Dal rigattiere di parole: maledetto e detto male

Parola composta e parole scomposte: espressioni tra loro prossime ma così distanti nei significati

Parola composta e parole scomposte: espressioni tra loro prossime ma così distanti nei significati. Lo “star bene” indica uno stato di benessere, di salute fisica o mentale.

Ma basta invertire queste due parole, “benestare”, per ottenere un senso diverso: beneplacito, autorizzazione. Altri esempi di parole composte-scomposte: “benservito” (dare il benservito: liquidare) è diverso, anzi, quasi l’opposto, di “servito bene”.

“Maledetto”, aggettivo “noir”, è diverso dal più semplice “detto male”. Per analogia può essere annotata un'altra stranezza: la parola “arbitrio”, quand'è sola, ha un'accezione negativa. “E' un arbitrio!” si grida per contestare un'ingiustizia. Ma quando è accompagnata dall'aggettivo “libero” acquista un significato positivo: “Il libero arbitrio dell'uomo dà slancio alla civiltà”. Come se l'arbitrio senza aggettivi non fosse libero.