Morto lo scrittore Umberto Eco

Il semiologo, filosofo e scrittore noto al grande pubblico per "Il nome della rosa" si è spento ieri sera: aveva 84 anni

È morto ieri sera a 84 anni Umberto Eco, semiologo, filosofo e scrittore, noto al grande pubblico soprattutto per i romanzi Il nome della rosa (1980) e Il pendolo di Foucault (1988).

Nato ad Alessandria il 5 gennaio del 1932, nel 1988 aveva fondato il Dipartimento della Comunicazione dell'Università di San Marino e dal 2008 era professore emerito e presidente della Scuola Superiore di Studi Umanistici dell'Università di Bologna e dal 2010 socio dell'Accademia dei Lincei. Eco è autore di molti romanzi di successo, ma anche di saggi di semiotica, linguistica e filosofia. L'ultimo libro, Numero Zero è stato pubblicato nel 2015: ambientato nel 1992, racconta di una redazione di un giornale, ripercorrendo con questo strategemma narrativo tutte le tappe importanti della storia d'Italia da Tangentopoli a Gladio, passando per P2 e terrorismo rosso.

Da ieri sera il ricordo dello scrittore si rincorre sui social, che nonostante la tarda ora in cui è giunta notizia della sua morte, celebrano il grande intellettuale. Sintetico il comunicato di Bompiani: "lutto per la cultura, ci lascia Umberto Eco: Siamo addolorati". Giovanna Melandri aggiunge "Che tristezza la notizia della morte di Umberto Eco. Un grandissimo intellettuale e scrittore, una persona unica e speciale. Mancherà tanto". Anche la cantante Noemi affida le sue sensazioni ai social scrivendo: "Una parte della nostra cultura e letteratura. Ora tocca a noi. Saremo capaci di raccontarci così bene agli Italiani di domani?". "È mancato un grande italiano", nota Ivan Scalfarotto. Ma quello che salta più agli occhi è la quantità di messaggi lasciata da gente qualunque, lettori e studenti formatisi sui suoi libri, che ricordano Eco postando alcune citazioni. La più ricordata è quella che forse meglio rappresenta il motivo per cui uno scrittore non certo facile sia oggi ricordato come una rockstar: "Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni".

Profondo cordoglio anche da Matteo Renzi: "Esempio straordinario di intellettuale europeo, univa una intelligenza unica del passato a una inesauribile capacità di anticipare il futuro", sottolinea Renzi, "Una perdita enorme per la cultura, cui mancherà la sua scrittura e voce, il suo pensiero acuto e vivo, la sua umanità", conclude il presidente del consiglio.

Commenti

ESILIATO

Sab, 20/02/2016 - 01:18

NON ABBIAMO PERSO NULLA..........

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 20/02/2016 - 01:28

Che riposi in pace AMEN.

joecivitanova

Sab, 20/02/2016 - 01:30

Cattivissimo me. La notizia avrà sicuramente un'enorme Eco in tutta la cultura italiana che, ovviamente, è stata creata ed appartiene, fin dall'Anno Zero, ad una sola e..ehm..ben definita parte politica. G.

ernestorebolledo

Sab, 20/02/2016 - 02:12

una grande perdita

lorenzovan

Sab, 20/02/2016 - 02:22

un vero lutto per la cultura italiana...una soddisfazione per gli imbecilli che ancora un mese fa lo insultavano su questi forum...

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 20/02/2016 - 03:18

Domanda: a fronte di una simile, funesta notizia, riusciró a dormire? Certamente si..senza dubbio...E.A.

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Sab, 20/02/2016 - 03:28

A parte Il Nome della Rosa, scrittore mediocre e furbo tuttologo. Riposi in pace, ma non abbiamo perso nulla di importante. Come mai e' morto nella povera italia , da lui tanto denigrata?

Giorgio Rubiu

Sab, 20/02/2016 - 03:31

@ joecivitanova - Al di la della posizione politica di Eco che nemmeno io condivido, Il Nome della Rosa e un bellissimo "poliziesco" medievale pieno di personaggi ed eventi che danno un interessantissimo quadro del mondo sociale e religioso di quegli anni bui. L'invenzione del linguaggio che sta a cavallo tra il provenzale, il volgare ed il latino è assolutamente brillante. Le consiglio di leggerlo, se non lo ha già fatto, spogliando la sua mente dalle antipatie politiche per l'Eco di sinistra. Non si accontenti di avere visto il film; lo legga con mente aperta e con il giusto spirito nei confronti dell'evento letterario ed inventivo.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Sab, 20/02/2016 - 04:57

Pace all'anima sua. Ora le prefiche della riva sinistra sbrodoleranno isterici piagnistei, urla e strepiti di dolore.

rossini

Sab, 20/02/2016 - 07:33

Era un comunista col portafoglio a destra e il cuore a sinistra. Non lo rimpiangeremo.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Sab, 20/02/2016 - 07:55

Cara Chiara Sarra, quando hai scritto l'articolo hai messo tre aggettivi: semiologo, filosofo e scrittore; ma ne hai dimenticati altri due: comunista e falso storico (vedi Il nome della rosa)

il_viaggiatore

Sab, 20/02/2016 - 07:56

Il più grande rigattiere culturale che la sinistra italiana abbia prodotto. Un pennivendolo di enorme successo. Senza malizia. R.I.P.

claudioarmc

Sab, 20/02/2016 - 08:14

Non in mio nome

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 20/02/2016 - 08:18

Letterato minore che esaltava l'immoralità tramite la semiologia. Speriamo che abbia fatto in tempo a pentirsi e a convertirsi alla fede.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Sab, 20/02/2016 - 08:26

Ma ce ne sono ancora tanti, con la stessa malattia.

sarpkaya.ture

Sab, 20/02/2016 - 08:35

Non lo leggiamo piu

scala A int. 7

Sab, 20/02/2016 - 08:43

m'e' dispiaciuta di piu' la morte di Mario Merola........

Ritratto di viktor-SS

viktor-SS

Sab, 20/02/2016 - 08:45

Si può dire tutto di lui, ma non che non fosse una persona colta. La cosa più disgustosa però, sarà vedere tutti quei (falsi) venerati maestri, in prima fila Napolitano, posare la loro lurida manina con fare affranto, sulla bara di Eco.

frantumate

Sab, 20/02/2016 - 08:51

Ora che è scomparso posso scrivere liberamente il mio pensiero sui Social? bene!

Ritratto di manasse

manasse

Sab, 20/02/2016 - 08:59

il paradiso può attendere

paolonardi

Sab, 20/02/2016 - 09:01

Ho letto i suoi libri che mi fanno pensare ad un Dan Brown alla bagna cauda ma per il fatto di essere di sinistra ha avuto medaglie ed onori ad iosa.

bruno49

Sab, 20/02/2016 - 09:01

#ESILIATO e #joecivitanova e # tutti quelli che scriveranno analoghe sciocchezzuole: Umberto Eco era chiamato "l'uomo che sapeva tutto", voi invece non siete conosciuti da nessuno e per nessun motivo: infatti rappresentate il "NIENTE"

Totonno58

Sab, 20/02/2016 - 09:04

C'è solo da inchinarsi

bruno49

Sab, 20/02/2016 - 09:07

#hernando45: il suo commento è da considerare una preghiera sincera o un semplice sarcasmo? Infatti non è chiaro il significato

Ritratto di Situation

Situation

Sab, 20/02/2016 - 09:10

finalmente la giornata inizia con un'OTTIMA NOTIZIE. Se ne va un ricercatore storico gonfio tronfio ed arrogante (ma era ☭? elementare Watson, dei peggiori) sopravvalutato e di regime oltre che pessimo scrittore di romanzi che riuscì a far apprezzare di più i Film derivati dai suoi scritti piuttosto che il contrario. Sarà un mondo migliore senza sto tronfio individuo trinariciuto.

hectorre

Sab, 20/02/2016 - 09:20

quando un uomo ha in corpo cosi tanto odio e acredine, risulta difficile piangerne la dipartita...spero possa trovare la serenità che gli è mancata in vita.

bruno49

Sab, 20/02/2016 - 09:20

Umberto Eco non era salito mai su nessun carro politico. C'era un abisso fra la sua levatura culturale e il mondo politico

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 20/02/2016 - 09:22

@ESILIATO - Concordo.Saluti

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Sab, 20/02/2016 - 09:22

Ne conosco soltanto il nome: E' grave?

bruno1959

Sab, 20/02/2016 - 09:34

Leggo post che, seppur cattivelli perchè davanti alla morte chiunque sia andrebbe rispettato,.....sono meritati....NON ABBIAMO PERSO NULLA!!!!!!!!! Spero cmq che nonostante il suo NON CREDO....Dio l'abbia preso in gloria!!!!

