Fiera Milano, successo per l'aumento di capitale

Risposta positiva con adesioni per un controvalore di 66,8 milioni di euro. L'ad Corrado Peraboni: "Il mercato ha premiato Fiera Milano, dimostrando di credere nell’azienda e nelle sue prospettive di sviluppo"

Successo per l’aumento di capitale di Fiera Milano, con il mercato che ha risposto positivamente con il 95,6% di adesioni per un controvalore di 66,8 milioni di euro.

“L’aumento di capitale lanciato da Fiera Milano - commenta l’amministratore delegato Corrado Peraboni - si è chiuso con un tasso altissimo di adesioni, che ci consente di dire che è stato un grande successo. Il mercato ha premiato Fiera Milano, dimostrando di credere nell’azienda e nelle sue prospettive di sviluppo. Ringraziamo tutti gli azionisti, vecchi e nuovi, che ci hanno accordato la loro fiducia, garantendo il nostro totale impegno affinchè a questa fiducia corrispondano risultati di piena soddisfazione”.

Lo ha reso noto da Fiera Milano sottolineando "che l’offerta in opzione agli azionisti era di 31.126.821 azioni ordinarie di nuova emissione Fiera Milano, “rivenienti dall’aumento di capitale a pagamento deliberato dall’assemblea straordinaria degli azionisti del 31 luglio 2015 ("Azioni in offerta"). Durante il periodo di offerta in opzione, iniziato il 30 novembre 2015 e conclusosi il 18 dicembre 2015, estremi inclusi (“Periodo di offerta”), sono stati esercitati n. 39.693.856 diritti di opzione per la sottoscrizione di n. 29.770.392 azioni in offerta, pari al 95,64% del totale della azioni in offerta, per un controvalore complessivo di 66.834.530 euro. Al termine del Periodo di offerta risultano non esercitati n. 1.808.572 diritti di opzione che danno diritto alla sottoscrizione di n. 1.356.429 azioni in offerta per un controvalore complessivo di 3.045.183 euro”.

In particolare, prosegue la nota, “nel rispetto degli impegni di sottoscrizione assunti, l’azionista Fondazione Fiera Milano ha esercitato integralmente i diritti di opzione ad essa spettanti e sottoscritto n. 19.618.206 azioni in offerta, per una quota pari a circa il 63% del totale, per un controvalore complessivo di 44.042.872 euro”.

“I Diritti di opzione non esercitati nel Periodo di Offerta (“Diritti inoptati”) saranno offerti in Borsa dall’Emittente per il tramite di Banca Akros spa. entro il mese successivo alla scadenza del periodo di offerta, per almeno cinque giorni di mercato aperto, ai sensi dell’articolo 2441, comma terzo, cod. civ. (“Offerta in Borsa”). Le date di inizio e di chiusura dell’Offerta in Borsa e il quantitativo dei Diritti inoptati offerti in Borsa verranno comunicati al pubblico mediante apposito avviso entro il giorno precedente l’inizio dell’Offerta in Borsa”.

Il prospetto informativo relativo all’offerta in opzione di azioni ordinarie Fiera Milano, e il supplemento al prospetto informativo sono a disposizione del pubblico presso la sede legale e la sede operativa e amministrativa, “nonché sul sito internet della Società www.fieramilano.it nella sezione Investor Relations/Aumento di Capitale e sul sito internet www.emarketstorage.com gestito da BIt Market Services S.p.A”.