Coltello in mano, cappuccio in testa: foto da bullo di Elder Lee

Sul profilo Instagram dell'americano che ha confessato l’omicidio di Mario Cerciello Rega, uno scatto da "duro" con una lama in mano

Cappuccio della felpa tirato sulla testa, bottiglia di birra portata alla bocca con la mano destra, perché nella sinistra impugna una lunga lama. È la foto da bulletto che lo stesso Finnegan Elder Lee, il ragazzo americano che ha confessato l'omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega, ha postato sul proprio profilo Instagram prima di partire alla volta dell’Italia.

Forse quel grosso coltello è lo stesso che ha ucciso brutalmente il vicebrigadiere dell'Arma, ammazzato con undici coltellate. Una foto choccante, scovata dal Tg2, che racconta un altro spaccato dell'indole violenta del 19enne di San Francisco.

Il teenager sulla propria utenza Instagram si definisce "King of Nothing", nella sua biografia scrive: "Death is guaranteed, life is not", che tradotto significa "la morte è garantita, la vita no" e in un post scrive: "Odio me stesso più di quanto io odi te", mentre in uno ancora più recente proprio a Roma cita una strofa di una canzone sotto un'altra foto da duro e in posa da rapper: "Sì, ho bisogno di aiuto. Sì, sto andando all’inferno". Sulla propria pagina ha circa 1.223 follower e il nome del suo account, attualmente privato, è finntrill.

Lee Elder, insieme a Christian Gabriel Natale Hjorth, rimangono in cella nel carcere capitolino di Regina Coeli, mentre in queste ore gli inquirenti stanno effettuando nuovo rilievi nella stanza occupata dai due statunitensi all'Hotel Meridien, dove hanno alloggiato durante la loro vacanza nella Città Eterna.

Commenti

Libertà75

Gio, 01/08/2019 - 10:57

chissà se il PD arriverà a proporre di intitolare un'aula del Parlamento a codesto soggetto

bernardo47

Gio, 01/08/2019 - 11:00

Andava curato prima caro padre e cara madre! Ora, stia in galera a vita! Assassino!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 01/08/2019 - 11:31

@bernardo47 11:00...già!

DUROEPURO

Gio, 01/08/2019 - 12:06

INCREDIBILE. Il legale del presunto omicida del Carabiniere si meraviglia del clamore sollevato dal fatto che il ragazzo detenesse un arma da guerra: in USA è una prassi comune, per difendersi. Lo stesso legale, scommettiamo, che prossimamente farà il diavolo a quattro perchè il presunto colpevole, in sede di interrogatorio, è stato bendato? Ricordiamogli che anche questa è prassi comune (della Polizia) in USA, per difendersi dai delinquenti sotto interrogayorio !!!!!!!

kayak65

Gio, 01/08/2019 - 12:14

liberta'75@ tranquillo si sono gia' mobilitati...vedrai che organizzaranno pure fiaccolate per sostenre l'assassino drogato. solo loro possono stare sempre dalla parte sbagliata

agosvac

Gio, 01/08/2019 - 12:53

Se in Italia avessimo una magistratura normale, non ci sarebbero dubbi sulla condanna di questo balordo. Purtroppo in Italia in tempi passati abbiamo assistito all'assoluzione di amanda nox e sollecito con contemporanea condanna di Guede che fu condannato per avere assassinata Meredith in "concorso " con altri. Siccome in quella casa insieme a Meredith c'erano solo Guede, amanda e sollecito, non si capisce chi possano mai essere gli "altri" tranne loro due!!! Per questo con la magistratura italiana c'è da aspettarsi anche un'assoluzione con scuse per averlo fatto preoccupare.

dredd

Gio, 01/08/2019 - 13:03

Un vero duro insomma

omaha

Gio, 01/08/2019 - 13:17

Un coltello del genere non è un bulletto, ma un delinquente, un criminale. Anche se ha solo 19 anni, può uccidere A 19 anni può avere la forza e la freddezza di un uomo maturo Come si fa ad avere il coraggio di difendere un criminale del genere Se lo assolvono o gli riducono la pena, gli avvocati e i magistrati avranno per sempre la coscienza sporca 11 Coltellate!!! Non 1, 11.. Come si fa a dargli delle attenuanti