A Milano storici e giornalisti per riaprire il dialogo Russia-Ue

Domani alle 17 alla Confcommercio l'associazione "Crescita e Libertà" presenta un incontro per parlare della crisi ucraina e affrontare il nodo delle difficili relazioni tra Russia e Unione Europea

Un incontro per riaprire un ponte di dialogo tra Europa e Russia, al di sopra del frastuono delle armi. Giornalisti, accademici ed esperti di Russia a colloquio, su iniziativa dell'Associazione "Crescita e Libertà" per analizzare gli ultimi sviluppi della crisi ucraina e capire cosa di buono può essere tratto dalla tregua che dura ormai da metà febbraio.

Domani alle ore 17 alla Sala Turismo della Confcommercio a Milano si riuniranno Fausto Biloslavo, inviato di guerra, tra gli altri, per il Giornale, i professori Aldo Ferrari dell'Università di Venezia e dell'Ispi e Giuseppe Valditara dell'Università di Torino, oltre al presidente dell'Associazione degli storici militari italiani, Virgilio Ilari e a Gianluca Savoini dell'associazione Lombardia-Russia. Dall'università di San Pietroburgo arriverà poi il professor Gabriele Crespi Reghizzi.

Il gruppo di lavoro punta ad analizzare le possibili soluzioni che si offrono alla Russia per uscire dall'isolamento politico e dall'assedio economico determinato dalle sanzioni della Ue, ma anche ad affrontare il nodo delle scelte, piuttosto controverse, della politica estera di Bruxelles negli ultimi quattordici mesi, analizzandone errori ed ingenuità.

L'obiettivo è porre le base per un rinnovato dialogo tra Europa e Russia. Perché dal silenzio ostile che è calato negli ultimi mesi ci perdono tutti. E non è detto che sia l'Europa a perderci meno.

Commenti

VittorioMar

Gio, 16/04/2015 - 17:36

Qualcuno incomincia a capire che le sanzioni sono ,in modo tafazziano,contro la UE??

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 16/04/2015 - 20:01

SIAMO CON TE, VLADIMIR VLADIMOROVIC PUTIN, unico statista Europeo

NON RASSEGNATO

Ven, 17/04/2015 - 11:04

Chi paqa queste sceneggiate, sempre io?

Ritratto di SAXO

SAXO

Ven, 17/04/2015 - 11:37

pagliacci servi UE e vassalli dei farisei nordamericani,ora le sanzioni vi sono tornate indietro come un boomerang,la RUSSIA isolata?Siete voi a essere isolati come moribondi, all orizzonte s intravede un probabile default con effetto domino in europa per questo ritornate a dialogare su cosa? Siete voi che dovete tirare giu i pantaloni,PUTIN non si muove di un passo ,sta nel giusto

giovanni PERINCIOLO

Ven, 17/04/2015 - 11:54

Forse é la volta buona che si rende noto di quante cxxxxxe é autore il presidente abbronzato degli USA! e Dio non voglia che a sostituirlo sia la ex first lady di un suo predecessore!

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Ven, 17/04/2015 - 13:32

Il dialogo si può anche lasciare chiuso. Putin è ANNI LUCE davanti alla marmaglia della inutile ue.