Dai principi alle star Il matrimonio più chic si celebra in Toscana

David Bowie si sposò a Firenze, Carolina di Borbone a San Miniato Ora nasce l'agenzia che trova il posto giusto per il giorno più bello

Gabriella Di BernardoDiciamo la verità, non è poi così facile avere la voglia e soprattutto il coraggio di dirsi sì per sempre in questi tempi che corrono talmente veloci da bruciare in un attimo tutto e tutti. Eppure se c'è un punto fermo nella vita di ognuno, quello è il romanticismo. E per fortuna, che almeno un po' di cuore in mezzo a tanto marasma riusciamo ancora conservarlo. Così non suona strano scoprire che uno dei segmenti turistici emergenti è legato proprio alle nozze e a tutto ciò che ruota loro intorno. Tanto che proprio per sviluppare questo segmento, l'Agenzia Toscana Promozione è artefice di un progetto unico in Italia, perché se da sempre la Toscana è tra le regioni più ambite per celebrare i matrimoni di stranieri, adesso con Wedding in Tuscany si entra nel vivo, grazie anche alla crescente organizzazione di questo particolare prodotto turistico sul territorio regionale. È storia recente anche l'apertura di una specifica divisione wedding al Firenze Covention & Visitors Bureau, mentre ad aprile il capoluogo toscano ospiterà il Destination Wedding Planner Congress, evento internazionale che vedrà la partecipazione di 150 tra i più importanti operatori internazionali. Da cantanti famosi come David Bowie, che nel 1992 scelse Firenze, a sportivi come Wesley Sneijder, che si è sposato a Castelnuovo Berardenga (Si), a teste coronate come Carolina di Borbone, nipote della Regina d'Olanda, che ha detto sì a San Miniato (Pi), fino al portiere del Manchester City Joe Hart, che nel 2015 ha scelto il Castello di Vincigliata per convolare a nozze, la Toscana è la terra preferita dalle persone più in vista di tutto il mondo per celebrare il giorno più importante, facendo della regione la Top Wedding Destination d'Italia. E se la provincia di Firenze rappresenta oggi il 50% del mercato toscano del Matrimonio, Siena pesa per il 24%, seguita da Arezzo (9%) e Pisa (7%). Dagli ultimi dati elaborati dal Centro Studi Turistici per Toscana Promozione emerge inoltre come nel 2014 siano stati ben 1943 i matrimoni stranieri celebrati in Toscana per un totale di oltre 94 mila arrivi specialmente da Regno Unito, USA e Australia e più di 405 mila presenze. Mentre le 5 location più amate dai futuri sposi sono: Ville (41%), Agriturismi (20%), Castelli (16%), Luxury Hotel (15%) e il Comune (5%). Tant'è che il progetto Wedding in Tuscany si adopera per unire aspetti più prettamente promo-commerciali a una governance di destinazione chiara e condivisa con tutto il territorio. Dopo la guida Love Me in Tuscany dedicata agli ambienti più adatti, dopo la formazione per gli operatori e dopo un calendario di incontri per coinvolgere tutti i Comuni, anche alcune delle principali Dimore Storiche della regione si stanno organizzando per dar vita ad una rete d'imprese per promuovere la Toscana come Wedding Destination e diventare dei veri e proprio trend setter di settore.