Diritti, YouTube batte Telecinco

Il portale di proprietà di Google non è responsabile dei contenuti caricati dagli utenti, nemmeno quando sono coperti da copyright. L'unico obbligo è quello di rimuoverli dopo aver accertato l'infrazione

Madrid - YouTube ce l'ha fatta: ha vinto un processo sui diritti d'autore contro Telecinco. L'accusa era che il portale di Google fosse responsabile della messa online di filmati della tv. Il tribunale di Madrid ha però dichiarato che "è materialmente impossibile controllare la totalità dei video messi a disposizione degli utenti, visto che attualmente sono più di 500 milioni". Da Google hanno commentato che: "La vittoria di oggi conferma che YouTube rispetta la legge".

L'unico obbligo è collaborare per la rimozione dei video illegali TeleCinco, televisione del gruppo Mediaset, aveva ottenuto una sentenza a suo favore nel 2008. Il portale di video è ricorso in appello e oggi il giudice ha sentenziato che YouTube "non è un fornitore di contenuti e quindi non ha l’obbligo di controllare preventivamente la illegalità di quelli che presenta sul suo sito. Il suo unico obbligo è appunto di collaborare con i proprietari dei diritti per procedere al ritiro definitivo dei contenuti, una volta identificata l’infrazione.

Sentenza importante in Europa Ricorsi analoghi sono stati presentati contro YouTube anche in Italia da Mediaset, in Francia da Tf1 e in Germania da Peterson. Secondo il portavoce di Google per l’Europa del Sud Bill Echikson, la sentenza spagnola è finora "la più importante in Europa sulla questione dei diritti d’autore". A febbraio 2010, Google era stata ritenuta colpevole di non aver rimosso subito un video che ritraeva i maltrattamenti di quattro studenti torinesi nei confronti di un disabile.