Addio Mandela, "santo" d'Africa

Ha traghettato il Paese dell’apartheid verso la democrazia multirazziale. Ha commesso errori, ma il suo carisma era tale che gli sono stati perdonati

Nelson Mandela, in una foto scattata nel 1990

«Se soltanto trovassimo una pozione magica per farlo tornare gio­vane… ». In un Sudafrica che, dopo la fine della sua presiden­za nel 1999, si è progressiva­mente avvitato in una specie di crisi esistenziale che rischia di compromettere la sua eredità, milioni di cittadini solevano in­vocare un suo impossibile ritor­no sulla scena politica anche dopo che aveva compiuto i no­vant’anni. E ora che si è spento, Nelson Mandela è destinato a diventare un personaggio leg­gendario, l’incarnazione di un sogno che, purtroppo, si è avve­rato solo in piccola parte: quel­lo della «nazione arcobaleno», in cui neri, bianchi, indiani e meticci avrebbero convissuto in armonia e prosperità. Se do­vessimo sti­lare una classifica tra i vincito­ri del No­bel per la pace del­l’u­ltima ge­nerazione, Mandela è sicuramen­te quello che lo ha meritato più di tutti, perché il passaggio senza spar­gimento di sangue e senza col­lassi economici dal vecchio re­gime di supremazia bianca a una democrazia dominata dal­la maggioranza nera è stato un capolavoro politico forse sen­za eguali nel mondo moderno. L'età avanzata e una certa fragi­lità, dovuta anche ai 27 anni tra­sco­rsi nel carcere di massima si­curezza di Robben Island, non gli hanno consentito di portare l'impresa a compimento. Il suo posto nella storia, perciò, non dipenderà tanto da quello che è riuscito a realizzare nei suoi quattro anni da primo presi­dente nero della Repubblica su­dafricana, quanto dalla sua ca­pacità di imporre le prospetti­ve di una società unita, al di là delle laceranti divisioni che hanno caratterizzato la sua sto­ria.

Quando nacque nel villaggio di Mvezo, nel cuore del Tran­skei, il 18 luglio 1918, terzo fi­glio di un capotribù Xhosa, il fu­turo Nelson Mandela venne chiamato Rolihlahla Dalibhun­ga. Furono i missionari metodi­sti a dargli il nome con cui è di­ventato famoso, a curare la sua istruzione e infine a mandarlo al College di Fort Hare, la prima università per neri del Sudafri­ca. Una volta laureato, aprì uno studio legale in società con Oli­ver Tambo, un altro futuro pro­tagonista della resistenza con­tro l'apartheid, ma si buttò qua­si subito in politica, in difesa dei diritti dei neri che, con la vit­toria del partito nazionalista nelle elezioni del 1948 e le suc­cessive leggi razziali, erano sta­ti ridotti a non-cittadini.

Tra i fondatori dell’African National Congress, l'attuale partito di governo, fu arrestato una prima volta nel 1956 (e pro­sciolto dall'accusa di volere co­stituire un regime comunista), nominato nel 1961 comandan­te della «Lancia della nazione», il movimento di liberazione del partito, spedito all'estero a cer­care appogg­i nel 1962 e arresta­to nuovamente al suo rientro in patria nel 1963. Stavolta, il tri­bunale lo condannò all'ergasto­lo, ma il discorso di denuncia che pronunciò davanti alla Cor­te prima di sparire per un quar­todi secolo nelle carceri dell' apartheid destò una enorme eco in tutta l'Africa e rimane, per molti, il punto più alto della sua militanza. Anche durante la segregazione a Robben Island, Mandela riuscì a rima­nere la guida suprema dell' ANC, il principale punto di rife­rimento per i compagni sfuggi­ti all'arresto che, in clandestini­tà o in esilio, continuavano la lotta.

I suoi stessi carcerieri erano in qualche modo intimiditi dal­la sua personalità e - in realtà ­non infierirono mai contro di lui.

Infatti, quando il regime del­l’apartheid cominciò a vacilla­re, fu a lui che si rivolse per cer­care una soluzione. Già nel 1985, il presidente Botha gli of­frì in segreto la libertà un cam­bio di un ripudio della lotta ar­mata, ma Mandela rifiutò. Il go­ve­rno decise egualmente di tra­sferirlo da Robben island al car­cere di Pollsmoor, nel tentativo di costruire, attraverso di lui, un ponte verso la comunità ne­ra, e il 4 luglio 1989 lo stesso Botha si decise a incontrarlo. Il colloquio mise le basi per gli svi­luppi successivi, che in quattro anni hanno radicalmente cam­biato il volto del Paese: la libera­zione del Madiba (il patriarca) il 2 febbraio 1990, la legalizza­zione dell'ANC, la nomina di Mandela a suo presidente, il conferimento del premio No­bel per la pace (insieme a F.W. De Klerck, successore di Botha e ultimo presidente bianco), la proclamazione di una nuova Costituzione che sanciva l'eguaglianza di tutti i cittadini indipendentemente dal lorocolore e la elezione di Nelson Mandela a nuovo capo dello Stato, con lo stesso De Klerck come vice per rassicurare la mi­noranza bianca.

Non si può dire che Mandela sia stato un buon presidente: un po' per l'età ormai avanzata, un po' per la totale mancanza di esperienza amministrativa, il suo governo ha lasciato mol­to a desiderare: non ha garanti­to alle masse delle township i progressi che si aspettavano, ha tollerato la corruzione della nuova classe dirigente, non ha combattuto con sufficiente de­terminazione la diffusione dell' AIDS. Ma il suo carisma era tale che tutto gli è stato perdonato. Il suo vero capolavoro è stato il superamento della frattura tra le varie comunità fino a quel momento divise dall'apar­theid, all'insegna del motto «Chi ha coraggio non deve ave­re paura di perdonare » . Così, si è in­ventato la fa­mosa «Com­missione per la verità e la ri­conciliazio­ne », davanti alla quale so­no sfilati tutti coloro, bian­chi e neri, che avevano com­messo dei cri­mini nel cor­so del conflit­to razziale e che- salvo nei casi più gravi­in cambio del­la piena con­fessione si so­no guadagna­ti l'impunità.

Famosi so­no rimasti an­chealcuni suoi gesti, co­me quello di sostenere la squa­dra di rugby degli Springbock, autentici simboli del potere bianco che erano stati esclusi per anni dalle competizioni in­te­rnazionali proprio su pressio­ne dell'ANC, e di festeggiare con loro la vittoria nei campio­nati del mondo del ' 95; oppure, come quello di invitare a palaz­zo per il the le vedove dei suoi predecessori bianchi che lo avevano incarcerato.

Il suo passato di rivoluziona­rio lo ha anche spinto a com­mettere degli errori, come l'ap­poggio dato fino alla fine a Cu­ba e alla Libia; e, quando, or­mai ritirato a vita privata, si è piegato troppo spesso ai voleri del suo ambiguo successore Mbeki. Con tutti suoi difetti, Mandela passerà comunque al­la storia come il personaggio di maggiore statura espresso dall' Africa postcoloniale: un uomo leale e generoso in un mondo di intrinseca ferocia, uno dei pochi visionari che siano riusci­ti a trasformare la loro visione in realtà. In un certo senso, è sta­ta p­er lui una fortuna la gradua­le perdita di contatto con la real­tà del Paese che ha contrasse­gnato i suoi ultimi anni: la cre­scente corruzione nell'ANC, gli affari sporchi di vari suoi fa­miliari, il crescente malconten­to delle masse tradottosi di re­cente in scioperi e violenze non lo hanno più toccato; ed è mor­to sereno, come meritava.

Commenti

gigggi

Ven, 06/12/2013 - 08:36

Grandissimo Mandela...se esiste un paradiso e certamente tu ci sarai, ti chiedo di rivolgerti al padreterno per intervenir sui pensieri dei razzisti d'ogni specie, dei bugiardi, delle persone che promettono e non mantengono il benessere dei loro popoli...che intervenga sui disonesti, pedofili e frequentatori di prostitute non necessariamente passeggiatrici,su coloro che nominano ministri le loro concubine ,sui vecchi sporcaccioni che impediscono i giovani onesti, ai dittatori d'ogni specie...ripeto d'ogni specie................a coloro i quali giurano sulle teste dei loro figli mentendo, a coloro i quali disprezzano chi non ha l'opportunita' di lavorare , a coloro i quali è stato promesso invano un posto di lavoro, a coloro i quali pur essendo ricchi vogliono arricchirsi ancor di piu'...e non sono un prete!

berserker2

Ven, 06/12/2013 - 08:47

L'Occidente è avvelenato da relativismo e da potentati economici e l'Italia in quanto a servilismo morale e culturale è ai primi posti. Ma tutto sto risalto a un ex terrorista, marxista dichiarato, relegato in un secondario paese che nulla conta nello scacchiere internazionale, sarà perchè è un africano (e allora scattano dei retro-pensieri ipocriti) o perchè siamo talmente allo sbando che persino un Letta e una sboldrini fanno un figurone! Se pensate che figure di ben altro spessore non hanno avuto lo stesso risalto che stanno ora dando sui media, dà il senso della ubriacatura collettiva. Nessuno sapeva niente dell'attuale presidente dell'Uruguay José Mujica, eppure a storia personale non è certo secondo a mandela, ma sia sa, è bianco, è occidentale, che si fotta pure, meglio stare a incensare sempre i colorati che hanno subito tante cattiverie dalla vita e dalla Storia. Ora mandela probabilmente è stato una brava persona, un discreto capo di stato, ha subito quello che ha subito, ma tutto sto ipocrita e incensante leccamento di culo e cercate di evitarlo per favore. Abbiamo in Italia sempre il paraocchi per i nostri meriti, le nostre eccellenze, le nostre persone per bene, e sbaviamo (sbavate) per avvenimenti di altri paesi, meglio se africani o colorati in genere. C'avete rotto i coglioni con martin l.king e adesso finalmente se ne può aggiungere un altro. Ieri sembrava che le televisioni se avessero potuto mettere il lutto oscurando lo schermo a spese nostre erano lì lì (poi qualcuno deve avere ricordato i soldi della pubblicità e hanno fatto marcia indietro) i vari speaker che hanno dato la notizia vibravano di commozione e rapita partecipazione. Oggi vedrete special su special. Ridicoli e ipocriti. Tra l'altro il SudAfrica, che era un gioiello e ai primi posti nel mondo per reddito è precipitato in un paese armato, con i bianchi asserragliati a difendersi col filo spinato e i negri a fare quello che sanno fare meglio, ovvero massacrarsi tra di loro. Con una criminalità tra le più alte nel mondo. Bel risultato eh! Considerato che il sudafrica si regge in piedi perchè poteri forti e banchieri hanno deciso di non ripetere l'errore della Rhodesia (adesso zimbwawue) e quindi pompano denaro per mostrare che una società retta da neri può avere successo. Ma che ridicolo poi, uno dei paesi più accaniti nelle sanzioni al vecchio SudAfrica erano gli USA, che fino al 1963 c'è stato bisogno dell'esercito per far entrare negri nelle università e sugli autobus. Alla viltà e al ridicolo non c'è mai limite eh.

angelomaria

Ven, 06/12/2013 - 08:49

tocca a tutti prima o poi famosi o no!!!riposa in pace

Ritratto di Situation

Situation

Ven, 06/12/2013 - 08:53

per me giorno di "Festa"

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 06/12/2013 - 09:15

la solita pantomima di regime. Chi ha avuto la possibilita' di visitare il Sud Africa prima e dopo l'avvento di mandela sa bene come stanno le cose. mandela lascia una nazione corrotta, impoverita e destinata ad una inevitabile implosione.

lego78

Ven, 06/12/2013 - 09:17

che tristezza certi commenti!!! ma c'era d'aspettarselo...

