Catania accoglie Cicatrici, la mostra dei B.Livers sulle fragilità dell'essere umano

La Galleria d'Arte Moderna della città etnea, dal 15 al 20 luglio, ospita il progetto itinerante che vede protagonisti ragazzi affetti da gravi patologie

Anche Catania abbraccia, e mette in mostra, le Cicatrici. Dal 15 al 20 luglio la Galleria d'Arte Moderna ospita la mostra itinerante di B-Livers: ragazzi affetti da gravi patologie croniche del progetto B.LIVE, e quelli del +LAB, l'innovativo laboratorio del Politecnico di Milano, hanno immaginato e poi scolpito con le stampanti 3D le proprie cicatrici su due icone della bellezza, la Venere di Milo e il David di Michelangelo, in una "discesa" dentro a se stessi, che è un viaggio di emozioni e verifiche che tutti gli esseri umani possono fare per scoprire la propria meraviglia.

Cicatrici è una storia comune, realizzata da persone che con le proprie esperienze di vita e per mezzo di opere d'arte, raccontano le ferite che hanno sul corpo, nel cuore, nell'anima, donandogli bellezza e una "visibilità" in cui ognuno può identificarsi. Segni, solchi, tagli che spesso non si vogliono mostrare, perché ci fanno apparire più fragili. Ma non sempre è così.

Dopo il successo della Triennale nel 2018, la mostra è diventata itinerante e dall'ombra della Madonnina ha viaggiato fino alle pendici dell'Etna.

Il 15 luglio alle ore 18.30 ci sarà l'inaugurazione di questa "avventura", dunque Cicatrici sarà esposta dal 16 al 20 di luglio 2019 alla GAM-Galleria d’Arte Moderna di via Castello Ursino, con ingresso gratuito, dalle 9.00 alle 19.00. Per l'intera durata della mostra i visitatori saranno accolti dai B.Livers che li guideranno in questo percorso e potranno partecipare ad un calendario di incontri, in cui diversi protagonisti e realtà del territorio si confronteranno sul tema della fragilità.