Made in Steel, l'acciaio a Fiera Milano per la sfida dell'export

La conference-exibition del settore che ha come tema Work and Life, a Fieramilanocity dal 3 al 5 aprile prossimi. Siderweb: Milano piattaforma fieristica ideale per aiutare l'internazionalizzazione della filiera siderurgica. Convegni, conferenze specialistiche, businesse e buyer internazionali. Nel 2012 mercati europei e italiano in recessione, cresciuto l'export

Produzione italiana -5,3%, consumo -23,2%, export +6,4%, produzione europea -4,7%, consumo -9,6%, export +2,8%, produzione nel mondo +1,2%, consumo + 2,1%: i numeri elaborati dal Siderweb su dati Istat e Federacciai fotografano un 2102 difficilissimo per il settore dell’acciaio europeo e italiano in particolare, alle prese con il calo della domanda e conseguente sovrapproduzione. Mercato interno in recessione ed export in crescita, ma non abbastanza da compensare il dato negativo.

E’ questo lo scenario emerso nel corso della conferenza stampa di Made in Steel 2013, quinta edizione del principale evento italiano dedicato alla filiera dell’acciaio che si terrà a Fieramilanocity dal 3 al 5 aprile prossimi (ingresso Porta Scarampo, orario 9.30 – 18.30) che si sposta da Brescia a Milano, sponsorizzato dalla Banco Popolare di Milano, per incrementare l’internazionalizzazione di un settore che sempre più, per fronteggiare la crisi, dovrà essere riorganizzato con politiche europee e nazionali che puntino allo sviluppo del settore manifatturiero.

"Nei momenti di maggiore difficoltà - dice Maurizio Faroni, direttore generale di Bpm, spiegando la decisione di sponsorizzare Made in Steel - è fondamentale riandare alle nostre radici di secondo Paese manifatturiero d’Europa e a un sistema che va comunque ripensato nel contesto internazionale. Le banche devono fare il mestiere di selezione del credito, ma anche quello di accompagnare l’economia reale".

"Questa edizione di Made in Steel - piega Franco Tamburini, presidente di Made in Steel - sta riscuotendo successo e interesse, un evento a Milano che per noi è un importante trampolino di lancio nella strategia di internazionalizzazione del settore che ha una sempre maggiore importanza in tempi difficili, di crisi e forte concorrenza estera".

"Made in Steel è cresciuta a Brescia e ha fatto ora la scelta coraggiosa di approdare a Fiera Milano, la più grande del mondo per numero di manifestazioni internazionali - aggiunge Enrico Pazzali, amministratore delegato di Fiera Milano spa - per operare da una grande piattaforma aperta al mondo e diventare sempre più internazionale. D’altra parte - prosegue Pazzali - agli imprenditori in questo momento resta solo il loro coraggio, forse sono 'pazzi' a voler continuare a fare impresa, eppure lo fanno e guardano avanti assieme a noi che siamo uno strumento di politica economica fondamentale per il loro export. Ma noi non dobbiamo rassegnarci a una decrescita felice ma dobbiamo scommettere su impresa e sviluppo che solo le imprese possono dare creando il lavoro che manca. Abbiamo bisogno di avere al nostro fianco la politica, un governo forte per uscire da una crisi devastante per il sistema economico, ma anche per il sistema sociale".

Il tema portante di Made in Steel, che si propone come l’unico evento internazionale dedicato alla filiera dell’acciaio, è Work and Life, "un argomento - sottolinea l’ad della manifestazione Emanuele Morandi - che coniuga due valori fondamentali, lavoro e vita. Senza acciaio, senza manifattura, senza economia reale non ci può essere futuro per un Paese come il nostro. E abbiamo anche bisogno di dare qualità e senso alla nostra vita: il nostro operare deve essere sostenibile non solo sotto il profilo economico, ma anche quello sociale ed ambientale. La chiave per una ripartenza si basa tutta sulla nostra capacità di fare una lettura nuova della realtà, con una visione alta e di lungo periodo. Tre le parole d’ordine: innovazione, internazionalizzazione, cooperazione".

"Ma l’Europa non tornerà mai più ai volumi produttivi di acciaio pre-crisi, basta pensare che il primo competitor dell’Europa è la Turchia. Il settore è uno dei più globalizzati e la concorrenzenza dei paesi emergenti unita alle crisi interna è causa di un eccesso di sovrapproduzione. Da sola la Cina ha una sovrapproduzione pari a quella dell’intera europa. E questo la dice lunga, se si pensa anche che i Paesi del Golfo stanno investendo anche in nordafrica - commenta Gianfranco Tosini, responsabile dell’ufficio studi di Siderweb -. L’Italia più degli altri deve superare un gap tecnologico e un gap ambientale (l’esempio dell’Ilva è emblematico), dell’eccesso di offerta che fa calare i profitti".

