Corte suprema Usa "I geni umani non possono essere brevettati"

Per gli osservatori si tratta di una delle decisioni più significative nell’era della medicina molecolare

Il Dna umano non può essere brevettato. Lo ha stabilito la Corte Suprema degli Stati Uniti. Per gli osservatori si tratta di una delle decisioni più significative nell’era della medicina molecolare. Secondo la decisione - presa all’unanimità dai nove “saggi” della Corte Suprema - è possibile brevettare materiale genetico prodotto sinteticamente, mentre non è possibile farlo con i geni estratti dal corpo umano isolando il Dna.

Gli osservatori parlano di un compromesso che apre nuove opportunità per lo sviluppo dei servizi diagnostici, compresa la possibilità di analizzare un maggior numero di geni in una sola volta. E parlano anche di una vittoria per medici e pazienti per i quali la possibilità di brevettare il Dna umano interferisce con la ricerca scientifica e medica. La decisione nasce da un caso riguardante alcuni brevetti in della Myriad Genetics Inc.

Commenti
Ritratto di unviandante

unviandante

Gio, 13/06/2013 - 20:05

Ci mancava anche questa, che qualcuno brevettava il dna

benny.manocchia

Gio, 13/06/2013 - 20:21

Solo una domanda:la Corte Suprema degli Stati Uniti decide per il resto del mondo? Un italiano in USA

benny.manocchia

Gio, 13/06/2013 - 23:18

La Corte Suprema di Washington puo' emettere sentenze soltanto per gli Stati Uniti,non per il resto del mondo. UN italiano in usa

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 14/06/2013 - 00:55

Ci mancava anche questa per diventare quella società da incubo ipotizzata da Orwell. SPERIAMO CHE IL BUON SENSO CONTINUI A FAR PARTE DEL NOSTRO DNA.

silviob2

Ven, 14/06/2013 - 09:45

questa notizia e quella della banca dati sul DNA negli USA saranno mica correlate?

Ritratto di max2006

max2006

Sab, 15/06/2013 - 01:24

Eraora. Sono felice di essere un essere umano. Max PIras

Ritratto di max2006

max2006

Sab, 15/06/2013 - 01:28

benny.manocchia: Vero, la Suprema Corte decide per gli Usa ma in un mondo globalizzato quello che fa Obama si sente in tutto il mondo. E poi può creare un precedente. Credimi. Meglio così che il contrario. Un italiano in Italia. Ciao. Max Piras