Dal rigattiere di parole: "Accorruomo"

Sentir gridare “Accorruomo! Accorruomo!” oggi spingerebbe, più che a prestare soccorso, all'ilarità o alla curiosità

Sentir gridare “Accorruomo! Accorruomo!” oggi spingerebbe, più che a prestare soccorso, all'ilarità o alla curiosità. Del resto, nessuno più si sognerebbe, in un momento di emergenza, di usare questo richiamo antiquato: finirebbe per soccombere o affogare, senza scampo. Soprattutto quando si è in difficoltà, è necessario essere chiari e comprensibili: il grido di “Aiuto!” oggi è l'unico efficace. Un arcaismo potrebbe essere fatale.

Di arcaismo infatti si tratta, e come tale lo accolgono i dizionari moderni. La letteratura comunque ne è variamente cosparsa fin dalla prima metà del Trecento, come segnala il Devoto Oli. Deriva, è intuitivo, da accorri-uomo, tratto dal ad-currere, correre verso. Il Tommaseo cita due varianti: accorr'uomo, con l'apostrofo e a corruomo, staccato. Aggiunge anche “oggidì non comune”, e pochi decenni dopo il Rigutini e Fanfani (siamo alla fine dell'Ottocento) lo dichiara “quasi in disuso”. “Esclamazione che chiama gente in soccorso. Lo stesso che Aita aita”, dice Tommaseo. Per il Cardinali Borrelli Accorr'uomo è “esclamazione alla maniera dei latini, quirites, quiritare, colla quale gridando si chiama pronto soccorso sì che corrano gli uomini a porgere aiuto”. Il citato Aita è considerato perlopiù poetico (e cioè ben poco utile al vero scopo) e deriva da aitare=aiutare, che a sua volta viene dal latino auxiliari. Aita si è perso, così come il verbo aitare: ma ci resta curiosamente in uso il participio presente aitante, che stando al Cardinali Borrelli significa “valoroso, bravo, forse detto così perché dei bravi è l'aiutare”. Oggi aitante è sinonimo di prestante, anche in senso fisico; quest'ultimo deriva dal latino praestare, essere superiore.

Non è ben chiaro quando l'esclamazione Aiuto! abbia definitivamente soppiantato Accorruomo!, ma è evidente che questa si è estinta progressivamente nel corso dell'Ottocento. Va segnalata un'osservazione del Panlessico alla parola Aiuto: “L'Ajuto include d'ordinario l'idea di azione fisica, il soccorso quella d'azione morale”.

Commenti

palandrana

Lun, 30/09/2013 - 21:55

Accoruomo diceva quel tale che veniva arrotato.

paolonardi

Mer, 02/10/2013 - 16:27

Caro Paolo stefanoha letto il mio intervento sull'escavatore incendiato in Val di Susa? Mi farebbe piacere un suo parere. Grazie.