Avviato in Afghanistan il processo di pace: negoziati Usa-talebani

La prossima settimana saranno avviati colloqui diretti a Doha dove gli insorti afgani hanno aperto una sede di rappresentanza

Stati Uniti e talebani avvieranno colloqui diretti per negoziati di pace la prossima settimana a Doha, in Qatar, dove gli insorti afghani hanno aperto una sede di rappresentanza. "Sosteniamo una soluzione politica al conflitto in Afghanistan e gli sforzi per ripristinare la pace", ha assicurato il portavoce Zabihullah Mujahid sottolineando la volontà degli insorti di aprire contatti con la communità internazionale.

"I colloqui a Doha sono il primo passo di una strada lunga", hanno spiegato i funzionari americano. I talebani si sono, infatti, già impegnati a non utilizzare il territorio afghano per attaccare Paesi vicini e a sostenere il processo di pace nel Paese. Nei colloqui, aggiungono le fonti vicine alla Casa Bianca, gli Stati Uniti insisteranno perché "i talebani rompano i rapporti con al Qaida". Proprio in vista dell’avvio di pace con il governo afghano dopo dodici anni di combattimenti, i talebani hanno appunto aperto un ufficio in Qatar. "L’ufficio aprirà il dialogo tra i talebani e il mondo", ha affermato il portavoce. Nel giorno in cui la Nato ha avviato la quinta e ultima fase del processo di transizione della sicurezza avviato nel 2011 e destinato a concludersi a fine 2014, il presidente Hamid Karzai ha fatto sapere che il governo afghano invierà presto propri emissari in Qatar. Il nuovo passaggio di consegne tra la Nato e l’esercito afghano, forte di 350mila uomini, riguarda 95 distretti, tra cui le turbolente aree al confine con il Pakistan. L’annuncio di Karzai dovrebbe rappresentare il primo passo verso un processo di pace che non è mai decollato, nonostante i tentativi degli ultimi due anni. Karzai ha spiegato che i colloqui dovranno cominciare in Qatar per poi trasferirsi rapidamente in Afghanistan e non dovranno diventare lo strumento di un Paese terzo per sfruttare l’Afghanistan.

Lo scorso mese il presidente afghano aveva chiesto ai talebani di lottare contro i nemici dell’Afghanistan, un appello che era stato interpretato dagli analisti come una mossa contro il Pakistan dopo lo scontro tra le forze di sicurezza dei due Paesi al confine. Molti leader afghani pensano che il Pakistan stia aiutando gli estremisti, come strumento da utilizzare contro l’India. Rappresentanti talebani erano già stati in Qatar all’inizio del 2012 per aprire i negoziati di pace con gli Stati Uniti. Ma a marzo avevano sospeso il processo sostenendo che Washington dava segnali contrastanti del suo impegno. L’annuncio di Karzai è arrivato proprio mentre Kabul era scossa dall’ennesimo attentato: stavolta nel mirino è finito uno storico leader dell’opposizione, Haji Mohammad Mohaqiq, capo dell’etnia hazara. Lui è uscito illeso dalla deflagrazione, ma sono morti tre civili e una ventina di persone (tra cui tre o quattro delle sue guardie del corpo) sono rimaste ferite. E l’episodio è tornato a gettare ombre sulla sicurezza del Paese, una volta che, alla fine del prossimo anno, sarà stato completato il ritiro delle truppe da combattimento straniere.

Commenti

maxaureli

Mar, 18/06/2013 - 17:21

Talebani... insorti, terroristi o partigiani?

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 18/06/2013 - 17:25

Hanno vinto. Migliaia di morti e miliardi di dollari per nulla. E noi accodati a strisciare.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 18/06/2013 - 17:31

potevano farlo 10 anni fa ma si sa il Business....... gli affari ......

maxaureli

Mar, 18/06/2013 - 17:48

Quale accordo si trovera' per gli oleodotti/gasodotti e oppio?? Hum... un po' a me e un po' a te... ma quel deficenti di Clinton e la sua marmaglia non potevano trovare un accordo nel 1998?? Nooo??

pinux3

Mar, 18/06/2013 - 18:12

@maxaureli...Mi pare che sia stato Bush a decidere di portare la guerra in Afganistan, o sbaglio? Ma pure di dare addosso a qualcuno che si considera "di sinistra", eh...

G_Gavelli

Mar, 18/06/2013 - 18:19

Fa anche rima:...e i Talebani prenderanno per il culo gli Americani...quelli dell'Amministrazione Obama, ovviamente!

Ritratto di maurocnd

maurocnd

Mar, 18/06/2013 - 18:43

Processo di pace? Con l'Islam? Bello, quando esce il film?

