Cisgiordania, arrestato perché lanciava pietre: ha soltanto cinque anni

Il piccolo è stato trattenuto per due ore dai militari israeliani. Ammanettato e bendato il padre

L'organizzazione israeliana per i diritti umani, B’Tselem, ha denunciato l'arresto di un bambino di 5 anni, trattato come il peggior delinquente, perché aveva lanciato pietre contro un'auto di coloni a Hebron, in Cisgiordania.

Il bimbo si chiama Wadi' Maswadeh ed è nato il 24 settembre 2007. È nato il 24 settembre 2007: ha dunque cinque anni e nove mesi.

Per documentare quanto avvenuto, l'organizzazione ha pubblicato sul suo sito una serie di filmati che riprendono i soldati israeliani dell'Idf mentre circondano un gruppo di persone, tra cui proprio il piccolo). Wadi', che piange e si rifiuta di salire sulla jeep dell'esercito, viene quindi accompagnato a casa da un passante. A questo punto i militari hanno ammanettato e bendato il padre del bimbo e hanno portato i due nella base militare dove li hanno trattenuti per un paio d'ore prima di consegnarli alla polizia palestinese. E questo nonostante il sistema giudiziario del Paese fissi a 12 anni l'età per la responsabilità penale, proprio come in Israele. Per questo le forze di sicurezza non sono autorizzate a trattenere in alcun modo i bambini minori di tale età, nemmeno se sono sospettati di aver commesso reati penali. Eppure, secondo B'Tselem, non è la prima volta che si verificano episodi del genere.

Sulla vicenda stanno indagando le autorità israeliane. L'esercito israeliano non nega l’episodio, ma accusa l'organizzazione di averlo divulgato alla stampa in modo "tendenzioso" e senza averlo prima analizzato con le autorità militari.

Commenti
Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 12/07/2013 - 10:29

Che schifo di faziosità. Chi ha insegnato al bambino di cinque anni ad odiare e lanciare pietre? Il padre ADULTO che è stato arrestato. E. per logica, a chi si doveva lasciare il bambino se non TRATTENERLO per la sua sicurezza avendo SOLO cinque anni? Devo forse ricordare che NOI abbiamo in GALERA bambini e neonati di donne detenute?

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 12/07/2013 - 10:45

Gli israeliani sono anni che soffocano questo popolo sia militarmente e ancor peggio psicologicamente con torture varie, ma nessuno dice niente, anzi, i grandi paladini della democrazia USA appoggiano. Normale che dopo una simile pressione qualche sasso scappi e sono ancora fortunati che sia solo un sasso.

Ritratto di SerenaR

SerenaR

Ven, 12/07/2013 - 11:03

Hanno fatto bene! I palestinesi insegnano ai loro figli l'odio per Israele. Non è la prima volta che un sasso lanciato contro un auto abbia causato la morte di chi guidava.

cecilia nizza

Ven, 12/07/2013 - 11:15

Al signor Zorzi da Gerusalemme. Si documenti sulle conseguenze mortali dei lanci di sassi. Lei si indigna perché hanno arrestato un bimbo di 5 anni, ma non ho sentito la stessa indignazione quando i "sassi" hanno provocato la morte di neonati. Non si tratta di qualche sasso, si tratta di un'educazione all'odio, che inizia proprio nell'infanzia e che non può certo aiutare a creare un clima pacifico. Vorrei poi leggere un suo commento sulle stragi che si stanno perpetrando in Siria, Egitto ecc. Infine, perché non dice chiaramente quello che pensa: che lo Stato di Israele non ha diritto di esistere? Così ci capiamo meglio. Un ultimo consiglio: venga in Israele. Le servirà per disfarsi di molti dei suoi pregiudizi.

Sapere Aude

Ven, 12/07/2013 - 11:29

Povero grullo, invitare chi ha già fatto una scelta ideologica ad andare in Israele vuol dire infiltrare altro odio che non cesserà mai. Invitalo, poi fallo sparire.

BlackMen

Ven, 12/07/2013 - 11:51

SerenaR: ma certo!...e perchè non tagliargli anche la mano colpevole già che ci siamo?

