Debora: «Non vado per litigare»

La Caprioglio: «Non soffrirò la fame, mangio pochissimo e sono sempre in peso forma»

da Roma

«Di carattere sono molto pacifica, diplomatica. Chi si aspetta di vedermi litigare con gli altri concorrenti dell’Isola dei famosi, rimarrà deluso». Delle due, l’una: o Debora Caprioglio, pronta a partire per l’Honduras e prender parte, da metà settembre, alla nuova edizione del reality di Raidue, è un po’ Pinocchio (titolo, guarda caso, della commedia teatrale con cui ha girato l’Italia in queste settimane), oppure è destinata a far presto le valigie. Perché da Antonella Elia in poi nell’Isola si sfiora sempre la rissa. Ed è quello che poi il pubblico televisivo vuole: sangue e arena, appunto. Gli agnelli sacrificali vengono spazzati via già nelle prime puntate.
Mi dia retta, signora Caprioglio: a queste condizioni, non parta nemmeno. Verrà eliminata immediatamente.
«Pazienza. Però, dia invece retta a me: il pubblico premia anche la simpatia. Che poi è la mia arma migliore».
Cosa l’ha spinta a partecipare a L'isola dei famosi?
«Voglio mettermi alla prova in una situazione estrema».
C’è chi invece è convinto che i partecipanti dell’Isola siano scelti tra coloro i quali sono in forte calo di popolarità.
«La cosa non mi riguarda. In questi ultimi anni sto lavorando molto, soprattutto in teatro: Goldoni ma anche Feydeau. Tournée che tra l’altro riprenderò in gennaio. Le offerte professionali, insomma, non mi mancano. Ma quando me l’hanno chiesto ho privilegiato il mio istinto. Ci ho pensato su una notte intera e poi ho deciso che valeva la pena buttarsi. Ora sono smaniosa di affrontare un’esperienza davvero unica».
Si è consultata con qualcuno, prima di accettare?
«Con Angelo, il mio fidanzato. Fa il mio stesso mestiere: è stato subito d’accordo».
Contento lui... E i suoi colleghi di teatro cosa le hanno detto?
«Non si sono affatto scandalizzati. In fondo lo spettacolo non è più selettivo come una volta. Tanto è vero che ai reality partecipano perfino soprano famosi. E poi L'isola dei famosi è come le riviste di gossip. Nessuno dice di leggerle, poi le trovi anche negli studi di avvocati e dentisti».
Ha chiesto consigli su come comportarsi sull’isola?
«Avrei voluto farlo. Conosco Patrizia Pellegrino, Rosanna Cancellieri, persone che hanno preso parte al programma. Poi mi sono detta: meglio non sapere e capire giorno per giorno quello che avverrà».
Avrà visto che si soffre la fame sull’isola. Cristiano Malgioglio ha perso dieci chili per prendere confidenza con i digiuni.
«Io non ne ho bisogno. Mangio pochissimo e non faccio fatica a mantenere il peso forma, tra i 50 e i 52 chili. E non mi preoccupa nemmeno partire solo con un kit di sopravvivenza: di solito viaggio con una valigia minuscola. Piuttosto sono pigra, ho praticato sport senza costanza. Dunque ora faccio palestra: in Honduras ci sarà da faticare».
Cosa le mancherà delle abitudini quotidiane?
«I libri, il caffè e, da buona veneta, l’aperitivo a base di vino bianco prima di cena. So già invece di cosa non sentirò la mancanza: dei rumori e del traffico di Roma».
Tranquilla, signorina Caprioglio, Malgioglio sull’isola strepiterà più di un motorino smarmittato.
«Dice?».