Tar sospende il prestito al Louvre dell'Uomo ​Vitruviano di Leonardo

La decisone dopo il ricorso della onlus Italia Nostra. La mostra al museo parigino aprirà il 24 ottobre

Il Tar del Veneto ha sospeso il prestito al Louvre dell'Uomo Vitruviano di Leonardo. L'annullamento del provvedimento è avvenuto a seguito del ricorso presentato da Italia Nostra.

La Onlus che salvaguarda i beni culturali, infatti, aveva chiesto al Tar di annullare il prestito concesso dal Direttore delle Gallerie dell'Accademia di Venezia, che aveva deciso di dare al Louvre lo "Studio di proporzioni del corpo umano, detto Uomo Vitruviano". Inoltre, chiedeva l'annullamento del Memorandum di Intesa "tra il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo della Repubblica Italiana e il Ministero della Cultura della Repubblica Francese riguardante il partenariato per il prestito di opere di Leonardo da Vinci al Musee del Louvre e delle opere di Raffaello Sanzio alle Scuderie del Quirinale".

Italia Nostra, infatti, aveva evidenziato la violazione dell'articolo che stabilisce che i beni che costituiscono la parte principale di una determinata sezione di un museo, una pinacoteca o una galleria, non possono uscire dal territorio nazionale.

In merito al prestito, per il momento sospeso, il Tar si pronuncerà il prossimo 16 ottobre, anticipando la camera di consiglio, inizialmente fissata al 24 ottobre. Infatti, il 24 sarebbe prevista anche l'esposizione dell'Uomo Vitruviano al Louvre e "la rilevanza degli interessi nazionali sottesi alla controversia suggerisce la opportunità di una preventiva ponderazione collegiale nel contraddittorio delle parti".

Non è d'accordo con la sospensione il Mibact: "Da una prima lettura delle anticipazioni stampa risulta del tutto incomprensibile il riferimento a una presunta violazione del principio dell'ordinamento giuridico per cui gli uffici pubblici si distinguono in organi di indirizzo e controllo da un lato, e di attuazione e gestione dall'altro nello scambio di opere tra i musei italiani e il Louvre". Infatti, secondo il Mibac, "il prestito di ogni opera italiana risultava già autorizzato al momento della sottoscrizione dell'accordo di Parigi che prevede, peraltro, che lo scambio di opere avvenga secondo le specifiche prescrizioni di tutela dettate dai singoli musei".

Commenti

dagoleo

Mar, 08/10/2019 - 17:29

i francesi non ci presterebbero mai loro opere di Leonardo. perchè mai dovremmo prestargliele noi? finiamola una volta per tutte con questa misera sudditanza verso la Francia. non abbiamo nulla di inferiore rispetto a loro.

marinaio

Mar, 08/10/2019 - 17:31

Cominciamo a farci restituire dalla Francia tutte le opere saccheggiate da Napoleone e soci, e poi ne parliamo.

Ritratto di Jampa

Jampa

Mar, 08/10/2019 - 17:33

Confido che OGNI SINGOLA OPERA che costituisca l'essenza del genio italiano NON possa travalicare i confini nazionali - sempre che noi si sia in grado di mantenerli e proteggerli.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 08/10/2019 - 17:42

lo prestiamo,certo,un minuto dopo che i francesi ci prestano la gioconda!! ma i francesi ci hanno preso per polli???si...visto che ci rimandano tutti i clandestini di ventimiglia

HARIES

Mar, 08/10/2019 - 17:55

Propongo una annessione IMMEDIATA della Corsica all'Italia. Ho visto dal satellite come siamo posizionati nel Mediterraneo e mi sembra che tale isola sia totalmente più vicina all'Italia piuttosto che alla Francia. Quindi... !!!

Divoll

Mar, 08/10/2019 - 18:11

Meno male! E' un'opera fragilissima e va tenuta dov'e'.

lolafalana

Mar, 08/10/2019 - 18:20

MOLTO BENE, MOLTO BENE COSì.