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 09:32

O gigggi,ma quanto veleno hai in corpo? Lo spruzzi pure sulle bare.

Roberto Monaco

Ven, 06/12/2013 - 09:38

Leggendo i commenti di berserker2, piccardi e compagnia bella, si dimostra una volta in più che questo sito è una buca. O meglio, la parte terminale di un manufatto Pozzi-Ginori

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Ven, 06/12/2013 - 09:38

Vedo molte analogie con il Nostro Caro Leader Berlusconi. Hanno la stessa età, entrambi sono stati accusati e incarcerati ingiustamente, entrambi hanno lottato senza violenza. Mandela però ha una cosa che a Silvio dobbiamo ancora conferire: il nobel per la pace. E, citando il nostro Leader Eterno, Mandela è anche abbronzato.

Ritratto di frank.

frank.

Ven, 06/12/2013 - 09:41

Caro Direttore, ma non le viene un pò la pelle d'oca a sapere che la stragrande maggioranza dei suoi lettori considera Priebke e le sue SS eroi da esaltare e Nelson Mandela un komunista negro schifoso? Magari una volta in vita sua provi a rispondere grazie!

fiducioso

Ven, 06/12/2013 - 09:44

gigggi, anche su questo articolo, pur senza nominarlo, ossessivamente ci tiri in mezzo Berlusconi. Ti ricordo che anche il grande Mandela è stato "pregiudicato e delinquente", esattamente come tu oggi ti rivolgi a B. con tono ipocrito e offensivo. Chissà che non abbiate contribuito a far diventare Silvio il Mandela di questo secolo. Riguardo a quest'ultimo, pace all'anima sua....e tua!

Ritratto di frank.

frank.

Ven, 06/12/2013 - 09:46

Però i berluscones sono meravigliosi, se uno lotta sterminando qualche milione di persone per la supremazia della razza bianca ariana è un idolo, un eroe, un simbolo...se uno lotta per la difesa della sua razza (nera) dall'apartheid e dalla sopraffazione è un terrorista marxista..Belin che gente, mamma mia....

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 09:49

x berseker e piccardi i razzisti si fanno vedere eh?? piccardi meglio prima certo quando i bianchi uccidevano i i neri che protestavano e li trattavano peggio dei lebbrosi bravo.. berseker tu sei tutto un programma ..ahimè pieno di virus devastanti che brutta persona a volte dimentico che al mondoci possano essere persone come te..purtroppo cisono e sono troppe ..sei proprio la mia antitesi io sono il buono e il bene cosi mi dicono tu il male..non mi meraviglierei se il tu odio si chiamasse satana.

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 09:52

#roberto monaco. ..ergo,perché non te ne vai a leggere e commentare nelle 'toilettes' più eleganti,lì troverai manufatti migliori,proprio come sei tu.

Mr Blonde

Ven, 06/12/2013 - 09:52

berserker2 dimmi che scherzi, dimmi che ti viene duro a parlar male dei colored, quello che vuoi ma dimmi che non può esistere uno così.

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 09:56

piccardi berseker e compagnia bella saro io il vostro nuovo duce del fassismo armatevi e partite in nome del fassismo su forza c'avete le palle o solo due chicchi di grano ahahaha andate a ristatibile il vecchio ordine precostituito in sud africa su forza andate a combattere i kunta-kinte ahahahahahahaha e for d'ill bolls

Gentedim

Ven, 06/12/2013 - 10:12

Se ne è andato un grande uomo ed è un dato di fatto oggettivo. Che sia un grande uomo è dimostrato da ciò che ha fatto nella propria vita e dal ricordo che il mondo intero ha di lui ora. Al mondo esistono uomini grandi (come Mandela), uomini normali, come la maggior parte della gente...e uomini piccoli piccoli che si rivelano in commenti sconcertanti su un giornale online (quelle poche volte che commento su questo giornale, trovo sempre i soliti utenti...una vita piccola piccola buttata a scaricare le proprie frustrazioni...), quando si rivelano nella vita reale hanno paura pure della propria ombra.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 06/12/2013 - 10:14

@yulbrynner, hai studiato bene la storia sui libri approvati dal ministero dell'istruzione. devo darti una grossa delusione, i bianchi non ammazzavano i negri in sud africa. erano i negri stessi che si ammazzavano a vicenda. un loro giochetto era il ''collare'', cioe' un copertone usato imbevuto di benzina legato al collo della vittima e poi incendiato. il sud africa che conosci tu e' quello che ti hanno voluto far credere. non ti hanno mai parlato degli atti terroristici perpetrati dai gruppi estremisti di sinistra, dei quali faceva parte anche mandela? Diana Russell (tanto per intenderci colei che ha inventato il termine ''femminicidio'') e' stata complice, tra l'altro, di un attentato dinamitardo alla stazione ferroviaria di johannesburg. una donna morta e 23 feriti gravi. E se lei mi viene a dire che i bianchi ammazzavano i negri per via del famoso Shaperville massacre, la invito a studiare meglio i fatti, perche' non si svolsero nella maniera in cui lei crede.

lfaccio

Ven, 06/12/2013 - 10:16

articolo perfetto direi, complimenti dottor Caputo. Cio' che non e' all'altezza sono certi commenti infantili, da parte di sedicenti marxisti o destrorsi non ha importanza.

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 10:19

#Mr Blonde. Da quello che hai scritto a berserker2 si può dedurre che Berlusconi è il tuo Viagra. #yulbrynner e frank. Mi sembra che intolleranti siate voi.Perché gli altri non possono esprimere il loro parere o tutti devono stare genuflessi di fronte alle vostre opinioni? Riguardo alla morte di un uomo di 95 anni,io posso solo constatare la sua longevità,ma ciò che mi preme sapere sono le attuali condizioni del SudAfrica,che sarebbero la riprova dell'azione di Mandela,al di là di ogni retorica.

baio57

Ven, 06/12/2013 - 10:20

gigggi - E te pareva . Poveraccio !

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 06/12/2013 - 10:20

Oggi il Sudafrica piange un grande uomo, ammirato in tutto il mondo e destinato a rimanere immortale. E' un privilegio che a noi italiani non è concesso... la futura dipartita dei nostri pseudo-politici, ominicchi in cui unico scopo è quello di tenere le proprie terga appoggiate ad una poltrona di prestigio o di tutelare i propri interessi, nella migliore delle ipotesi lascerà il mondo intero totalmente indifferente.

michele lascaro

Ven, 06/12/2013 - 10:21

Ho già espresso il mio giudizio, tempo fa, su queste pagine, su Nelson Mandela, che considero, allo stato attuale, il più grande leader politico mondiale. Ho visto la sua prigione a Robben Island quasi 20 anni fa, lui era ancora il presidente sudafricano, e sono restato veramente stupito della ferocia dimostrata nei suoi confronti, per chiuderlo in una specie di casamatta, esposta alle intemperie e, soprattutto, al caldo torrido delle estati. Mi chiesi come non fosse stato animato da desideri atroci di vendetta, e conclusi che solo un grande uomo poteva comportarsi come lui. Le guide africaans, che ci accompagnavano, erano addirittura timorose che, dopo la sua morte, il Sudafrica sarebbe stata preda di disordini vari. Per fortuna questo non è accaduto. Onore alla sua memoria! A proposito, non sono di sinistra!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 06/12/2013 - 10:21

Oggi il Sudafrica piange un grande uomo, ammirato in tutto il mondo e destinato a rimanere immortale. E' un privilegio che a noi italiani non è concesso... la futura dipartita dei nostri pseudo-politici, ominicchi in cui unico scopo è quello di tenere le proprie terga appoggiate ad una poltrona di prestigio o di tutelare i propri interessi, nella migliore delle ipotesi lascerà il mondo intero totalmente indifferente.

therock

Ven, 06/12/2013 - 10:23

onore a un personaggio che ha fatto veramente la storia...un personaggio di una statura così grande che non merita nè i paragoni del tutto inappropriati di giggi nè i deliri razisti di berserker 2, marco piccardi e situation per non parlare del ridicolo paragone di hellmanta...spostandoci in italia, c'è da riflettere...ma davvero volete farci credere che chi si incarica di rappresentare elettoralmente i signori sopra citati possa pensare di definirsi moderato e liberale?

tormalinaner

Ven, 06/12/2013 - 10:26

Mandela è una montagna di retorica e basta, perchè il Sudafrica avrebbe comunque trovato la via dell'integrazione. Con tutti i soldi che hanno sotto i piedi l'integrazione era scontata. Poi che eredità ha lasciato!! Un presidente Zuma corrotto e tribale che è peggio dei razzisti!!

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 10:26

X PICCARDI ognuno creda quello che vuole io sono una persona democratica e rispettosa non mi venire adire che l'apartheid non esisteva che in argentina in cile e in grecia no nci son ostati regimi fascisti per non parlare dell'italia grazie al duce abbiam oavuto 450.000 morti ammazzati oltre a debiti che paghjiam oancora oggi x una guerra sbagliata, poi ognuno la pensi come gli pare io sono contrario a tutte le dittature di destra o disinistra e in sud africa non c'era un regime democratico punto efine.

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 10:27

#Gentedim.Bravo,bravissimo,ci hai illuminato con la tua classificazione giornaliera!Adesso suppongo che te ne tornerai al tuo posto tra i Grandi di questa terra.

Mr Blonde

Ven, 06/12/2013 - 10:35

marco piccardi e tu dove hai studiato? In sudafrica in bianchi non ammazzavano i neri, no no per carità. Se questi sparavano a vista sui bianchi avevano tutte le ragioni, una guerra è fatta purtroppo anche di atti terroristici e di vittime innocenti. Ma lo dica, senza ipocrisie e giri di parole, può essere un'idea legittima (e seppur schifosa "mi batterò finchè tu possa esprimerla") anche volere i neri segregati, avere autobus differenti bar differenti ecc ecc. Ma lo dica, ne abbia le palle, anche se volentieri gliele strapperei a fucilate. Ovviamente in senso metaforico.

J.J.R

Ven, 06/12/2013 - 10:35

uno-nessuno...i pareri dovrebbero stare nei termini di legge ed etica. Esiste un reato che per assimilazione (apologia del fascismo) vale anche per il nazismo in Italia. Ma tu sei un berlusconiano convinto e liberale...per cui te ne freghi della legge e dell'etica.

ale76

Ven, 06/12/2013 - 10:36

"Il padre dell'apartheid"? Quanto siete ignoranti! Si vede proprio che vi assumono solo perchè siete berlusconiani. Daltronde la cultura e la destra non sono mai andate daccordo....

Gentedim

Ven, 06/12/2013 - 10:38

@uno-nessuno: l'importante è che grazie al mio commento ti sia reso conto di essere tra i piccoli piccoli. Buona giornata.

strettara

Ven, 06/12/2013 - 10:39

Per fortuna sono Inglese, e non devo vergognarmi di essere Italiano. Ma se fossi Italiano, adesso mi vergognerei.

