Asta dei record a New York: settanta milioni per un Modigliani

Una "testa" dell'artista livornese è la sua opera più pagata di sempre. Battuta anche (per 101 milioni) una scultura di Giacometti

Chariot, scultura di Alberto Giacometti

È andato all'asta ieri a New York il leggendario "Carro" di Alberto Giacometti, scultura in bronzo progettata nel 1950 e realizzata nei due anni successivi. È stata battuta da Sotheby's per la cifra record di 101 milioni di dollari, la seconda somma più alta mai pagata per un'opera dell'artista svizzero.

Il "Carro", considerato un'icona dell'esistenzialismo, raffigura una dea in piedi su un carro dalle grandi ruote e per quarant'anni è rimasto in una collezione privata. Nel 2010 un'altra scultura di Giacometti, "Homme qui marche" era stata battuta per 104,3 milioni di dollari, diventando così l'opera più pagata di sempre.

Ieri è stata battuta anche una "testa" di Amedeo Modigliani, realizzata tra il 1911 e il 1912, per cui sono stati pagati oltre 70 milioni di dollari, la cifra più alta mai spesa per un lavoro dell'artista livornese.