Tarantasio.1111

Sab, 20/02/2016 - 09:42

Uno scrittore capace...ma che per avere riconoscimenti e danaro ha venduto la propria dignità ai comunisti...non abbiamo perso niente!

greg

Sab, 20/02/2016 - 09:42

Omaggio il morto, perché la morte è la grande livella. Ho letto più volte "il nome della rosa" domandandomi come un uomo, Eco, così melensamente fazioso, così partigiano per una sola parte politica, la sinistra, così pesantemente presuntuoso, così pieno del piacere lussurioso di credersi grande mente, grande saggio, grande uomo di cultura........, possa avere concepito quel libro appassionante, poi puntualmente smentito nel libro subito successivo, "il pendolo di Foucault", di cui interruppi la lettura dopo poche pagine avendolo trovato pesantissimo, un autentico mattone intellettualoide, un vero guazzabuglio di idee confuse che, nelle intenzioni dell'autore, credo volesse fare apparire come frutto della sua mente superiore. Mi ripeto, omaggio il morto, ma affermo che con lui è scomparso un grosso stupratore della libertà di pensiero libera e civile.

Ritratto di yalen

yalen

Sab, 20/02/2016 - 09:43

wilfredoc47: beh grave no.. non ha scritto libri alla portata di tutti.. sono libri difficili pieni di rimandi filosofici.. quindi senza basi non sono libri scorrevoli. probabilmente qualcuno si sentirà più colpito dalla morte di dan brown come il signor paolonardi.. che il solo paragonarli fa capire il livello culturale dell'italiano medio

Ocram59

Sab, 20/02/2016 - 09:49

Non era quel personaggio tollerante e democratico che voleva andare a vivere all'estero se vinceva le elezioni una parte politica a lui sgradita? RIP

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 20/02/2016 - 09:56

Sono convintissimo che quanti qui stanno depositando velenosissimi commenti, avrebbero modificato la loro opinione se fossero stati costretti a pronunciarsi mettendoci la propria faccia ed il proprio nome e cognome. Il nick e l'avatar in uso rappresentano la maschera che calza il demonio per seminare il male assoluto. Su questo terreno il Grande Umberto Eco si era ampiamente impegnato. Muore un Gentiluomo, innanzitutto, decisamente non percepito dalla rozza ignoranza. -riproduzione riservata- 9,56 - 20.2.2016

hectorre

Sab, 20/02/2016 - 09:58

ho letto un solo libro di eco, un pacco noiosissimo, al quale ho associato la sua boria..quindi l'ho escluso da ulteriori letture........chi ne tesse le lodi scrivendo commenti grotteschi, come se il mondo avesse perso una figura insostituibile, probabilmente non ha mai letto un suo libro e commenta per sentito dire....odiava berlusconi e questo per tanti sinistri era il miglior pregio per innalzarlo a genio indiscusso.....

HappyFuture

Sab, 20/02/2016 - 09:59

Trovato l'accordo: L'INGHILTERRA NON ENTRERA' MAI IN EUROPA! Tutto rimane come è adesso! Che cosa significa "esentata" da "ever closer Europe"? Significa: "NEVER closer Europe!" L'Inghilterra non farà mai completamente parte di questa sgangherata, malefica Unione Europea. Quindi la "sterlina" rimane, e quello che la Commissione è riuscita a scucire a Cameron è di NON dare l'assistenza sanitaria a tutti i nuovi arrivi per almeno 7 anni. Che squallore l'ipocrisia!

walter54

Sab, 20/02/2016 - 10:01

E' sempre un piacere leggere i commenti dei lettori de "Il Giornale". Sicuramente non fa per Voi questa frase: "L'unica forma di immortalità che conosco è attraverso i libri. Chi legge magari non campa cent'anni ma ne ha vissuto cinquemila". Walter

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 20/02/2016 - 10:05

Era stato ripetutamente proposto per il premio Nobel. Poi lo hanno conferito a Dario Fo. Correva l'anno 1997, anno del primo governo Prodi, ministro della cultura Valter Veltroni.

greg

Sab, 20/02/2016 - 10:07

BRUNO49 - mi spiace smentirla, ma l'abisso che coesisteva in Eco era fra la sua immensa presunzione d'essere......, e l'effettiva sua levatura culturale, da lui astutamente e levantinamente propagandata per dare di se una immagine che non gli apparteneva, quella d'uomo immensamente colto e saggio. Luigi Einaudi, vero uomo di cultura, anche politica, scrisse: ""l'azione va incontro all'insuccesso anche perché non di rado le conoscenze radunate con fervore di zelo non erano guidate da un filo conduttore. Non conosce chi cerca, bensì colui che sa cercare"". Ed Eco era solo ossessionato di se stesso come, d'altra parte, tutti gli uomini di sinistra che si autopresumono grandi e coltissimi statisti, e invece sono solo portatori di fallacia.

dispater

Sab, 20/02/2016 - 10:09

@esiliato .."Internet dà diritto di parola a legioni imbecilli" ! (cit.)

edo1969

Sab, 20/02/2016 - 10:15

faustopaolo peccato che né semiologo né scrittore né filosofo siano aggettivi. Non conosci neppure la lingua italiana e ti permeetti poi di giudicare la veridicità storica del Nome della rosa? dammi retta lascia perdere e continua a fare il tuo mestiere qualunque esso sia, che è meglio

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 20/02/2016 - 10:16

Prepariamoci ad un’orgia di commemorazioni, vuoto incolmabile, incensamenti, manifestazioni di profondo dolore, di “fraterni amici” (che non l’avevano mai incontrato) estimatori della sua opera (che non lo avevamo mai letto) tirapiedi che avevano avuto l’onore di incontrarlo e magari di lavorare insieme, nullità culturali, adulatori, esibizionisti, ecc. Già li si può immaginare ma sarà un gioco divertentissimo ascoltarli, scoprire le anime ruffiane e farne la graduatoria.

Raoul Pontalti

Sab, 20/02/2016 - 10:16

bruno 49 semiotico devoto quando si vuole sapere tutto va a finire che non si sa niente (e lo dico da tuttologo...) come dimostra una mia replica ad uno sfondone dell'Umberto sulle bestie figlie di Dio in un articolo apparso su Repubblica una quindicina d'anni fa e che di seguito riproduco. “Né basta dirgli che sono tutti figli di Dio, perché anche gli animali sono figli di Dio, eppure i ragazzi non hanno mai visto una capra in cattedra a insegnargli l'ortografia.": per confondere in modo così ignobile il concetto di creazione divina con q quello di filiazione divina bisognava essere o ubriachi fradici o completamente digiuni di ogni elemento del catechismo. All'ubriaco l'esortazione ad astenersi di prendere carta e penna fino a  che non siano svaniti i fumi dell'alcool, all'ignorante il consiglio di non impancarsi a maestro di ciò che non si conosce. Raoul Pontalti

Algenor

Sab, 20/02/2016 - 10:21

@Dario Maggiuli, se l'Italia fosse un regime costituzionalmente (e soprattutto giudiziariamente) di destra invece che di sinistra, saresti tu scrivere con un nickname.

Mr Blonde

Sab, 20/02/2016 - 10:27

Ammetto ignoranza di non aver letto nè seguito se non saltuariamente Eco, ma un aspetto innegabile me lo ricorda: l'onestà intellettuale e il distacco critico nei confronti della politica di qualunque colore. Ai quattro fascistelli secondo i quali "chi non è con noi è contro di noi" dedico una delle più belle frasi "I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel"

joecivitanova

Sab, 20/02/2016 - 10:27

Egregio Signor Bruno, io avrò anche scritto una sciocchezzuola, ne sono consapevole, ma non l'ho scritta nei confronti di una persona che non c'è più, ma verso persone che, come Lei, si ricredono creatori e depositari assoluti della cultura, in Italia, addirittura fino al punto di essere convinti di potersi permettere di trattare gli altri, per una semplice considerazione sarcastica, come il NIENTE! Questo, innanzitutto, potrebbe dimostrare che il mio sarcasmo è ben più di sarcasmo e dimostra qualche profonda verità, in più che di ciò che Lei definisce il niente, forse è proprio Lei che non ci ha capito niente. Giuseppe.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 20/02/2016 - 10:35

ESILIATO non ha ragione, penso che lo sgradevole e volgare commento sia dovuto al fatto che Eco aveva simpatie (non "era") di sinistra. E' vero che Eco non era di destra e non aveva capito la grandezza storica, politica, umana e morale dello statista SILVIO BERLUSCONI e non Gli aveva mai reso il giusto riconoscimento, e questo è, certamente, una colpa. Ma, detto questo, Eco era di profonda cultura e grande scrittore. I suoi romanzi dal "NOME DELLA ROSA", al "CIMITERO DI PRAGA", sono opere affascinanti, che abbinano al contenuto storico una leggibilità unica: arricchiscono chi li legge. Solo i grandi riescono in questo. Non è vero che non abbiamo perso nulla, abbiamo perso un uomo di cultura e di grande semplicità e umanità. Non merita affrettate volgarità.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 20/02/2016 - 10:35

Se ne andato un itellettuale di parte, uno che ha contribuito a dispensare faziosita' di un ideologia lurida come il comunismo. Non gli auguro di riposare in perche' essendo un comunista non crede in Dio.

