La droga di Hitler: oppiacei e metanfetamine ai soldati

Un nuovo saggio rivela l'uso di stimolanti chimici per vincere la guerra. Momsen, uno dei massimi storici del nazismo: "Cambia il quadro generale"

La tattica della guerra lampo di Hitler non fu soltanto ideologia. Se durante la Seconda guerra mondiale l'esercito tedesco riuscì più volte a sbaragliare il nemico al fronte con potenza, tecnica, efficacia e violenza lo si deve anche alle droghe.

Un nuovo libro, in uscita oggi nelle librerie della Germania, svela i retroscena di una campagna militare che mina le fondamenta dell'ideologia nazista dell'essere indistruttibili grazie all'appartenenza alla superiore razza ariana.

Nel saggio di Norman Ohler si indaga sull'abitudine dell'assunzione di droghe nel Terzo Reich, una prassi che andava dal Fuhrer in persona fino alla casalinga militante.

Pervitin è il nome di una pillola a base di metanfetamina brevettata nel 1937 che prometteva di eliminare la stanchezza e la depressione, rendeva euforici, esaltando i valori dello spirito nazista.

Nelle lettere che lo scrittore ha potuto consultare negli archivi storici, si legge come i soldati al fronte chiedessere grandi quantità del farmaco miracoloso, che li rendeva praticamente imbattibili. E dai documenti ufficiali risulta anche che i medici impiegati in campo somministrassero regolarmente - sotto l'ordine dei generali - la pillola in tutti i ranghi militari, al fine di ottenere una macchina da guerra infallibile.

Tra le carte, anche le cartelle cliniche del "maestro delle punture", il medico personale di Hitler, Theo Morell. Si scopre così che il Cancelliere del Reich assumeva quotidianamente metanfetamine, oppiacei, steroidi ed altre sostanze.

Presto però l'assuefazione alle sostanze portarono alla disfatta sia dei soldati, che non ne sentirono più gli effetti benefici ma ne accusarono le controindicazioni, sia al Fuhrer, la cui instabilità mentale venne aggravata dalle droghe.

"La totale euforia", questo il titolo dell'opera, in realtà era partito come un romanzo di fantasia, ma le ricerche durante le fasi di scrittura hanno portato lo scrittore alla scoperta di informazioni e documenti che hanno fatto luce su un aspetto ancora oscuro della furia distruttiva dell'esercito tedesco. Ne è venuto fuori un lavoro apprezzato anche da uno dei più grandi storici del nazismo, Hans Mommsen, che oltre a riconoscere la bontà del lavoro ha affermato che la ricerca di Ohler "cambia il quadro generale del nazionalsocialismo, senza riscriverne la storia".

Commenti

Noidi

Mer, 09/09/2015 - 11:01

Wow, che scoop. Tenuto conto che queste cose si sapevano da decenni direi che siete sempre sul pezzo. I miei complimenti.

Tobi

Mer, 09/09/2015 - 11:25

questo spiega le espressioni deliranti di Hitler nei suoi comizi. Comunque è purtroppo una pratica non nuova. Gruppi arabi usavano l'hashish già dai tempi delle crociate per compiere atti efferati e brutali contro chiunque (da cui il termine "assassini") anche contro gli arabi stessi. I combattenti Kurdi hanno denunciato che ispezionando i corpi dei combattenti dell'Isis da loro fermati vi trovano sempre scorte di pasticche di droghe nelle loro tasche.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 09/09/2015 - 11:30

Storia nota e risaputa, ne parla apertamente Paolo Caccia Dominioni in un capitolo di Alamein 19933 1942.

DeZena

Mer, 09/09/2015 - 12:07

anche perché per compiere certe "eroiche" gesta vedi S. Anna di Stazzema si pensa fossero almeno drogati...

giovanni951

Mer, 09/09/2015 - 13:20

perché, i militari americani credete che non siano bombati?

agosvac

Mer, 09/09/2015 - 13:48

Egregio noidi, questo non è uno scoop ma solo la notizia di un libro uscito recentemente in Germania. Detto questo sarebbe bene fare notare che questa pratica di dare droghe ai soldati c'è sempre stata e c'è tuttora. Le droghe le usano i talebani come pure gli americani, le usano i terroristi dell'isis, come pure quei soldati che all'isis si oppongono. Gli eserciti più intelligenti le usano con parsimonia e solo per certe operazioni belliche rischiose, i più cretini le usano sempre.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 09/09/2015 - 13:57

Pare che anche molti soldati Italiani in prima linea o nelle trincee della prima guerra mondiale, per poter resistere a quell'inferno, venissero dopati.

Reference

Mer, 09/09/2015 - 13:57

si scrive wehrmacht

agosvac

Mer, 09/09/2015 - 14:03

Egregio Tobi, lei ha ragione. Solo che la setta di coloro che usavano l'hascish per andare a commettere i loro assassini rituali è anche precedete alle crociate, risale ai tempi del "vecchio della Montagna" che ne era a capo e la loro azione era all'inizio rivolta ad eliminare persone "scomode" nell'ambito del mondo arabo ma sarebbe meglio dire dell'islamismo perché il vecchio della montagna non era arabo ma si pensa fosse persiano. All'inizio era una setta iniziatica nata per punire chi sbagliava, poi si crede che divenne una vera organizzazione finalizzata a commettere assassinii su pagamento d'ingenti somme.

massimo trevia

Mer, 09/09/2015 - 15:11

le usavano anche asterix,obelix e i berserkers e gli ulfhednar vichinghi!!

goligo

Mer, 09/09/2015 - 16:12

La solita spazzatura ebraica.

macchiapam

Mer, 09/09/2015 - 18:03

Basta leggere i libri di Sven Hassel, certamente autobiografici e credibili, per persuadersi che nessun soldato avrebbe potuto comportarsi come, con slancio suicida, si comportavano i soldati tedeschi, senza l'aiuto di droghe.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 09/09/2015 - 19:08

@Tobi. Allora anche Renzi le prende viste o meglio sentite le sue continue espressioni deliranti.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 09/09/2015 - 19:11

Nel PD già DS, già PDS, gia PCI le hanno sempre usate dal Congresso di Livorno in poi in modo sempre più accentuato.

palandrana

Mer, 09/09/2015 - 20:14

E i russi riempivano di vodka i loro soldati e li mandavano al macello.

gianrico45

Mer, 09/09/2015 - 23:00

Potrebbe essere anche vero, sebbene tutti gli eserciti del mondo hanno fatto sempre ricorso a espedienti del genere,ma la vera forza dei soldati tedeschi era esclusivamente la motivazione e l'appartenenza all'esercito più moderno e potente del mondo.

Grix

Gio, 10/09/2015 - 13:10

Ma perche' cosa si crede che assumano le bestie dell' ISIS? Niente di nuovo sotto il sole.