Aleramo

Ven, 12/07/2013 - 11:53

Gli Israeliani hanno fatto bene, così il piccolo capirà che è reato lanciare sassi contro il prossimo. Peccato che non gliel'abbia insegnato suo padre...

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 12/07/2013 - 11:58

cecilia nizza: di odio da quelle parti ce n'è fin troppo, e lo stato di Israele ha diritto di esistere. Per correttezza bisogna però dire che il fatto non è avvenuto in Israele ma in Cisgiordania, un territorio occupato militarmente da Israele dal 1967. La violenza è sempre condannabile, ma fin quendo non si troverà una soluzione riguardo a questi territori e fin quando non verrà riconosciuto anche ai palestinesi di avere un loro stato, purtroppo non se ne verrà fuori.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 12/07/2013 - 12:04

BlackMen, posto che il taglio delle mani è una prerogativa dei palestinesi shaaritici deve CAPIRE che Hamas e i GENITORI PALESTINESI educano UFFICIALMENTE all'odio i loro figli, essendo l'UNICA ragione della loro ESISTENZA creata ad arte dai musulmani dopo aver perso la guerra. Le sue argomentazioni, caro uomo nero, sono ridicole. Chi taglia la gola ai NEONATI sono i PALESTINESI, se lo cacci bene in testa.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 12/07/2013 - 12:07

Caro Sapere Aude. Basta che vada a Gaza. Ci pensano i suoi amici a farlo sparire come hanno fatto con Vittorio Arrigoni.

Cinghiale

Ven, 12/07/2013 - 12:11

Il padre doveva dire al piccolo che i sassi non si tirano, ma probabilmente lo incitava o gli diceva bravo. Le "stupidate" dei figli devono essere pagate dai genitori.

maxaureli

Ven, 12/07/2013 - 12:13

Non mi avete fatto passare il mio commento. Grazie... Articolo fazioso!!!

BlackMen

Ven, 12/07/2013 - 12:18

Mario Galaverna: aahahahhahahahahah i palestinesi tagliano la gola ai neonati aahahahhaha genio!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 12/07/2013 - 12:22

cecilia nizza: se tenessero lei in una situazione paragonabile a quella palestinese imparerebbe da subito a lanciar sassi nelle migliori delle ipotesi in 2 giorni. In Israele ci vada lei, io certi paesi li evito e si documenti di cosa può fare la guerra psicologica su dei bambini e adulti. Probabilmente lei non sa minimamente cosa può succedere all'essere umano quando è sottoposto a torture giornaliere. Facile poi fare gli sbruffoni con un fucile in mano, vero?

Ritratto di SerenaR

SerenaR

Ven, 12/07/2013 - 12:48

...quindi se hai meno di 12 anni puoi prendere a sassate le persone e protestare se ti fermano e ti portano in carcere con tuo padre.. Mi meraviglio che il Giornale ci sia cascato in pieno... I support Israel.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 12/07/2013 - 12:50

BlackMen, ridi su questo: "Un’intera famiglia, i Can’an, quattro bambini tutti morti, e la madre, il padre, e il nonno. La madre stava ancora abbracciando uno dei bambini. Era incinta. Gli occhi dei bambini erano stati cavati e i loro arti amputati. Erano senza gambe e senza braccia. Li abbiamo portati via in un Apecar. E chi m’aiutava a portare via i cadaveri? L’unico sopravissuto, lo zio dei bimbi. Si chiamava Samir Can’an. Egli portava con me i resti del fratello, del padre, della cognata e dei poveri bambini. Li abbiamo sepolti nel cimitero, sotto i colpi di mortaio dell’OLP." Se poi desideri vedere i loro corpi ti basta andare su: http://diavolineri.net/ospitalieri/terrorismo/il-massacro-e-la-distruzione-di-damour/

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 12/07/2013 - 12:51

Dreamer_66. I palestinesi NON vogliono uno stato. Vogliono distruggere Israele. E' la loro mission e l'unica ragione per cui sono stati creati. Si legga lo Statuto di Hamas, per capire.