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 10:39

xtormalinaer certo ma chi minchia e' mandela al tuo confronto eh ?

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 06/12/2013 - 10:42

@yulbrynner, per il semplice fatto che al termine del suo ultimo commento lei scrive ''punto e fine'' , io non posso riconoscere in lei una persona democratica e rispettosa. Comunque sia , l'aprtheid esisteva eccome, era una regola sociale necessaria in un Paese dove la maggioranza della popolazione non era in grado di partecipare alla vita del Paese in quanto non gliene fregava nulla. Nessun interesse alla convivenza civile, nessuna partecipazione al dialogo sociale. Pigrizia e attaccamento a obsoleti valori tribali facevano si che la popolazione di colore si estraniasse dal convivere civile. Questo perche' i negri del Sud Africa, per sua informazione, non erano i veri nativi, ma invasori essi stessi. la popolazione nativa del Sud Africa era molto simile a quella degli attuali aborigeni d'Australia. Furono tutti massacrati TUTTI , dalle tribu' calate dal nord. E allora, chi e' il razzista qui?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 06/12/2013 - 10:51

L'unico appunto sig.Berseker2,non scada anche lei in un semplicistico politically-Scorrect,altrimenti perde di senso e valore la questione che solleva scadendo nel trito e ritrito schema dei pro vs. contro.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 06/12/2013 - 10:52

L'unico appunto sig.Berseker2,non scada anche lei in un semplicistico politically-Scorrect,altrimenti perde di senso e valore la questione che solleva scadendo nel trito e ritrito schema dei pro vs. contro.

Ritratto di Situation

Situation

Ven, 06/12/2013 - 10:53

per lavoro ho vissuto molti anni in RSA ed in Rodhesia prima che si chiamasse Zimbabwe. Ho vissulto il clima dell'Apartheid (che aborro) ma voglio ricordare che la carcerazione di Mandela non era per motivi politici ma perché aveva ucciso (con tanto di testimoni) un polizziotto. Bando alle ciance: Mandela un criminale al posto giusto nel momento giusto in un momento di grande cambiamento, ci voleva un simbolo (per chi sa molto discutibile come simbolo). Poi il letamaio rosso ha deciso di santificarlo............bene come simbolo ma pessima scelta come uomo......almeno per chi sa.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 06/12/2013 - 10:54

@Mr Blonde, se dobbiamo ridurre tutto il discorso a chi ha le palle o no, allora sono convinto di averle io e non lei. il motivo e' semplice, dico quello che penso e non me ne frega niente di cantare nel coro dove lei gorgeggia in falsetto.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 06/12/2013 - 10:56

@strettara, voi inglesi avete di che' da vergognarvi, dalla occupazione dell'Irlanda allo sfruttamento dell'India fino al massacro dei Boeri in SudAfrica.

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 10:58

va bene allora andiamoa rivedere la storia dei tempi ... pensala come ti pare non c'e problema x me Mandelòa era una persona di grande umanita' certo non perfetto io non lo sono tu lo sei? se qualcuno e' perfetto che si presenti e lo testiamo.. ma se non lo e' gli facciamo fare la vita che ha passato mandela bella no? ha esortato al perdono e questo e' da grandi ..altri avrebbero fatto la guerra civiel al posto suo contro i bianchi.

HuckleberryFinn

Ven, 06/12/2013 - 10:59

Sono venuto su questa pagina solo per vedere se ci avrei trovato i prevedibili commenti razzisti...non sono rimasto deluso. Vorrei proprio vedere se tutti quelli che hanno scritto commenti al vetriolo sarebbero in grado di fare almeno un decimo di quello che ha fatto Mandela nella propria vita.

baio57

Ven, 06/12/2013 - 11:05

@ ale76 - D'altronde con l'apostrofo.D'accordo con l'apostrofo. Sarai anche un sinistro acculturato (!?),ma in grammatica ZERO !

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Ven, 06/12/2013 - 11:06

strettara, essendo inglese ella ha più che un motivo per vergognarsi, ma non basterebbe un enciclopedia per elencarli tutti!

albertzanna

Ven, 06/12/2013 - 11:07

X BERSERKER - La ringrazio perché ha scritto ciò che penso anch'io. Conosco l'Africa, tutta, e il Sud Africa in particolare, quello dell'apartheid e quello del dopo, e sinceramente "per i sudafricani", augurerei loro di ritornare all'apartheid, quando paradossalmente i neri erano più rispettati che non ora, fra negri e negri. Mandela ha avuto il coraggio di affrontare, in tempi antichi, le problematiche di convivenza difficili, che da millenni esistono, in Africa, fra etnie e tribù, con tradizioni di ferocia e schiavitù che potevano tranquillamente insegnare anche ai bianchi, soprattutto agli inglesi e boeri per i quali la riduzione in schiavitù dei vinti ha tradizioni che risalgono agli albori della storia umana. Mandela ha tutti i diritti d'essere ricordato come un eroe, per la sua gente, ma non merita l'aureola del dio. Albertzanna

bastardo

Ven, 06/12/2013 - 11:07

mandela lascia una nazione corrotta, impoverita e destinata ad una inevitabile implosione

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 11:08

#JJR.Chiaramente i principi rispondenti all'etica sarebbero solo i tuoi,per quanto riguarda la legge,tu sei uno di quelli favorevole alla galera per i reati di opinione.

Cosean

Ven, 06/12/2013 - 11:08

Dov'è finito il titolo "Mandela padre dell'appartheid"? Dai.. vogliamo rivederlo!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 06/12/2013 - 11:09

HuckleberryFinn: se ti riferisci agli anni di carcere, beh... probabilmente potrebbero tranquillamente raccimolare tre anni di condanna a testa per evasione fiscale...

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 11:09

x situation ogni testa un piccolo mondo....ma c'e mondo e mondo...eh si..povera povera italia... senza Re'...

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 11:10

#Gentedim,se tra i Grandi ci sono quelli come te,preferisco stare tra i piccoli piccoli e ricordati che esiste una patologia che si chiama 'megalomania'.

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Ven, 06/12/2013 - 11:15

Situation IL LETAMAIO lo hai in testa!

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Ven, 06/12/2013 - 11:16

I necrologi sono il terreno preferito dai sinistrazzi poiché viriversano tutta le loro recondite frustrazioni socio-political-cultural e chi più ne ha più ne metta. Essendo in vita avvezzi a nulla fare ed a nulla pensare, si gettano come lupi famelici per accaparrarsi un briciolo di gloria facendo i testimonials quasi fossero essi stessi i protagonisti. Per giunta hanno anche la pretesa di fare i saputelli, inquinando questa splendida testata giornalistica, e rompendo i maroni invece di andare a esternare le loro fetide idee sui giornalucoli del menga! Pussa via, sinistrume!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 06/12/2013 - 11:17

Situation: nella vita reale si usa indicare "mio cuggino" come colui che ne ha viste e vissute di ogni... qui ci si può sbilanciare dichiarando di aver vissuto gli eventi in prima persona! Fermo restando che noi tutti "sicuramente di crediamo"... mi dici da dove risulta che Mandela abbia ucciso un poliziotto??? (immagino che uno dei testimoni sia tu...)

Ritratto di sgnorrossi

sgnorrossi

Ven, 06/12/2013 - 11:25

da giovane si è ribellato alle sue tradizioni tribali per non fare un matrimoniio combianto, da avvocato ha lottato contro il razzismo, si è fatto 27 anni di galera e quando è uscito invece della vendetta ha cercato l'ascolta e il compromesso: un momento di umanità e intelligenza politica, se ci sono degli eroi eccone uno, un uomo non un santo ma un almeno un eroe! PS: chi fa commenti acidi su mandela è un ominide

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 11:26

bastardo... bhe ti sei forse scelto un nick che ti rappresenti x bene? CAPITAN HADDOCK mi sembri bruto ahahahaha eh si.. tu sei Dio in terra l'omo perfetto il mastro lindo x pulire i cessi ahahaah

Ritratto di Sniper

Sniper

Ven, 06/12/2013 - 11:27

Io invece ringrazierei il Direttore e la Redazione, perche' non mettendo il bavaglio a certi commenti intrisi di cotanto orrore ci permettono di osservare gli antri piu' bui della societa' italiana, fornendo molti elementi alla comprensione delle vicende attuali del nostro paese. Materiale prezioso per studi approfonditi di sociologia, antropologia, psicopatologia, e direi, etologia.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 06/12/2013 - 11:30

Forse pecco di eccesso di fantasiosità, ma dietro la grandezza di Nelson MANDELA ravviso quella di Silvio BERLUSCONI. Lunga vita a SILVIO. - riproduzione riservata - 11,30 - 06.12.2013

J.J.R

Ven, 06/12/2013 - 11:31

uno-nessuno...e questa sarebbe una risposta? Se sei dell'opinione che il nazismo sia stato un periodo d'oro della storia sei semplicemente un pazzo o no? La libertà d'espressione e d'opinione non va confusa con la meschinità e la follia di idee "originali"...ma tu continua così che vai bene...

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 11:32

# CaptainHaddock. Ha ragione,i kompagni sono neotenici,hanno sempre bisogno di un nemico e di 'Padri'di fronte ai quali prostrarsi e alla gloria dei quali credersi partecipi.Se si toglie la retorica,che cosa loro rimane?

bruno49

Ven, 06/12/2013 - 11:35

Per la puzza di putrefazione che emana da molti commenti, mi viene da vomitare e pertanto me ne vado a prendere un po' d'aria fresca. Adesso ci sarà qualcuno che mi coprirà di insulti, ma io in quel momento starò ben lontano, in mezzo alla natura che ci ha regalato il buon Dio, il quale ha creato uomini come Mandela a sua immagine e somiglianza.

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 11:36

x situation dim.... non ho letto da alcuna parte che mandela sia un assassino di poliziotti... cosa non si fa x sminuire un uomo di grande umanita' anche se imperfetto.. tu invece sei solo un becero squallido figuro da 4 soldi per di piu' bucati conti come il 2 di coppe quando non fa briscola .

ale76

Ven, 06/12/2013 - 11:39

@ baio57: bravo, hai colto il significato, d'altronde sei un fascistello che si attacca a queste cagate. Quindi se vuoi essere preciso, dopo la virgola o il punto, ci va lo spazio.

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 11:43

situation falso coem l'anima di giuda escariota manco su nella biografia che libero giornale non proprio di sinistra fa di mandela si parla di omicidio di un poliziotto e nemmeno in altre biografie ... che brutta persona chi discredita inventandosi PALLE

gian paolo cardelli

Ven, 06/12/2013 - 11:44

Frank. dica la verità: lei la parola "causazione" non l'ha mai sentita in vita sua, vero? si capisce, si capisce...

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 06/12/2013 - 11:44

provare ad uscire dallo schema razzismo vs. antirazzismo il tutto imbevuto di ideologie sarebbe un buon inizio per discutere dei fatti storici e dei personaggi in maniera da sfuggire al pensiero unidirezionale da sempre pompato mediaticamente.La storia del sudafrica e di mandela ha tante di quelle complessita' e sfaccettature che ridurre il tutto ad icona e symbol da stampare sulle magliette e' deprimente.

