Danimarca e Francia invadono l’Italian Open

Sventolano le bandiere francese e danese sui pennoni delle Rovedine dove ieri è iniziato il Cartasì Ladies Italian Open, ultimo torneo del Ladies European Tour che si gioca nel Vecchio Continente per la stagione 2009. Al comando con 67 colpi (-5) Caroline Afonso e Iben Tinning, due giocatrici divise da dodici anni di età, una carriera consolidata per la Tinning e agli esordi per la 24enne francese. Iben Tinning è una delle mamme del Let, un'atleta completa che concilia alla perfezione allenamenti, tornei e il piccolo Mads di tre anni. Cinque successi in carriera - il primo faticosamente raggiunto dopo sette stagioni - di cui due proprio sull'italico suolo. Meno di un anno di stop per la gravidanza ed è subito ripartita per confermare il suo palmarés che la vede una come una delle più titolate atlete del circuito professionistico femminile e punto di forza nel team di Solheim Cup con quattro partecipazioni. «Ero tranquilla, rilassata. Devo dire che sono stata molto precisa e che questo campo mi ricorda il Parco de’ Medici con i fairway non larghissimi e gli ostacoli d'acqua».
Caroline Afonso è la prima a comparire sulla Players Guide del Ladies European Tour ed è la prima nella classifica dopo la prima giornata del Cartasì Ladies Italian Open iniziato ieri sul tracciato de Le Rovedine. Un giro illuminato da cinque birdie e un eagle alla lunga 15. Sorridente come si conviene a chi è al comando, non si vede come vincitrice: «Non sono così presuntuosa, mi piacerebbe solo dar fastidio alle grandi». Il punto di forza dell'Afonso, come sempre, è stato nel driver che la sostiene da quando, ancora dilettante, nel 1999 ha conquistato il titolo francese femminile a soli 14 anni. Come si suol dire Caroline ha proprio tutti i colpi in sacca ma il punto debole nella tenuta di gara perché più volte le è capitato di iniziare bene un torneo e poi non riuscire a terminarlo come avrebbe voluto. Ma preferirebbe vincere un Open oppure far parte del team della Solheim Cup? «Direi che voglio una vittoria tutta mia che mi permetta di entrare nel team europeo!»
Buona prova di Diana Luna, ripresasi dalle fatiche dei mesi estivi, ottava a -2. La nostra star ha anche il grandissimo merito di non aver mai perduto la concentrazione per il torneo nonostante la molte interviste che le sono state chieste nei giorni prima della gara. «Ho finito alla grande con un eagle alla 18 e posso considerarmi soddisfatta del mio gioco». Le italiane che tallonano le avversarie con Diana Luna, sono Giulia Sergas, Stefania Croce e Anna Rossi a quota -2 in ottava posizione.
Domani il taglio lascerà in gara le prime 50 più le parimerito che si divideranno il montepremi di 200mila euro mentre alla vincitrice ne andranno 30mila insieme al Trofeo LG. Inoltre la vincitrice avrà in premio anche un viaggio con soggiorno sull'isola di Mauritius presso il Paradis Golf Club della catena Beachcomber Hotels. C'è un premio anche per la prima proette che avrà l'abilità di centrare con un solo colpo la buca 17 (par 3, metri 130). Domani il circolo milanese offrirà una prova di golf gratuito per i neofiti dalle ore 10 alle ore 18 con l'assistenza di istruttori della Federgolf. La piattaforma satellitare Sky manderà in onda gli highlights di ciascuna giornata sul canale Sky Sport Extra dalle ore 23 alle ore 24, nei giorni di venerdì 18 ottobre, sabato 19 e domenica 20, in differita di un giorno. Ultim’ora: Francesco Molinari è al comando con 63 nel Portugal Masters, ricco torneo con 500mila euro al primo classificato.

La classifica: 1° Iben Tinning (Dan) e Caroline Alonso (Fra) 67 (-5); 3° Marianne Skapnord (Nor) 68 (-4); 4° Becky Brewerton (Gal), Bronwyn Mullins-Lane (Aus), Clare Queen (Sco), Gwladys Nocera (Fra) 69 (-3); 8° Diana Luna (Ita), Stefania Croce (Ita), Anna Rossi (Ita), Laura Cabanillas (Spa), Laura Davies (Ing), Giulia Sergas (Ita), Tania Elosegui (Spa) 70 (-2). Le altre italiane: 24° Sophie Sandolo (ITA) 72; 46° Veronica Zorzi, Isabella Maconi, Silvia Cavalleri, Vittoria Valvassori 73 (+1); 64° Federica Piovano, Margherita Rigon 75 (+3); 71° Camilla Patussi (Am) 75 (+4); 92° Matia Maffiuletti 78 (+7); 100° Marianna Causin (Am) 81 (+9); 102° Eugenia Ferrero (Am) 82 (+10); 105° Bianca Maria Fabrizio (AM) 83 (+13).