BlackMen

Ven, 12/07/2013 - 13:08

stock47: se deve andare a ripescare un evento del 1976 per peroraree la sua causa vuol dire che è proprio disperato. Inoltre si sente di poter affermare in tutta tranquillità che gli israeliani non hanno mai perpetrato massacri nei confronti degli arabi? Sabra e Shatila le dice nulla? Un pò di obiettività non guasterebbe ogni tanto!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 12/07/2013 - 13:13

Mario Galaverna: ...si cominci col dare loro uno stato, dato che è quello che rivendicano da tempo (i palestinesi non sono Hamas)... qualora poi, non soddisfatti, volessero l'annientamento dello stato di Israele allora non abbia dubbi sul fatto che condividerò le sue posizioni.

janry 45

Ven, 12/07/2013 - 13:29

Che differenza di civiltà,in Italia le pietre le lanciano gli adulti,ed arrestano la polizia,a quel povero bambino gli dovremmo concedere la cittadinanza onoraria.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 12/07/2013 - 13:30

L'opposto della giustizia italiana. Certo che un padre bastardo integralista che cresce i figli nell'odio.....

gjovi

Ven, 12/07/2013 - 13:42

Giorno dopo giorno giuda ruba la poca terra dei palestinesi costruendovi edifici abusivi. Come dovrebbero sentirsi i palestinesi?. I sionisti hanno toccato il fondo. Forse sono perfino un danno per la "plutocrazia" finanziaria (Askenazi) che governa il mondo occidentale. Prova ne sia che Kissinger ( ebreo che conta ) ha detto che il "regime sionista" non esisterà più tra 10 anni.

cecilia nizza

Ven, 12/07/2013 - 14:02

Caro Signor Zorzi, io abito in Israele. Sono nata a Alessandria d'Egitto, da dove nel 1949 (avevo 3 anni) sono stata espulsa con la mia famiglia, perché mio padre era un giornalista colpevole di aver scritto un libro dove tra l'altro predicava l'amicizia fra arabi e ebrei ! Mi piacerebbe farglielo leggere. Dopo varie peregrinazioni siamo approdati a Milano dove sono cresciuta. Siamo quindi parte degli 800 mila profughi ebrei dai paesi arabi, che non fanno notizia. Le posso assicurare che non abbiamo avuto una vita facile (forse lei è di quelli che pensa che tutti gli ebrei sono ricchi) , ma ciò non ha impedito ai miei di far studiare mia sorella e me. Non solo, ma non ci hanno mai trasmesso rancore per quanto successo. E' quello che ci si deve aspettare da un genitore responsabile.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 12/07/2013 - 14:06

gjovi, hai le pigne in testa. Il popolo palestinese è da sempre una finzione propagandistica dei cosiddetti "palestinesi", per l'esattezza dal 1968. NON SONO MAI ESISTITI NE' E' MAI ESISTITA LA PALESTINA, SE NON COME NOME GEOGRAFICO ED ABITATA PER LO PIU' SOLO E SEMPRE DA GIUDEI, I VERI PALESTINESI! Leggiti l'interessante e documentatissimo articolo di Emanuela Crespi su Cronologia Leonardo: http://cronologia.leonardo.it/storia/tabello/tabe1630.htm Se dopo questo ritieni che esisteva il "popolo palestinese la Nazione palestinese" citami la loro storia, i loro sovrani, governi, monete, lingua, cultura specifica, rovine, monumenti, ecc. oppure sciaccquati la bocca prima di parlare e dire fesserie.

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 12/07/2013 - 14:18

Be che c'e' di strano.Adesso lancia sassi.DA grande lancera' molotov per non dire bombe a mano.In galera anche lui.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 12/07/2013 - 14:36

cecilia nizza: qui non si parla di ricchezza, qui si parla di persone che se torturate psicologicamente e fisicamente per anni cercano in qualche modo difendersi, questo a prescindere se siano palestinesi o altro. Suo padre le ha trasmesso dei valori, ben venga, ma dubito lei od io riusciremmo a mantenere la calma dopo anni di torture di vario genere da prepotenti con un'arma in mano. Che devono fare, sempre e solo subire? Forse qualcuno ci riesce, gli altri tentano di reagire come possono.

stern

Ven, 12/07/2013 - 14:46

@zorzi ecco, bravo, rimanga a far danni da dove scrive. di personaggi come lei che piovono qui in Israele a complicare ulteriormente le cose ce ne sono già abbastanza. @gjovi guardi che è molto più probabile che fra 10 anni sia lei a non esistere più.