Cinghiale

Sab, 20/02/2016 - 10:38

@walter54 Sab, 20/02/2016 - 10:01 - Pregiatissimo collega di scrittura, però non bisogna limitarsi ai testi approvati dai compagni.

Algenor

Sab, 20/02/2016 - 10:42

@edo1969, non lo dice solo faustpaolo che il Nome della Rosa descrivesse un immagine ideologica e non veritiera del Medioevo, come puoi leggere in questo vecchio articolo (la prima parte riguarda il film, mentre la seconda il libro): http://www.alleanzacattolica.org/indici/articoli/introvignem142.htm

Algenor

Sab, 20/02/2016 - 10:46

@tempus_fugit_888, sarà ancora più divertente ascoltare oer strada e leggere i commenti sul web di sinistrelli coatti che non leggono un libro all'anno ma si sentiranno in dovere di esprimere il proprio dispiacere per la scomparsa del grande intellettuale antifascista e di sinistra.

zucca100

Sab, 20/02/2016 - 10:49

esiliato, lo sai che sei veramente un genio?

zucca100

Sab, 20/02/2016 - 10:53

spiace dirlo, ma con questi commenti dimostrate un'altra volta la vostra ignoranza. Ma almeno state zitti, per una volta

zucca100

Sab, 20/02/2016 - 10:56

Aiuto, ma quante banalita' , quanti luoghi comuni. Vero Rossini 7.03? Siete veramente ossessionati dalla sinistra e dal komunismo! Poveracci

zucca100

Sab, 20/02/2016 - 10:57

Leggo solo ora Stenos 10.35' che pena...

GMfederal

Sab, 20/02/2016 - 10:58

un altro sinistrato se ne è andato, che giorno fortunato!

zucca100

Sab, 20/02/2016 - 10:59

Incredibile, per una volta Persilvio scrive cose sensate. Grazie!

greg

Sab, 20/02/2016 - 11:01

DIPATER - """Internet dà diritto di parola a legioni imbecilli" ! (cit.)"". Assolutamente vero, soprattutto quando sono untuosi e servili quanto lei, e di gente come lei internet è piena, portatori di parole d'ordine e inquadrati come polletti amburghesi.

gianni59

Sab, 20/02/2016 - 11:01

l'ignoranza di alcuni commentatori è abissale....siccome lo trovano "noioso", politicamente schierato, o solamente a loro sconosciuto danno giudizi su una persona di enorme cultura e capacità riconosciuta in tutto il mondo...anch'io ad esempio, non capisco o amo leggere scritti di Einstein, non sono d'accordo su alcune sue dichiarazioni "sociali", ma non mi permetto assolutamente di dare un giudizio sulla sua "preparazione"...magari chi commenta riuscisse a scrivere un millesimo di quello che è riuscito a fare Eco...

greg

Sab, 20/02/2016 - 11:05

PIERSILVIO46 - che grande sbrodolata!! Lei potrebbe partecipare alle olimpiadi dei ruffiani, certo che l'intero podio sarebbe suo!

GMfederal

Sab, 20/02/2016 - 11:06

ora inizierà la divisione del suo consistente patrimonio tra gli eredi.. o forse lascia tutto al PD?!

greg

Sab, 20/02/2016 - 11:07

EDO1969 -

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 20/02/2016 - 11:16

Non ricordo di lui un atteggiamento poco meno che borioso. Tutto il resto è...Baudolino.

Ritratto di Drakeseventysix

Drakeseventysix

Sab, 20/02/2016 - 11:21

Intellettuale spocchioso che ha usato la sua immeritata notorietà per fini propagandistici...che riposi in pace.

semelor

Sab, 20/02/2016 - 11:31

RIP - cercherò dì sopravvivere

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 20/02/2016 - 11:31

@stenos (10:35) tu invece credi in dio e questo risulta evidente a chiunque osservi il tuo acume

paulus

Sab, 20/02/2016 - 11:37

Incredibile quanta pochezza e stupidità c'è nei lettori di questo sito.

baio57

Sab, 20/02/2016 - 11:43

@ Zucca-vuota-che-serve-solo-per-hallowen- Ma vuoi una volta scrivere più di mezza riga ? @ Pontalti Sono d'accordo!

rudyger

Sab, 20/02/2016 - 11:46

Eco , un bravo scrittore, ma non mi piaceva quando si atteggiava a padreterno. Una prece.

Ritratto di Giuseppe da Basilea

Giuseppe da Basilea

Sab, 20/02/2016 - 11:48

Sempre Compagno era.....

greg

Sab, 20/02/2016 - 11:49

EDO1969 - Il libro "il nome della rosa" è scritto molto bene, crea il desiderio d'arrivare fino in fondo per sapere come andrà a finire, un vero giallo ambientato in ambiente medioevale........., ma è sufficiente una cultura scolastica per sapere che quel clima medioevale, soprattutto di Abbazia in tempo di Grande Inquisizione, è abbondantemente inventato per il piacere, tipico dell'ego ipertrofico di Eco, di illustrarsi, appunto, come storico. Quanto alla sua qualifica di semiotico, io mi domando in quanti, dei dotti eruditi di sinistra che scrivono qui i loro commenti, hanno l'esatta idea di cosa sia la semiologia, da cui si trae il sostantivo "semiotico". Tanto per darle una mano a capire un po’ di più, le dico che Champollion era un semiologo, ed Eco no!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 20/02/2016 - 11:51

Una persona valida che ha portato lustro alla cultura italiana.

elgar

Sab, 20/02/2016 - 11:53

Riconosco ad Umberto Eco la sua vasta cultura e preparazione anche se non condividevo il suo schieramento politico. Ma questo è un altro discorso che appartiene ai vivi. Ma oggi di fronte a quella grande livella che è la morte, come diceva saggiamente Totò, non posso che dire riposi in pace.

greg

Sab, 20/02/2016 - 12:01

GIANNI59 - conosco personaggi che scrivono di continuo, e trovano da pubblicare i loro libri perché esistono editori che si mantengono stampandone i libri, ricavando aiuti dello Stato sotto forma di finanziamenti alla cultura. Uno di questi dotti scrittori? Uolter Veltroni, per esempio. Umberto Eco ebbe una grande intuizione, diventare ateo e legarsi alla sinistra. Ciò lo ha fatto assurgere all'empireo di quella parte politica dove i miti si creano con l'imposizione della segreteria, o si distruggono ritoccando le foto ufficiali facendo sparire il volto di colui che è caduto in disgrazia. Eco era un ottimo mestierante, ma se fosse stato di destra nessuno di voi sarebbe qui a scriverne cronache di gloria eterna. Provi lei a leggersi un millesimo di ciò che ha scritto Eco, e si ritroverà preda di noia mortale, esperienza personale.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 20/02/2016 - 12:02

Un caro saluto a quest'uomo che il Signore lo prenda fra le sue braccia amorevoli e che si sia pentito dei peccati trascorsi; il resto è retorica che non ha Storia. Shalòm e Forza Italia.

ego

Sab, 20/02/2016 - 12:15

Intellettuale di alto livello, peccato però che si sia legato mani e piedi alla sinistra politica a riprova della dittatura che essa esercita in tutti i campi della vita civile e culturale.

tzilighelta

Sab, 20/02/2016 - 12:19

Algenor, che fenomeno che sei, tu per confutare Eco a proposito del nome della rosa citi un sito di "alleanza cattolica"!! Ma sei suonato oppure anche tu fai parte delle note legioni di imbecilli!

capitanuncino

Sab, 20/02/2016 - 12:35

....alla fine ho deciso che non merita nemmeno una parola.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Sab, 20/02/2016 - 12:42

@Mr Blonde: proprio non puoi fare a meno di derubricare il dissenso "a quattro fascistelli" vero?.Dimmi, ma la puzza sotto al naso non ti abbandona proprio mai? E se Eco è stato intellettualmente onesto, allora io sono Eduardo De Filippo. Per quanto attiene le legioni di imbecilli invece, ti dico solo questo: Ave Blonde sommo comandante. Dalton Russell.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 20/02/2016 - 12:46

“Per me l'uomo colto è colui che sa dove andare a cercare l'informazione nell'unico momento della sua vita in cui gli serve.” UMBERTO ECO

Pippo3

Sab, 20/02/2016 - 12:48

@Dario Maggiulli ho l'impressione che l'ignorante sia lei. Vittorio Messori, amico personale di Eco, raccontò che il grande scrittore un giorno gli confessò che era rimasto meravigliato dalla mancata reazione della Chiesa al suo libro "In nome della Rosa" libro nel quale ammise di aver falsificato la storia per "sputtanare" la Chiesa stessa. E lei lo chiama galantuomo? Io lo chiamo falsificatore della verità e i suoi seguaci li chiamo allocchi con l'anello al naso.

