Così i russi spiavano i leader del G20

Al vertice di San Pietroburgo, la Russia regalava chiavette Usb, ma erano microspie per rubare dati

Il Datagate si allarga a macchia d'olio. Dopo le tensioni tra Usa e Germania e dopo il caso Italia (un sito ha rivelato nel 2010 l'America intercettò in Italia 46 milioni di telefonate), adesso è la volta della Russia. Infatti, secondo quanto raccontato da La Stampa, i russi regalavano chiavette Usb ai leader del G20 presenti al vertice di San Pietroburgo. Solo che in realtà quei regali erano microspie con cui i russi intendevano rubare dati agli altri capi di Stato. A denunciarlo, dopo il vertice di settembre, è stato il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy. Tornato a Bruxelles dopo il G20, Van Rompuy avrebbe dato alcuni gadget ricevuti dai russi ai funzionari della sicurezza, che li passano ai servizi tedeschi.

Commenti

ivangonta

Mar, 29/10/2013 - 10:54

Scusate in un vertice mondiale si regalono caramelle a go go come le usb ... e il sistema di sicurezza ... che è suo preciso compito farlo... non le analizza e li mette appunto in sicurezza??? .. non passiamo sul ridicolo suvvia ... e se fosse vero sarebbe meglio rivolgersi a me sulla sicurezza ... bah...

bezzecca

Mar, 29/10/2013 - 11:00

A me sembra una bufala , tra l' altro i prezzi delle chiavette usb sono crollati e regalarle a capi di stato o di governo è roba da pezzenti , una chiavetta da 64 gb la si trova a 30-40 euro

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 29/10/2013 - 11:05

Potenza della miniaturizzazione: piccoli cavalli di Troia, accettati ingenuamente in omaggio. Da far meditare ogni personaggio in vista. Sekhmet.

Ritratto di sailor61

sailor61

Mar, 29/10/2013 - 11:08

mi sembra che siamo all'ABC della sicurezza!!! come si può pensare che schiere di ingegneri e tecnici esperti di sicurezza informatica abbiano permesso l'utilizzo di tali device? si spendono montagne di soldi per bonificare, proteggere, schermare e altre diavolerie e poi si accettano le caramelle dagli sconosciuti?!?!?!? siamo alla frutta cari miei, e non solo in Italia quindi

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 29/10/2013 - 11:32

I russi sì che studiano i classici! Hanno attuato una versione tecnologica del Cavallo di Troia, semplice e, come Omero dimostrò, efficace! Non per niente esiste il detto, pronunciato da Laocoonte, Tìmeo Dànaos et dona ferentes (Temo i Danai[greci] anche quando portano doni)

angriff

Mar, 29/10/2013 - 12:18

Herman Van Rompuy deve essere un genio,ma fanno l'alcol test a queste persone?

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 29/10/2013 - 12:22

Se venivano in Italia erano più sicuri; manco i sordi pé compralla nà chiavetta c'havemo .........

-cavecanem-

Mar, 29/10/2013 - 12:39

Van Rompuy con il suo talento cabarettista, vorrebbe alleviare la pressione dello spionaggio USA ..scaricandola alla Russia. Che buontempone.

degrel0

Mar, 29/10/2013 - 12:54

Chi non spia in compagnia è un ladro o una...Ma cos'altro dovrebbero fare i servizi segreti?

cgf

Mar, 29/10/2013 - 13:19

la mamma ha sempre detto di non accettare regali, ma figurati se loro.... ahahhahah

Dante Cruciani

Mar, 29/10/2013 - 13:48

Tutti spiano tutti.

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 29/10/2013 - 14:23

Non mi pare che sia spiare il controllare quello che gli altri fanno in casa mia.

liberalone

Mar, 29/10/2013 - 14:50

Fossi al posto del Cavaliere farei ispezionare attentamente dai suoi addetti alla sicurezza il lettone regalatogli da Putin. Anche se è un suo carissimo amico non si può mai sapere.

Giapeto

Mar, 29/10/2013 - 17:36

Per spiare spieranno anche loro ma questa è una bufala. Non certo con le chiavette USB.

Ritratto di Manieri

Manieri

Mar, 29/10/2013 - 19:14

Mossa mediatica per distogliere l'attenzione sulla porcheria spionistica obamiana, condotta secondo la ben collaudata tattica dell'accusare per non essere accusati. Il nuovo babau della propaganda massonico-marxista è Putin che però grazie a Dio può permettersi di fare il gesto dell'ombrello a questa feccia sinistra.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mar, 29/10/2013 - 19:44

Bufala clamorosa e patetica, tirata fuori per cercare di distrarre l'attenzione dall'unico spionaggio vero, quello praticato dagli Usa.

Ritratto di Sniper

Sniper

Mar, 29/10/2013 - 19:49

La chiavetta USB e' un omaggio tipico di ogni tipo di conferenze. Poi se uno ha sani principii di sicurezza informatica, non la usa, perche'sa che e' ormai un classico veicolo di "malware", che conta sull'ingenuita' e l'impreparazione di quella piccola, o grande, percetuale di individui che la useranno senz'altro. E' poco probabile che un politico di quel livello la utilizzi, ma qualcuno del suo entourage lo fara' ed esporra' cosi' il bersaglio designato all'attivita' di spionaggio, nel momento in cui i due comunicheranno. Sicuramente ogni governo ne ha beccato qualcun altro con le mani nel sacco in passato, aspettiamoci un effetto domino di rivelazioni ulteriori, in cui chi si lamenta oggi, sara' sul banco degli accusati domani.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 30/10/2013 - 13:49

Ma ai politici italiani cosa interessa di più, la chiavetta USB o la chiavetta della UBS di Zurigo? io visto la corruzione dei politici penso che a loro interessi tutte e due.