cecilia nizza

Ven, 12/07/2013 - 15:21

Zorzi: ma si è chiesto perché gli ebrei cacciati dai paesi arabi si sono integrati nei paesi di accoglienza, soprattutto in Israele e i palestinesi vivono ancora in campi profughi in Libano, Siria, Giordania, ecc., pur ricevendo vagonate di soldi da tutte le parti. Lo sa che esiste un'agenzia per i profughi solo per loro (UNRWa)? Lo sa che nel 1948 i profughi erano circa 700 mila, ma per un decreto inspiegabile dell'ONU, e non applicabile a nessun altro popolo, si tramandano questo status di generazione in generazione. Mio padre mi ha trasmesso dei valori, spero che quel padre faccia lo stesso. Signor Stern, penso che venire in Israele sia importante, almeno per chi non sia affetto da pregiudizio cronico.

gjovi

Ven, 12/07/2013 - 16:33

stock47 mi sa che sei il classico pensionato bevuto al cervello. Ancora qualche mese e ti riducono la pensione ed il livello alcolico forse tornerà giù. Non credo valga le pena perdere tempo a spiegarti le cose.

BlackMen

Ven, 12/07/2013 - 16:57

stock47: volevo rallegrarmi con lei per essere riuscito, in pochissime righe, a delineare chiaramente una situazione che va avanti pensi dai tempi della fine dell'impero ottmano...parliamo della fine del '800

Ritratto di nutella59

nutella59

Ven, 12/07/2013 - 17:07

MACCHÉ ARRESTATO! È stato trattato - come tutti possono vedere dai video - meglio di quanto sarebbe stato trattato in Italia (dove lo avrebbero assegnato ai servizi sociali con genitori del genere!) e CONSEGNATO da ragazzini in uniforme che non l'hanno MAI trattato male, alla polizia "palestinese".

Ritratto di nutella59

nutella59

Ven, 12/07/2013 - 17:08

100.000 morti ammazzati in Siria in un anno? QUISQUILIE! CENTINAIA DI ASSASSINATI IN ATTENTATI INTER-ARABI IN IRAQ OGNI MESE? Silenzio o no big deal! Decapitazioni in Siria ed Egitto? NO PROBLEM e silenzio. Bambini Ebrei feriti e uccisi da pietre lanciate dai “poveri palestinesi”?? NO PROBLEM e silenzio. MA…un bambino arabo colto sul fatto, sempre tenuto per mano da un parente e consegnato alla polizia palestinese (MAI arrestato dagli Israeliani)? APRITI CIELO!

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 12/07/2013 - 17:11

gjovi, vedo che hai finito gli argomenti e non sai rispondere a quanto ti avevo chiesto poco sopra, adesso offendi soltanto, l'unica cosa che ti è rimasta. Citami monete, Re, storia, cultura, lingua, apporti culturali o altro nella storia dell'umanità del cosiddetto "popolo palestinese" o "nazione palestinese"?

carpa1

Ven, 12/07/2013 - 17:26

A due anni non si sputa, a cinque non si lanciano sassi, a 12 non si lanciano bombe, dai 18 in su ci si comporta da persone adulte e responsabili. Tutto il resto è solo demagogia.

gjovi

Ven, 12/07/2013 - 17:31

Stern, veda di non fare la fine dell'agente del mossad astrualiano che girava con una molteplicità di falsi passaporti europei.

mila

Ven, 12/07/2013 - 17:42

Ma perche' tutti dicono che il bambino e' stato "arrestato", e per quanto tempo? E' stato solo trattenuto per 2 o 3 ore. Ricorderei poi che una pietra ricevuta in testa fa molto male anche se lanciata da un bambino. La creazione dello Stato di Israele e' stato un avvenimento complesso, magari fatto in modo sbagliato, soprattutto per colpa di Potenze europee tipo GB, e anche Israele a volte fa degli errori, pero' gli antisemiti nostrani sfruttano ogni pretesto per fare una continua propaganda antiisraeliana.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 12/07/2013 - 17:57

stock47 logica brillante. A parte che non ho voglia di dedicare un solo secondo a rispondere alle sue domande (se è ignorante sulla storia palestinese, affari suoi), ... domanda: esistono queste persone o sono anche loro una creazione della propaganda antisemita? Quelli che i jet ebraici bombardano, i soldati uccidono ecc....sono fantasmi?