hectorre

Sab, 20/02/2016 - 12:51

zucca in quel 100 il peso del tuo cervello???...se eco si fosse schierato a destra elogiando berlusconi lo avrebbero cacciato all'inferno quand'era ancora in vita....io giudico leggendo e non per il nome che porta lo scrittore, solo le pecore seguono il gregge e il cane pastore che abbaia.....la maggior parte di chi lo loda ha probabilmente visto solo il film "il nome della rosa" senza nemmeno aver sfogliato un suo libro..p.s. rettifico, ne ho letti due di libri, mi ero dimenticaro il nome della rosa, visto poi anche al cinema....capisco che chi si spertica in elogi con poche righe,spesso frasi fatte, ne esce come grande esperto di letteratura...ipocrisia e bugie che vanno a braccetto.

frabelli1

Sab, 20/02/2016 - 13:04

Amen. Ci sono persone che muoiono anche prima.

puponzolo

Sab, 20/02/2016 - 13:12

Come persona poteva essere discutibile, ma come studioso era un grande studioso.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 20/02/2016 - 13:13

Algenor - ti pregherei di scrivere correttamente il mio cognome, che è Maggiulli. Poi, leggendo il tuo sofisticato pensiero, vi rilevo una certa stonatura. Visto che l'Italia non soggiace ad un regime di destra, cosa ti trattiene dallo scoprire il tuo volto e nome?----""""@Dario Maggiuli, se l'Italia fosse un regime costituzionalmente (e soprattutto giudiziariamente) di destra invece che di sinistra, saresti tu scrivere con un nickname """"" ---13,13 - 20.2.2016

salvatore40

Sab, 20/02/2016 - 13:20

In particolare, mi ha dato fastidio il suo rigido e stizzoso anti-berlusconismo. Un uomo di cultura universale, che leggendo intere biblioteche di libri pensa d'aver vissuto addirittura 5000 anni,non può affrontare la politica in modo fazioso e senza respiro meta-politico. La cultura esibizione non mi è mai piaciuta. Dopo Leopardi avremmo tutti aver capito qualcosa del Nulla Intellettuale !

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Sab, 20/02/2016 - 13:25

un eco un mattone lo lascia, si, un botto e nulla più.

guardiano

Sab, 20/02/2016 - 13:26

Zucca CENTO VOLTE ZUCCA, io di eco mi ricordo solo la vergognosa manifestazione al palasharp di milano, quando plagiando un ragazzino di 11-12 anni gli fece dire battendo i pugni sul tavolo di tutto e di più contro la parte politica avversa alla sua appartenenza comunista, questo è il tuo idolo.

ennio78

Sab, 20/02/2016 - 13:28

E'triste vedere come difronte alla scomparsa di un letterato di fama mondiale vi siano cosi'tanti commenti di lettori ottusi di destra che sono allo stesso livello dei loro simili di sinistra.. E'mancato una persona da cui molti possono solo imparare, indipendentemente dalle sue idee politiche .

Ritratto di gangelini

gangelini

Sab, 20/02/2016 - 13:29

Come uomo ne sono tristemente addolorato e faccio le condoglianze a tutta la famiglia. Come persona una delle figure più immonde e ipocrite dei nostri tempi.

Ritratto di roberta martini

roberta martini

Sab, 20/02/2016 - 13:29

Fabbricare mattoni era la sua specialità, non mi dite se ho letto le sue ....centinaia di(?)opere, perchè l'ho fatto. Non so perchè in televisione lo abbiano definito "molto prolifico...."Ora dovremo sorbirci commemorazioni(sinistre)di tutti i generi. Non ho dovuto sorbirmi delle ore di recriminazioni, querimonie e cose varie attinenti alla sua dipartita per Rita Levi Montalcini che mi sembrava mooooolto meglio, vero?

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Sab, 20/02/2016 - 13:30

@YALEN: sono sollevato. Pure gli altri mi sono ignoti e ciò mi fa sentire ancora meglio. Mi sono fermato a qualche decennio fa e non mi trovo male.

Ritratto di vraie55

vraie55

Sab, 20/02/2016 - 14:00

La morte di Eco lascia un grande vuoto, un totale silenzio .. senza eco

agosvac

Sab, 20/02/2016 - 14:02

Egregio ubio, io non metto in dubbio l'abilità di scrittore di Eco, ma la sua minima conoscenza del medio evo. Ma davvero è pensabile che i monaci che conservarono il sapere non fossero in grado di capire ciò che leggevano??? Davvero è credibile che persone che della conoscenza avevano fatto la loro ragione di esistere potessero "nascondere" uno scritto di grande importanza storica, letteraria e filosofica fino ad arrivare a uccidere??? Questo lo può credere solo chi non ha alcuna cognizione del medio evo. Per quanto riguarda le qualità di scrittore posso anche essere d'accordo con lei: sono i contenuti che non vanno bene!!!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 20/02/2016 - 14:16

Ho apprezzato ed amato l'opera di Eco sino a 'Il nome della rosa',i romanzi posteriori sono stati una grande delusione, un ibrido tra Don Brown e Ken Follett.Dopo il suo essersi schierato a sinistra in modo così aperto e grossolano, mi sono completamente disinteressata di lui, perciò per me è come se fosse morto già da anni.

LucioVero

Sab, 20/02/2016 - 14:27

Quando qualcuno muore, si scatena sempre la fiera dell'ipocrisia. Dal canto mio, devo dire che "a pelle" l'ho sempre trovato antipatico. Dei suoi libri ho letto "Il nome della rosa" e l'ho trovato oltremodo pretenzioso e soprattutto di una noia mortale.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Sab, 20/02/2016 - 14:41

Sollevato dal parere di YALEN che mi assicura non essere grave conoscere solo di nome il dipartito, provo a dare la notizia della recentissima scomparsa di un altro Titano della Cultura. Dice niente Piero Buscaroli? Quanto a tg, giornali e panegirici vari Eco batte Buscaroli 874 a 1. quello della bandiera! Chissà perché.

arkkan

Sab, 20/02/2016 - 14:45

Pace all'anima sua. Però, a parte "nel nome della rosa" che ho tiepidamente apprezzato, il resto del suo scrivere non mi è mai piaciuto.

joecivitanova

Sab, 20/02/2016 - 14:46

Egregio Signor Giorgio Rubiu, la ringrazio del consiglio; cercherò di seguirlo, anche se io amo poco leggere i romanzi e la narrativa in generale, se così si può dire. In ogni caso le mie 'antipatie' verso altre persone, se mai ci fossero (e che credo ci siano, più o meno, in ognuno di noi), non derivano mai dall'inclinazione politica del soggetto (anch'io ho delle idee che potrei tranquillamente indirizzare nella cosiddetta sinistra), ma da come esso è nella sua interezza, ma non solo di ideali; quindi da come vive, da come si comporta con gli altri, da quali sono le sue convinzioni ma, soprattutto, che livello queste sue convinzioni hanno raggiunto, sia il soggetto un 'fascista' od un 'comunista'. Un cordiale saluto. Giuseppe.

Stefano Matera

Sab, 20/02/2016 - 14:49

si dice sempre che sono i migliori che se ne vanno, finalmente si è verificata l' eccezione che conferma la regola!!!!!!

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Sab, 20/02/2016 - 14:51

bruno49, nessun uomo può sapere tutto e avere la conoscenza di tutto, può al limite sapere un po di tutto o conoscere un po di tutto, il che vuol dire non sapere niente. Solo il divin creatore sa tutto e conosce tutto. Chi ha definito Eco in tal modo vuol dire che esso stesso ha limiti culturali non trascurabili. Chi lascia comunque questa terra merita rispetto, anche se non condividiamo il suo operato, in quanto di fronte alla morte siamo tutti uguali e, ricordiamoci, che nessuno di fronte ad essa è esente. Considerando "Il nome della rosa", nonostante il film sia di ottima fattura cinematografica io storicamente non condivido il giallo in quanto racchiude troppa fantasia vista da soggetti "molto esterni" alla vita monastica e religiosa. Qualcuno ha paragonato Eco a Dan Brown, in parte, pensando al Codice da Vinci, sono d'accordo. E' evidente che la sinistra faziosa su un tema del genere abbia campato per anni. Comunque sia che R.I.P.

LucioVero

Sab, 20/02/2016 - 14:53

@Greg "Provi lei a leggersi un millesimo di ciò che ha scritto Eco, e si ritroverà preda di noia mortale, esperienza personale." Condivido in pieno, lei ha davvero colto nel segno! :)

Ritratto di caribou

caribou

Sab, 20/02/2016 - 14:58

scala A int. 7: Ma sicuramente sarà stato più triste della morte di M.Merola! Non ho dubbi! Per lei era sicuramente il massimo della "cultura" che poteva capire!

antipodo

Sab, 20/02/2016 - 15:02

Pace all'anima sua! Una falso mito sinistroide in meno! Amen e cosi' sia.

