La pornostar Nappi contro il filosofo: "Voglio squirtargli in faccia..."

Scontro a colpi di post tra il filosofo Diego Fusaro e Valentina Nappi, opinionista su Micromega

Non ci sono più i filosofi di una volta. I pensatori canuti che decoravano con il loro pensiero il porticato del Liceo dell'Atene classica o i primi caffè settecenteschi. I tempi sono cambiati e le più grandi conquiste del pensiero umano non trovano più rifugio sul fondo delle tazze di caffè, ma tra i post delle testate online. Proprio nel caotico traffico dati di Internet si sta consumando una delle più appassionanti diatribe di pensiero dai tempi della teoria copernicana.

Galeotto fu Micromega e chi ci scrisse. Nella roccaforte intellettuale del gruppo Espresso l'ex pornostar Valentina Nappi ha scosso le coscienze con un articolo dal titolo "Oggi il fascismo si chiama anticapitalismo". Dopo aver sviluppato la sua tesi la Nappi giunge alla conclusione che il "fascismo parla il linguaggio dell’antitecnocrazia, esplicita o mascherata da antiplutocrazia, e si propone come forma non egualitaria di antiplutocrazia quando esiste la possibilità concreta di una svolta egualitaria, e come anticapitalismo quando una svolta egualitaria non è plausibile (ad esempio perché sono necessari certi sviluppi storici ulteriori, ad esempio la fine della piccola e media borghesia). Oggi il fascismo si chiama anticapitalismo."

Una conclusione orginale che hanno molto apprezzato tutti i cinquanta lettori dell'articolo. Ma la sfortunata ha voluto che tra questi ci fosse anche il filosofo Diego Fusaro che ha risposto con un articolo per le rime alla Nappi. Non è ancora chiaro se a urtarlo maggiormente sia la tesi della ex pornostar o il semplice fatto che una donna di tal fatta contamini con il proprio pensiero l'iper uranio delle idee. Scandalo e orrore. Con un iperbolico articolo Fusaro sistema le ambizioni intellettuali della Nappi.

Peccato che la porno intellettuale decida di rispondergli per le rime per ricordare al filosofo torinese che le signore non si toccano neanche con un fiore. Figurarsi con un pippone incomprensibile di 15mila battute. Da qui in poi si passa al violentissimo scontro diretto. Una gara a chi è meno reazionario, dove la procace Valentina guadagna un vantaggio notevole già solo con il titolo del suo articolo risposta. "Squirtare in faccia a Diego Fusaro", un colpo che stenderebbe la maggioranza degli avversari per ko tecnico.

Ma Fusaro non è un avversario qualunque. Il 30enne incassa il colpo e con una prosa che farebbe impallidire il D'Annunzio per complessità sferra una bordata dal titolo "La signorina Nappi e le orge del capitale". Con grande umiltà occorre rimandare i più coraggiosi alla lettura diretta del pezzo per averne un quadro completo. Per i più umili, non benedetti dalla dea bendata con un intelletto superiore, occorre accontentarsi del riassunto: che cavolo ci fa una pornostar su Micromega? E come si permette di affrontare argomenti di ben più alta competenza? Domande a cui la Nappi non ha ancora dato risposta, ma che un pubblico sempre più numeroso aspetta ora con ansia.