Anna Oxa sbotta su Facebook. "Dovete scrivere questo su di me"

Anna Oxa pubblica un lungo post in attacco a un articolo dal giornalista Giordano, giudice di Amici nella finale. Poi chiude la discussione: "Non perdo tempo"

"Paolo Giordano senza Anna Oxa non ti legge nessuno?". Comincia così un lungo post del profilo Facebook di Anna Oxa. Parole che mirano a colpire il giudice, e giornalista, della finale del celebre show di Canale 5, Amici.

L'attacco di Anna Oxa su Facebook

La Oxa, o chi per lei gestisce i social network, prosegue nelle sue considerazioni: "Come mai usi il marchio Anna Oxa per ogni cosa che ti diletti a riportare a chi ti da ancora spazio per convenienza? Non hai visto a Roma, proprio dove si trovano due grandi Stati, tanti umani, nel 2016 dormono coperti di cartone a terra davanti alla stazione e non solo? Non vedi le cose ed hai bisogno di inventare su Anna Oxa? Sembrate ossessionati da Anna Oxa, attenzione dopo 6 mesi diventa patologico...avete seri problemi se vedete Anna Oxa in qualsiasi trasmissione...".

Ma a caso ri riferisce la cantante? Ad un articolo in cui si parla di situazioni, che si sono verificate nell'ultimo periodo, in cui cantanti come Arisa, la Brigliadori e anche la Oxa, abbiano esagerato con degli atteggiamenti (come abbandonare uno studio di una trasmissione) che poteva, forse, essere evitati. Ma il post continua: "Forse avete interesse in questo momento di indagini a farla sembrare alterata? Siete voi alterati altrimenti non scrivereste cose inutili ma provereste la vergogna in un paese civile vedendo che gli umani dormono per strada davanti all'indifferenza di tutti.

E ancora: "Sono finite le elezioni e si ricomincia con Anna Oxa? Se vuoi ti posso suggerire cosa scrivere perché io faccio parte del popolo e conosco le problematiche tu frequenti i VIP solo perché sei disposto a non scrivere quello che rappresenta la società, per questo non hai argomenti. Perché non scrivete della sentenza del 22 Novembre 2015 nella sezione penale di Milano, grandi nomi della musica ...interessante! Perché non scrivi del decreto ingiuntivo privo di documenti di prova emesso da un giudice e delle memorie depositate con documenti falsi? Perché non scrivi che Proxima è stato finanziato dalla signora Oxa e che altri si sono appropriati non solo del master ma anche di ogni diritto ...anche all'Estero...Giordano c'è tanto da scrivere... come mai si scrivono banalità o cose inventate? Per salvaguardare i grandi management della musica Italiana? Come mai non scrivete della SIAE? Della discografia? Perché avete così paura della verità di Anna Oxa? Non ditemi che scrivete denigrando Anna Oxa per coprire gli altarini? !!!".

Ci prova il giornalista a rispondere: "Se mi dite dove ho denigrato, sarò ben felice di correggermi. Ma se non vi ho denigrato, mi piacerebbe riconosceste che il vostro attacco è gratuito. Fatti non parole. Grazie.". Ma la risposta è già pronta: "Paolo...Paolo...sei tu che metti parole senza fatti...di certo non l'ho fatto prima e non lo farò ora di far girare il tuo articoletto per pubblicizzare ancora fanghetto... Anche la stampa Estera si è accorta di quello che state facendo... Altro che ridicoli...infatti saranno loro a pubblicare la verità...Sai, i documenti nemmeno in tribunale li possono smentire...perché ognuno dovrebbe smentire se stesso...ride bene chi ride ultimo per questo è importante sapere quando si inizia...altro che TSO...sembra proveniate tutti da un'unica etica o educazione per come siete coesi nella vostra immaginazione."

Insomma una diatriba che non pare finire. E che probabilmente non si chiarirà mai. Infatti, alla domanda "Di cosa mi sta accusando". La risposta che arriva è: "Sono Milly Milano, la signora Oxa credo non perda tempo per cose a cui non da importanza".