Ritratto di caribou

caribou

Sab, 20/02/2016 - 15:05

Se i bananas festeggiano la morte di qualcuno, vuol dire che quel qualcuno doveva essere intelligente!

1234

Sab, 20/02/2016 - 15:06

il livore di tanti interventi letti in questo organ house dimostra con evidenza il complesso di inferiorità' della destra berlusconiana nei confronti della cultura italiana apprezzata in tutto il mondo ma considerata, al di là dei valore oggettivi, "di sinistra" e quindi "nemica" data l'ossessione oramai automatica di buttare tutto in politica, anche ciò che non è politico.

TruthWarrior1

Sab, 20/02/2016 - 15:16

Titolo di Repubblica, "Addio a Umberto Eco, l'uomo che sapeva tutto". Ma è morto Pontalti?

1234

Sab, 20/02/2016 - 15:28

al di là dei valori oggettivi

lorenzovan

Sab, 20/02/2016 - 15:30

non sono un inclito e colto come i foristi del giornale...veri enciclopedici della sapienza e della cultura umana...ma nella mia semplicita' ho amato la sua maniera elegante e semplice allo stesso tempo..capace di far "entrare" anche i piu' disattenti in argomenti altrimenti pesanti e noiosi..tipo l varie beghe religiose protrattesi per secoli e che hanno cosi' influenzato la nostra vita odierna..ho amato i suoi paradossi e l sua asprezza...non sempre ero d'accordo con le sue idee...ma cio' fa parte del gioco umano e democratico..ma non per questo gli ho mai negato la mia stima e la mia ammirazione.. ma come ho detto nel preambolo...chi sono io in confronto agli odiatori professionali di questi forum ??? sfortunato Freud...vivesse oggi...riempirebbe tutte le lacune esistenti nelle sue opere..riguardanti lo studio delle deviazioni mentali

joecivitanova

Sab, 20/02/2016 - 15:34

"Per me l'uomo colto è colui che sa dove andare a cercare l'informazione nell'unico momento della sua vita in cui gli serve". UMBERTO ECO. "Per me l'uomo furbo è colui che sa dove andare a cercare l'approvazione in tutti i momenti della sua vita in cui gli serve". GIUSEPPE.

lorenzovan

Sab, 20/02/2016 - 15:36

grande caribou...commento breve ma omnicomprensivo della situazione chiquitera

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 20/02/2016 - 15:40

IO; PER UMBERTO ECO NON TROVO NESSUNA SIMPATIA PERCHE UN INTELLETTUALE DEVE AVERE AMORE PER IL SUO POPOLO; É NON CORRERE DIETRO AD UNA IDEOLOGIA CHE HA CAUSATO 140 MILIONI DI VITTIME COME QUELLA COMUNISTA IN TUTTO IL MONDO; É UMBERTO ECO NON POTRÁ ESSERE RICORDATO COME UNA PESONA EQUA E GIUSTA; PERCHE CHI CHIUDE GLI OCCHI DAVANTI ALLA POVERTÁ CAUSATA DAI GOVERNI DI SINISTRA AL POPOLO ITALIANO SOLO PER IL VIL DANARO É UN VIGLIACCO CHE HA TRADITO IL SUO POPOLO; UMBERTO ECO NON HA MAI CRITICATO IL SISTEMA DEL PDPCI CHE SI É INSTALLATO ABUSIVAMENTE IN ITALIA, É ANCHE IL FATTO CHE NOI ITALIANI DOBBIAMO VIVERE SENZA DEMOCRAZIA DA 5 ANNI NON HA DISTURBATO LUI;ED É PER QUESTO CHE IO NON PROVO NESSUN DOLORE PER LA SUA MORTE!.

scala A int. 7

Sab, 20/02/2016 - 15:42

chissa' perche' ho da stamani davanti agli occhi la scena del Grande Principe Antonio De Curtis ( in Arte Toto ' ) che tutto bardato a lutto scendeva lo scalone interno della casa di suo fratello sfoggiando tutto il proprio ( ?? ) dolore , nel film : Signori si nasce ........se il Sommo , avesse scritto : In Nome della Cosa ....ci sarebbero stati maggiori apprezzamenti specie a dx dove si ama un'esistenza meno complicata e piu' armoniosa che avvicina lo spirito alla vita cercando di schermarlo un po' dalla morte o da quel messaggio/linguaggio greve e grave di cui il Sommo fu maestro

lorenzovan

Sab, 20/02/2016 - 15:49

capisco che per gente abituata a leggere solo il mio adorato Paperino..certi libri possano risultare pesanti..ma deinirli "mattoni" ...lo ritengo esagertao...provte allora con Ulisse di Joyce o con Giuseppe e i suoi fratelli di Thoma Mann...lololololol

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 20/02/2016 - 15:52

QUANDO; I KOMUNISTRONZI DI QUESTO BLOG FANNO LE LODI AD UNO DI SINISTRA VUOL DIRE CHE QUESTO É UN KOMUNISTA SFACCIATO; É TESSERE LE LODI AD UNO CHE COME INTELLETTUALE HA CHIUSO GLI OCCHI A 4 COLPI DI STATO ATTUATI DAI KOMUNISTI ITALIANI É UNA VERGOGNA PER UNA PERSONA INTELLIGENTE; UMBERTO ECO NON HA MAI CRITICATO I GOVERNI DI SX CHE HANNO PORTATO L;ITALIA NEL BARATRO; É LUI NON É ALTRO CHE UN LECCHINO DI QUESTO SISTEMA DI FARABUTTI KOMUNISTI CHE HANNO CAUSATO LA ROVINA DEL NOSTRO PAESE;É UMBERTO ECO SI É MESSO COSI NELLA STESSA RIGA DEI BENIGNI!FOA! PLACIDO! CAMILLERI! É GLI ALTRI INTELLETTUALI RADICAL CHIC CHE HANNO CHIUSO GLI OCCHI DAVANTI AI DISASTRI CAUSATI DAI LORO KOMPAGNI; AI DANNI DEL NOSTRO POPOLO!.

zjarri

Sab, 20/02/2016 - 16:32

"Internet ha dato la parola a legioni di imbecilli” Molti eccoli qui!

michele lascaro

Sab, 20/02/2016 - 16:51

Esiste gente che si crede. Eco si credeva.

tzilighelta

Sab, 20/02/2016 - 17:02

Le legioni avanzano, si sentono gli zoccoli dei quadrupedi che graffiano il terreno, ragliano e scalciano ma non fanno paura a nessuno! Alcuni poi provano a prevalere sugli altri con boiate pazzesche tipo Pippo3 che raglia di Messori, uno che vive tra le nuvole con santi e madonne, e che avrebbe raccolto una confessione di Eco a proposito del successo del nome... Pippo3, egregio orecchie d'asino, la chiesa ha di molto attaccato Eco, ma è l'è presa in tasca, e tu pure!

Trifus

Sab, 20/02/2016 - 17:06

84 anni è morto, 3 anni in più oltre l’apettativa di vita. Adesso tutti i soloni di sinistra dall’alto della loro superiorità morale a fare la predica. Qualcuno scrive frasi incomprensibili e forse si sente figlio adottivo. Mi traducete Pontaldi, sfido chiunque a capirci qualcosa. E’ schiattato ato ato ato a 84 anni anni anni Umberto Eco eco eco. E’ morto di vecchiaia e adesso giù con la retorica degli pseudo intellettuali ali ali di sinistra istra istra. Mi dispiace molto di più della morte di quel povero poliziotto sub nell’adempimento del suo dovere che della morte di un vecchio rancoroso di sinistra di 84 anni. E andate tutti a cacare are are are.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 20/02/2016 - 17:12

Caro BRUNO49, si puo essere di idee differenti e questa si chiama DEMOCRAZIA, ma di fronte alla morte di qualcuno che non sia della stessa idea, c'è solo come giustamente scrive JUSMEL il RISPETTO che viene prima di TUTTO, cosi era da intendersi il mio postato delle 01e28 che tu hai subito MALIGNAMENTE INTERPRETATO. Vedi io qui nel FORUM ci sono da piu di 10 anni e sai quanti "scontri" civili e non maleducati ho avuto con tanti altri come me ma che la pensano POLITICAMENTE differente, ma mai mi sono permesso di INSULTARE al massimo di BURLARMI, perche in fondo per me SONO TUTTI AMICI, che hanno la passione di esprimere le proprie idee. Se vedum.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Sab, 20/02/2016 - 17:28

"Lascia lente le briglie del tuo ippogrifo, o Astolfo, sfrena il tuo volo dove più ferve l'opera dell'uomo. Però non ingannarmi con false immagini ma lascia che io veda la verità e possa poi toccare il giusto. Da qui, messere, si domina la valle ciò che si vede è. E se l'imago è scarno al vostro occhio scendiamo a rimirarla da più in basso e planeremo in un galoppo alato entro il cratere ove gorgoglia il tempo." Chissà se incontrerai il Commissario Calabresi e ti vergognerai di quell'infame lettera. Chissà se quel bimbo del Palasharp, si sarà reso conto di essere stato usato in modo vergognoso. Tu che eri conosciuto per essere "notoriamente intellettualmente onesto e per nulla schierato politicamente", fai capire a TZILIGHELTA che al limite lui, nelle legioni degli imbecilli, al limite può solo suonare il tamburello. RIP. Dalton Russell.

