Carla Fracci commenta l'imitazione di Virginia Raffaele sul palco di Sanremo

Per la seconda serata l'eccellenza italiana scelta dalla comica romana è stata l'etoile della danza classica

"È un onore averla qui!". "Lo so, lo so". È una Carla Fracci supersnob e piena di sé la seconda "eccellenza italiana" che Virginia Raffaele ha scelto di incarnare per la seconda serata del festival di Sanremo.

Con un'imitazione riuscitissima, abito bianco e movenze eleganti, che esaspera in maniera caricaturale il carattere altero dell'etoile, la Raffaele entra in scena e stronca subito il regno del nazionalpopolare: "È un piacere partecipare a questa storica sagra, saluto anche la banda", dice guardando l'orchestra dell'Ariston, tra le risate e gli applausi della platea.

Una parodia che anche la vera etoile ha gradito. Intervistata dal Corriere della Sera, Carla Fracci ha dichiarato: "Molto brava la Raffele, anche se non mi era ancora vista così rigida".

"Mi è tornato in mente quando una sera Chaplin mi disse "sarai importante quando ti imiteranno"". Poi sulla ormai famosa parolaccia pronunciata dalla Raffaele quando si accorge che non c'è un premio per lei: "Scappava di dirla anche a me quando Nurayev mi strattonava in scena".

Commenti
Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 11/02/2016 - 14:12

La classe non è acqua, e neanche l'intelligenza e la Fracci lo dimostra

yulbrynner

Gio, 11/02/2016 - 15:51

bene non se l'e ' presa ha dimsotrato di non essere una gran permalosa accettando la sua parodia

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Gio, 11/02/2016 - 18:07

E cosa avrebbe potuto fare? 'Obtorto collo' ha dovuto accettare. Quanto alla classe, ricordo che con Alemanno, quand'era sindaco, pubblicamente si comportò peggio di una lavandaia.

yulbrynner

Gio, 11/02/2016 - 21:35

Euterpe e allora??? a pelle non ci si sta tuti simpatici... forse non lo sapevi ancora? ahahah