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 11:47

Sto leggendo vari giornali,in nessuno ho trovato notizia dei capi d'imputazione per cui gli fu inflitto l'ergastolo.Qualcuno li conosce?Nel fare questa richiesta non sono animato da spirito polemico.

82masso

Ven, 06/12/2013 - 11:47

Ringrazio alcuni commentatori per la stupenda lezione di storia che m'hanno regolato, da oggi sono venuto a conoscenza che: Mandela era comunista, che i neri sud-africani si amazzavano tra di loro quando non avevano un bianco a disposizione, sotto mano ecco, amavano vivere segregati e che Mandela fu incarcerato per omicidio. Vuoi vedere che Mandela invece era più nazionalista di voi? voi che adorato un uomo, che al suo contrario, ha usato il suo suo potere per profitto e bassi interessi personali.

Roberto Monaco

Ven, 06/12/2013 - 11:47

Come lui stesso ha detto, Berlusconi è come Mandela! Adesso manca solo il tocco finale (tanto 23 anni di galera non li farà mai)

uprincipa

Ven, 06/12/2013 - 11:48

@MarcoPiccardi scrive "... l'aprtheid esisteva eccome, era una regola sociale necessaria "...e si, anche il comunismo, il fascismo, il nazismo erano regole sociali necessarie...che nostalgia di Piazzale Loreto che mi viene leggendo certe baggianate...Onore ad un grande uomo che voi fascisti putridi e fetidi non potrete mai avere...

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 06/12/2013 - 11:50

Fortunatamente dallo sterco che è il genere umano ogni 50 anni sboccia un fiore e ti allieta con il suo profumo per un po'....

Palermitano

Ven, 06/12/2013 - 11:50

ONORE E GLORIA AL GRANDE GUERRIERO AFRICANO! COMANDANTE MANDELA NON TI DIMENTICHEREMO MAI!

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 11:51

x i nostalgici del fassismo e qui ne vedo tanti posso farvi una perfetta imitazione del vostro idolo tal BENITO MUSSOLINI cosicche estasiati potete spararvi qualche pippetta pensando al glorioso nostalgico ventennio fascista.

Palermitano

Ven, 06/12/2013 - 11:51

MANDELA PER SEMPRE NEI NOSTRI CUORI! TUTTA PALERMO PIANGE UN EROE DEL MONDO MODERNO E DISPREZZA I RAZZISTI DAL PROFONDO DEL CUORE!

Palermitano

Ven, 06/12/2013 - 11:53

leonardo sciascia diceva che l'umanita' era divisa in uomini, mezzi uomini, ominicchi e quaqquaraqua'. MANDELA ERA UN VERO UOMO! gli insulsi razzisti che lo offendono sono meschini quaqquaraqquà! GRANDE LEONE AFRICANO TI SIA LIEVE LA TERRA!

Palermitano

Ven, 06/12/2013 - 11:54

si informa qualche ignorante che mandela era stato condannato da un regime criminale, razzista, nazista, infame e sanguinario che negava i piu' elementari diritti umani. avere un ergastolo dai boia razzisti che infestavano il sudafrica era una medaglia di merito per l'eroico Mandela! 10 100 1000 MANDELA!

Palermitano

Ven, 06/12/2013 - 11:56

paragonate il coraggio, l'onore, l'orgoglio e la dignita' del grande Nelson Mandela, eroe dei nostri tempi, con la vigliaccheria, l'indecenza, la malafede, l'analfabetismo di chi osa offendere la sua memoria. c'e' un abisso morale, etico, culturale, religioso, intellettivo, umano, spirituale, politico tra un santo come Mandela e gli esseri inutili che lo offendono! PS: SPERO CHE IL GIORNALE NON CANCELLI I MIEI MESSAGGI, DOPO CHE HA PERMESSO INDECENTI MESSAGGI RAZZISTI!

Palermitano

Ven, 06/12/2013 - 11:56

quei vigliacchi che lo offendono se lo avessero avuto di fronte sarebbero scappati o si sarebbero inchinati al grande guerriero africano! ora che e' morto qualche vile si accanisce sulla sua memoria. DISPREZZO PER I RAZZISTI! ONORE E GLORIA AL COMPAGNO MANDELA

gian paolo cardelli

Ven, 06/12/2013 - 11:58

Frank. dica la verità: lei la parola "causazione" non l'ha mai sentita in vita sua, vero? si capisce, si capisce...

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 11:59

#JJR.Che io consideri il nazismo un 'periodo d'oro' è solo frutto della tua fantasia,a meno che tu non abbia usato un 'tu'generico.E chi dovrebbe giudicare se le idee sono'originali','meschine' o 'folli'? Ti andrebbero bene i tribunali speciali di sovietica memoria ed eventualmente il trasferimento dei portatori di simili idee in qualche gulag?

Ritratto di serjoe

serjoe

Ven, 06/12/2013 - 12:00

Grand'uomo..ma si rese piu' utile in prigione che piu' tardi..nella sua magione.

tanax

Ven, 06/12/2013 - 12:01

certo che questo giornale on line, quando parla di razzismo,diventa una cloaca del kkk. Negare le violenze dei bianchi significa non aver seguito i processi sulle torture ricevute dai dissidenti. Qualcuno si spinge ad affermare che all'epoca dell'apartheid,il reddito procapite era superiore ad oggi, assurdità!!!! era riferito ai due milioni e mezzo di bianchi che comandavano il paese,il resto dei neri era un po come il bestiame.

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 12:02

x agrippina mandela aveva tanti difetti sicuramente ma possedeva un umanita' che pochi al mondo si possono permettere e non mi pare tu ne possa far parte.

Palermitano

Ven, 06/12/2013 - 12:05

MANDELA E' UN EROE PER TUTTI, GENTE DI SINISTRA, DI CENTRO, DI DESTRA.... CONOSCO MOLTI RAGAZZI DI DESTRA CHE HANNO SEMPRE CONSIDERATO MANDELA UN EROE PERCHE' HA SUBITO L'INGIUSTA GALERA E ALTRE CONSEGUENZE PUR DI LOTTARE PER IL SUO POPOLO E LA SUA NAZIONE INVASA DA COLONIALISTI. QUINDI CHI NON RICONOSCE IL VALORE DI MANDELA E' SOLO GENTE FRUSTRATA E IGNORANTE FUORI DAL CONSESSO CIVILE E CON IL CERVELLO ALL'AMMASSO!

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 12:07

#uprincipa.Un nostalgico di piazzale Loreto osa chiamare 'putridi e fetidi' gli altri? Sei in piena contraddizione,ma neanche te ne accorgi.

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 12:07

maggiuli.. innamurato o'berlusconi eh si vorresti essere al posto della pascale eh? ehehehehe munello ma poi chi fa l'omo e chi la donna?

Dani55

Ven, 06/12/2013 - 12:13

Chi conosce un minimo di storia africana sa che di lotta armata Mandela non ne ha fatta, essendo stato condannato all'ergastolo praticamente per pocxo più di un reato d'opinione. La stessa ANC collocata a sinistra più che altro dall'indifferenza del "mondo libero" ai diritti umani, non ebbe mai una vera organizzazione militare capace di impensierire l'apparato militar-poliziesco del Sudafrica. Quindi si può senz'altro dire che nella sostanza la lotta di Mandela è stata una lotta non violenta. Il Sudafrica post apartheid è peggiorato? dai dati economici non mi pare ma anche fosse si potrebbe dire che chi semina vento raccoglie tempesta. Le condizioni di vita degli africani nel regime segragazionista erano: zero diritti politici, zero istruzione superiore, libertà di movimento limitata ai quartieri dormitorio alle zone rurali di origine e al posto di lavoro, (senza la possibilità di portare con sé la famiglia da cui diffusione della prostituzione e poi dell'AIDS), sistema sanitario riservato ai bianchi e tolleranza verso la criminalità se non minacciava le zone residenziali bianche (perché la condizione criminale era considerata connaturata agli Africani), repressione durissima e sanguinaria di ogni forma di dissenso e incoraggiamento delle rivalità etniche (in particolare gli squadristi Zulu venivano blanditi per utilizzarli contro i movimenti interetnici). Un sistema del genere non poteva durare, e chi adesso lo rimpiange è fuori dalla storia e forse anche fuori di testa

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 12:15

#Palermitano.E basta...tu e il tuo trombonismo,abbiamo capito,i tuoi post d'altra parte sono sempre deliranti.Ti sei autonominato portavoce di tutta Palermo,hai preso il posto del Giudice supremo,hai assegnato l'inferno a tutti quelli che non la pensano come te,che vuoi ancora?

Roberto Monaco

Ven, 06/12/2013 - 12:16

@ tanax: poi, i soloni che qui dentro pontificano del "benessere del Sudafrica ai tempi dell'apartheid" dimenticano di dire che è vero, il benessere c'era, ma solo per una parte della popolazione (quella bianca) che sfruttava in condizioni semi-schiavistiche la popolazione di colore nelle miniere e nell'agricoltura. Ma gli stessi soloni sono anche quelli che negano Auschwitz, che dicono che alle fosse Ardeatine fu colpa dei partigiani che fecero un vile attentato contro i benefattori con la svastica sul braccio, etc etc

Ritratto di sgnorrossi

sgnorrossi

Ven, 06/12/2013 - 12:17

@Agrippina non è questione di fare con il che, mandela avrà fatto mille cazzate in vita sua ma dopo 23 anni di galera, per motivi sostanzialemten politici, quando è uscito avrebbe potuto dire "uccideteli tutti" e invece ha detto "ascoltiamoci l'un l'altro", questo è un fatto e ne fa un grandissimo esempio di umanità, non di santità

J.J.R

Ven, 06/12/2013 - 12:18

uno-nessuno...giudica questa idea: Il nazismo è stata un epoca d'oro della storia mondiale. Ce la fai? O non ci capiamo proprio?! Davvero per te non esiste una base comune di tolleranza ed etica dalla quale si puà partire a ragionare e quindi possono essere tutte le idee e opinioni? Ad esempio...io penso che tutti i bambini al di sopra di una certa statura debbano far parte di classi speciali con maestri migliori in modo che possano avere fortuna nella vita e migliorare la specie umana dal punto di vista fisico. Sei d'accordo? Secondo te è possibile sostenere un'idea come questa o c'è un limite?