Ritratto di gianky53

gianky53

Sab, 20/02/2016 - 17:30

La scomparsa del famoso Umberto Eco chiude la settimana iniziata con la morte di Piero Buscaroli. Non altrettanto celebrato, ma non meno colto di Eco, anzi!

diesonne

Sab, 20/02/2016 - 17:35

diesone Umberto eco:parce sepulto,

Agev

Sab, 20/02/2016 - 17:37

Nascere o divenire Liberi vuol dire-Camminare con passo Libero nell'Universo e qui sulla Terra dove diverrà sempre più Realtà. Il Suo camminare comprende/esprime/traduce nel Qui ed Ora Tutta la Scienza/Conoscenza dell'Universo..E Già semplicemente cammina-Questa scienza/conoscenza che è stata creata ed ancorata per la prima volta nella storia dell'umanità sulla terra tra il 2008/2010..Le prossime tre generazioni la vedranno/vivranno e la sapranno tradurre in Realtà/Mondo.Questa scienza/conoscenza la si può solo comprendere/vivere solo nel Essere/Divenire Uno..nel Unità e nella Totalità. Non appartiene a nessuna cosiddetta organizzazione di cultura chiese organizzate o metafisica intesa come studio di dio..Anzi direi che è esattamente il loro opposto. Pertanto Umberto Eco essendo uomo di parte e vivente nella dualità come la totalità degli scrittori poteva solo esprimere l'ombra della -Realtà- di fatto una realtà distorta, menzognera e mistificata. Gaetano

pesciazzone

Sab, 20/02/2016 - 17:37

già sapevo che su queste pagine avrei trovato un profluvio di ignoranza orgogliosamente esposta al pubblico ludibrio....e infatti così è....solo un ignorante (e qui pare esser pieno di ignoranti) può fingere di non conoscere la superiorità culturale di Umberto Eco e ridurla ad una mera questione di appartenenza politica, soprattutto se si appartiene a quella fazione che (Banfi e Buzzanca a parte) poco o nulla ha dato all'Italia in termini di cultura e visibilità a livello MONDIALE.........Se non fosse per voi uno sforzo improbo, vi consiglierei di leggere qualche libro in più, ma so già che farete il solito sorrisino scemo e tornerete a nutrirvi di Barbara D'Urso e Paolo del Debbio, continuando a bearvi felici della vostra sterminata e ottusa ignoranza

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 20/02/2016 - 17:46

zjarri, hai ragione. Una delle maggiori imbecillità di cui rigurgita questa pagina è classificare chi è contro -berlusconiano- chi è pro -di sinistra- In effetti, moltissimi vestono una casacca secondo schemi precostituiti, arbitrariamente interpretati in modo erroneo. Poi, con la stessa chiave di lettura, si coalizzano lanciando 'crucifigge, crucifigge' perché il 'nazareno' di turno non ricade nel loro stereotipo psicologico di gradimento. Così, per banale idiosincrasia. Non per conoscenza sapienziale. Caro zjarri (che sarebbe meglio poterti chiamare col tuo vero nome) per essere in tema, ""questo passa il convento"". -riproduzione riservata- 17,46 - 20.2.2016

scala A int. 7

Sab, 20/02/2016 - 17:47

#Zjarri = codicillo al tuo commento ........firmato , il comandante dei legionari

opinione-critica

Sab, 20/02/2016 - 18:04

Nessuno lo piangerà anche se molti diranno di farlo. Saranno costretti a mettersi le lacrime artificiali. Quanta ipocrisia...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 20/02/2016 - 18:04

Se era komunista non poteva essere un genio forse aveva molta fantasia e lo aiutava nei suoi racconti.

giottin

Sab, 20/02/2016 - 18:10

Sarà pure stato bravo a scrivere, certo non faceva errori di ortografia, ma quello che mi salta all'occhio sono le 40 lauree e perché non 63? Non oso immaginare quello che avrebbero detto i sinistrati se eco fosse stato di destra! Mancherà solo a coloro che adesso lo osannano ma ce ne faremo una ragione: tutti sono utili ma nessuno è indispensabile!

tzilighelta

Sab, 20/02/2016 - 18:10

Legioni in livertà, Il livello è bestiale!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 20/02/2016 - 18:30

L'imbecillità è democratica. Ugualmente distribuita fra DX e SX, ma non servivano questi commenti per capirlo. Certo che qui splendono gli imbecilli di DX. Per quelli di SX consultare Repubblichetta.

giottin

Sab, 20/02/2016 - 18:30

Sono sicuro, anzi, sicurissimo che il sapientone dalle 40 lauree, non sappia certe cose che invece so io!

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Sab, 20/02/2016 - 18:41

Condivido il commento della Signora Euterpe-14,16- sincero e pacato. Leggere i Suoi commenti è sempre un piacere.

bruno49

Sab, 20/02/2016 - 18:43

#hernando45: non la ho assolutamente "insultato" né ho "malignamente interpretato" il suo post dell'una di notte. Ho solo chiesto se era una preghiera sincera o un sarcasmo. Rilegga il mio commento e vedrà che non c'era altro. Se involontariamente l'ho offesa, le chiedo scusa. Non chiedo scusa invece a quelli che esultano per la morte di un uomo solo perché lo ritengono (in questo caso a torto) essere appartenuti ad un'altra parte politica, destra o sinistra che sia.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Sab, 20/02/2016 - 18:47

Personaggio che ho conosciuto direttamente. È stato un mio professore universitario. Eco, era in realtà un massone rosacrociano (Il nome della Rosa appunto è dedicato al suo ordine massonico) ed era un esperto di esoterismo (come si capisce dal suo eccezionale 'Pendolo di Foucault'). Peccato che tanta intelligenza l'ha sprecata a sinistra, ma quella sinistra che è comunque collegata con chi tiene le redini del mondo in mano e se ne infischia di destra e sinistra. Per quanto lorsignori ne dicano, abbiamo perso una grande mente (usata male però).

Maura S.

Sab, 20/02/2016 - 18:49

Tante parole spese per uno scrittore che innanzi tutto pensava al suo benessere, è morto nella sua casa, pasciuto e riverito mentre tanti altri dopo una vita di lavoro sono morti per strada causa i suoi amici che hanno distrutto l'Italia. Tutti dobbiamo morire, ed ora il solito siparietto italiano

lorenzovan

Sab, 20/02/2016 - 18:55

giottin..l'ultimo grande esponente culturale della destra...e' stat Gentile..ucciso da una criminale banda di zeloti pseudopartigiani..dopo di lui il nulla.. o se vi accontetate..i barbareschi ..i lino bani...con tutto rispetto per il loro lavoro..

quapropter

Sab, 20/02/2016 - 18:55

Non era costui quello che preferiva vivere a Parigi distenghiando di vivere in Italia? Che se lo piangano i francesi anche se a morire se n'è venuto in Italia. Non è un grande perdita...

scala A int. 7

Sab, 20/02/2016 - 18:55

e se poi la opera rivelera' di aver ammorbato le coscienze di ignari e precostituiti lettori ??.....ci sara' o meno class action ???.....ai Posteri o al komitato dei saggi ( Rondolino presidente ) l'ardua sentenza ; Guccini sei avvisato , componi qualcosa di umano , i Sovrannaturali non vengono piu' apprezzati

MelalavoDomenica

Sab, 20/02/2016 - 18:56

Esiliato: condivido

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 20/02/2016 - 18:57

@ Totonno58 - Sta' attento, Totonno, ché a furia d'inchini potrebbe venirti il colpo della strega. @tzilighelta - Ciao, da quanto tempo non ti leggiamo. Oggi il giovane guerriero nuragico torna in battaglia per difendere l'onore e la gloria del vate della sinistra? Come va nella Sardinia felix'? ora ancora più felice perché ospita tante 'risorse' d'oltremare, a te, suppongo, oltremodo gradite.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 20/02/2016 - 18:59

Prepariamoci ad un’orgia spudorata di commemorazzioni, vuoto incolmabbile, incensamenti, condoglianze alla famigghia, grave lutto per la cultura, ci ha resi famosi nel mondo non solo con ilprofumodellerose ma anche con lorologiodifucò, applausi al funerale, ha dato lustro all’itagghia, profonto tolore di “fraterni amici” che mai l’hanno incontrato, estimatori della sua opera che mai hanno letto, amici che non sapeva di avere, l’ultima volta che l’ho visto stava bbene, visite alla morgue di cialtroni a caccia di visibbilità, messa solenne e ripresa di intellettualesse che si controllano le unghie e politici delinquenti che prendono l’ostia, commenti di tirapiedi, nullità culturali, esibizionisti, perdigiorno, pseudointelettuali, adulatori, metrapansé e metressapansé, sxxxxxi e sxxxxxette in fregola per farsi fotografare a fianco di qualche potente ecc. Già li si può immaginare, ma sarà spassoso ascoltarli, scoprirne l’anima ruffiana e fare la graduatoria

laura bianchi

Sab, 20/02/2016 - 19:09

Non ho mai augurato la morte a nessuno e, non gioisco di questa.Premesso ciò, penso che l'età dell'intellettuale,sia un età invidiabile per lasciare questa terra, con onori e visibilità di cui tanti altri non godono.Penso a tantissimi bimbi morti,che forse sarebbero stati degli eco e più degli eco....i quali non hanno voce neanche un eco....e allora mi sconvolge tutto questo clamore.Per il resto ognuno ha il diritto, di esprimere il proprio pensiero nella massima libertà.Condivido @Euterpe.Niente altro da aggiungere;anzi si povera itaglia.

