Trilogia di "Millennium": trovato l'erede di Stieg Larsson

A quasi dieci anni dalla morte dello scrittore svedese, autore di un caso editoriale da milioni di copie vendute in tutto il mondo, la casa editrice ha affidato la stesura del quarto volume

Buone notizie per i milioni di lettori orfani di Stieg Larsson. O almeno questa è la speranza. Lo scrittore svedese è morto giovane dopo aver scritto tre romanzi dal successo mondiale, lasciando a bocca asciutta gli addected alle sue storie mozzafiato e ai suoi personaggi perfetti sparsi in tutto il mondo. Ma l'occasione d'oro di farlo "resuscitare" - sulla carta, s'intende - non poteva rimanere non colta. Ora l'annuncio della casa editrice Norstedts di Stoccolma: è in arrivo il seguito della trilogia di Millennium. Un quarto volume, pare l'ultimo, dopo Uomini che odiano le donne, La ragazza che giocava con il fuoco, La regina dei castelli di carta. L'erede di Larsson è stato scelto a quasi dieci anni dalla sua morte. L'onere e l'onore di raccontare cosa è successo dopo toccheranno al connazionale David Lagercrantz. Il suo romanzo uscirà nell'agosto del 2015, dieci anni dopo la pubblicazione di Uomini che odiano le donne. Lagercrantz è autore di numerosi saggi e romanzi, tra i quali Io sono Zlatan Ibrahimovic, biografia della star svedese del calcio. Larsson è morto nel 2004 all'età di 50 anni a causa di un attacco di cuore sulle scale della sua redazione, proprio come era successo a uno dei suoi personaggi. Aveva consegnato da poche settimane il manoscritto del terzo capitolo della saga di Mikael Blomkvist e Lisbeth Salander. Dopo la scomparsa dell'autore diventato leggendario l'editore ha venduto 75 milioni di copie dei suoi libri in 50 paesi e la trilogia è finita anche sul grande schermo, prima in una produzione europea e poi a Hollywood. Prima della sua morte, sembra che lo scrittore stesse lavorando a un quarto romanzo, anche se non è mai stato chiaro se quelle carte esistano davvero. Millennium è stato un caso editoriale planetario, che ha avuto tra l'altro il merito di far conoscere su larga scala la letteratura scandinava e che anche grazie alla morte prematura del suo inventore è entrato nella storia. Gli editori hanno fatto montagne di soldi con le avventure del giornalista-investigatore Blomkvist, raccolte in "mattoni" da migliaia di pagine che i lettori hanno divorato in poche ore. E la famiglia e la compagna di Larsson si sono accapigliati fino all'ultimo euro per stabilire a chi spettassero i diritti. Adesso tocca a Lagercrantz. Sarà all'altezza del creatore? Milioni di fan lo aspettano al varco.