Al via il restauro di Redipuglia

Nella finanziaria si prevede un intervento di 11 milioni di euro per i lavori di riqualificazione del sacrario che accoglie 100 mila caduti della Grande Guerra

Avanti con il restauro di Redipuglia. IL grande sacrario in provincia di Gorizia sarà al centro di un progetto firmato da Eugenio Vassallo e Orazio Carpenzano. La grande scalinata accoglie circa 100 mila caduti della Grande Guerra e oggi, all'incrocio delle celebrazioni per il centenario, si parte con le operazioni di maquillage. Nella finanziaria del 2014 sono stati previsti complessivamente 11 milioni, come ha ricordato il sottosegretario alla Presidenza del consiglio Luca Lotti, a Redipuglia per l'inaugurazione della Piazza delle pietre d'Italia. I lavori di riqualificazione riguarderanno la grande scalinata ma anche l'area posta di fronte al Sacrario e dovrebbero risolvere i problemi di viabilità, dati dal passaggio di una strada ad alto traffico fra il sacrario e l'area museale. Insomma, si spera che il gigantesco cimitero venga valorizzato: del resto a Redipuglia sono sepolti in ordine alfabetico i giovani di tutte le regioni italiane e il sacrario racconta la nostra storia meglio di tanti libri. I restauri saranno completati entro il 4 novembre 2017. I lavori toccano anche i sacrari di Oslavia e Bassano del Grappa.