Agev

Sab, 20/02/2016 - 19:14

Signori miei non è per caso che siete qui in questi tempi di totale trasmutazione della realtà/mondo..Voi avete scelto questa realtà tri-dimensionale per fare esperienza e per superare voi stessi per divenire consapevoli di chi in realtà Siamo/Siete. Pertanto-Sol- Solo l'Unità nel/del Uomo saprà tradurre in realtà/mondo le reali Leggi Naturali/Cosmiche che ci Governano ed alle quali Apparteniamo.-Tutto scorre e diviene in un Eterno Presente.Questo è il luogo dove vive il senza tempo il non tempo e dove il micro e macro cosmo divengono Uno/Unità/Totalità in armoniosa coerente bellezza. Il sotto come il sopra e viceversa. Lasciamo andare, lasciamo scorrere,lasciamo divenire e lasciamo che sia come quel che sia e il Tutto ci porterà in quei luoghi dove-Ciò Che E'- è veramente tutto Ciò Che C'è divenendo i vecchi nuovi meravigliosi infiniti gioiosi festanti vibranti danzanti e potentissimi Creatori della Realtà/Mondo. Segue .. Gaetano

giseppe48

Sab, 20/02/2016 - 19:15

è morto uno di sinistra ,uno di meno

brunog

Sab, 20/02/2016 - 19:19

Uno pseudo intellettuale vendutosi alla sinistra in cambio di una garanzia di successo, una prostituta intellettuale. Intellettuale di successo che all'estero nessuno lo conosce. A sinistra si sentono persi per la scomparsa di questi amuleti.

pgbassan

Sab, 20/02/2016 - 19:21

wilfredoc47: assolutamente no. Semiologo o scemologo? Io sono il NIENTE. So solo che il tipo era un concentrato di odio e partigianeria.

hectorre

Sab, 20/02/2016 - 19:22

cari sinistri dalla memoria corta, eco tornò alla ribalta solo dopo aver vomitato su berlusconi e l'italia..."vado all'estero!!!""...ma non se ne andò mai!!!....e giu a spellarsi le mani per le parole del sommo scrittore...voi siete sempre pronti ad osannare chiunque si scagli contro il cav. o abbia simpatie a sx....altri esempi??...nanni moretti,i suoi film boiate pazzesche...saviano, i suoi libri semplici copia incolla...il nobel a fo.....ecc...ecc....si fa tanta strada svoltsndo a sinistra, a destra le salite sono impervie.

pgbassan

Sab, 20/02/2016 - 19:23

Trifus: geniale.

Agev

Sab, 20/02/2016 - 19:26

Si Signori miei.. E' questo Ciò che in realtà Io/Noi-Sono/Siamo. Si.. Siamo Entità eterne ed infinite dalle infinite inimmaginabili possibilità probabilità quali reali Infiniti e potentissimi Creatori e Co-Creatori della Realtà . Voi l'avete semplicemente dimenticato .. Io sono qui a ricordarvelo . In Onore a me ed ad Umberto Eco .. Uomo che a Suo modo a cercato di comprendere e divenirne consapevole. Con affetto.. Gaetano

lorenzovan

Sab, 20/02/2016 - 19:38

l'avete voluta buttare in politica..ebbene vi seguo...chi ci fa conoscere e ci fa invidiare nel mondo ??? vediamo..Premi Nobel..Rita levi di Montalcino..l'avete subissata di parolaccie...Benigni...idem..Fo' idem con patate...Stilisti famosi..Dolce e Gabbana..Versace..tutti froci...non contano..arte...Bolle ??? frocio pure lui....spero salverete Boccelli e la Ferrari...e sopratutto i tombini di ghisa padani e i gagliardetti eia eia alala

woodstock60

Sab, 20/02/2016 - 19:51

e Scalfari? a seguire?

il_viaggiatore

Sab, 20/02/2016 - 19:57

Lessi "Il nome della rosa" quando uscì il film, trovando (cosa assai rara) la trasposizione cinematografica di molto superiore al testo. Allora decisi di andare alla radice e attaccai "Finzioni" di Borges. Uscii dalla lettura con la chiara percezione di chi fosse un gigante di cultura e inventiva (Borges) e chi fosse l'equivalente letterario di un DJ (Eco). Il primo che voglia obiettare è cortesemente pregato, prima di rispondere, di spiegare come mai abbia citato proprio Borges, e magari senza cercare su Google o Wikipedia. Vediamo, vediamo chi risponde.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 20/02/2016 - 20:00

lorenzovan Sab, 20/02/2016 - 02:22....Se per lei è cultura,liberissimo di pensarlo e crederlo....Certamente non puó permettersi di insultare chi non la pensa come lei. Devo ammettere, comunque, che la tendenza vostra (dei geneticamente superiori, quelli del pensiero unico, del sol dell'avvenire che non è mai sorto) è proprio questa: insultare chi non porta il cervello all'ammasso, come fate voi (ammesso che per voi si possa ipotizzare l'esistenza e l'utilizzo del cervello). E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 20/02/2016 - 20:04

bruno49 Sab, 20/02/2016 - 09:01.....Rappresentare il niente sarebbe giá un traguardo per uno come lei che, certamente, E' niente....Buffoncello ridicolo, torni nella cuccia ad abbaiare al sol dell'avvenire...E.A.

bruno49

Sab, 20/02/2016 - 20:05

Sgarbi ha chiesto al Presidente della Repubblica di onorare Umberto Eco con funerali di stato per l'onore che ha portato all'Italia. Sgarbi non è certo di sinistra. Sgarbi non è della mia parte politica. Sgarbi è anche un bel po' antipatico. Ma io mi faccio tanto di cappello davanti alla cultura di Sgarbi

areolensis

Sab, 20/02/2016 - 20:19

E' rarissimo vedere in calce a un articolo riguardante un intellettuale un così alto numero di interventi. Ma, a leggerli, c'è poco da rallegrarsi: la maggior parte sono commenti negativi, assolutamente legittimi se chi li emette sa di cosa parla. Ma su questo il dubbio è doveroso. Eco - su cui personalmente avrei molto riserve - è stato prima di tutto uno studioso (filosofo, ma soprattutto semiologo), e su questo godeva e gode di meritata fama internazionale. Marginale, e molto meno importante, la sua attività di romanziere. Ora, dubito che tutti quelli che hanno espresso pareri di condanna abbiano davvero letto i suoi saggi, spesso impervii a chi non ha strumenti culturali adeguati. Naturalmente uno può essere ottimo cittadino anche senza queste conoscenze, a patto che si astenga dagli sproloqui su argomenti a lui totalmente sconosciuti.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 20/02/2016 - 20:20

Finalmente una buona notizia..un Radikal schick ipocrita in meno..speriamo che il filotto continui con Lorenzovan,Tontonno, zjarri ed imbecilli della stessa razza!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 20/02/2016 - 20:21

zjarri..finalmente un Sinistronzo ipocrita che fa autocritica!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 20/02/2016 - 20:23

greg..mai sentito parlare di plagio? Solo che essendo un Sinitronzo è stato coperto dal partito di riferimento..

freud1970

Sab, 20/02/2016 - 20:25

Mi e' dispiaciuto di più per la morte di mio nonno.....

woofer65

Sab, 20/02/2016 - 20:25

È peggio Il Giornale o i suol lettori? Leggendo articolo e commenti, è difficile capirlo. Ciò che è sicuro è che sono prevedibili. Basta un sospetto di sinistra e cominciano a vomitare bile. Anche da parte di chi, sì e no, ha sentito parlare di qualche suo titolo.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 20/02/2016 - 20:26

luigitipiscio--- a te che te frega della kultura italiana?