Ritratto di Sniper

Sniper

Ven, 06/12/2013 - 12:23

A coloro che etichettano il S. Africa come Paese irrilevante, segnalo che oggi non si parla piu' di BRIC, ma di BRICS. Fa luce?

albertzanna

Ven, 06/12/2013 - 12:26

Mamma mia. La sinistra comunista, quella che vorrebbe l'Italia invasa da sempre più immigrati, ora si è scatenata con la peggior forma di vero ed autentico odio fascista contro chi riconosce i tanti meriti a Mandela, dovuti per il suo coraggio di vita, non certo per lui come politico o amministratore del paese, ma evidenzia anche che l'uomo ha forse più ombre che luci, per esempio le azioni della moglie Winnie che è stata più razzista, contro gli stessi sudafricani, degli stessi bianchi segregazionisti e che Mandela non ha mai contrastato . Oggi, per chi crede che il mondo lo si conosca girando le pagine di un atlante, il Sud Africa è diventato un concentrato di violenza e di appartheid alla rovescia. Provate a rispondere alle società sud africane che vi invitano a Johannesburg, a Pretoria, a Durban per proporvi di lavorare, andate e scoprite il Sud Africa di oggi, dove ad un bianco è estremamente pericoloso essere trovato in centro città dopo le 18 di sera (esperienza personale), dove se vieni assalito ed ammazzato la polizia, tutta composta di neri, se ne sbatte le palle e il corpo semplicemente sparisce. Provate a imparare la realtà della guerra, per il potere e il dominio politico, fra le due etnie più forti, gli Zulu e gli Xosa, che ha creato più appartheid e più ghetti dell’antica Soweto. Andare a Durban, la citta DEL MONDO, con il più alto numero di stupri di entrambi i sessi, al 90% fra neri e le donne considerate, alla mussulmana, semplici oggetti d’uso, provate a leggere, su internet, le segnalazioni di truffe online tentate da indirizzi che riconducono al quel paese, vendete i vostri prodotti senza avere garanzie di pagamento super sicure e confermate da banche internazionali, e vedrete che il vostri prodotti arrivano in Sud Africa, spariscono e voi non venite pagati, tale e quale a ciò che accade in Nigeria, Cameroun, Senegal, Cote D'Ivoire, Zimbabwe, Angola ecc. Signori di sinistra, voi siete peggio, molto peggio, delle cavallette bibliche. Voi siete specialisti a fare i finocchi con il culo degli altri. Albertzanna

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 06/12/2013 - 12:32

@marco piccardi: non usi la parola democrazia a sproposito, non c'entra nulla con persone come lei!

ValentinaMC

Ven, 06/12/2013 - 12:32

grazie per aver giudicato e perdonato Mandela. Se ne sentiva il bisogno. Era meglio il titolo di ieri...

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 06/12/2013 - 12:33

in Italia abbiamo sempre i peggiori: solo qui possono esistere personaggi in grado di attaccare Mandela.. probabilmente il senso di inferiorità verso i neri, li costringe ad essere aggressivi!

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 12:33

#J.J.R. E tu cosa faresti nei confronti di uno che esprime certe idee?

Dani55

Ven, 06/12/2013 - 12:34

Gli Italiani non sono meno tribali dei neri sudafricani, basta che lo status economico scenda oltre una certa soglia minima e poi vedrete dove andrà a finire la convivenza civile. Del resto le varie forme di organizzazione mafiosa che dettano legge al Sud cosa sono se non forme moderne di tribalismo?

Ritratto di laisa1942

laisa1942

Ven, 06/12/2013 - 12:36

Santo proprio NO !!!! Chiedetelo ai bianchi massacrati e torturati, quelli che NON AVEVANO COLòE, quelli nati da due generazioni precedenti di 'coloni',quei coloni che erano andati quando i nativi erano ancora primitivi e selvaggi, quelli che li hanno portati al benessere di oggi...http://www.thenewamerican.com/world-news/africa/item/15888-saint-mandela-not-so-fast

albertzanna

Ven, 06/12/2013 - 12:38

X Roberto Monaco - quante volte lei è stato in Sud Africa, e quanto l'ha girata, soprattutto nella parte esterna alle grandi città, nelle campagne, nei villaggi, nella comunità nera? Sa dove l'ha girata lei l''Africa, ed il Sud Africa in particolare? Nelle sezioni (cellule) del PCI/PD e nelle feste dove venivano/vengono a fare conferenze e dibattiti i soloni di sinistra ad illustrare una situazione del paese che non avevano/hanno mai vista, ma che era da gran fighi raccontare come l'inferno in terra, ma che se gli domandavi se era meglio o peggio della Russia ai tempi dell'URSS, o se è meglio della Russia attuale, con le ricchezze russe in mano agli oligarchi, e la popolazione che non ha cambiato gran che, come tenore di vita, rispetto a prima della caduta del muro, questi soloni ti guardano grondando disprezzo per te e rifiutano di risponderti, dicendoti, come ho letto qui nei commenti, che chi non è di sinistra non ha cultura sufficiente per meritare risposte. Siete sempre stati e sarete sempre sepolcri imbiancati, perché per voi l'applicazione dell'appartheid sociale è pratica quotidiana: da una parte la casta di sinistra, dall'altra la feccia di chi non è di sinistra, anche se alla resa dei conti è quella che vi paga e vi mantiene a cazzeggiare dalla mattina alla sera. Albertzanna

Roberto Monaco

Ven, 06/12/2013 - 12:40

Caro Albertzanna, spedire della merce in Africa (e non solo) senza un metodo di pagamento sicuro al 101% è, semplicemente, da mentecatti. O da benefattori.

mzee3

Ven, 06/12/2013 - 12:44

Non so se si può definirlo "santo" Mandela, io ho un altro concetto di santità!Papa Giovanni Paolo II si può definire Santo, madre Teresa di Calcutta si può definire Santa. Entrambi queste figure si sono elevate al disopra del bene e del male. Mandela certamente si può definire senza possibilità di essere smentiti, UN GRANDE STATISTA. Questo sì! Ha saputo difendere i propri diritti senza aizzare la cattiveria, l'odio. Mandela è stato incarcerato per un'idea e poi, avuta la tanto sospirata libertà ha saputo mettere da parte le rivalse per il bene del suo popolo e della sua Nazione.Mandela non ha mai offeso coloro che lo hanno incarcerato o la pensassero in modo diverso. Stride e indigna vedere questa figura accanto a tante, troppe fotografie di un delinquente abituale che pur essendo stato condannato non per un'idea, un'ideale o persino di una ideologia, ma per un furto ai danni dello Stato sia nacora vergognosamente difeso da una masnada di approfittatori. Un soggetto che sta ancora ricattando un'intera nazione allo stesso modo di uno strozzino con il suo cliente.Un farabutto che ha potuto crearsi un impero corrompendo politici e giudici, facendosi difendere da mafiosi e portando persino a casa un mafioso. Come si può avere un coraggio del genere, abbinare una figura di così alta statura morale come Mandela con un abbietto come berlusconi?

Ritratto di serjoe

serjoe

Ven, 06/12/2013 - 12:47

E'in atto lo sbrodolamento planetario di slogan infinito l'inventario.

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 06/12/2013 - 12:47

ah già che questo è il giornale dei liberali, vero? vero cardelli? fa tanto il dotto ma non è altro che un fascistello impotente e mi scusi per la sinonimia

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 06/12/2013 - 12:49

bananas siete fuori dal mondo, una vergogna per l'umanità, un virus da debellare

Dani55

Ven, 06/12/2013 - 12:49

Se vai a Scampia (o in altri quartieri degradati del Meridione) in giacca e cravatta e con l'aria benestante dopo le sei di sera rischi come a Johannesburg. Questo significa che i Napoletani non hanno speranze? che sono sempre stati delinquenti e sempre lo saranno? o forse la colpa è di chi li ha governati? le condizioni attuali del SA ammesso e non concesso che siano effettivamente peggiorate, risentono di come i bianchi in passato hanno pensato la loro convivenza con i neri.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 06/12/2013 - 12:50

uno-nessuno: "Nell'agosto 1962 fu arrestato dalla polizia sudafricana, in seguito a informazioni fornite dalla CIA, notizie che però lo stesso Mandela nella sua biografia ritiene non attendibili, e fu imprigionato per 5 anni con l'accusa di VIAGGI ILLEGALI ALL'ESTERO e INCITAMENTO ALLO SCIOPERO. Durante la sua prigionia, la polizia arrestò importanti capi dell'ANC, l'11 luglio 1963 presso la Liliesleaf Farm, di Rivonia. Mandela fu considerato fra i responsabili, e insieme ad altri fu accusato di SABOTAGGIO e altri CRIMINI EQUIVALENTI AL TRADIMENTO (ma più facili per il governo da dimostrare). Tutti, a eccezione di Rusty Bernstein, furono ritenuti colpevoli e condannati all'ergastolo, il 12 giugno 1964. L'imputazione includeva il coinvolgimento nell'ORGANIZZAZIONE DI AZIONE ARMATA, in particolare di SABOTAGGIO (del cui reato Mandela si dichiarò colpevole) e la COSPIRAZIONE per aver cercato di aiutare gli altri Paesi a invadere il Sudafrica (reato del quale Mandela si dichiarò invece non colpevole)". Fonte: Wikipedia.

nasturzio

Ven, 06/12/2013 - 12:52

un grazie a Nelson, UOMO che si e' battuto per la difesa degli oppressi pagando in prima persona. UOMO che si e' battuto contro la violenza e l'ottusita' delle persone della stessa pasta di coloro che osano scrivere male di lui.

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 06/12/2013 - 12:55

@albertzanna: io lavoro e tu non mi paghi un bel nulla, anzi direi che visto il tenore dei tuoi messaggi, se va bene sei un evasore, se non peggio...

dicoìo

Ven, 06/12/2013 - 12:57

Ecco che vengono fuori le ubriacature ideologiche che vanno per la maggiore. Quando c'erano il nazismo e il fascismo, quelle erano le ubriacature che andavano e tutti erano nazisti o fascisti, o perlomeno dicevano di esserlo. Quelli che non lo erano e lo dichiaravano erano additati come pericolosi sovversivi. La Storia, troppo conscia di se stessa, è diventata un pendolo. Voi sapete come funziona il pendolo...

trinariciutaefiera

Ven, 06/12/2013 - 13:09

@Dario Maggiulli..oh ma uguale uguale eh! da una parte un uomo che si è battuto per cercare di creare una società più aperta e democratica, che ha subito sulla sua pelle discriminazioni e 27, dico 27 anni di galera, che cmq uno la possa pensare ha fatto grandi cose per il suo popolo..dall'altra un uomo corrotto e corruttore, frodatore del fisco e ladro che cerca di convincere tutti di un complotto ai suoi danni ridicolo (ci fosse un complotto sarebbe in galera da tempo, come ci è stato mandela) che è entrato in politica per scappare dai processi, che sfrutta la prostituzione minorile e ficca le sue puttane in parlamento piuttosto che nei consigli regionali e che per giunta continua a frignare per ottenere la grazia quando lui non fa NULLA per meritarla (se non frignare appunto). Ah dimenticavo..anche lui uno che ha fatto grandi cose..per se stesso. Adesso..che ognuno la pensi come vuole..ma ho idea che quando (finalmente) Berlusconi passerà a miglior vita, i giornali mondiali non lo paragoneranno proprio a mandela..se mai a gheddafi o qualcuno del genere..e dubito che qualcuno al mondo, se non i lettori di questa testata, si dispiacerà per la sua dipartita.