gjovi

Ven, 12/07/2013 - 18:04

I popoli "semiti" sono i palestinesi , i siriani, i libanesi.In questo momento sono sotto attacco da parte dei "sionisti". Ricordiamo che tra i sionisti solo i cosiddetti "sefarditi" ,possono definirsi "semiti". Quelli che comandano sono gli "Askenazi" ( originari dell'est e trasferitisi in nord europa e poi in america ), non sono nemmeno semiti. Quando si parla di antisemitismo bisognerebbe riconoscere che l'entità più anti-semita al mondo è a rigor di logiga il "regime sionista".

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Ven, 12/07/2013 - 18:10

Gran polverone, hanno portato un bambino molto maleducato dal padre asino che lo sta crescendo capra quanto lui! In quanto a Israele ho il più grande rispetto e a dirla tutta ritengo Ben Gurion un modello da seguire. Lo stato palestinese, poi semplicemente non esiste..... È come se proclamassero un enclave rom gli zingari del triboniano

Palermitano

Ven, 12/07/2013 - 18:23

dovete notare che (onore a loro) a denunciare il fatto sono stati gli israeliani di btselem....gli israeliani si indignano mentre certi filosionisti di casa nostra scandalosamente giustificano simili gesti. che pena!

Palermitano

Ven, 12/07/2013 - 18:29

LIBERTA' E AUTODETERMINAZIONE PER IL POPOLO PALESTINESE! PALESTINA LIBERA! GIUSTIZIA PER IL PICCOLO WADI! WADI TUTTA PALERMO E' CON TE, PICCOLO EROE PALESTINESE!

franco@Trier -DE

Ven, 12/07/2013 - 20:01

Papapeppe imbecille forse non sai che esiste una bandiera palestinese.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 12/07/2013 - 20:14

Palermitano, il popolo palestinese si è già AUTODETERMINATO. Come TUTTI i musulmani ha scelto il terrorismo. Sono veramente onorato di poter parlare con TUTTI i palermitani. Una simile affermazione è da psichiatra. Soffre di paranoia megalomane?

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 12/07/2013 - 21:10

xausonio .Sta parlando di monnezza ?

mila

Sab, 13/07/2013 - 05:09

@ giovi -Naturalmente "antisemitismo" e' un termine comunemente usato per indicare insofferenza o odio verso gli Ebrei; e' un modo di dire, ma lo si capisce benissimo.

plaunad

Sab, 13/07/2013 - 11:40

E allora? Mi dite dov'é la legge che permette a chi ha cinque anni di tirare pietre?

Altaj

Sab, 13/07/2013 - 12:04

L'unica qualità degli arabi è l'odio contro tutti quelli che realizzano qualcosa. Loro non realizzano niente, sono rimasti ai tempi delle carovane del deserto, ergo non gli rimane che sputare e lanciar pietre. Persino da bambini vengono abituati a questa "nobilissimo" sfogo dell' invidia che li rode.

DonatoDS

Sab, 13/07/2013 - 13:04

Molti commenti disinformati e malevoli. Una sola colpevole per tale disinformazione:Chiara Sarra. Questo articolaccio sprizza chiarissimo, il malanimo della (sic) giornalista nei confronti di Israele. P.S. vorrei spiegare alla sig.ra Serra che il pubblico europeo ha bisogno di informazione e non di odiosa disinformazione. La soluzione dei problemi in medioriente passa per la comprensione e Lei ne è distante un miliardo di chilometri. Questa sera coricandosi provi a vergognarsi per il cattivo servizio fatto al giornalismo in genere e alla verità in particolare.

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 13/07/2013 - 13:36

Non si è trattato di una ragazzata, a cinque anni non si pensa a lanciare pietre, ma al massimo a giocare a pallone o andare a bicicletta (e non ditemi che non ce l'ha la bici perché troppo povero, chiedete ai rappresentanti politici di quelle parti che cosa fanno del fiume di soldi che arriva loro da tutte le parti). Toglierei quel ragazzino ai genhitori e al suo ambiente. Ha iniziato con le pietre ma fra dieci anni o anche prima userà le molotov.