Per coinvolgere gli operatori del settore, dai produttori siderurgici, ai distributori, alle industrie utilizzatrici di acciaio, la conference and exhibition ha lanciato tre iniziative dedicate a chi impiega i prodotti siderurgici come materia prima per la propria attività produttiva. Con i progetti Building, Transportation, Power & utilities, Made in Steel approfondirà le tematiche attuali, le prospettive di sviluppo e le possibilità di crescita e di interazione tra il settore dell’acciaio e le costruzioni, i trasporti e l’energia attaraverso convegni e tavole rotonde tenuti da esponenti di queste realtà produttive in collaborazione con associazioni di categoria quali ANFIA, ANIMA, UCC, AISEM, CICOF, Fondazione Promozione Acciaio, UPIVEB e IPO Steelnetwork.

Non solo. Made in Steel ha messo in campo una serie di attività per favorire l’internazionalizzazione della manifestazione e delle aziende che vi partecipano come risposta ai problemi della crescità della competitività sui mercati esteri e alla stagnazione perdurante sui mercati europei. Saranno infatti presenti, grazie alla collaborazione con l’ Ice, una serie di buyer esteri. Inoltre i delegati delle Camere di Commercio italiane in Brasile, Emirati Arabi Uniti, Germania, India, Marocco, Svezia, Svizzera, Tunisia e Turchia presenteranno i rispettivi sistemi-paese e sosterranno incontri b2b. Infine, per stimolare la partecipazione di visitatori stranieri, sono stati stretti accordi di partnership con la Commissione Europea, Eurofer, Eurometal, Euro Inox, ISSF e IPO Steelnetwork. Da sottolineare che la fiera è sempre più "smart": dal Match Making, alla nuova app di Made in Steel, passando per lo Speakers corner: l’offerta della manifestazione per il pubblico si è ampliata, per rendere l’esperienza in fiera ancora più produttiva. Per maggiori informazioni www.madeinsteel.it.

CONVEGNI E INCONTRI

Mercoledì 3 aprile
Ore 10.30 – 12.30 "SIDERWEB ROOM" Acciaio: una politica industriale per una crescita sostenibile organizzato da Siderweb. La sostenibilità, intesa non solo come necessità di coniugare industria e ambiente, ma nella sua accezione più allargata di sostenibilità economica e sociale, sarà il tema dominante del convegno inaugurale di Made in Steel. L’industria e la siderurgia come comune denominatore e come leva per il rilancio delle economie avanzate. Relatori: Diana Bracco* (vicepresidente Confindustria per la Ricerca e Innovazione) Marco Fortis (vicepresidente Fondazione Edison) Antonio Gozzi (presidente Federacciai) Riccardo Monti (presidente Ice) Antonio Tajani (vicepresidente Commissione Europea, commissario responsabile di industria ed imprenditoria) Modera: Alberto Orioli (Vicedirettore Il Sole 24 Ore)

Ore 12.00 – 14.00 "STEEL ROOM"” Duplex Stainless Steel for Architecture Building and Construction organizzato da Industeel - Gruppo ArcelorMittal
Ore 13.00 – 14.00 "BOLAFFIO ROOM" Presentazione Paese MAROCCO, Luca Pezzani (Segretario Generale Camera di Commercio Italiana in Marocco
Ore 14.00 – 15.00 “BOLAFFIO ROOM” Presentazione Paese TURCHIA, Hilal Đcsoz (Delegato Camera di Commercio Italiana in Turchia)
Ore 14.00 – 17.00 “SPEAKERS CORNER” NAT.FED meeting organizzato da Eurometal
Ore 15.00 – 16.00 “BOLAFFIO ROOM” Presentazione Paese INDIA, Claudio Maffioletti (Delegato Camera di Commercio Italiana in India)

Ore 15.00 – 18.00 “SIDERWEB ROOM” L’architettura si libera con l’acciaio, organizzato da Fondazione Promozione Acciaio. Tre architetti e due costruttori per raccontare un'evoluzione naturale che prende forma con l'acciaio: dal progetto architettonico all'opera viva. Un confronto per sottolineare e condividere quali gli step che accompagnano la nascita di una nuova realizzazione: dalla concezione a una gestione programmata per un vero controllo sul risultato finale, fedele al modello creativo iniziale.Relatori: architetto Silvio D’Ascia, architetto Alfonso Femia (studio 5+1 AA), architetto Piero Lissoni, Luca Benetti (Stahlbau Pichler), Danny Bagarolo (BIT costruzioni). Modera: Nicola Leonardi (direttore The Plan).