berserker2

Ven, 06/12/2013 - 13:23

Oh oh oh.....non ho risposto prima perchè io a differenza dei vili sinistrati fancazzisti e fannulloni, che non hanno un cazzo da fare e hanno tempo di giocare qui sopra, c'ho da lavorà! Ordunque cerchiamo di recuperare. Intanto facciamo chiarezza sennò non si capisce nulla. Ma stiamo parlando della stessa persona? Mandela chi? Il marito di Winnie, quella condannata dal Tribunale sudafricano per concorso in omicidio, arricchimento personale, concussione e corruzzione....quel mandela li? Quello che da giovane abbracciò l'ideologia marxista (mai rinnegata e sbagliando perchè tutti si aveva già gli elementi per comprendere l'assurdità e la ferocia di quella ideologia), quello che nonostante i cattivi bianchi razzisti che gli avevano permesso di laurearsi in giurisprudenza (e allora però sinistrati fate pace col cervello perchè questa cosa stride col vostro affermare che ai negri era preclusa qualsiasi attività o libertà, ben altri Paesi non permettevano l'istruzione ai neri tipo gli USA per citarne uno), apre uno studio legale, si occupa di diritti civili (invece vediamo se una cosa simile potrebbe accadere in cina....), aderisce e poi organizza il braccio violento dell'ANC, partecipa all'omicidio di un poliziotto (senza che vi affannate a smentirlo, è andata così e mettetevi pace), si fa abbastanza con dignità un sacco di galera (e non è il solo), qualcuno ventilò che fu fortunato mentre i suoi soci pagarono con la vita...., anni dopo gli fu offerta la libertà sul semplice impegno della parola data ad abbandonare la lotta armata (mi sembrava una cosa di buon senso no sinistrati che a parole siete sempre contro la violenza, o quella che fa comodo a voi), lui rifiuta e arriviamo ai giorni nostri quando i poteri forti, lobby economiche e di vario tipo omo/massoniche decidono che è tempo di mettere in riga i sudafricani. Passano sopra al fatto che il sudafrica non era una terra abitata da neri e fu scelta proprio dai Boeri in quanto landa deserta e desolata. La rendono il paradiso che è diventata, attirando sempre più torme di africani imbelli e scansafatiche che diventati maggioranza hanno preteso quelle terre. E' andata come è andata e adesso tutti possono vedere, sapere (chi ne ha la onestà intellettuale ovviamente) come il sudafrica "liberato" sia diventato tra i più pericolosi paesi al mondo in quanto a criminalità. Ultima cosetta, inglese miserello è vero, gli italiani dovrebbero vergognarsi di varie cose che non sono certo i commenti qui sopra, mentre l'inghilterra, che ringrazio per averci regalato i Beatles, hai voglia a vergognarsi per stermini di popolazioni indigene (australiani, neozelandesi, indiani, pellerossa, boeri, egiziani ecc.ecc.), schiavismo, colonialismo feroce (altro che quello all'acqua di rose degli italianuzzi) e ti risparmio il resto. Statemi bene, cercate tutti di ragionare col vostro cervello, solo in pochi in Occidente sono in grado di farlo, respirate, pensate e poi magari parlate.

J.J.R

Ven, 06/12/2013 - 13:27

uno-nessuno...certamente non mi comporterei come fai tu ignorando il buon senso in virtù di una libertà d'opinione...opinabile.

ciro4113

Ven, 06/12/2013 - 13:34

OOOiiii yulbrynner ma ai mai sentito parlare dei centinatinaia di migliaia se non milione di persone fatte fuori da Kmer rossi,informati dei 2000 e passa di condanne capitale ogni anno in cina,quanto sei povero!!!!!

albertzanna

Ven, 06/12/2013 - 13:39

Roberto Monaco Ven, 06/12/2013 - 12:40 -"Caro Albertzanna, spedire della merce in Africa (e non solo) senza un metodo di pagamento sicuro al 101% è, semplicemente, da mentecatti. O da benefattori." Egregio Roberto Monaco, quando io compero della merce dall'estero e mi impegno ad un pagamento con apertura di credito irrevocabile e confermata, delego la banca a fare il tutto e quando arrivano i documenti di spedizione dal venditore, alla banca stessa, dopo un quarto d'ora mi trovo l'addebito in conto. Questo per me è il 101% della sicurezza, ed è quanto io applico quando sono io a vendere, all'estero, le mie merci. In Sud Africa, anni 70/80 io adottavo lo stesso sistema, e non ho mai avuto ritardi o la perdita di un centesimo di Rand, perché mi permettevo di vendere in Rand e non in US$, tanto era la sicurezza delle banche sudafricane. Dal 1994 è tutto cambiato. Nel 1998 mi sono fidato, e i soldi non sono arrivati. Il mio agente era una ditta di Kempton Park, un sobborgo industriale di Johannesburg. Sono partito e sono andato a recuperare i miei soldi. Ci ho impiegato oltre un mese, e intanto le attrezzature che avevo spedito erano già scomparse. Alla fine sono ripartito con la certezza che i soldi, trasferiti via banca, erano finalmente arrivati alla mia banca. All'atto dell'imbarco sull'aereo di ritorno chi mi aveva accompagnato all'aeroporto, un vecchio amico di nome Keith, sud africani di origine scozzese e direttore import, mi disse "Albert, il clima per te qui è diventato troppo caldo, il nuovo direttore (un nero dell'etnia XOSA - nemici giurati degli Zuli) ha detto che non acquisteremo più nulla da te e che sei fortunato a tornare a casa sulle tue gambe" Fine delle trasmissioni. Lei ha idea di quante ditte, vecchie esportatrici in Sud Africa, non lavorano più con quel paese e di quante sono estremante restie ad investire, nonostante le enorme ricchezze naturali che il Sud Africa può vantare? le invio un trafiletto, tradotto in italiano, di un comunicato Mercedes - "Mercedes-Benz è pronta ad aumentare nei prossimi anni la produzione in Sud Africa, nonostante gli enormi problemi economici ed etnici che hanno colpito recentemente questo paese. Infine il Gruppo Daimler ha in programma di investire per il futuro 3 Miliardi di dollari nelle fabbriche Sud Africane. Data del comunicato 6 novembre 2013. Con tre miliardi di dollari, lei lo sa cosa si riesce a costruire, quando si tratta di stabilimenti per la produzione di automobili e veicoli industriali? +/- un coperto da 30.000 mq, incluse tutte le linee di produzione, magazzini, uffici, infrastrutture varie ecc. Secondo lei, la Mercedes ha fatto un vero investimento, oppure è solo una cosa di facciata per dire che la Mercedes è presente in Sud Africa? Ma la cosa grave è un'altra, che questi 3 miliardi di dollari devono anche servire a svecchiare le vecchie officine Mercedes pre-esistenti in altre località del paese, e che risalgono agli anni dell'appartheid, quindi strutture antiquate per gli standard odierni. I tedeschi non sono mentecatti, e neppure benefattori - morale, non si fidano. E mi creda, con la morte di Mandela la situazione peggiorerà, eccome se peggiorerà e arriveranno i cinesi, che sono peggio delle termiti. Questa è la realtà. Albertzanna

Ritratto di scandalo

scandalo

Ven, 06/12/2013 - 13:40

MANDELA ha lottato per i diritti fondamentali dei neri !! Obama difende gli interessi dei banchieri !! questa è la differenza tra un un GRANDE e uno STRUNZU ! .. chissà perchè quando scrivo Obama mi viene in mente napolitano ... non c'è dubbio sono rincoglionito !!

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 13:44

#J.J.R.Permetti anche a me una domanda:in nome dell'uguaglianza livellante verso il basso bisogna sacrificare l'intelligenza e le capacità di apprendimento più veloci dei bambini normali, ed anche di quelli più dotati, adeguandole a quelle dei bambini che ne sono provvisti in misura di gran lunga minore o quasi totalmente privi,attraverso la formazione di classi la cui composizione è finalizzata al raggiungimento di tale scopo.Che ne pensi?

bego

Ven, 06/12/2013 - 13:44

Mi dispace ma approvando e pubblicando i commenti dei vostri "cari" affezionati lettori antisemiti e razzisti NE SIETE COMPLICI. IN QUESTO GIORNALE si santifica Priebke come eroe e si da del negro/comunista a Mandela. RIPETO SIETE COMPLICI!

82masso

Ven, 06/12/2013 - 13:53

berserker2... Perdonami la domanda ma la razza autoctona Sud Africana è bianca? No perchè se fosse così di direi che hai ragione su tutto; nel caso contrario ti propongo un paragone azzardato, tu sicuramente sarai di quelli che (anche giustamente) s'indignano e sbraitano quando leggono dei continui sbarchi d'immigrati nel sud del nostro paese, magari sarai di quelli che gli vedrebbe bene a casa loro con le buone o con le cattive; ora t'invito di metterti nei panni dei neri sud africani che si son visti invandere, colonizzare, da razze occupanti con conseguente schiavizazzione e segregazione; tu mi dirai "ma hanno portato progresso e ricchezza" (solo per loro e per la patria d'appartenza) e io ti risponderei, sono sempre popoli occupanti non africani ma europei e quindi hanno avuto tutto il diritto/dovere di combattere l'invasore, dici che Mandela poi ne ha approfittato diventanno anch'egli "tiranno"?, cavoli dei sud africani se ne sarebbero riguardati loro di certo non son cose che a noi riguardano.

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 13:56

# TrinariCCiuta. OK, hai fatto la tua sfilata da fighetta similincazzata,adesso che vuoi? gli applausi?

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 14:04

# bego.E che vorresti? ti va bene la censura che i tuoi giornali preferiti applicano ai commenti non in linea con l'indirizzo politico dei loro padroni?Con il tuo post,non volendo,hai sottolineato il carattere democratico e l'ospitalità che questo giornale offre a tutti,come ben dimostra la pubblicazione persino di un post come il tuo.E rifletti prima di parlare di complicità e usare paroloni,tanto non s'impressiona nessuno.Compris?

altair1956

Ven, 06/12/2013 - 14:23

Marco Piccardi, hai ragione, ma è inutile discutere con chi ha le fette di Prodi sugli occhi. Un saluto.

bruno49

Ven, 06/12/2013 - 14:29

trinariciutaefiera: il suo commento mi è piaciuto moltissimo e, guardi, fra un po' di tempo mi registrerò con un nickname tipo "trinariciutoecontento" in cui mostrerò uno stile più aggressivo rispetto a quello più calmo e conciliante dell'attuale mio nickname "bruno49". In effetti, nel leggere tali e tanti commenti di questi fascistelli da strapazzo, razzistelli vigliacchetti, benpensanti pensanti male, rodomonti impotenti, invece di aver voglia di vomitare, vomiterò i miei anatemi come "trinariciutoecontento". Prossimamente su questo schermo!

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Ven, 06/12/2013 - 14:34

La lotta contro l’apartheid bisogna farla anche in Italia! Povertà é uguale apartheid! Bisogna lanciare Lavoro Per Tutti! Ma la corruzione si nasconde dapertutto ed é più facile che un cammello attraversa la cruna di un ago! O Patria mia, che di catene hai carche ambe le braccia, senza l’Elmo di Scipio china la testa! Se io fossi il Capo dello Stato, Pro Patria Semper!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 06/12/2013 - 14:34

@yuollbrinner,lei ha frainteso il mio post,lo rilegga e vedra' che cio'che auspico e' esattamente l'opposto di questa misera discussione tra pro e contro.Preciso che ritengo N.Mandela un uomo che la storia l'ha fatta ed anche in grande,ma e' stata una storia molto complicata e difficile dove non sono mancate le spine.Spero di essere stata chiara. @Signorrossi,vale lo stesso detto sopra con l'aggiunta che il mio e' un auspicio nei confronti di un grande uomo.

