L'oro olimpico fa gola al Fisco: sugli atleti pende la victory tax

Il Fisco non fa sconti nemmeno agli azzurri. L'oro premiato con 170mila euro viene stangato con una tassazione al 20%

La gloria, sicuramente. La felicità di essere sul podio più alto, la cima del mondo. Ma anche la gratificazione economica di 189.800 dollari (170mila euro). C'è tutto questo per gli atleti azzurri che vincono l'oro alle Olimpiadi di Rio 2016. Ma, al loro ritorno in Italia, incomberà sulla loro medaglia quella che gli americani chiamano, con una punta di orrore e schifo, la "victory tax". È la tassa sul premio agli atleti che ai Giochi hanno primeggiato dando lustro al proprio Paese davanti agli occhi di tutto il mondo. Il Fisco italiano, ovviamente, non si chiama fuori e fra qualche giorno andrà dai nostri atleti a chiedere il 20% della vittoria.

Da un'indagine svolta da Italia Oggi è emerso che "sul gradino più alto del podio, per quanto riguarda i compensi, ci sono gli atleti serbi che incassano 400 mila dollari. Il premio però sconta una victory tax (come la chiamano negli Usa) con un balzello del 15% (per la medaglia d’oro). Al secondo posto per entità di premio ma anche per livello di tassazione - si legge ancora - gli atleti tricolore che tornano a casa con un premio di 189.800 dollari (170 mila euro) tassati al 20% (premio elargito dal Coni) e infine al terzo posto gli atleti dell’Estonia che ricevono 102 mila dollari liberi da oneri fiscali e quindi esentasse". Agli atleti italiani, insomma, non sarà dato godersi al cento per cento la vittoria. Il Fisco arrogherà per sé una parte del bottino.

Certo, non è nobile parlare di vittoria in denaro quando un atleta ha vinto l'oro olimpico. Ma bisognerà pur campare. E i nostri atleti campano di quello: lo sport con le sue vittorie. In America, dove tutte le tasse sono odiate, la victory tax è sempre stata invisa ai più. Tanto che in questi giorni i senatori hanno già messo a punto una proposta di legge per eliminarla. Va, tuttavia, detto che nel mondo c'è sempre chi se la passa peggio. Gli inglesi, per esempio, non beccano un solo quattrino se vincono l'oro. Devono accontentarsi dei 12mila dollari che ricavano dai diritti di immagine che gli sono corrisposti per la stampa di un francobollo celebrativo. Gli svedesi, invece, non incassano nemmeno quello. Per loro solo la gloria della medaglia.

Commenti
Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 13/08/2016 - 13:50

PERCHE' IL FISCO NON CHIEDE I SOLDI A TUTTI I CLANDESTINI CHE RIEMPIONO DI BANCARELLE I MERCATI RIONALI NELLE CITTA'?

FRANZJOSEFVONOS...

Sab, 13/08/2016 - 14:32

LANZI MAURIZIO QUELLI SONO AMICI DEL GOVERNO DI SINISTRA DI BOLDRINI DI MATTARELLA E DI SON FRANCESCO D'ARGENTINA SONO FRATEEEELI RISORSE

agosvac

Sab, 13/08/2016 - 15:05

Ovviamente questi atleti competono per sé stessi, per vincere. La sola medaglia d'oro dovrebbe essere più che sufficiente. Ma allora perché le nazioni che partecipano danno tutto questo risalto alla vittoria dei propri atleti? Che senso ha dare un premio in denaro per poi tassarlo??? Sarebbe più morale dare un premio inferiore esentasse!!! Il fatto è che lo Stato deve sempre rompere le scatole a tutti, atleti o semplici cittadini.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 13/08/2016 - 15:46

LA TAXE C'EST MOI ... ET POUR LES AUTRES ... lascio a voi la considerazione.

antonmessina

Sab, 13/08/2016 - 16:13

una volta bastava la corona di alloro .. perche non dovrebbero tassarli?

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Sab, 13/08/2016 - 16:23

Da ridere. E' la volta buona che nessuno più si allenerà per poter vincere. Scappiamo via da questo paese.

vince50_19

Sab, 13/08/2016 - 16:39

Oramai si raschia il sotto fondo del barile .. ahahahahaha ..

RobertRolla

Sab, 13/08/2016 - 17:07

Non c'è che dire. Gareggiano per puro spirito sportivo (come disse De Coubertin), vale a dire 170 mila euro. E si lamentano pure di pagarci sopra le stasse, Ronnellate di ipocrisia.

MOSTARDELLIS

Sab, 13/08/2016 - 17:07

Dategli di meno, ma lasciateli in pace con le tasse...

robydg

Sab, 13/08/2016 - 17:12

per correttezza segnalo che il premio agli atleti serbi è di 40.000 euro regolarmente messo a bilancio dal governo nazionale.

sparviero51

Sab, 13/08/2016 - 18:04

FISCO CREXXNO E CATTIVO . DA NOTARE CHE LA MAGGIOR PARTE DEI RISULTATI OLIMPICI SONO DA ATTRIBUIRE AL SACRIFICIO PERSONALE DEI SINGOLI AVENDO UNO STATO LATITANTE E DEFICITARIO PER QUANTO RIGUARDA LO SPORT . FA ECCEZIONE IL PALLONE DIVENUTO L'OPPIO DEI "00" !!!!!!

ziobeppe1951

Dom, 14/08/2016 - 00:13

Il fisco è come gli zingari, vogliono l'oro, argento e bronzo lo rifiutano

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 14/08/2016 - 11:34

ma almeno lei li ha guadagnati, ma se pensiamo che uno prende uno stipendio già tassato di circa 23% una parte li metti in banca per il futuro e lo Stato anche se questi soldi non fruttano anzi la banca te ne rosicchia un po' che fa, ha inventato la tassa sui depositi dei titoli, titoli che a volte perdono di quotazione. Ma non è uno Stato ladro?

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Dom, 14/08/2016 - 11:56

Lo stato italico usa le tasse per mantenere i milioni di clandestini che stiamo importando dall'africa grazie al mitico alfano. Chi è costretto a pagare le tasse fino all'ultimo centesimo di euro, arrotondato all'euro superiore, è molto contento di sapere che i suoi soldi sono usati per mantenere questi personaggi. Grazie di cuore alfano!

mirkod76

Dom, 14/08/2016 - 21:25

Tassazione al 20% è pochissimo per l'Italia. Probabilmente è 20% perché pagato in ritenuta d'acconto, poi va indicato in dichiarazione dei redditi per applicare la propria aliquota Irpef e l'articolo è approssimativo.