Premi internazionali Flaiano: i nomi dei finalisti

L'edizione 2017 si svolge a Pescara dal 28 giugno al 7 luglio. Simonetta Agnello Hornby riceverà il Premio Internazionale Flaiano per la Letteratura. I nomi di tutti i finalisti

Alcuni giorni fa sono stati presentati i nomi dei vincitori e finalisti della 44^ edizione dei Premi Internazionali Flaiano di Letteratura, Cinema, Teatro, Televisione e Radio, in programma a Pescara dal 28 giugno al 9 luglio.

Per la sezione letteraria Simonetta Agnello Hornby riceverà il Premio Internazionale Flaiano per la Letteratura. Tre i vincitori per la sezione dedicata all’Italianistica-La cultura Italiana nel mondo più un premio speciale: Gian Maria Annovi da Los Angeles, con un saggio su Pier Paolo Pasolini; Maria Nicolai Paynter da Toronto, per un lavoro dedicato ad Ignazio Silone; Riikka Ala-Risku da Helsinki per il suo studio su Plurilinguismo, dialetto e metalingua nella narrativa italiana contemporanea. Premio speciale nel 150° della nascita di Luigi Pirandello ad Alice Flemrova da Praga, per il suo libro sullo scrittore siciliano.

Infine i finalisti del concorso Premio Flaiano “Opera prima 2017”: Salvatore Basile con il romanzo “Lo strano viaggio di un oggetto smarrito” (Garzanti); Evita Greco con “Il rumore delle cose che iniziano” (Rizzoli), Mariano Sabatini per “L’inganno dell’ippocastano” (Salani).

Fondati nel 1973 per onorare Ennio Flaiano e riproporre costantemente lo studio della sua opera, i Premi Internazionali Flaiano si snodano attraverso una serie di manifestazioni, rassegne, convegni, spettacoli che culminano nelle giornate estive e autunnali della consegna dei premi. L'edizione 2017 si svolgerà come di consueto a Pescara dal 28 giugno al 7 luglio, la premiazione avverrà nella serata ddi domenica 9 luglio. Subito dopo, Flaiano nelle piazze dal 10 al 15 luglio.

Nel corso degli anni ha riscosso un grande successo il Flaiano in piazza, ciclo di proiezioni all’aperto nelle principali piazze di Pescara nei giorni antecedenti la serata finale di premiazione. Il "Pegaso d'oro" per la cinematografia è riservato a scrittori per il cinema, registi, interpreti italiani e stranieri, critici e produttori. Tra i premiati si sono avvicendati anche futuri Nobel della Letteratura e futuri Premi Oscar come Ennio Morricone, Luis Bacalov, Vittorio Storaro, Roberto Benigni, Giuseppe Tornatore, Gabriele Salvatores, Tilda Swinton, Stefan Ruzowitzky, Paolo Sorrentino, premio Flaiano nel 2012 e poi Oscar nel 2014; István Szabó, premio per la carriera nel 2014, Jirí Menzel, Constantin Costa Gavras, Billy Wilder, Michelangelo Antonioni, Jean-Jacques Annaud, Nicola Piovani, Dino De Laurentiis.

Nella sezione letteraria il Flaiano si è sempre fatto portatore di presenze di eccellenza a Pescara, chiamando in causa annualmente scrittori di indiscusso rilievo, alcuni dei quali insigniti successivamente del Premio Nobel come Jean-Marie Le Clézio, Seamus Heaney, Josè Saramago, Imre Kertesz, Alice Munro, (oltre a José Saramago premio Flaiano nel 1992 e Premio Nobel nel 1998, Harold Pinter, Seamus Heaney premio Flaiano e poi Nobel nel 1995, Jean-Marie Le Clézio premio Flaiano nel 1993 e poi Nobel nel 2008, Derek Walcott Premio Flaiano nel 2000 e Premio Nobel nel 1992, Imre Kertész Premio Flaiano nel 2001 e Premio Nobel nel 2002, Wole Soynka Premio speciale Flaiano nel 2005 e Premio Nobel nel 1986, Dario Fo Premio Flaiano nel 2000 e Premio Nobel nel 1997, Alice Munro Premio Flaiano nel 2008 e Premio Nobel nel 2013).