Ecco le super tv Lcd e il raggio per trovare gli oggetti smarriti

Tante le novità 2006 per l’elettronica di consumo

Mark Perna

da Milano

Quali sono le novità nel settore dell’elettronica di consumo? Uno dei punti fermi del settore è rappresentato dagli schermi piatti, in modo particolare i televisori al plasma e a cristalli liquidi. A detenere il record di ampiezza è stato quest’anno il display al plasma di Panasonic da 103 pollici, una prova di muscoli che dimostra come gli ingegneri siano ormai in grado di realizzare prodotti estremamente avanzati e di elevata qualità. Proprio la qualità è l’elemento su cui si sono concentrati tutti i principali produttori mostrando al pubblico una gamma di pannelli di sesta e settima generazione ad alta definizione.
I prodotti «Full Hd» come il Pioneer Elite Pro-930Hd o il Philips 50PF9631, sono in grado di ricevere e visualizzare i segnali 1080p, ovvero la massima risoluzione oggi possibile con uno strumento visivo, che è cinque volte superiore rispetto ai tradizionali segnali analogici. Simili prerogative sono disponibili anche sui televisori a cristalli liquidi che hanno finalmente colmato il divario con le altre tecnologie e che sono in grado di raggiungere dimensioni da record come dimostra il 65 pollici di Sharp (LC-65D90U) già in commercio, o l’80 pollici realizzato da Samsung di prossima introduzione (HP-R8082).
Accanto a questi prodotti, ormai avviati a sostituire definitivamente tutti i vecchi Tv a tubo catodico, sono state presentate recentemente anche nuove soluzioni tecnologiche come i display Sed e quelli Oled, che rappresentano un concreto futuro per l’intero comparto. Novità interessanti riguardano inoltre il settore dell’immagine digitale.
La tendenza più marcata nelle videocamere è sicuramente la scomparsa dei nastri magnetici, sostituiti dagli hard disk. Molti sono i prodotti presentati che incarnano questa innovazione come la ultracompatta Sanyo Xacti HD1, la prima di questo tipo ad alta definizione, la Panasonic SDR-S100 che dispone di un obiettivo a 3 Ccd, la versatile Sony DSC-M2.
Nella fotografia invece si registra il definitivo decollo della tecnologia wi-fi come dimostra il nuovo modello Kodak EasyShare-one, che permette un sempre più facile accesso alle immagini e una immediata condivisione delle foto. Altro filone in forte ascesa è quello dei dispositivi multimediali portatili.
Dopo il fenomeno iPod, la rincorsa delle altre aziende al dominio della Apple si è sostanziata con numerosi oggetti dall’appeal e dalle prestazioni di primo piano. Tra i prodotti più celebrati di questo inizio anno spicca il nuovo Creative Zen Vision:M, un player digitale non solo elegante e compatto, ma anche in grado di riprodurre brillantemente file musicali e soprattutto video di ogni formato, dagli Mpeg2 ai DivX. In questo elenco si inseriscono anche i dispositivi per la visione personale come l’Icuti V920 Video Eyewear, uno strumento che si indossa come un paio di occhiali e che permette di vedere film o giocare nel pieno rispetto della privacy. Parlando di portabilità merita una menzione anche il Sony Reader, ovvero la riedizione del concetto di libro elettronico. Questa volta i tecnici dell’azienda giapponese sono stati in grado di realizzare un visore che consente una lettura digitale dei testi molto simile a quella dei libri cartacei.
Rimanendo nel campo dei gadget hi-tech tra le tante proposte a suscitare un vivo interesse c’è ad esempio il Celestron SkyScout, una sorta di planetario portatile che dispone di un sofisticato sistema di puntamento interno che permette di trovare agevolmente nel cielo oltre 6000 tra stelle, costellazioni e pianeti. Nuovo anche il dispositivo Loc8tor, un radar in grado di trovare qualsiasi cosa smarrita nel raggio di 150 metri grazie a dei sensori da applicare a ogni oggetto.