Ore 16.00 – 17.00 “BOLAFFIO ROOM” Presentazione Paese BRASILE, Tiziana Carriglio (Delegato Camera di Commercio Italiana in Brasile)
Ore 17.00 – 18.00 “BOLAFFIO ROOM” Presentazione Paese SVEZIA, Anna De Geer (Segretario Generale Camera di Commercio Italiana in Svezia)

Giovedì 4 aprile

Ore 10.00 – 13.00 “SIDERWEB ROOM” Power & Utilities: steel for energy and oil & gas application organizzato da Siderweb Il convegno sarà suddiviso in due parti. Nella prima saranno presentati i risultati di una ricerca commissionata da Siderweb sugli impatti che gli scenari energetici del futuro avranno sulla produzione, distribuzione ed utilizzo di acciaio. In particolare saranno analizzati l’andamento e le possibili direttrici di sviluppo dell’industria della produzione di energia, le novità tecniche del settore e le possibilità che si creeranno per la siderurgia. Presentazione della ricerca commissionata da Siderweb: Gianfranco Tosini (responsabile Ufficio Studi Siderweb), Carlo Mapelli (docente di Metallurgia al Politecnico di Milano), Andrea Isabella (Partner Bain & Company).
Nella seconda parte dell’incontro è prevista una tavola rotonda che analizzerà le conclusioni e presenterà casi concreti con Giuseppe Ferrario (chief executive officier Siemens Vai), Carlos Soligo Camerini (superintendente ONIP), Antonio Piga (procurement director di Ansaldo Energia), Marco Baresi (Turboden), Gianfranco Tosini (responsabile Ufficio Studi Siderweb), Carlo Mapelli (docente di Metallurgia al Politecnico di Milano), Andrea Isabella (Partner Bain & Company). Modera: Luca Orlando (Il Sole 24 Ore).

Ore 10.00 – 18.00 “BOLAFFIO ROOM” International steel trade day organizzato da STSG – EUROMETAL con Ralph Oppenheimer (STSG president, ceo Stemco), Karl Kohler (ceo Tata Steel Europe), Antonio Marcegaglia (ceo Marcegaglia), Bernhard Ebel (managing partner Ebelhofer), Cesare Vigano (direttore generale CLN), Matthew de Morgan (ceo Duferco Trading), Rudi Leleu (director international Trade at Salans LLP), Ulrich Becker (presidente Eurometal), Georges Kirps (managing director Eurometal).

Ore 10.00 – 11.00 “STEEL ROOM” Presentazione Paese EMIRATI ARABI UNITI, Mauro Marzocchi (segretario generale Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi Uniti)
Ore 11.00 – 12.00 “STEEL ROOM” Presentazione Paese GERMANIA, Giulia Villirilli (referente marketing Camera di Commercio Italiana in Germania), Claudia Nikolai (segretario generale Camera di Commercio Italiana in Germania)
Ore 12.00 – 13.00 “STEEL ROOM” Presentazione Paese SVIZZERA, Bruno Indelicato (marketing & project Camera di Commercio Italiana in Svizzera), Fabrizio Macri (segretario generale Camera di Commercio Italiana in Svizzera)
Ore 13.00 – 14.00 “STEEL ROOM” Presentazione Paese TUNISIA, Marco Stancati (consigliere delegato Camera di Commercio Italiana in Tunisia)
Ore 13.30-14.30 “SIDERWEB ROOM” Fly in the technology organizzato da Siderweb in collaborazione con CISCO e FasterNet. Take-off con la tecnologia Cisco e le dieci innovazioni che cambieranno il mondo (anche quello dell’acciaio) e landing con FasterNet ed il caso di successo di un’azienda bresciana: Diego Zucca (country SE Leader, partner Organization Cisco Italia), Giancarlo Turati (ad FasterNet)
Ore 14.00 – 15.00 “SPEAKERS CORNER” See the steel: i vantaggi della visione artificiale in ambito siderurgico organizzato da Video Systems
Ore 14.30 – 16.30 “STEEL ROOM” Steel solutions for challenging energy application organizzato da Industeel - Gruppo ArcelorMittal

Ore 15.30-17.30 “SIDERWEB ROOM” Lo scenario globale del settore acciaio tra vecchi e nuovi equilibri organizzato da Siderweb Dai primi anni 2000 ad oggi il comparto acciaio, a livello mondiale, ha subito dei profondi cambiamenti. Stati che avevano sempre avuto un ruolo primario nella produzione siderurgica hanno perso importanza, lasciando spazio a nuovi attori di paesi in via di sviluppo. Questa ristrutturazione del comparto, che ha subito una brusca accelerazione in seguito alla crisi iniziata nella seconda metà del 2008, continua a manifestare i propri effetti e continuerà a contraddistinguere la siderurgia anche nei prossimi anni. Il convegno si pone l’obiettivo di individuare i possibili trend di sviluppo dell’acciaio sia nei paesi in via di sviluppo sia nei paesi occidentali attraverso l’intervista da parte di Giuliano Noci, ordinario di Marketing al Politecnico di Milano) a Gianpietro Benedetti, presidente di Danieli.

