Dalmine Energie a 360° con servizi personalizzati

Augusto Altobelli

Controllata dal Gruppo Tenaris, tra i leader mondiali nella produzione di tubi in acciaio, Dalmine Energie nasce, come altre società del settore, in coincidenza con le opportunità offerte dalla liberalizzazione del mercato energetico italiano a cavallo tra secondo e terzo millennio. Fondata nel 1999, inizia a operare come fornitore e gestore di energia elettrica per lo stabilimento Tenaris di Dalmine e le piccole-medie aziende della provincia di Bergamo, sfruttando già in questa prima fase il know-how sviluppato dal Gruppo internazionale Techint (del quale fa parte la stessa Tenaris) nei settori dell’energia e delle utilities.
A oggi, come fornitore non solo di energia elettrica ma anche di gas naturale (l’ampliamento dell’offerta risale al 2001), conta circa 1.400 clienti per un consumo complessivo di quasi 4 TWh e oltre un miliardo di metri cubi l’anno, prevalentemente concentrati nelle regioni del Nord e del Centro Italia. Numeri importanti e, dato ancor più significativo, espressione di un trend in continua crescita, che ha consentito a Dalmine Energie di posizionarsi stabilmente tra i primi 10 operatori energetici italiani. Come spesso accade, i motivi alla base di un successo sono molteplici, ma nel caso della società bergamasca vanno ricercati soprattutto nel concetto di centralità del cliente. Un cliente attorno a cui è costruita un’offerta il più possibile «su misura» rispetto allo specifico profilo energetico. Tanto per fare un esempio, Dalmine Energie mette uno staff completo a disposizione dei propri partner commerciali, composto dal Servizio clienti e da account manager che si occupano di elaborare vere e proprie strategie di pianificazione energetica. Come? Ancora una volta, partendo dalle reali esigenze di consumo del cliente, a cui sono proposte non solo una corretta pianificazione e gestione della propria domanda di energia, ma anche soluzioni ad hoc e formule contrattuali innovative. Un’impostazione, come si vede, non da semplice fornitore, ma piuttosto da consulente a tutto tondo.
E d’altronde Dalmine Energie, proprio perché nasce come gestore della domanda d’energia all’interno di un gruppo industriale, si vanta di conoscere al meglio, «da dentro», le esigenze di chi l’energia la consuma. In particolare delle grandi imprese produttive, per le quali la ricerca di una maggiore efficienza energetica è costante e il peso dei consumi riveste un ruolo decisivo nella determinazione dei costi complessivi. Ecco perché, oggi, Dalmine Energie si propone al mercato come gestore in outsourcing dell’intera «filiera» dell'energia: dall’analisi dei bisogni all’ottimizzazione dei consumi, dal risk management all’energy saving. Ma anche manutenzione degli impianti e la possibilità da parte dei clienti di usufruire dei servizi di telemetering.
Il tutto in modo personalizzato: compresi il pricing e la struttura dei costi, che vengono definiti sulla base delle reali necessità dell’azienda. Grandi imprese industriali, quindi. E poi le Pubbliche amministrazioni, che da sempre trovano in Dalmine Energie un interlocutore privilegiato e attento alle loro specificità, e le piccole e medie imprese del terziario e dei servizi, con consumi oscillanti fra 100mila e 4 milioni di KWh l’anno. Ma non solo. In seguito all’entrata in vigore del decreto Bersani, che ha esteso a tutti i possessori di partita Iva l’accesso al mercato libero dell’energia, l’offerta di Dalmine Energie si è aperta a questi nuovi soggetti: liberi professionisti, artigiani e commercianti, ai quali vengono proposte soluzioni semplici, senza spese aggiuntive e immuni dai rischi di variazioni di prezzo. L’ultima nata si chiama «Dmeno» e garantisce un risparmio del 6% sulla tariffa amministrata, oltre ad altri servizi. Per saperne di più: www.dalmineenergie.it o numero verde 800068866.