Palermitano

Ven, 06/12/2013 - 14:35

PROVO INDIGNAZIONE PER I VERGOGNOSI MESSAGGI DI INUTILI RAZZISTI CONTRO IL GRANDE MANDELA E DI GIUSTIFICAZIONE PER I CRIMINALI BIANCHI CHE HANNO OPPRESSO IL SUDAFRICA CON IL REGIME CRIMINALE NAZISTA E RAZZISTA DELL'APARTEID! CERTI MESSAGGI CHE OFFENDONO MANDELA E DIFENDONO I CRIMINALI RAZZISTI POSSONO CONFIGURARE IL VILIPENDIO DI CADAVERE, L'ISTIGAZIONE ALL'ODIO RAZZIALE E L'APOLOGIA DI REATO! DISPREZZO PER I SUBUMANI RAZZISTI! ONORE E GLORIA AL COMPAGNO MANDELA!

trinariciutaefiera

Ven, 06/12/2013 - 14:35

@uno-nessuno..la mia sfilata da fighetta simil-incazzata..grande risposta..grande argomentazione la sua!!!! mi complimento per la sua capacità di condensare così tanto significato in così poche parole..ma vavava..babaciu

berserker2

Ven, 06/12/2013 - 14:36

82masso sei una persona garbata e ti rispondo con piacere. Ma hai letto cosa ho scritto prima.....il sudafrica era una terra desolata e disabitata, i pochi coloni boeri che si insediarono per primi la scelsero proprio per non avere problemi con tribù autoctone che vivevano molto più a nord, odierno zimbabwe. Erano con le famiglie, donne e figli, tutto volevano meno che mettere a rischio le loro vite. Erano contadini, braccianti, non militari armati come erano soliti fare gli inglesi che sterminavano le popolazioni che incontravano per deprederare le risorse naturali e schivaizzare indigeni per la manodopera. I Boeri, partendo dalla lontana Olanda, secondo te si fanno tutta l'africa per quanto è lunga fino all'estremo sud se questa era l'intenzione? Ma da mò che si sarebbero fermati nei ricchissimi congo o costa d'avorio etcetera etcetera. Il sudafrica era l'unico posto possibile. Senza indigeni stanziali, era solo un territorio di passaggio delle varie tribù essendo un posto brullo e ostile. Con un mare tempestoso (capo delle tempeste appunto) poco pescabile per le fragili canoette indigene. Sbattuto da venti fortissimi e senza agricoltura. I Boeri avevano portato con se, sementi, attrezzi agricoli e bestie da soma, si sono rimboccati le maniche è hanno trasformato (il sudafrica) in un paese moderno e ricco. Ovviamente dove c'è il benessere gli africani nullafacenti confinanti si sono recati in massa, molti impiegati come braccianti o custodi di bestiame e poco alla volta e per la prima volta anche africani volenterosi e per bene hanno cominciato a vivere dignitosamente, la scolarizzazione ha poi contribuito a creare una piccola borghesia nera benestante. Purtroppo il razzismo feroce tra le varie etnie nere le principali Xhosa e Zulu ha fatto si che si massacravano allegramente tra di loro (e continuano a farlo nonostante la fine dell'apartheid poichè questo andazzo e ben precedente al regime bianco). Diventato paese ricco e appetibile sono arrivati gli inglesi che hanno sterminato i coloni Boeri e aizzato l'odio tribale per i loro scopi. I neri sudafricani non hanno mai partecipato alla vita sociale e culturale del paese che li ospitava (un pò come i cinesi in Europa che vivono solo all'interno della loro comunità fregandosene alla grande degli altri). L'apartheid così come lo abbiamo storicamente conosciuto fu infatti istituito dal governo di etnìa bianca del Sudafrica nel dopoguerra e rimasta in vigore fino al 1993. Per secoli i Boeri hanno convissuto senza problemi con gli emigrati africani che facevano ingresso nel "LORO" paese. Semmai bisogna ringraziare i sudafricani di origine inglese per questo bel regalo (basandosi probabilmente dalle leggi segregazioniste degli americani). E fu necessaria questa legge per impedire la disgregazione sociale del paese e il suo impoverimento. Così come è successo alla Rhodesia. Al momento a parte la criminalità e la estrema corruzione dei governanti neri la Nazione è ancora abbastanza in piedi, ma solo perchè le solite lobby economiche così hanno deciso e anche grazie tutto sommato al carisma di Mandela. per il resto ninsò e staremo a vedere. Ciao nè.

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 14:38

X Ciro se hai letto altri miei commenti qui sono Anti fascismo nazisti e comunisti quindi potevi evitare

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 06/12/2013 - 14:41

@yulbrynner, ovviamente la penso come voglio e tu sei liberissimo di pensarla come meglio credi. non sono stato io a cercare questa diatriba con te.

yulbrynner

Ven, 06/12/2013 - 14:44

Mandela perdonano ha evitato una guerra civile e ha limitato il razzismo dei neri verso i bianchi e solo x questo x me è un grande capisco che a molti destri bruci il calo ammetterlo x me era grande anche se fosse stato di destra x quello che ha fatto e grande Clint con il fil film sullo sport e Mandela a celebrare che sia diventato comunista pure lui? Ahshs

berserker2

Ven, 06/12/2013 - 14:53

82masso.....ma tu proprio non mi hai letto eh! Io non ho PROPRIO detto che era un tiranno. Anzi, se leggi, ho detto che ha governato abbastanza bene, che ha avuto innegabile carisma (giustificato negli africani, negli Europei un pò meno....), che si è purtroppo circondato da collaboratori e famigliari corrotti e indecorosi tipo la moglie winnie, che ha sempre mostrato dignità e misura (e qui non so quanto connaturata o imposta dai potentati economici che altrimenti avrebbero chiuso i rubinetti dei fondi elargiti....), ha impedito le vendette private. Tutto sommato un discreto capo di stato. La mia indignazione è per il vostro ipocrita e mieloso politicamente corretto mantra che santifica e glorifica anche quando nulla c'è da glorificare, semplicemente sul presupposto che "ma poverino quanto ha sofferto" e quanto è stato bravo che è tutto da dimostrare. In ogni caso ben altri personaggi di rilievo internazionale e se ti piace ti faccio pure i nomi ma ci dovresti arrivare da solo, non hanno ricevuto l'attenzione e la vibrante commozione che state riservando ad un africano, con un passato un pò turbolento e che in fondo nulla ha creato nulla s'è inventato. Adesso saremo riempiti in Italia di scuole pubbliche a lui intitolate (siamo maestri in questa turpitudine culturale) dimenticando grandi italiani che hanno fatto la storia e che sono rimossi per fare posto a questi altri qui e se avessero potuto questi politici e questo governo di abusivi stanno pure a pensà di istituire il "lutto nazionale", tanto che ci frega, uno più uno meno.....

Ritratto di chris_7

chris_7

Ven, 06/12/2013 - 14:53

@marco Piccardi, se lei è informato meglio di noi tanto meglio, l'anno scorso, a scuola ci hanno mostrato un DVD in cui si figurava l'aparthied come una segregazione per escludere i "neri" dal governo, cmq da leader a santo ce ne corre,infatti ha ucciso un poliziotto e ha comandato altri atti di sabotaggio.

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Ven, 06/12/2013 - 14:54

***Per quanto se ne parli positivamente del personaggio,(a chi giova'), mi risulta che poco tempo fa i lavoratori delle miniere mentre erano GIUSTAMENTE in sciopero per ottenere qualche centesimo in più sulla miserabile paga, sono stati ammazzati a fucilate. Egli che fece? E' giusto tutto ciò? E' sempre la stessa nenia dove i maestri che la suonano sono i potenti da che mondo è mondo sfruttando i poveri cristi repressi e sottomessi. O no? Prego, pubblicate, è soltanto la verità!*

frankdenis

Ven, 06/12/2013 - 14:56

Per chi volesse informarsi senza passare il tempo ad insultarsi a vicenda: http://thebackbencher.co.uk/3-things-you-didnt-want-to-know-about-nelson-mandela/ http://plaintruthmagazine.blogspot.it/2010/07/crimes-of-terrorist-nelson-mandela.html

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Ven, 06/12/2013 - 15:06

Santo??? Questo 27 anni di prigione non se li è fatti per caso, e fino al 2008 per la CIA era un terrorista. Che poi in galera non se la passava tanto male visto che è campato fino a 95 anni.

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 15:12

#trinariCCiuta-fiera e sdegnosa.E che cosa avresti voluto?Che ti scrivessi in risposta un pistolotto come il tuo,così originale per forma e contenuto? E te la prendi con il signor Dario Maggiulli,che è persona intelligente,coltissima,che se volesse ti seppellirebbe dialetticamente,perché ha espresso il suo pensiero?Ma non lo vedi quanto sei banale,irreggimentata,ripetitiva? Ti avevo concesso gli applausi,a cos'altro puoi aspirare?

Ritratto di Situation

Situation

Ven, 06/12/2013 - 15:21

X yul brinner &DONCAMILLO7: io ho solo portato esperienze dirette di quel tempo e voi non fate altro che attaccarmi in modo ben identificabile come "diretto e stalinista". Rimanete nel Vs, letamaio rosso, solo li potrete cuocere nella ribollita della menzogna e della disinformazione............

Ritratto di caribou

caribou

Ven, 06/12/2013 - 15:22

Da padre dell’apartheid a santo in 48 ore!? Sallusti ma lei è un mago!!

Ritratto di il bona

il bona

Ven, 06/12/2013 - 15:24

Una cosa è certa: qui di commenti ipocriti non ce ne sono. Su Mandela, pace all'anima sua.

baio57

Ven, 06/12/2013 - 15:42

@ ale76 - Komunistucolo non averla a male ,non bisogna essere "cime" come te per capire che nel titolo mancava la frase " ..della lotta all'..." ,quindi un chiaro errore dell'impaginatore .No ,invece ci dovete sempre ricamare dietrologie e doppi fini . (p.s) noto che hai recepito : " d'altronde" con l'apostrofo. Bravo 7+

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 06/12/2013 - 15:45

Che vergogna!!! Qualche mese fa ha osato paragonarsi a Tortora e adesso sfrutta la morte della persona più bella del secolo scorso e di quello attuale per continuare a lobotomizzare le persone...Mandela ha subito 30 anni di carcere e tu pezzo di merda stai facendo di tutto x salvarti il culo!!sciacquaquella fogna di bocca prima di nominare qs Grande Uomo!!! Mentre questo signore FRANCESCO VA RTOLO lega non sa dir di meglio !!!!!!!!! «un terrorista, una belva assetata di sangue bianco»

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 06/12/2013 - 15:48

che tristezza certi commenti!!! ma c'era d'aspettarselo..QUELLI DELL'AMORE

smalp77

Ven, 06/12/2013 - 15:52

Oddio, "santo" facciamo "beato" e non se ne parli più

gedeone@libero.it

Ven, 06/12/2013 - 15:57

gigggi, ovvero un condensato di odio sinistro a senso unico. Lei non è degno di commentare la morte di un grande uomo come Mandela che sarà ricordato sopratutto per aver instancabilmente lavorato per la pacificazione tra bianchi e neri del suo paese, malgrado fosse stato ingiustamente incarcerato dai bianchi afrikaner per 27 anni. Torni pure nella cloaca da quale è uscito!

