Il dentista come amico per evitare problemi seri

Il sorriso smagliante, con una dentatura pressoché perfetta, è un ottimo biglietto da visita, specie al giorno d'oggi, periodo di affannosa ricerca della perfezione estetica. Spesso però, l'apparenza inganna e, dietro a un bel sorriso, si possono nascondere disturbi e problemi fastidiosi che andrebbero affrontati nell'immediato insorgere, per prevenire peggioramenti o cronicizzazioni patologiche, scongiurando così anche una pericolosa degenerazione come il rischio di cancro alla bocca. Male insidioso, come la maggior parte delle forme tumorali, anche quello che si sviluppa a livello orale si riesce, nel 50% dei casi, a diagnosticare quando ha già raggiunto uno stadio avanzato, in particolare nelle persone statisticamente al di sopra dei 40 anni, ma con un recente incremento dell'incidenza su individui più giovani; questo, a causa dell'aumento di uso o abuso di tabacco, alcol, seguito da una scarsa igiene orale. Ecco perché è importante rispettare la consuetudine di visite puntuali e frequenti dal dentista: la presenza di placca batterica, o infiammazioni provocate dalla presenza di protesi dentali, di otturazioni o di denti scheggiati o spezzati, possono essere tra le cause di gravi patologie tumorali che le comuni persone non riescono a riconoscere. Presso i centri Vitaldent si possono trovare professionisti che, oltre a effettuare una terapia di prevenzione, possono individuare i sintomi del cancro alla bocca e dispensare così dei consigli importanti da seguire.
Questa malattia può colpire le labbra, ma anche attorno alla lingua, così come può svilupparsi aggredendo le gengive o il palato, manifestandosi attraverso la formazione di macchie bianche o rosse, o provocando emorragie e ulcere difficili da curare. Si tratta di segnali d'allarme che sovente si trascurano, come i fastidi nella fase dell'inghiottimento, nella masticazione o, addirittura, nel parlare, ma che spesso non si presentano nemmeno lasciando lo sviluppo del cancro asintomatico.
Se, durante la visita, l'odontoiatra di Vitaldent, attraverso uno screening attento e meticoloso, riscontrasse delle lesioni sospette, sfuggite all'occhio del paziente, sarà quest'ultimo poi a decidere come intervenire. Nei Centri Vitaldent, degli specialisti provvederebbero alla biopsia e al prelievo di una piccola porzione di tessuto e alla sua analisi biologica.
Sono più di 75 i Centri Vitaldent presenti sul territorio nazionale (500 in tutta Europa) dove gli odontoiatri si mettono a disposizione per promuovere un vademecum di precauzioni: a partire dall'auto-esame, da effettuarsi mensilmente, con lo scopo di evidenziare qualsivoglia alterazione del tessuto attorno alla lingua, sia nella parte inferiore, sia superiore, delle guance e del cavo orale in generale. Ogni sei mesi è consigliabile una visita di controllo da un medico che possa così agire preventivamente, specialmente in caso di ulcere che restino aperte più di 15 giorni; nel caso di protesi, è indispensabile mantenerle pulite e funzionali facendole controllare in caso di disagio. È indispensabile, inoltre, rispettare una dieta sana ed equilibrata basata su frutta e verdura, evitando alimenti grassi e eccessi di condimenti, così come bandire o contenere l'assunzione di fumo e alcol. Si consiglia una corretta igiene orale, da effettuarsi a ogni fine pasto, con uno spazzolino adeguato, sia per i denti, sia per lingua; da completare con l'utilizzo di un buon filo interdentale, preferibilmente non cerato.