Venerdì 5 aprile

Ore 10.00 -12.30 “SIDERWEB ROOM” Car, trucks and rail: sustainable trends organizzato da Siderweb Lla tavola rotonda, avrà l’obiettivo di individuare le direttrici di sviluppo delle industrie dei trasporti, in particolare dell’automotive, delle ferrovie, dei trasporti pesanti e degli yellow goods. Oltre alle possibilità che offrirà il mercato nei prossimi anni, a livello geografico e numerico, saranno esplorate le opportunità garantite dall’introduzione di standard di emissione e di consumo sempre più eco-friendly. Interventi: Peter Fuss (senior advisory partner automotive E&Y), Martin Lindqvist (ceo SSAB), Roberto Vavassori (presidente ANFIA), Michael Sjoberg (managing director franchise and factory sales Scania Components). Modera: Carlo Mapelli (Docente di Metallurgia al Politecnico di Milano)

Ore 10.00 - 12.30 “BOLAFFIO ROOM” Stainless Steel Market Outlook organizzato da Siderweb Con le lenti dell’analisi tecnica, dell’analisi fondamentale, dell’analisi strategica e le testimonianze dei protagonisti del mercato, l’incontro avrà lo scopo di delineare le prospettive a breve, medio e lungo termine del comparto internazionale dell’acciaio inox. Partecipano: Markus Moll (managing director SMR), Achille Fornasini (chief analyst Siderweb), Antonio Marcegaglia (ad Gruppo Marcegaglia), Thomas Pauly (direttore Euro Inox), Susanne Peiricks (ceo Schmolz-Bickenbach Europe), Timoteo Di Maulo (chief executive officer – Services & Solutions Aperam). Modera: Lello Naso (caporedattore “Impresa & Territori” de Il Sole 24 Ore)

Ore 10.00 -12.00 “STEEL ROOM” Costruzioni in acciaio: normativa e marcatura CE nei prodotti. Cosa cambia con il nuovo regolamento UE n.305/2011 (CPR) e la UNI/EN 1090 nell’evoluzione delle NTC organizzato da Fondazione Promozione Acciaio. Il convegno si inserisce all'interno delle attività promosse dalla Fondazione nello scenario evolutivo delle nuove NTC e del nuovo Regolamento UE n.305/2011 (CPR) con particolare attenzione alle modalità di qualificazione dei materiali e dei componenti oggi soggetti a marcatura CE. Il convegno è dedicato non solo ai professionisti ed ai direttori lavori ma anche al personale degli uffici tecnici ed ai responsabili qualità delle aziende della filiera dell'’acciaio che operano nel settore edile. L'obiettivo è quello di far comprendere le nuove responsabilità introdotte dalle normative di settore, per ciascun attore della filiera delle costruzioni in acciaio, sfruttando questo periodo di attenzione degli utilizzatori verso le nuove normative. Partecipano: Emanuele Renzi (Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici), Giuliano Corbella (Unsider), Monica Antinori (Fondazione Promozione Acciaio), Antonio Oddo (Studio Legale Oddo). Modera: Maria Cristina Boeri (Innovhub – Stazioni sperimentali per l’industria

Ore 14.00 -16.30 “SIDERWEB ROOM” Steel Market Outlook organizzato da Siderweb. Con le lenti dell’analisi tecnica, dell’analisi fondamentale, dell’analisi strategica e le testimonianze dei protagonisti del mercato, l’incontro avrà lo scopo di delineare le prospettive a breve, medio e lungo termine del comparto internazionale dell’acciaio al carbonio. Partecipano: Pierre Mangers (executive director Performance Improvement E&Y), Achille Fornasini (chief analyst Siderweb), Ralph Oppenheimer (executive chairman Stemcor), Mitesch Shah (ceo Essar Steel India), Dmitry Scuka (ceo Evraz Europe), Jean-Luc Maurange (chief executive officer of Flat Carbon Europe Business Division South West and Vice President at ArcelorMittal), Tommaso Sandrini (Vicepresidente Assofermet). Modera: Fabio Tamburini (Direttore Il Sole 24 Ore)
* in attesa di conferma