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 18/06/2013 - 19:30

Trattare con analfabeti totali che fanno scoppiare autobus di studentesse. Obama è pazzo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 18/06/2013 - 19:42

Ovviamente è il secondo Vietnam per gli USA e i loro servi

maxaureli

Mar, 18/06/2013 - 20:22

@pinux3 LOL LOL .... si sbaglia. Il conflitto Afghano fu programmato dal'amministrazione Clinton (e coalizione) dal 98'. Faccia una ricerca. LOL LOL

giottin

Mar, 18/06/2013 - 20:27

#pinux silvestris. Me lo dirà tra qualche tempo quali risultati porteranno i negoziati tra l'abbronzato ed i ribelli... ha presente quelli israelo-palestinesi?

maxaureli

Mar, 18/06/2013 - 20:31

Ignioranti!!!

maxaureli

Mar, 18/06/2013 - 20:36

giottin ... per i negoziati israelo-palestinesi dobbiamo aspettare la terza edizione della Bibbia cioe' ... circa un migliaio di anni. LOL LOL ha h ah aha h

maxaureli

Mar, 18/06/2013 - 20:44

E per ritirarsi si dovra' baciare il culo dell'Iran... i francesi ne sanno qulche cosa... LOL LOL .... Buona fortuna.

lino961

Mar, 18/06/2013 - 20:57

I disastri politici e strategici,Tanzania-Kenya-USS Kole-la morte di Massud per poi arrivare all'11/09/01 sono stati tutti commessi dall'amministrazione Clinton,questo non scagiona l'operato dissennato di J.W.Bush ma di sicuro ha fatto in modo di trovarsi con una situazione politica internazionale molto difficile e ingestibile nei canoni normali e l'Afghanistan oltre che degli "invasori occidentali" dovrebbe liberarsi anche di un doppiogiochista come Karzai nel senso che dice agli occidentali che i talebani hanno detto e ai talebani che gli occidentali hanno detto.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mar, 18/06/2013 - 21:00

Dopo la guerra in Iraq che ha fatto diventare alleati iracheni ed iraniani, ecco arrivare la seconda sconfitta per gli usa. Purtroppo in questo caso non c'è da gioire per i poveri afgani.

moshe

Mar, 18/06/2013 - 21:48

Ma non fatemi ridere! l'unico talebano in pace è un talebano morto! Il giorno che tutti si ritireranno dall'Afghanistan, tempo 48 ore, tutto ritornerà nelle mani dei talebani. PRENDETE NOTA E DITEMI SE NON AVEVO RAGIONE

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 18/06/2013 - 21:50

Gli USA sono dei dilettanti, bambini cresciuti in fretta. Sono diventati, per poco, padroni del mondo solo perché l'Europa si è suicidata in due guerre mondiali e la geografia li ha messi al riparo dai bombardamenti. Per il resto, quando c'è da combattere sul serio e non si possono usare atomiche o i bombardamenti da 30.000 piedi non bastano, PERDONO

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 18/06/2013 - 21:52

Gli americani non avrebbero nessuna speranza coi Cinesi. Il Vietnam lo ha dimostrato: la forza militare non basta se non c'è dietro uno spirito saldo e forte. Gli USA hanno un fronte interno debolissimo. Basta un uragano Katrina e le città diventano il far west con caccia al bianco o al nero. Immaginatevi se subissero bombardamenti come quelli che fanno loro agli altri...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 18/06/2013 - 22:02

Negoziati con le barbe rupestri? Gli spinelli, fumati in gioventù dall'abbronzato, gli hanno spappolato il cervello.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 18/06/2013 - 22:06

moshe, I Talebani controllano già ora l'80% del territorio. Ciò non avverrebbe senza un forte supporto della popolazione. Dopo 10 anni di occupazione, bombardamenti, corruzione, compravendite, se la popolazione avesse davvero in odio i Talebani, avrebbe fatto come altre.....accogliere con cioccolatini gli occidentali.

maxaureli

Mar, 18/06/2013 - 22:21

11 Settembre non ha nulla a che fare con l'Afghanistan e Talebani... IGNIORANTI!!! LOL LOL ha h ahah ah

maxaureli

Mar, 18/06/2013 - 22:23

Ausonio... parole sante. E glie lo dice uno Yankee. :-)

andrea24

Mar, 18/06/2013 - 22:24

La "strage di Gorla" è un simbolo dimenticato della efferatezza USA.

lino961

Mar, 18/06/2013 - 23:11

Ma Ausonio è un seguace accanito di Abd Allah Yusuf al Azzam? Perché se è così potrebbe arruolarsi tranquillamente nell'organizzazione e mettere in pratica coi fatti e non con le parole,alle quali tutti sono bravi,il suo odio sviscerato per tutto quello che è americano ma il bla bla bla è più comodo,vero? Perché così non si rischia niente l'italiano morto tra le fila dei ribelli in Siria non mi stà simpatico ma almeno ha avuto le palle per mettere in pratica quello in cui credeva!!!!!!

maxaureli

Mer, 19/06/2013 - 10:16

LOL.... Kabul ha fermato i colloqui di pace con gli US!! ah ah ah ah La notizia riportata ieri e' durata solo un giorno!! ah ah ah ahha haha