Dalle «Notti bianche» alla Piazza rossa Tutti i colori della Russia

Cinque giorni a San Pietroburgo per vivere i giorni più lunghi dell'anno nella città degli zar. Poi, per chi vuole, la magica navigazione fluviale fino a Mosca

Ecco, per i lettori del nostro Giornale, le proposte per il mese di giugno: due differenti viaggi nella grande Russia, eventualmente anche combinabili tra di loro, durante il periodo delle notti bianche quando i tramonti durano tutta la notte e l'unicità ed il fascino di queste interminabili ore di luce ne fanno un ulteriore motivo per visitare questo grande Paese. La prima proposta è un soggiorno a San Pietroburgo , dal 18 al 22 giugno, la più affascinante città della Russia nonché il fulcro culturale del Paese. Un viaggio indicato per chi desidera visitare approfonditamente questa città e i suoi dintorni, tra arte, storia, vita notturna, eleganti ristoranti e luoghi di cultura. Grazie ai meravigliosi palazzi che si affacciano sul Golfo di Finlandia e sul delta del fiume Neva, ricca di canali e di ponti, l'ex capitale russa è chiamata anche la «Venezia del Nord».

All'interno dei palazzi sono ospitati alcuni dei musei più importanti del mondo, come l'Ermitage nel Palazzo d'Inverno. Visiteremo la maestosa Cattedrale di Sant'Isacco, la Prospettiva Nevsky, ideale per lo shopping, l'isola Vasilevskij e Piazza delle Arti, ricca di teatri. Disegnata da architetti italiani e costruita dai tedeschi sulle paludi del nord, a lungo punto di riferimento degli artisti francesi, San Pietroburgo fu creata sotto la spinta di Pietro il Grande desiderioso di allontanarsi dai costumi russi e aprire così una finestra sull'Europa.

Distesa lungo il delta del fiume Neva, tra arte, vita notturna, eleganti ristoranti e luoghi di cultura, San Pietroburgo è famosa per le sue Notti Bianche, lunghissime serate di divertimento e cultura dove i tramonti da metà maggio a metà luglio durano tutta la notte. Stregata dall'incanto di queste notti, la città eleva la sua nobile anima al di sopra della vita quotidiana e affascina irresistibilmente per questa sua capacità di eterna trasfigurazione.

Della città visiteremo con calma e tranquillità tutti i palazzi, i musei, le chiese e le residenze estive degli Zar, come nel caso delle magnifiche Peterhof, Pavlosvsk e Puskin. Una intera mattinata sarà dedicata alla visita guidata del Museo Ermitage, che da solo meriterebbe il viaggio. Vedremo insieme la Cattedrale di Sant'Isacco, la Fortezza di Pietro e Paolo, passeggeremo lungo la Prospettiva Nevsky e rimarrà del tempo libero per visite di approfondimento personali per lo schopping.

La seconda proposta è una crociera da San Pietroburgo a Mosca, dal 22 giugno al 2 luglio. Alcuni di voi lettori l'hanno già provata con entusiasmo nel 2010, ed è per questo motivo che la ripetiamo per chi non è riuscito a godersela a suo tempo. La navigazione fluviale lungo «la Via degli Zar» rappresenta il modo più bello e rilassante per esplorare un Paese come la Russia. Il viaggio, organizzato con Giver Viaggi e Crociere, darà la possibilità di conoscere, oltre a queste due bellissime città, anche e soprattutto la zona dei grandi laghi e la Russia rurale con le sue 18 chiuse per superare i 163 metri di dislivello lungo i 1.817 chilometri navigabili che le uniscono. Un'esperienza dalle mille sfaccettature perché entreremo in contatto con l'ambiente naturale e i tesori d'arte e cultura della Russia. E, durante la navigazione, immersi nella natura, ogni giorno ci fermeremo in località molto particolari. E' il caso, per esempio, della piccola isola di Kiji, classificata dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità. Qui tutte le costruzioni del XVIII secolo, dalla case ai mulini alla chiesa sono realizzate in legno e senza uso di chiodi.

Ovviamente anche di Mosca si visiteranno tutte le icone, come la Piazza Rossa, la chiesa di San Basilio, il Gum, il Monastero Novodievichy. Non mancherà, in entrambi i viaggi, il tempo per shopping e visite di approfondimento. Incontri a sorpresa con importanti e interessanti personaggi su temi storici, politici, culturali e architettonici; serate di convivialità tra il «popolo dei lettori de il Giornale», accompagnati nel viaggio oltre che dal sottoscritto, dal vice direttore Salvatore Tramontano e da Riccardo Pelliccetti, inviato speciale del vostro quotidiano.

Per informazioni e prenotazioni: Passatempo, tel. 035.403530; info@passatempo.it.