Ragusa Foto Festival anno due: l'arte in uno scatto

La scenografica, barocca Ragusa Ibla ospita da giovedì 27 giugno a domenica 30 luglio 2013 la seconda edizione della manifestazione che si intitola "Luce dal Sud-Abitare la catastrofe". Nove le mostre di diversi autori e dei loro sguardi sul mondo esposte a Palazzo Cosentini. Ospite d'onore Mario Dondero, "poeta" del reportage, omaggio a Basilico. Giornate professionali e conversazioni con gli autori

Fotografia come arte, testimonianza, messaggio dell'anima che parla al cuore e alla mente, che entra nella cronaca per costruire narrazioni forti, intense, senza frontiere.

Così i fotografi presenti a Ragusa Foto Festival 2013 si sono spinti a Sud per mettere a fuoco la figura reale dell’umanità contemporanea dove i luoghi del vivere e dell'abitare finiscono: l'imprevedibile e irrimediabile evento del terremoto nella città sospesa de L'Aquila, l'apparire contemplativo dell'infinito del mare tra le desolate edificazioni delle isole mediterranee, le consolanti scene di vita quotidiana in Angola, l'operosa dignità che emerge dagli slum di Nairobi, la tragedia della guerra e dell'inquinamento che porta il petrolio nel delta del Niger. Recita in questo modo il manifesto della seconda edizione della manifestazione dal titolo "Luce dal Sud - Abitare la catastrofe", diretta da Giovanni Chiaramonte, celebre fotografo e docente di Storia e teoria della fotografia.

Ospite d’onore dell’edizione 2013 è Mario Dondero, leggenda vivente del fotogiornalismo, autentico poeta del reportage, presente anche con una mostra indedita "La Spagna al tempo di Franco. Indagine sulla vera storia del miliziano di Capa", dedicata a una delle fotografia più note con cui Robert Capa colse la caduta di un combattente repubblicano in una combattimento della guerra civile spagnola.

Sono nove le mostre esposte nello splendido Palazzo Cosentini a Ragusa Ibla, città - gioiello siciliana. Prologo delle esposizioni sei scatti di Gabriele Basilico, omaggio a uno dei maggiori fotografi internazionali recentemente scomparso. Fra gli autori presenti, oltre Dondero: Franco Mascolo con "Isole_Mediterraneo", Silvia Morara con "Nulla, tutto accade-Angola", Michele Nastasi con "Città sospesa-L'Aquila", Filippo Romano con "Atlante del Ghetto-Nairobi", Ivo Saglietti con "H2oil -Delta del Niger". E infine i lavori dei due vincitori dei premi "Miglior portfolio" e "Giovane talento" della passata edizione: Melissa Carnemolla e Simone Sapienza con "Distretto di Fatih".

Il Festival si svolge in una location antica, scenografica e carica di storia oltre che di scorci barocchi imperdibili come Ragusa Ibla da giovedì 27 giugno a domenica 30 luglio 2013. In particolare, durante le giornate professionali (dal 27 al 30 giugno) si terranno le letture portfolio, i concorsi, gli incontri, i seminari e si apriranno le mostre esposte fino alla fine della manifestazione. Quest’anno i critici delle letture portfolio gratuite sono: Emilio D’Itri direttore Officine Fotografiche di Roma e del Festival Fotoleggendo di Roma, Tiziana Faraoni photo editor (l’Espresso), Maurizio Garofalo art director e photo editor, Roberto Mutti docente e critico della fotografia (La Repubblica), Marco Pinna giornalista e photo editor (National Geographic).

Altrettanto importanti come le opere esposte, saranno le conversazioni tra gli autori protagonisti del Festival e il pubblico, in dialogo con Giovanni Chiaramonte. Ragusa Foto Festival è un luogo interessante per incontrarsi, discutere sull'arte della fotografia e sui suoi codici, sulla professione del fotografo e sulla formazione, creando le basi per un evento unico in tutto il Sud Italia.

Il successo della prima edizione, diretta da Maurizio Garofalo, ha confermato la rassegna come un’interessante opportunità di approfondimento per artisti e appassionati, per studenti ma anche per fotoamatori che qui trovano possono conoscere maestri della fotografia, storie, tecniche e trucchi del mestiere ma anche occasioni di crescita culturale e di interesse per l'arte dello scatto. Oltre sei mila visitatori in quindici giorni. Molto partecipati, infatti, anche sia gli incontri, sia le letture portfolio (oltre duecento) da tanti giovani che hanno potuto presentare i loro lavori e confrontarsi con grandi maestri.

Ragusa Foto Festival è ideato da Stefania Paxhia, e realizzato dall’associazione culturale "Antiruggine", sotto la direzione artistica di Giovanni Chiaramonte, fotografo e docente di Storia e teoria della fotografia, con la collaborazione della Galleria Fotografica Luigi Ghirri di Caltagirone e dello studio Ultreya di Milano; col sostegno del Comune di Ragusa, della Provincia regionale di Ragusa, di Banca Agricola Popolare di Ragusa, della Camera di Commercio, e il contributo di Cora Banche, Poggio del Sole, Ottica Spoto, Leica, Mercedes Euromotor.

Informazioni sul festival: www.ragusafotofestival.it