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 20/02/2016 - 20:34

elkid "“Per me l'uomo colto è colui che sa dove andare a cercare l'informazione nell'unico momento della sua vita in cui gli serve.” UMBERTO ECO"...capisci perchè voi Sinistronzinon sarete mai liberi? Perchè avete una terza narice? Perche non sarete mai in grado di formulare un pensiero autonomo? Siete schiavi delle citazioni dei padroni del vostro cervello..che vi usano come megafono per la loro propaganda finalizzata a mantenere il dominio kulturale di questo povero paese in base alla strategia delle Casematte di Toglittiana memoria che prevede purtroppo il controllo delle casematte del potere (tra cui la kultura)finalizzato alla conservazione predominio delle elite delinquenziali che impediscono all'Italia di essere un paese democraticaamente normale!..Elkid prendi consapevolezza del tuo ruolo di UTILE IDIOTA!!!

laura bianchi

Sab, 20/02/2016 - 20:47

Dimenticavo: condoglianze alla famiglia da Laura e il suo PETRARCA.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Sab, 20/02/2016 - 20:59

E' partita a reti unficate, l'apologia di Eco. E non ha vinto il Nobel. Figuriamoci cosa succederà quando (possa campare cent'anni), sarà il turno di Fo Premio Nobel per la letteratura. I suoi predecessori, nell'ordine sono stati: Carducci - Deledda - Pirandello - Quasimodo e Montale. Fate voi. Dalton Russell.

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 20/02/2016 - 21:35

e chi era? cosa faceva? chi cxxxo lo conosceva!

zucca100

Sab, 20/02/2016 - 21:47

Pasquale Esposito, ma ti rendi conto di quello che scrivi? e' un'offesa alla tua intelligenza

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Sab, 20/02/2016 - 21:51

un comunista in meno.

zucca100

Sab, 20/02/2016 - 21:56

bajo, non capisco: perchè ti dà così fastidio se scrivo poco? non mi sembra che i vostri commenti logorroici siano pieni di concetti profondi. davvero, detto senza cattiveria: ma vi piace così tanto fare la figura dei trinariciuti leghisti che non leggono uno straccio di libro e che ragionano solo con la pancia? guardiano, scusa ma il tuo intervento è incomprensibile

rokko

Sab, 20/02/2016 - 22:09

Alcuni commenti sono sconcertanti. "Il nome della rosa" ha venduto circa 50 milioni di copie nel mondo, fosse stato così noioso come dite non le avrebbe vendute. Del resto, basta iniziare a leggerlo per cambiare idea.

mantiga

Sab, 20/02/2016 - 23:07

Bananas fatevene una ragione, i migliori stanno sempre a sinistra

marchigiano

Sab, 20/02/2016 - 23:30

Quanto livore...mi ricordate il nome di un intellettuale di destra?

Agev

Sab, 20/02/2016 - 23:35

Trasmissioni della Sorgente Primaria-Il Mio Messaggio Centrale- Trasmetto questo messaggio a voi che ho mosso con il suono della mia voce. Queste parole sono la mia firma. Potete tenere il vostro dubbio, la vostra paura, la vostra fede o il vostro coraggio: non importa, perché sarete toccati dal ritmo della mia voce. Essa si muove attraversandovi come un raggio di luce che spazza via- seppur per un attimo- l'oscurità circostante. Io dimoro in una frequenza di luce dove gli esseri finiti non possono scoprirmi. Se mi cercate, fallirete. Io non sono trovato o scoperto. Sono solo compreso nel essere/divenire-Uno, nell'unità e nella totalità. E' proprio lo stesso essere-Uno che sentite/vivete quando siete interconnessi con tutta la vita, perché Io sono questa e questa soltanto: Io sono tutta la vita. Se dovete cercarmi, allora praticate il sentimento della totalità e dell'Unita... ecc..ecc. Dal soffio/vento dei Creatori . Gaetano

Ritratto di rabillo

rabillo

Dom, 21/02/2016 - 02:28

Ma siete impazziti!!! ESILIATO tu non hai perso nulla nemmeno quando è morto Borges nestore55 finche scrive Dan Brown rossini Si parla dei suoi libri non delle sue idee o del suo apparato cardiaco. Etc... A tutti i lettori di "destra alla micheleserra che scrivono qui" siete la giustificazioni degli snob di sinistra che si credono unici dpositari della cultura. La cultura e come l'arte non ha ha colori. Sono di Destra ma non becero e se forse non è un caso che i miei scrittori preferiti del 900 erano Jorge Boges e Celine entrambi di destra, non disdegno di certo Calvino gwnio ma di sinistra e Umberto Eco, che a parte il romanzetto il nome dela rosa ha scritto libri come Il cimitero di Praga e I pendolo di Focault che s'avvicinano al capolavoro. Poi chi porta onore all'Italia nel mondo indipendentemente dal colore è fa con questo qualcosa di destra, grazie a Dio ho viaggiato molto è questo e ho potuto costatare, il suo successo.

Silvio B Parodi

Dom, 21/02/2016 - 02:58

MENO MALE ERA ORA ADESSO L'ALTRO INTELLETTUALE DELLA REPUBBLICA SCALFARI SPERIAMO BENE.

Silvio B Parodi

Dom, 21/02/2016 - 02:59

Esiliato, non abbiamo perso nulla?????NO !!!!CI ABBIAMO GUADAGNATO.

divenire

Dom, 21/02/2016 - 03:15

I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli

gianni59

Dom, 21/02/2016 - 03:18

greg...premesso che se a tutti piacessero gli stessi scrittori ne esisterebbero due o tre, per cui non sono d'accordo col suo "noia mortale"...ma lo schieramento politico cui lei riconduce la sua notorietà può valere per l'Italia e non certo per tutto il mondo...così mi sembra fuori luogo il paragone con Veltroni...

gianni59

Dom, 21/02/2016 - 03:20

giangol...forse non lo conosceva lei, ma per fortuna esiste altro....

divenire

Dom, 21/02/2016 - 03:21

I giornali diventati strumenti di delegittimazione del nemico

Ritratto di Situation

Situation

Dom, 21/02/2016 - 08:31

....pensate: l'unica sua opera degna di nota (magnifica peraltro) a livello di romanziere è stato "nel nome della rosa". Chi poi ha visto il Film ne è rimasto estasiato. Il buon rokko poi parla di 50 milioni di copie vendute nel mondo? ok quanti di questi book-fans sono riusciti a leggerlo fino alla fine e sopratutto capirlo? non credo molti. A me era piaciuto ma che "peso. "50 sfumature di grigio" ha venduto tanto di più ed era una "Corazzata Potemkin". Eco sedicente grande studioso di storia........poi "Il pendolo di Focault" che credo essere il peggior romanzo uscito pubblicato sulla terra; pieno di errori terribili e situazioni sconclusionate......il resto sempre peggio. Eco sedicente intellettuale, ovviamente ☭ e ateo (questo è un complimento), sparasentenze e dispensatore d'odio. Come quando morì Mandela anche oggi alla dipartita di questo sarcoma dell'intelligentia dico: ....ora è un mondo migliore (opinione personale)

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 21/02/2016 - 09:02

Beh diciamo molto meglio Eco del giullare della "costituzione più bella"che ora sta con chi vuole cambiarla.Ma se era tanto bella perchè cambiarla.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Dom, 21/02/2016 - 10:53

@mantissa - Non diciamo idiozie per favore. La sinistra fa come gli americani, si comprano i cervelli sponsorizzandoli, ma ciò non vuol dire che la cultura sia 'cosa di sinistra'. La cultura vera non ha posizioni politiche. Mi dica un po' lei la Nona di Beethoven è di destra o di sinistra?

Maura S.

Dom, 21/02/2016 - 11:12

Considerando che per il premio Nobel della pace hanno scelto quell'abbronzato che ha distrutto una parte del medio oriente con la sua mania di GRANDEUR, non credo che sia la ragione per cui glorificare una persona. Tra l'altro abbiamo tanti luminari con capacità che va( o andavano ) oltre quelle del caro estinto, ma essendo dalla parte opposta della barricata restano innominati. Magari ora ci beccheremo pure un giorno di lutto nazionale dimenticando così quei nuovi poveri che causa un governo di me.rda dormono nelle auto se non nelle strade

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 21/02/2016 - 14:23

Per coloro che biasimano @Pasquale Esposito, vorrei ricordare che il suo post , indirettamente, pone domande sul ruolo dell'intellettuale in una società. Pur riconoscendo il valore culturale di Eco, domandiamoci anche se egli è stato una coscienza critica nei confronti del potere, il suo schierarsi da una parte politica in modo direi settario e permanente, ha favorito l'indicare 'le lacrime e il sangue' di cui ogni potere gronda? Nei confronti dei grossi mutamenti che hanno investito il sistema di comunicazione sempre più informatizzato, qual è stato il suo contributo? Forse giudicare imbecilli coloro che ne usufruiscono, partendo dal presupposto che le masse non debbano essere informate, né che, anche se in modi talora grossolani, esse non debbano esprimere il loro parere?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 21/02/2016 - 14:30

@lorenzovan- Non si tratta di 'buttarla in politica', ma di ben altro. E dopo che il Nobel è stato attribuito ad un dario fo e ad un obama, lei crede ancora nel valore di questo premio?