Salone del libro ancora nella bufera. La Lega: "Lagioia si dimetta"

La Lega contro Lagioia: "Non è accetabile la censura di AltaForte, il direttore del Salone del Libro di Torino si dimetta. E con lui il suo direttivo"

"Nicola Lagioia deve dimettersi e deve fare lo stesso il suo direttivo". Nemmeno l'ultimo giorno del Salone del libro di Torino è esente dalle polemiche dopo la bufera dovuta all'esclusione della casa editrice AltaForte - vicina a Casapound - che presentava un libro-intervista su Matteo Salvini.

"Non è francamente accettabile che il direttore di un evento importante come il Salone del Libro, evento in crescita e con una credibilità democratica internazionale da difendere, faccia partire un boicottaggio contro lo stesso evento che organizza", accusa oggi il segretario torinese della Lega e capigruppo in Consiglio comunale, Fabrizio Ricca, "Non è nemmeno accettabile che Lagioia non si sia scusato per la lista di proscrizione stilata dal suo amico Raimo, dove giornalisti non omologati al pensiero unico che sembra essere tanto caro a Lagioia e editori liberali venivano invitati a non partecipare all'evento​. Il Salone si merita pluralità, democrazia e libertà e il clima che si è creato in questi giorni di polemica va esattamente nella direzione opposta a questi principi insindacabili quando si parla di cultura rimane anche assurdo e da chiarire l'atteggiamento censorio e limitante della libertà di espressione messo in campo da Regione e Comune. Per questo chiediamo un passo indietro a chi non è intervenuto tempestivamente per difendere autori che con la loro presenza, negli anni, hanno contribuito al successo del Salone".

Commenti

SPADINO

Lun, 13/05/2019 - 17:08

STALINISMO ......altro che pericolo fascista

Santippe

Lun, 13/05/2019 - 17:28

I torinesi, a cominciare da Chiamparino e Appendino, si sono dimostrati incapaci di gestire il Salone del Libro, stravolgendo l'evento in uno squallido spot elettoralistico.

dagoleo

Lun, 13/05/2019 - 17:32

stai tranquillo Matteo, ci vedremo alla conta alle prossime europee

Una-mattina-mi-...

Lun, 13/05/2019 - 17:59

PUSSA VIA!

Zizzigo

Lun, 13/05/2019 - 18:03

È semplicemente la solita "democrazia di sinistra".

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 13/05/2019 - 19:31

Quelli che dicono che sono gli altri i fascisti e i dittatori. Però se non fanno quell oche dicono loro, glielo impediscono. Chi è il fascista? Maledetti comunisti, piaga sociale.

Solinvictus

Lun, 13/05/2019 - 19:58

Qualcuno sa quanto guadagna questo figuro? È doveroso sapere quanti soldi pubblici vengono buttati via per mantenere le zecche rosse

Fabio_74

Sab, 18/05/2019 - 11:47

Santippe, non si preoccupi. Il salone del Libro rimarrà a Torino e a Milano possono pensare di organizzare Tempo di Libri nel 2150. Sarà comunque sempre meno rilevante del Salone di Torino (l'unica e vera fiera del libro in Italia).