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Sab, 13/07/2013 - 13:43

Oh oooh, oh! Farsi dare dell'imbecille da franchino trier... è come farsi dare del poveraccio da un barbone o sentirsi dire cesso da rosi bindi. Avere una bandiera? E allora? Vecchio citrullo! Forse che mio nonno che issava lo stendardo di famiglia vicino all'albero eradicato di Eleonora D'Arborea acquisiva il diritto di cacciare il vicino di casa a sassate? Non perdi occasione di deliziarci con le tue perle marroni di origine ovina.

Raoul Pontalti

Sab, 13/07/2013 - 13:48

Eh sì! il Giornale c'è cascato in pieno, pubblicando una notizia diffusa, con i relativi filmati, da un'organizzazione israeliana, mica della propaganda palestinese. Avrebbe dovuto pubblicare solo notizie di fonte palestinese per non cascarci. Da noi i minori di 14 anni non sono punibili sic et simpliciter, in Israele i minori di 12. Ma per i bananas bisogna uccidere anche i bambini e i neonati se sono della razza sbagliata, perchè appartenere alla razza sbagliata è una colpa, grave, gravissima. Non siate più realisti del re o bananas e cercate di provare pietà almeno per i bambini. Gli stessi israeliani si indignano di fronte a certi fatti (o non lo avete capito o bananas che a denunciare questa infamia del bimbo arrestato sono stati degli israeliani con il senso di giustizia e non dei palestinesi?) e voi invece approvate e gioite. Nemmeno le bestie si comportano così, neppure se ubriache.

maxaureli

Sab, 13/07/2013 - 14:13

Raoul Pontalti e altri caproni... una cosa che non avete capito e': NESSUNO E' STATO ARRESTATO. Capre informatevi prima di dire caprate!! LOL

Raoul Pontalti

Sab, 13/07/2013 - 14:56

maxaureli tu che sei un ibrido tra un tapiro e un facocero prima di darmi del caprone guardati allo specchio. TUTTA la stampa ha parlato di arresto (in senso atecnico ovviamente), anche quella israeliana: IDF soldiers detain five-year-old Palestinian for stone-throwing in Hebron si legge su Haaretz dall'altro giorno, mentre sul jerusalem Post di pari data si trova: IDF detains 5-year-old Palestinian rock thrower e così su tutta la stampa internazionale e pertanto si giudica sul fatto come rappresentato. Il senso peraltro del mio commento era di stigmatizzazione dell'odio bestiale di certi bananas che giungono a gioire persino di (presunto a tuo dire se non falso) arresto di un bimbo.

maxaureli

Sab, 13/07/2013 - 16:02

Per la capra qui' sopra di Raoul Pontalti... cosa viene riportato nel titolo di questo articolo? "Arrestato perché lanciava pietre" - Come e' riportato da Haaretz e Jerusalem Post? "DETAINED". Detained significa in italiano "Stato di Fermo". Arrested in italiano e' Arrestato. Due termini legali molto differenti tra di loro. Nessuno e' stato arrestato e' quello che continuo a dire. Era piu' corretto se l'articolo riportava come titolo: "Stato di fermo perché lanciava pietre". Capra... piate il tapiro. LOL LOL LOL

maxaureli

Sab, 13/07/2013 - 16:11

franco@Trier -DE non basta una bandiera per giustificare l'esistenza di una nazione.

DonatoDS

Sab, 13/07/2013 - 18:45

un plauso particolare per l'imbecille responsabile di cestinare alcuni commenti perchè "troppo" informati e responsabile per la pubblicazione di commenti che avrebbero fatto bene a non essere mai nati. Un imbecille che farebbe bene a srtarsene a casa invece che scippare lo stipendio.

