Cultura, sport e gusto: viaggio nelle meraviglie del Belpaese

Alla Bit 2019 l'offerta di vacanze delle Regioni italiane in primo: da Matera capitale europea della cultura alle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. Il futuro fra sport e turismo con la candidatura alle Olimpiadi invernali 2026

E’ un viaggio multisensoriale tra mete da sogno in paesi lontani e tradizioni d’eccellenza made in Italy quello che Bit 2019 ha inaugurato a fieramilanocity. Grande apprezzamento da parte del pubblico e degli operatori che hanno visitato gli stand della Borsa Internazionale del Turismo in rappresentanza delle oltre 100 destinazioni in Italia e nel mondo.

Tante le proposte turistiche e i progetti che legano le nostre Regioni e rafforzano il “Brand Italia” senza dimenticare le eccellenze delle piccole realtà definite a torto, "minori".
Il 2019 sarà l’anno dedicato alle celebrazioni del genio di Leonardo da Vinci in occasione dei 500 anni dalla sua morte. Un tema che legherà le offerte di più territori a partire dal Comune di Milano e dalla Regione Lombardia che promuoveranno il progetto “Leonardo500”, un palinsesto di eventi, iniziative e percorsi guidati alla scoperta dei luoghi e delle opere del Genio. La Regione Toscana darà risalto al legame con la sua città natale, Vinci, e poi quello fondamentale con Firenze e con la bottega del Verrocchio che sarà protagonista di una mostra a Palazzo Strozzi. Anche l’Emilia Romagna propone un itinerario per ripercorrere i luoghi che incantarono il Maestro quando fu chiamato nel 1502 da Cesare Borgia per verificare le fortificazioni e le infrastrutture del Ducato di Romagna e quando arrivò a Bologna a seguito del Re di Francia. Ma il 2019 è anche l’anno di Matera capitale europea della cultura che ha lanciato un progetto innovativo dedicato al turismo sostenibile attraverso otto itinerari disponibili su web e app per arricchire l’offerta culturale della città dei sassi valorizzando il patrimonio urbano, culturale e paesaggistico.

La trentanovesima edizione di Bit lancia anche uno sguardo verso il futuro fra sport e turismo, con la candidatura alle Olimpiadi invernali 2026. La decisione del Comitato olimpico internazionale dovrebbe arrivare il prossimo giugno, ma Milano e la Lombardia insieme a Cortina e al Veneto sono già pronte per soddisfare le esigenze degli sportivi e degli amanti dello sport con offerte e itinerari dedicati. E proprio il giorno dell'inaugurazione di Bit, nello stand della Regione Veneto, alla presenza del ministro per le Politiche agricole, alimentari e forestali con delega al turismo, Gian Marco Centinaio, è stato lanciato il nuovo marchio territoriale del territorio bellunese: "Dolomiti, the mountains of Venice".

L’Emilia Romagna, prima Regione italiana per presenze turistische – quasi 60 milioni lo scorso anno- ed eletta nel 2018 prima destinazione della classifica Best in Europe di Lonely Planet, alla Bit si apre al mondo portando tutto il proprio lifestyle. Le proposte rilanciano le opportunità per vivere un turismo dell'esperienza. Dai percorsi di wellness nei centri termali agli 8000 chilometri di piste ciclabili, dai circuiti dei campi da golf a quelli della “motor valley” (che include marchi come Ferrari, Ducati, Lamborghini, Maserati, Dallara, Pagani), dai 400 chilometri di piste da sci ai 116 teatri storici, l’Emilia Romagna offre pacchetti per tutti. La stagione turistica della Riviera Romagnola aprirà ufficialmente in occasione del weekend pasquale (19-22 aprile) con le tante opportunità di svago e divertimento dei parchi tematici e dello sport internazionale a partire dalla 102° edizione del Giro d’Italia, che prenderà il via da Bologna. Non mancano poi le offerte enogastronimiche con 44 eccellenze europee tra Dop e Igp, chef di valore internazionale, ristoranti stellati, visite ai luoghi di produzione e lavorazione che offrono esperienze uniche. Un palinsesto ricco anche di iniziative culturali che comprendono la street art, le aree archeologiche di Ravenna, i cammini per viandanti e gli eventi legati al 170° anniversario del passaggio di Giuseppe Garibaldi nella Regione.

Multisensorialità e sostenibilità sono i temi con cui il Molise si presenta a Milano. Uno stand di design, che ricorda i padiglioni di Expo 2015, con un grande prato verde, una sfera in legno al centro dove poter osservare i paesaggi proiettati su quattro grandi vele e ascoltare il racconto di un territorio verdeggiante dove scoprire storia, cultura e sana cucina a chilometro zero.
È un grande spazio quello che la Sicilia dedica alle eccellenze turistiche. Delimitata da una serie di ledwall sui quali scorrono le immagini di un immenso patrimonio di storia, cultura e tradizioni, "Piazza Sicilia" accoglie più di quaranta piccole e medie imprese per proporre la propria offerta: dalle sfilate carnevalesche di Acireale, Sciacca e Termini Imerese alla festa del Mandorlo in fiore in programma nella Valle dei Templi, dall'Infiorata di Noto ai Nastri D'Argento di Taormina, dalla Targa Florio di Palermo alla Fiera Mediterranea del Cavallo che, a maggio, si svolgerà nella Tenuta Ambelia a Militello Val di Catania.

La Sardegna è presente con uno stand di circa 500 metri quadri che ospita 59 operatori dell'isola, protagonisti della promozione delle proposte di vacanze al mare e nell'entroterra. quello del turismo slow, con passeggiate, trekking e biking che portano alla scoperta di itennerari fra paesaggi spettacolari, tradizioni, arte, cultura e sapori antichi.

La Regione Lazio mette al centro dell'attenzione quattro principali temi: "I Cammini del Lazio" in omaggio al turismo lento, "I Borghi marinari" panoramica a 360 gradi sulle realtà della costa laziale e le isole pontine, "i Siti e Patrimonio Unesco nel Lazio” e gli "Open Golf 2019: il Lazio e la promozione del sistema golfistico regionale" in vista dei prossimi appuntamenti internazionali che lanceranno il turismo golfistico. Tra gli appuntamenti culturali: la presentazione della Guida "Giardini, Ville e Castelli del Lazio" con un focus su uno dei più bei giardini d'Europa, il Giardino di Ninfa, gli itinerari enogastronomici a cura delle Strade del Vino del Lazio e le degustazioni di piatti tipici realizzati con i prodotti di eccellenza laziali a cura di Agro Camera. Anche Roma è presente con uno stand che propone percorsi sportivi, esibizioni artistiche, eventi culturali rivisitati in ottica smart e social. I turisti potranno fare jogging nei Fori Imperiali, seguire la Formula E all'ombra del Colosseo Quadrato, percorrere il centro storico con i runner della Maratona Internazionale, festeggiare il Capodanno al Circo Massimo, e l'estate cittadina con il "Rock in Roma" e il "Roma Summer Fest".

E se tra gli stand della Bit si viaggia con la mente e l’immaginazione, grazie a Bit of Taste si gusta col palato nell’area gestita da Apci – Associazione Professionale Cuochi Italiani – dove si alternano i cuochi provenienti da diverse regioni italiane e Stati stranieri per proporre ricette tipiche, utilizzando prodotti del territorio: dalla colazione all’happy hour, il menù prevede momenti di formazione, showcooking, networking e approfondimento.
Il viaggio della Bit proseguirà fino a martedì 12 febbraio e sarà aperto agli operatori professioniali con tantissimi incontri business fra domanda e offerta.