Ritratto di Scassa

Scassa

Ven, 06/12/2013 - 16:24

scassa Venerdì 6 dicembre Arieccoci con l'ipocrisia internazionale !!! Mi sembra di rivedere un film già visto ,tempo fa in USA ,quando Obama si piego ad angolo retto ,davanti alle spoglie mortali dell'ultimo dei fratelli Kennedy ,esaltandone le grandi doti di politico esempio di onesta' per i posteri ! Ora Nelson Mandela ,che ha fatto ,e' vero ,tanto per il suo popolo ,ma non è stato candido n'è prima ,ne dopo quando ha governato . In Italia sarebbe stato e a buona ragione ,Ineleggibile ! Sentirlo chiamare Santo ,mi faccio una domanda : perché i Santi sono santi ? Berlusconi lo facciamo almeno Beato ???

Ritratto di Curtis Mayfield

Curtis Mayfield

Ven, 06/12/2013 - 16:31

Meravigliosi i Bananas che si "smascherano" da soli; eccoli, questi bananari, che si definiscono moderati e pieni di amore, ma non sono altro che dei piccoli italianucoli razzistelli ignoranti, cioè che ignorano la realtà che li circondano e ragionano con un solo neurone. L'Italia va male soprattutto per voi, miei cari Bananas.

Ritratto di Curtis Mayfield

Curtis Mayfield

Ven, 06/12/2013 - 16:35

Solo su queste pagine si possono leggere sperticate lodi e difese di pesronaggi come i Boeri. Mitici.

eloi

Ven, 06/12/2013 - 16:41

MANDELA. Uno che non si è nascosto dietro una tastiera come faccimo noi. Ci sentiamo o no un pò vigliacchi se ci paragoniamo a LUI?

ginomari

Ven, 06/12/2013 - 17:40

Mi chiedo sempre perchè "certi sinceri democratici" si ostinano a scrivere messaggi ad un quotidiano di cui odiano cordialmente "la proprietà", il Direttore e tutti i Giornalisti che osano lavorarci ! Hanno tante "prestigiose testate" tipo Repubblica, La Stampa, il Corriere della Sera", L'Unità, e quel cenacolo di "penne eccelse" che è il Fatto quotidiano, ovvero quello che vi delizia tutte le mattine con il "Mattinale della Questura". Un messaggio a Silvio: hai fatto molto per noi "non sinceri democratici" e per la nostra Italia, vorrei solo che in pubblico tu ammettessi di aver compiuto degli errori, chiedendo perdono agli Italiani e mostrando così il tuo più umano aspetto che è sicuramente più nobile di tanti acclamati "Padri della patria". Forza Italia

Ritratto di sgnorrossi

sgnorrossi

Ven, 06/12/2013 - 17:46

@Agrippina: chirissimo @eloi: si paragonato a lui valgo meno, non so se al suo posto avrei lottato e retto e ingoiato la rabbia come ha fatto. non ho la controprova ma lui è stato speciale, ripeto nn un santo ma un esempio di riconcigliazione e lotta per la libertà, l0'ha detto pure silvio! ovviamente lui temo x i suoi interessi personali, ma comunque è così

bego

Ven, 06/12/2013 - 17:52

x uno-nessuno: Qui non sei al bar dove ci metti la faccia quando dai dell'eroe ad un nazista o ad un mafioso,o del negro a Mandela,al bar te le prenderesti qui puoi nasconderti dietro la "libertà" che ti concede questo giornale. Io intendevo quando parlavo di complicità la totale assenza di redazione dei commenti, farli passare tutti non significa tutelare la libertà di tutti, e sopratutto non capisco come un giornalista accetti il fatto che sotto un suo articolo (che ripeto, era ineccepibile e onesto) ci possa essere gente che lo sfregi inserendo commenti volgari e orripilanti che con la critica non ha nulla a che fare. Parliamoci chiaro, ad accezione di questo giornale non c'è nessun altro posto di informazione dove si possano scrivere le "vostre" follie. Allora da un punto di vista editoriale significa che c'è perfetta coerenza tra chi scrive gli articoli e chi li commenta. Questa complicità intendevo. Ripeto, leggittima la critica, insopportabili i ragliati di cane. Perché i commentatori di questo giornale non vanno in pubblico a dare dell'eroe a Priebke, dell'eroe a mangano o del comunista a Mandela? semplice, sono vigliacchi e molto ignoranti e sono tutti a scrivere su questo giornale. Ho postato il mio commento, cosa che non ho fatto mai prima, perché sono un abbonato (come ad altri 5 quotidiani, vari) e sono disgustato da quello che mi passa sotto gli occhi ogni giorno che lo leggo. Spero che IL Giornale torni ad essere quello di Montanelli e non il ciclostilato dell'intollerante del terzo millennio. Siete vigliacchi.

baio57

Ven, 06/12/2013 - 18:31

@ bego,mi scusi l'intromissione ,mi spieghi dove ha visto commenti che davano dell'EROE a Priebke e a Mangano ,frequento il forum tutti i giorni e non ho mai notato tali affermazioni. Visto invece che è abbonato a 5 quotidiani ,ha mai per caso letto i commenti giornalieri UNIDIREZIONALMENTE INGIURIOSI verso una parte politica sul Fatto o su Repubblica ?

gigggi

Ven, 06/12/2013 - 18:39

x Gedeone@libero: ma devi rileggerti il postato mio caro...forse hai sbagliato persona... ho tessuto le lodi di mandela apertamente inserendo una "velata" critica ( non nominandolo) verso chi ha avuto comportamenti non proprio encomiabili tanto da essere stato sbattuto fuori da un parlamento certo non migliore di lui ... dall'estrema destra alla estrema sinistra. In quanto alle offese personali, tutti siamo capaci...non ci vuole molto...addiooooo!

Ritratto di frank.

frank.

Ven, 06/12/2013 - 18:45

Berseker, te i boeri te li mangi...e pure troppi direi! Prima di andare in macchina stasera controlla l'etilometro!

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 19:06

#bego.Insomma vorresti una libertà sotto tutela.Se a te certi commenti sembrano folli,ad altri potrebbero sembrare tali scritti di altro contenuto,perché infinite sono le opinioni.Lamenti poi il fatto che i postanti non esprimano in pubblico le loro opinioni,può darsi che lo facciano,noi non abbiamo riscontri,ma considera anche il fatto che solo ai comunisti è permesso impunemente inneggiare a tiranni sanguinari.Quanto al fatto che sottolinei i tuoi plurimi abbonamenti ai giornali,siamo felici per te,non tutti hanno la possibilità economica e il tempo disponibile per esaminare un così vasto materiale,perché ogni tanto i semplici mortali devono pure impegnarsi a lavorare.Per la complicità a cui ti riferisci,leggendo altri giornali, a me non verrebbe mai in mente di pensare che tra chi scrive un articolo e coloro tra i postanti che sono assetati di sangue e augurano la morte o malattie terribili a qualcuno vi sia un consentire.E risparmiati l'accusa di vigliaccheria,usala per altri personaggi e per altre occasioni,altrimenti invita coloro a cui essa è rivolta e di persona ripetigliela,altrimenti anche tu sei uno di quelli che usano solo la tastiera.

mbotawy'

Ven, 06/12/2013 - 21:16

L'ignoranza e'un danno per l'umanita',i fatti sono la vera testimonianza.Il Sudafrica durante la ultima guerra mondiale era una potenza di tutto rispetto, oggi...andate a visitarla,e' ritornata Africa.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 07/12/2013 - 00:31

E' sorprendente con quanta ipocrisia e faccia di bronzo i trinariciuti esaltino ed ammirino le battaglie antirazziste di NELSON MANDELA. BISOGNEREBBE CHIEDERE LORO COME CHIAMANO L'ACCANIMENTO DEL PD E DELLA MAGISTRATURA ROSSA CONTRO BERLUSCONI. Cosa riusciranno ad inventarsi? Che il razzismo contro Berlusconi è legittimo e quello contro Mandela non lo era?

volp

Sab, 07/12/2013 - 01:24

È pensare che era nella lista dei terroristi per gli USA e adesso Obama fa l' affranto...

gianni59

Sab, 07/12/2013 - 01:51

è incredibile... dopo le parole favorevoli di Silvio il "suo" giornale usa la parola "santo" che non ha elargito nemmeno al Papa....che s'ha dda fa pe' campa'....

jerrold300

Sab, 07/12/2013 - 16:00

Caro Livio, se ho ben compreso l'articolo che precede porta la tua firma. Spero ti ricordi di me,Claudio Regis, quando eravamo colleghi alla NAA dal 1994 al 1996 e desidero non tanto commentare il tuo articolo, bensì illustrare ciò che ho visto. Sono vissuto nel Sud Africa della così detta apartheid, unico Paese del continente nel quale tutti avevano il diritto di mangiare e di guadagnare in base alla volontà di lavorare e produrre. Vi era, è vero, separazione culturale, il diritto di voto per i neri era limitato al Lesutho, al Natal ed ai bantustan, la separazione vigeva nelle scuole ed in altri luoghi pubblici ma io ho lavorato, fianco a fianco, con Zulu, Xhosa e altre etnie senza sentirmi offeso o superiore. Il Sud Africa era il solo Paese del Mondo nel quale si potesse passeggiare in ogni ora del giorno e della notte senza il benchè remoto timore di venire aggrediti. Contrariamente all'immaginario collettivo Nelson Mandela non fu un "Profeta della Pace" né fu imprigionato per 27 anni per aver combattuto contro l'apartheid. Infatti Mandela era stato un terrorista che aveva fatto esplodere diversi negozi, magazzini ed edifici uccidendo persone innocenti, bianche, nere e di diverse origini, questo al solo fine solo di il credo suo e del suo partito.. Il Rivonia Trial (Rivonia è un quartiere suburbano di Johannesburg) dove, in una fattoria, si riunivano gli adepti del nascente African National Congress, il partito di Mandela) fu il processo più importante mai celebrato in una Corte del Sud Africa del dopo guerra. Nel 1964 Mandela venne riconosciuto colpevole di terrorismo, omicidio plurimo e (per buon peso) costituzione di partito comunista, per questi capi fu condannato a morte ma la pena fu commutata in ergastolo. Non trascorse i 27 anni di detenzione a Robben Island infatti nel 1977 fu trasferito al domicilio coatto in una casa indipendente presso Pretoria. Fu il Presidente Botha a proporgli di lasciare il Sud Africa , da uomo libero ed andarsene in qualunque Paese lo volesse accogliere: Mandela rifiutò. Il resto è storia recente, infatti, nel 1990 il Presidente De Klerk lo liberò permettendogli di trsformare il Sud Africa in ciò che è oggi. Oltre 64.000 bianchi torturati e uccisi dai neri, Johannesburg, un tempo città “Svizzara” è la capitale mondiale delle morti violente con oltre 5.000 omicidi all'anno. Senza parlare dell'economia ma qui bisognerebbe aprire un capitolo a parte. Se a qualcuno interessa conoscere tutta la storia, la soria vera, non quella, ipocrita che, da decenni, viene propinata dai mezzi di DIS...informazione, scriva anche esprimendo opinioni contrarie. Io rispetto ogni espressione di pensiero ma posso parlare del Sud Africa perchè ho vissuto la realtà sudafricana ed approfondito l'affascinante storia di quel meraviglioso Paese, prima di lasciarlo per sempre.

gianni59

Dom, 08/12/2013 - 22:16

Runasimi...razzismo contro Berlusconi? ma se è stato al potere o lì vicino per vent'anni e non ha fatto nemmeno un giorno di galera...sembra lo stesso parametro della storia delle persecuzioni naziste agli ebrei....