo del suo e i risultati sono questi, ma non solo nelle ferrovie. Tagli a cui non è mai seguita una razionalizzazione della spesa, che viene sempre dichiarata per addolcire la pillola, ma mai realizzata.

maricap

Gio, 25/01/2018 - 18:15

@mbferno Per tua informazione, il macchinista non viaggia con la testa di fuori dalla cabina di guida (Specialmente in questa stagione) e due vetture su cinque che corrono con le ruote fuori dei binari, non fanno rumore come i petardi. Tuttalpiù, se avesse avuto l'occhio sull'amperometro, avrebbe potuto forse notare un assorbimento di corrente maggiore, ma non certo da destare atroci sospetti. Infatti le locomotive hanno una potenza tale, che a confronto , per loro tirare cinque vetture sarebbe come per noi alzare un secchio d'acqua. Piuttosto, fin dalla prima anomalia, qualcuno avrebbe dovuto azionare il segnale di allarme, che fa entrare in frenatura tutto il treno. Anche se è vero che ad un treno per fermarsi, occorrono diverse centinaia di metri, ma sicuramente l'impatto contro i pali, se fosse ancora avvenuto,sarebbe stato meno violento.

Bengi

Gio, 25/01/2018 - 18:20

Dicevano questa mattina che il treno era spinto dalla locomotiva, vagone che quindi era in coda al treno; qualcuno sa spiegare questo cosa significa, e quindi dove si trovava il macchinista? Grazie.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 25/01/2018 - 18:30

Ma non avevano mandato chef rubio a fare i binari vero?

FaroAlogeno

Gio, 25/01/2018 - 18:59

altri morti sulla coscienzandi chi trova i miliardi da dare a orde di immigrati stupratori ma non li trova per cambiare binari usurati; quelli delle ONG perché non prendono vanga e piccone e vanno a fare gli operai dimfatica per salvare le vite di brava gente che si alza alle cinque per andarsi a guadagnare quattro soldi? vergognatevi davanti allo specchio e se esiste davanti a Dio, fate orrore;

fabiano199916

Gio, 25/01/2018 - 19:04

mbferno sembra essere un esperto....ma forse non sa che per fermare un treno ci possono volere anche piu` di 2km, mbferno non coglie la differenza tra l'attrito ruota(ferro) e rotaia(ferro) e' differente tra l'attrito gomma-asfalto

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 25/01/2018 - 23:30

@faman - sei un disco rotto. Ti dai la zappa sui piedi da solo a toccare certi argomenti. Meglio tacere.

Massimo Bernieri

Gio, 25/01/2018 - 23:40

Certo che la motrice in coda a spingere,ha aggravato la situazione perché con la massa che ha:72 t,ha compresso il treno.Diverso se fosse stata in testa magari l'urto contro il palo della carrozza,avrebbe spaccato i ganci in trazione e forse..!

maricap

Ven, 26/01/2018 - 12:47

@Bengi Alcuni convogli possono essere trainati o spinti dalla locomotiva avendo all'altro capo di essi, una vettura pilota con gli stessi comandi, che vengono trasmessi alla locomotiva tramite cavi che corrono per tutta la lunghezza del treno. Certo che il macchinista è sempre presente in testa, sulla locomotiva o nella vettura pilota , a seconda del senso di marcia.

faman

Ven, 26/01/2018 - 14:53

#Leonida55 - 23,30 - no! non dirmelo, lasciami indovinare, è colpa dei comunisti?

faman

Ven, 26/01/2018 - 14:54

#Leonida55 - 23,30 - ti prego, fammi un commento serio