La cura di Schopenhauer per battere l’angoscia

Dalla narrativa alla saggistica di carattere divulgativo fino ai testi per addetti ai lavori. La consulenza filosofica si fa largo nell’editoria italiana con una serie di libri che affrontano l’argomento da prospettive diverse. Il primo romanzo che introduce il personaggio dell’analista filosofo è La cura Schopenhauer dello psichiatra Irvin D. Yalom. Un libro, edito da Neri Pozza, che intreccia la biografia di Schopenhauer alla storia di una terapia di gruppo, condotta da Julius Hertzfeld, professore sessantacinquenne cui è stato comunicato che ha poco più di un anno di vita. Un annuncio choc che lo pone di fronte a un dilemma: come comportarsi ora che sulle sue giornate si è riversata un’angoscia intollerabile? Hertzfeld decide di continuare a occuparsi dei suoi pazienti e ridestare in loro il sentimento della vita. Un romanzo che esplora la perdita, il desiderio sessuale, la ricerca del senso dell’esistenza e le ansie della contemporaneità.
Apogeo ha, invece, pubblicato una serie di saggi sulle pratiche filosofiche: dal testo del padre della consulenza filosofica a quelli di consulenti che raccontano la propria esperienza. Il libro della quiete interiore di Gerd B. Achenbach, fondatore di questo nuovo metodo, indica la via per trovare un equilibrio in mezzo alla confusione del mondo moderno, proponendo testi di Seneca, Marco Aurelio, Plutarco, Montaigne, Pascal, Schopenhauer e Nietzsche. La giusta paga, di Walter Pfannkuche, affronta con una formula singolare problemi quali la giusta retribuzione, il diritto al lavoro, l'uguaglianza di poveri e ricchi davanti alla morte, la responsabilità individuale di fronte alle sofferenze del mondo e il comportamento morale. Questioni poste al centro di cinque conversazioni, che hanno il sapore dei dialoghi platonici, condotti da Elisa Mertens, nei panni di un moderno Socrate. Commessa, sempre a contatto con colleghi, datori di lavoro e l’umanità più varia che frequenta il negozio, ha sviluppato un’acuta capacità di riflessione sulla vita, che utilizza nelle discussioni con i suoi interlocutori, mettendo in crisi le convinzioni accettate acriticamente. Teoria e pratica della consulenza filosofica, di Peter Raabe, è, invece, simile a un manuale, con una parte dedicata ad alcuni casi, che illustrano fra l'altro la consulenza filosofica di gruppo e per i bambini. Neri Pollastri nel Pensiero e la vita disegna una «mappa» delle pratiche filosofiche: quali sono e che senso hanno, chi le esercita, dove e con quali modalità; come si fa a diventare filosofi «praticanti», che cosa ci si può aspettare dalla consulenza filosofica rispetto alla consulenza psicologica o alle psicoterapie.
La filosofia come stile di vita. Introduzione alle pratiche filosofiche, di Romano Madera e Luigi Vero Tarca, edito da Mondadori, illustra il percorso di questo nuovo approccio: come la filosofia sia stata, fin dalle sue origini, ricerca di saggezza che nasceva da un certo modo di vivere, perché questa dimensione sia stata a lungo trascurata e i motivi per cui è possibile oggi riproporla, adeguandola al presente.