Gianca59

Mar, 08/10/2019 - 19:34

Non voglio entrare negli accordi e nei trattati in essere, ma vorrei capire come si può prestare non solo alla Francia, ma a qualunque museo in giro per il mondo, un' opera che per la sua delicatezza, trattandosi di disegno su carta, normalmente non è mai esposta ?

cir

Mar, 08/10/2019 - 20:31

HARIES Mar, 08/10/2019 - 17:55 quindi cosa ?? ma sai perche' la CORSICA e' FRANCESE e non italiana ?? avremo douto dare alla FRANCIA tutto il PIEMONTE e la LIGURIA !

salmodiante

Mer, 09/10/2019 - 02:05

si pagano il biglietto del treno, si pagano l' albergo e vengono in Italia, pagando il biglietto del museo. Il louvre è stracolmo di opere italiane rubate da Napoleone, non è necessario prestargliene altre.

arilibellula

Mer, 09/10/2019 - 06:54

quindi per frnaceschini, se si può spostare si può dar via... ma ha i criceti nel cervello? Quindi secondo lui se la Pietà del Rondanini fosse trasportabile la si può dare a chinuque la chieda... Provi a cheidere la Gioconda in prestito e vediamo cosa rispondono...

maurizio50

Mer, 09/10/2019 - 08:43

E' mai possibile che i funzionari di alto livello dello Stato, quale può essere il Direttore delle Gallerie dell'Accademia, debbano sempre essere proni a qualche organismo straniero?? Si facciano prestare e portare in Italia la "Venere" di Milo. Poi se ne può riparlare. Non prima!!

epc

Mer, 09/10/2019 - 09:11

Se ne fa una questione di rivalsa con la Francia o di opinioni personali, ed è sbagliato. Non sapevo che esistesse un articolo di legge per cui "i beni che costituiscono la parte principale di una determinata sezione di un museo, una pinacoteca o una galleria, non possono uscire dal territorio nazionale"; ma se tale articolo di legge esiste veramente, allora il TAR una volta tanto si limita ad applicarla, e non vedo come il MIBAC possa aver autorizzato il prestito in violazione di tale legge. O forse i ministri di sinistra pensano di essere al di sopra di essa?

dagoleo

Mer, 09/10/2019 - 09:45

perchè questa improvvisa rigidità verso un paese così generoso e disponibile? d'altro canto cosa ci ha mai rubato la Francia in passato? solo Nizza, la Savoia, la Corsica e circa 300 quadri ed opere d'arte varia che oggi sono il cuore del Louvre.....nulla insomma.

cir

Mer, 09/10/2019 - 11:10

alla FRANCIA dobbiamo pagare tutti i danni dell' occupazione dei cesari e delle sue legioni di 2000 anni fa'.

Emilio1952

Mer, 09/10/2019 - 14:20

L'errore più grave di Salvini questa estate? Aver riportato, involontariamente, il PD al governo, e con lui il ministro dei beni culturali. Viva i TAR del Paese che ci difendono dai soprusi di certi politici.

jeffwalker

Mer, 09/10/2019 - 16:58

Seeee, col cavolo che poi ce l'avrebbero restituito. Guarda la Gioconda. Il talento e la genialità di Leonardo (e non solo) se la sognano, e i cari francesini si devono rassegnare alla grandezza di noi Italiani. Esponiamo orgogliosamente noi tutti questi Capolavori nostri, no il Louvre.

cir

Gio, 10/10/2019 - 10:58

jeffwalker Mer, 09/10/2019 - 16:58 La grandezza di noi italiani ?? basta vederli in gruppo nei CAMPI ELISI , si distinguono a 300 mtri di distanza..Poi al ristorante bastano il 5% pr farli apparire come specie o razza... Ne ho visti a bizzeffe di comitive che si ricorrevano per la citta' alla spasmodica e costante ricerca di un ristorante italiota per alla fine poter dire..Come si mangia male in FRANCIA !

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 11/10/2019 - 17:49

bananas, per capire la cavolata che stanno facendo bloccando lo scambio, cercate cosa ha detto Sgarbi a riguardo....