DonatoDS

Sab, 13/07/2013 - 18:45

un plauso particolare per l'imbecille responsabile di cestinare alcuni commenti perchè "troppo" informati e responsabile per la pubblicazione di commenti che avrebbero fatto bene a non essere mai nati. Un imbecille che farebbe bene a srtarsene a casa invece che scippare lo stipendio.

franco@Trier -DE

Sab, 13/07/2013 - 19:34

plaunad la legge è dentro ad ognuno di noi per amore di patria anche con pietre e bastoni si combatte, per liberare l'Italia tu non lo faresti?

Raoul Pontalti

Sab, 13/07/2013 - 20:23

dimenticavo l'ascendenza matrilineare di maxaureli comprendente anche oche e galline oltre a qualche somaro. Spiegami o scienza del diritto la differenza tra arrestare e fermare e detenere e poi considera se in senso atecnico (ossia non tecnico o non specialistico) non si possa usare il termine arrestare in luogo fermare. Di più: sicuro che si sia trattato tecnicamente di fermo e non di procedura di identificazione?

maxaureli

Sab, 13/07/2013 - 21:16

DonatoDS... gli imbecilli nel mondo ce ne sono tanti. Anche i miei posts sono stati cestinati. - franco@Trier -DE... si infatti te .. e voi tedeschi ve ne siete prese poce di bastonate sul groppone e una valga di pietre che cadevano dai cieli... LOL LOL...

maxaureli

Dom, 14/07/2013 - 13:35

Raoul Pontalti TU sei un mulo icrociato geneticamente con una capra. Fermo/Detained: quando una persona di interesse viene fermata da un pubblico ufficiale per un breve e ragionevole periodo di tempo per determinare se la persona ha commesso o era in procinto di commettere un reato. Capra... chiunque puo' essere sottoposto ad uno stato di fermo (detained) senza indizzi probatori da parte delle autorita'. Una persona che viene fermata da un "banalissimo" posto di blocco stradale della polizia che cosa e' secondo te: un arresto, uno stato di fermo (detained) o una vacanza? E ancora... capramulata, come viene riportato dall'articolo (ma non nel titolo) in Israele non e' previsto l'arresto di minori anni 12... se non esiste una procedura di arresto, il bambino di 5 anni ovviamente non e' stato arrestato. Capra!!! ... Beviti la Vodka e Shalom Aleichem.

Raoul Pontalti

Dom, 14/07/2013 - 14:09

per quel tapirfacocero con ascendenze gallinesche: io vengo regolarmente "fermato" dalle varie polizie in Europa e in Medio Oriente perché tra l'altro sono un nottambulo e talvolta sono trattenuto per diverso tempo, in genere sul posto, talvolta in uffici di polizia fino a che non ritengono i solerti tutori dell'ordine che i miei documenti (anche del veicolo) sono regolari e il mio comportamento anche automobilistico era corretto. In questi casi atecnicamente dico che la polizia mi ha fermato, bloccato, etc, mentre non mi ha affatto fermato tecnicamente ma solo sottoposto a controlli sull'identità mia e sulla regolarità del veicolo. Se si tiene presente che il fermo di polizia e l'arresto nel nostro ordinamento sono entrambi provvedimenti limitativi della libertà personale temporanei e che il fermo può essere disposto in luogo dell'arresto, non avrai difficoltà a comprendere nonostante la tua complessa e peculiare ascendenza zoologica come non sia affatto uno sfondone parlando atecnicamente usare un termine per l'altro di significato comune affine fino a che non si siano conosciuti esattamente i contorni della vicenda e della precisa natura del provvedimento limitativo della libertà personale. Guarda poi che proprio la stampa in lingua inglese è spesso imprecisa terminologicamente e ciò e comprensibile in considerazione che questa è rivolta ad un pubblico internazionale che non è tenuto a conoscere i particolari normativi riguardanti specifici paesi.

maxaureli

Dom, 14/07/2013 - 15:15

Pipistrello notturno... TU dici: "vieni "fermato" regolarmente". Hai usato la parola giusta "FERMATO" non "ARRESTATO". Terminologie che differiscono tra loro. Il bambino (e padre) non sono stati arrestati come e' stato riportato dal titolo, ma solo fermati e accompagnati alle autorita' palestinesi (come previsto da accordi bilaterali). Sarebbe stato piu' opportuno se l'articolo si intitolava: "Fermato bambino di cinque anni per aver lanciato pietre [sulle teste dei pipistrelli]".